FAST FIND : GP6873

Sent. C. Stato 28/06/2004, n. 4798

50067 50067
1. Progetto oo.pp. - Incarico - Offerte - Scomposizione elementi a) e b) ex art. 64, c. 3, D.P.R. 99/554 - Condizioni.

1. La Commissione giudicatrice in una gara di progettazione di opere pubbliche (una rete idrica, nella specie) non può scomporre gli elementi fissati dal bando di una gara come previsto dall'art. 64, comma 3 del D.P.R. 21 dicembre 1999 n. 554 in sub-elementi e sub-pesi, qualora la lettera d'invito e il bando non solo non prevedano tale scomposizione ma addirittura la escludano.

Sul procedimento per una gara d'appalto ll.pp. ved. C. Stato VI 11 luglio 2004 n. 4151 [R=WCS11L044151] (Volontà di un concorrente di cessione della propria posizione - Valutazione P.A. - Necessità); IV 10 giugno 2004 n. 3731 R (Annullamento parziale - Riammissione di imprese escluse - Rinnovazione intero procedimento - Condizione); VI 18 maggio 2004 n. 3188 R (1. Suddivisione in lotti di un'opera unitaria - Disciplina applicabile - Normativa comunitaria - Limiti; 2. Suddivisione in lotti di un'opera - Applicazione art. 6 Dir. 93/37/CEE); V 18 marzo 2004 n. 1427 R (Pubblicità delle sedute - Principio inderogabile - Limiti); VI 13 febbraio 2004 n. 557 R (Mancata indicazione di imprese subappaltatrici - Conseguenze); V 10 febbraio 2004 n. 495 R (Natura concorsuale - Conseguenze); VI 7 febbraio 2004 n. 422 R (Annullamento per legittima esclusione di imprese - Rinnovo della gara anche parziale); Cass. 18 dicembre 2003 n. 19433 R (Licitazione privata - Condizioni contrattuali da bando e inviti - Non modificabili dopo aggiudicazione); C. Stato V 21 novembre 2003 n. 7620 R (Più opere affidate ad una impresa con unica gara - Ammissibilità); V 6 ottobre 2003 n. 5902 R (Lavori di recupero edifici stazione Termini di Roma - Appalto non disciplinato dalla L. 94/109); V 18 settembre 2003 n. 5309 [R=WCS18S035309] (Prequalificazione - Funzione - Accertamento del possesso requisiti di partecipazione - Ammissione alla gara - Solo delle imprese prequalificate); VI 16 settembre 2003 n. 5245 R (Successione mortis causa del titolare di un'impresa individuale - Utilizzazione della sua attestazione SOA da parte del subentrante Ammissione); VI 5 agosto 2003 n. 4506 R (Opera idraulica - Controversie - Giurisdizione del T.A.R. e non del Tsa); VI 21 luglio 2003 n. 4210 R (Necessità di almeno 2 offerte - Art. 69 R.D. 1924 n. 827 - Condizioni di applicabilità); V 19 febbraio 2003 n. 920 R (Competenza dei dirigenti comunali); Csi 20 gennaio 2003 n. 21 R (Verbale - Atto pubblico - Suo valore - Limiti - Eventuale altro accertamento dei fatti - Ammissibilità); C.giust.C.E. 12 dicembre 2002 n. 470/99 R (Dir. 93/37/CEE - Procedura ristretta - Regole per la selezione dei candidati che saranno invitati - Obbligo di comunicarle nel bando di gara); C. Stato VI 4 novembre 2002 n. 6004 R (Criterio dell'offerta più vantaggiosa - Pubblicità della gara - Derogabilità); V 30 settembre 2002 n. 5062 R (Esame di offerte tecniche - Riformulazione a riapertura della gara - Illegittimità); Csi 20 settembre 2002 n. 569 R(Consorzio di cooperative - Diversità da A.T.I., consorzi ordinari e consorzi stabili - Conseguenze); C. Stato VI, Ord.caut. 30 luglio 2002 n. 3366 R (Trasferimento di aziende - Cessione del contratto dell'appalto aggiudicato - Ammissibilità); VI 10 luglio 2002 n. 3850 R (In vigenza dei DD.LL. relativi alla L. quadro ll.pp. non convertiti - Validità dei provvedimenti adottati); VI 10 luglio 2002 n. 3847 R (Appalti a prestazioni tipologicamente eterogenee ex art. 2, c. 1, L. 94/109 - Regime giuridico - Individuazione - Criterio della prevalenza economica); V 21 giugno 2002 n. 3404 [R=WCS21L023404] (Regole stabilite nel bando - Osservanza); Cass. S.U. ord. 6 maggio 2002 n. 6487 R (Affidamento dell'appalto - Controversie - Giurisdizione amministrativa); C. Stato V 6 maggio 2002 n. 2408 R (Approvazione degli atti - Competenza dei dirigenti di enti locali); V 2 aprile 2002 n. 1813 R (Sistema dell'offerta economicamente più vantaggiosa - Valutazione delle offerte - Criteri ulteriori olte a quelli automatici); IV 27 marzo 2002 n. 1726 R (Principio di pubblicità - Inderogabile - Limiti); V 28 febbraio 2002 n. 1229 R (Mancata indicazione di imprese subappaltatrici - Conseguenze); V 28 febbraio 2002 n. 1224 R (Autotutela P.A. - Principio operativo); Csi 28 gennaio 2002 n. 58 R (Operazioni di verifica conteggi - Seduta pubblica - Necessità - Eccezioni possibili); C. Stato V 3 gennaio 2002 n. 5 R (Verbale di gara - Anche successivamente in base ad appunti - Ammissibilità); Csi 22 novembre 2001 n. 604 R (Verifica offerte e documentazione - Momento rilevante); C. Stato V 20 settembre 2001 n. 4976 R (1. Nelle amministrazioni statali - Atto conclusivo - È l'aggiudicazione; 2. Negli enti locali - Atto conclusivo - È l'approvazione dell'aggiudicazione); V 20 settembre 2001 n. 4967 (Enti locali - Responsabilità dei dirigenti); V 11 giugno 2001 n. 3130 R (Verifica delle dichiarazioni delle imprese - Ex art. 10 L. 94/109 - Riesame successivo - Ammissibilità); V 22 maggio 2001 n. 2829 R (Modifica elenco delle imprese concorrenti ammesse - Legittimità); VI 18 maggio 2001 n. 2780 R (Controversie - Giurisdizione amministrativa esclusiva); V 15 maggio 2001 n. 2711 R (Irregolarità formali - Invito a rettifiche - Ammissibilità - Limiti); V 18 aprile 2001 n. 2335 R (Periodo fra prequalificazione e offerta - Modifiche composizione dell'impresa - Ammissibilità - Limiti); V 12 aprile 2001 n. 2293 R(Approvazione degli atti - Competenza dei dirigenti enti locali); Csi 21 marzo 2001 n. 150 R (Verbale di gara - Irregolarità ininfluenti sulla aggiudicazione - Irrilevanza); C. Stato V 19 marzo 2001 n. 1642 R (Verbale di gara - Contestazione sull sua autenticità - Querela di falso - Necessità); V 7 marzo 2001 n. 1344 R (Verifica possesso requisiti di capacità tecnica ex art. 10, comma 1 quater, L. 94/109); V 5 marzo 2001 n. 1247 R (Dichiarazioni - Firma autenticata - Inapplicabilità ad offerta tecnica ed economica); V 27 febbraio 2001 n. 1067 R (Pubblicaità - Limiti); V 8 giugno 2000 n. 3255 R (Offerta - Busta senza indicazione dell'oggetto - Irrilevanza - Condizioni); IV 22 maggio 2000 n. 2924 R (Punteggio - Specifica motivazione - Necessità - Limiti); VI 9 maggio 2000 n. 2682 R(Costruzione impianti scarico e depurazione acque - D.Lgs. 1995 n. 158 sui settori esclusi - Applicabilità); V 14 aprile 2000 n. 2240 R (Principio di pubblicità - Documentazione - Acquisizione secondo le norme di gara - Necessità); V 14 aprile 2000 n. 2235 R (Principio della pubblicità - Derogabile - Condizioni); VI 28 febbraio 2000 n. 1056 R (1. Società collegate o controllate - Individuazione - Individuazione; 2. Influenza negativa della sussistenza di società controllate - Dimostrazione - Necessità); Cass. S.U. 25 febbraio 2000 n. 46 (Procedura di affidamento - Da soggetto appaltante non pubblico - Controversia - Giurisdizione amministrativa); S.U. 24 febbraio 2000 n. 40 R (Controversia - Giurisdizione del giudice amministrativo - Limiti); C. Stato V 10 febbraio 2000 n. 754 R (Impresa partecipante - Cessione della sua posizione ad altra impresa - Esclusione); IV 10 febbraio 2000 n. 710 R (Pubblicazione avviso di gara esperita - Natura); V 3 febbraio 2000 n. 661 in GIU 1/00, 112 (Principio di autotutela - Riesame degli atti di gara dopo approvazione dell'aggiudicazione - Ammissibilità - Condizioni); Csi 3 febbraio 2000 n. 31 R (Opere scorporabili - Impianto elettrico - Possibilità); 29 novembre 1999 n. 644 R (Aggiudicazione ex art. 1, 6° c., L.reg. 1998 n. 21 previa esclusione delle offerte anomale e la scelta delle offerte valide); IV 10 luglio 1999 n. 1217 R (Rappresentanti delle imprese - Presenti alle sedute di gara - Integra piena conoscenza); IV 30 aprile 1999 n. 759 R (Verbale - Suo valore - Limiti); V 2 marzo 1999 n. 233 [R=WCS2M99233] (Irregolarità formali - Invito alla regolarizzazione - Condizioni); V 26 gennaio 99 n. 64 R (Enti locali - Procedimento - Responsabilità di dirigente comunale); C.Conti, Stato 9 novembre 1998 n. 122 [R=WCO9N98122] (Scelta del contraente - Pubblico incanto - È la regola); C. Stato VI 3 novembre 1998 n. 1516 R (Impresa partecipante - Rappresentante legale - Nozione); VI 27 ottobre 1998 n. 1478 [R=WCS27O991478] (Licitazione privata - Indetta da società a partecipazione pubblica - Controversia - Giurisprudenza amministrativa); Cass. 28 agosto 1998 n. 8541 R (Scelta del contraente - Da concessionario di Ente pubblico - Controversie - Giurisdizione amministrativa); C. Stato VI 30 settembre 1998 n. 1345 R (Atti di precedenti gare della stessa P.A. - Diritto imprese partecipanti di prenderne visione - Insussistenza - Conseguenza); Csi 20 settembre 1998 n. 581 [R=WCSI20S98581] (Annullamento o revoca di atti compiuti ed operazioni svolte - Potere del presidente di seggio - Limiti); C. Stato VI 29 settembre 1998 n. 1316 R (Bando e inviti - Partecipazione di imprese - Non implica loro acquiescenza); Csi 14 aprile 1998 n. 225 R (Verifica di documenti - Molto tempo impiegato - Legittimità); C.Cost. 30 dicembre 1997 n. 447 R (Offerte - L.R. Sic. 1985 n. 21 - Divieto di riconoscibilità dei partecipanti - Contrasto con artt. 3, 1°c., e 97, 1°c., Cost. - Insussistenza); Csi 29 dicembre 1997 n. 582 R (Documentazione - Obbligo della P.A. di sua custodia - Insussistenza); 21 novembre 1997 n. 500 R (Impresa partecipante - Rappresentante legale - Nozione); Csi 14 ottobre 1997 n. 434 R (Sicilia - Apertura di tutte le offerte e non solo delle offerte delle imprese ammesse - Legittimità); C. Stato IV 24 marzo 1997 n. 290 [R=WCS24M97290] (Impugnazione - Non vi è legittimata l'impresa invitata ma che non ha presentato offerta); C.Conti, Stato 6 marzo 1997 n. 40 R (Obblighi di osservare delle norme comunitarie e dei principi di concorrenza e trasparenza); 4 marzo 1997 n. 38 R (Modificazioni del soggetto partecipante - Divieto); C. Stato V 19 febbraio 1997 n. 166 R (Verbali - Approvazione - Competenza della Giunta comunale); V 3 febbraio 1997 n. 134 R (Ufficiosa od informale - Osservanza principi della par condicio - Necessità); IV 12 luglio 1996 n. 855 R (Rinvio seduta svolgimento operazioni - Mancanza nuova convocazione - Illegittimità); IV 12 luglio 1996 n. 855 R (Pubblicità delle operazioni - Inosservanza - Invalidità della gara); C.Conti, Stato 12 giugno 1996 n. 87 R (Espressine «stazioni appaltanti» ex L. quadro - Interpretazione); C. Stato IV 12 marzo 1996 n. 323 R (Concorrente escluso - Non può impugnare risultati di gara); IV 1 marzo 1996 n. 281 R (Riapertura - Dopo l'aggiudicazione - Illegittimità); V 13 maggio 1995 n. 761 [R=WCS13MA95761] (Impresa partecipante - Cessione di tale posizione ad altra impresa - Divieto); IV 14 marzo 1995 n. 167 R (Opere classificate di sicurezza - Abilitazione preventiva - Possesso al momento dell'invito - Necessità e sufficienza); C.Conti 31 dicembre 1994 n. 138 R (Licitazione privata - Indetta in pendenza di gravame contro precedente licitazione - Illegittimità); C. Stato V 20 ottobre 1994 n. 1201 R (Criteri di procedimento - Fissazione prima delle operazioni - Necessità); VI 31 maggio 1994 n. 898 R (Opere finanziate dal C.I.P.E. - Termine per conclusione procedure concorsuali - Natura ed effetti); V 7 maggio 1994 n. 442 R (Attività Commissione giudicatrice - Legittimità di interruzioni e sospensioni - Condizione); VI 22 gennaio 1994 n. 34 R (Verbali - Mancata impugnazione di concorrente non aggiudicatario - Non costituisce acquiescenza); Cass. 25 agosto 1993 n. 8975 R (Licitazione privata - Clausola di preferenza accordata al privato per futuri contratti - Legittimità - Condizioni e limiti - Violazione patto di prelazione - Responsabilità dell'Ente pubblico verso il titolare del diritto); C.Conti. Stato 30 giugno 1993 n. 105 R (Edilizia penitenziaria - Strutture complementari - Autonomia - Inconfigurabilità); 30 giugno 1993 n. 104 R (Opere segrete - Edilizia penitenziaria - Decreto di segretazione - Opere di ristrutturazione - Previo parere ex art. 3 L. 1977 n. 404 - Necessità); 22 giugno 1993 n. 101 R (Segretezza - Riconoscimento ufficiale - Ante aggiudicazione - Necessità); C. Stato V 15 marzo 1993 n. 601 [R=WCS15M93601] (Ordine dei lavori - Attribuzione punteggi - Priorità ad attribuzione punti discrezionali - Non obbligatoria); V 14 dicembre 1992 n. 1482 R (Licitazione privata - Condizioni aggiuntive o modificative da parte del concorrente - Inammissibilità); Cass. S.U. 10 luglio 1992 n. 8416 R (Con asta pubblica o gara equivalente - Controversia - Giurisdizione amministrativa); C. Stato VI 6 marzo 1992 n. 159 R (Concorrente escluso - Impugnazione risultati di gara - Mancanza di interesse); C.Conti, Stato 3 febbraio 1992 n. 8 R (Nullità per la lettura della scheda segreta dopo avvenuta aggiudicazione definitiva - Esclusione); 4 giugno 1991 n. 62 R (Controllo della Corte dei conti - Facoltà richiesta di atti - Limiti); C. Stato V 6 aprile 1991 n. 452 R (Direttiva C.E.E. n. 71/305 - Recepita con L. 1977 n. 584 - Effetti diretti); C.Conti, Stato 15 gennaio 1991 n. 6 R (L. 1977 n. 584 - Sua sovraordinazione a leggi ordinarie nazionali). In particolare sul principio della continuità del procedimento di una gara d'appalto - enunciato, per i pubblici incanti, dall'art. 71 del R.D. 23 maggio 1924 n. 827 («Se l'incanto non possa compiersi nello stesso giorno in cui fu aperto, sarà continuato nel primo giorno seguente, non festivo») - e sull'obbligo della sua osservanza, ved. C. Stato VI 2 febbraio 2004 n. 324 R (Eccezioni possibili); V 3 gennaio 2002 n. 5 R (Eccezioni - Ammissibilità - Condizioni); V 3 settembre 2001 n. 4586 R (Portata); VI 16 novembre 2000 n. 6128 R (Eccezioni ammissibili - Conseguenza); C. Stato IV 4 dicembre 1998 n. 1603 R (Anche se il principio di continuità non è stato osservato, l'aggiudicazione della gara d'appalto può essere egualmente legittima qualora le interruzioni e le sospensioni dei lavori da parte della Commissione giudicatrice si siano verificate per motivi eccezionali o semplicemente per la complessità dei lavori che hanno reso necessarie più sedute); Csi 16 settembre 1998 n. 477 R (Salvo i casi eccezionali in cui la continuità è obiettivamente impedita); C. Stato IV 15 luglio 1992 n. 689 R (La violazione del principio di continuità comporta l'invalidità della gara, a prescindere dalla verifica delle conseguenze pratiche). Sulla turbativa d'asta ved. Cass.pen. VI 15 luglio 1999 n. 9062 [R=WP15L999062] (Reato ex art. 353 Cod.pen. - Altri mezzi fraudolenti - Individuazione - Criterio); C.Conti, Lombardia 15 aprile 1999 n. 438/L R (Per pagamento di tangenti - Valutazione del danno erariale); Cass.pen. III 11 novembre 1998 n. 11665 [R=WP11N9811665] (Il reato di turbata libertà degli incanti ex art. 353 Cod.pen. (ved. 1n.) può configurarsi esclusivamente nelle ipotesi previste dall'asta pubblica e dalla licitazione privata); VI 14 febbraio 1995 n. 1542 [R=WP14F951542] [In caso di turbativa d'asta, il pubblico ufficiale che sia rimasto estraneo all'accordo ma che compie un atto inteso a favorire i privati autori della turbativa è colpevole del delitto di abuso d'ufficio ex art. 323 Cod. pen. (ved. 1n.)]; VI 30 agosto 1993 n. 8259 [R=WP30AG9382591] [1. Il reato di turbata libertà degli incanti è configurabile anche in una trattativa privata ma soltanto nel caso in cui questa, al di là del nomen iuris si svolga mediante una gara assimilabile al pubblico incanto o alla licitazione privata - 2. Il reato suddetto può essere commesso oltre che con violenza o minaccia oppure con doni, promesse, collusioni anche - come precisa l'art. 353 Cod. pen. pur senza individuarli nominativamente - con altri mezzi fraudolenti (come il mendacio di un pubblico ufficiale, p.e. nell'esprimere parere sulla idoneità di un'offerta)]. La Direttiva del Consiglio del 26 luglio 1971 n. 71/305/CEE è stata modificata dalla Dir. 18 luglio 1989 n. 89/440/CEE che ha però lasciato invariati i commi n. 1 e 2 dell'art. 29 (Sui criteri di aggiudicazione dell'appalto). Entrambe le direttive sono poi state abrogate dall'art. 36, comma 1 della Dir. 14 giugno 1993 n. 93/37/CEE la quale, nell'art. 30, commi nn. 1 e 2, riprende in termini quasi identici le predette disposizioni sui criteri di aggiudicazione dell'appalto.


(D.P.R. 21 dicembre 1999 n. 554, art. 64, c. 3) R

Dalla redazione

  • Finanza pubblica
  • Provvidenze
  • Marchi, brevetti e proprietà industriale

Promozione all'estero di marchi collettivi e di certificazione

L’agevolazione è diretta a sostenere la promozione all’estero di marchi collettivi o di certificazione volontari italiani. Le risorse stanziate ammontano a 1 milione di euro l’anno a partire dal 2019.
A cura di:
  • Emanuela Greco
  • Agevolazioni
  • Edilizia e immobili
  • Finanza pubblica
  • Edilizia residenziale
  • Provvidenze

Finanziamenti per la rigenerazione urbana e la qualità dell'abitare

Con Decreto del Ministero delle infrastrutture e trasporti vengono stabiliti termini, contenuti e modalità di presentazione delle proposte per accedere ai finanziamenti finalizzati a riqualificare e incrementare il patrimonio destinato all'edilizia residenziale sociale, a rigenerare il tessuto socio-economico, a incrementare l'accessibilità, la sicurezza dei luoghi e la rifunzionalizzazione di spazi e immobili pubblici. Le risorse stanziate ammontano a 853,81 milioni di euro (dal 2020 al 2033).
A cura di:
  • Emanuela Greco
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Edilizia e immobili
  • Finanza pubblica
  • Provvidenze
  • Edilizia scolastica
  • Amianto - Dismissione e bonifica

Lombardia: 16 milioni per rimuovere l'amianto dalle scuole

Ammonta a 16 milioni la dotazione finanziaria del bando della Regione Lombardia per gli interventi di bonifica dell'amianto e ripristino negli edifici scolastici di proprietà degli enti locali. Gli interventi finalizzati alla rimozione dell'amianto dalle scuole e relative pertinenze devono avere un valore minimo di 50.000,00 euro e un valore massimo di 3.000.000 euro. Gli interventi saranno finanziati al 100% delle spese ammesse.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Impiantistica
  • Sicurezza
  • Barriere architettoniche
  • Edilizia e immobili
  • Finanza pubblica
  • Locali di pubblico spettacolo
  • Provvidenze

Sicilia: contributi per il miglioramento e la riqualificazione delle sale cinematografiche

L'Avviso pubblico disciplina la concessione di contributi a sostegno della realizzazione di progetti volti al miglioramento e alla qualificazione delle sale cinematografiche in Sicilia. La misura prevede 5 milioni di euro per la concessione di contributi a fondo perduto in una percentuale che varia dal 70 a 100% delle spese ritenute ammissibili.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Protezione civile
  • Fisco e Previdenza
  • Imposte sul reddito
  • Imprese
  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti
  • Trasporti
  • Finanza pubblica
  • Edilizia e immobili
  • Calamità
  • Calamità/Terremoti
  • Provvidenze
  • Previdenza professionale

Le misure introdotte dal D.L. 104/2020 (c.d. “Decreto Agosto”)

Analisi delle disposizioni di interesse del settore tecnico contenute nel Decreto Agosto (D.L. 14/08/2020, n. 104, convertito in legge dalla L. 13/10/2020, n. 126), con rinvio ad approfondimenti sulle novità di maggiore rilievo.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Disciplina economica dei contratti pubblici
  • Appalti e contratti pubblici

Accesso al Fondo per l'aggregazione degli acquisti di beni e servizi per l'anno 2020

  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Tutela ambientale

Bando Horizon 2020 sul Green deal europeo

  • Efficienza e risparmio energetico
  • Energia e risparmio energetico

Impianti di riscaldamento e condizionamento - Sistemi di automazione e controllo