FAST FIND : NW4042

Ultimo aggiornamento
26/04/2020

Efficacia temporale, decadenza e proroga del permesso di costruire

NATURA TRANSITORIA DEL PERMESSO DI COSTRUIRE (Ratio della durata limitata nel tempo dei titoli edilizi.; Termini di inizio e fine lavori nel permesso di costruire; SCIA alternativa, previsione di termini e non applicabilità della proroga) - INDIVIDUAZIONE DEL DIES A QUO PER IL CALCOLO DEI TERMINI (Individuazione del momento di rilascio del permesso di costruire; Individuazione del momento di inizio dei lavori; Individuazione del momento di ultimazione dei lavori) - PROROGA DEI TERMINI DEL PERMESSO DI COSTRUIRE (Possibilità di richiedere proroga del permesso di costruire; Necessità in tutti i casi di un’istanza espressa per la proroga; Impossibilità del silenzio assenso sull’istanza di proroga; Casi pratici in cui può essere concessa la proroga; Proroga per colpa dell’amministrazione) - DECADENZA DEL PERMESSO DI COSTRUIRE PER DECORSO DEI TERMINI (Necessità di provvedimento espresso e natura dichiarativa ; Accertamento della decadenza; Onere della prova; Possibilità di completare l’opera post-decadenza; Decadenza permesso di costruire per previsioni urbanistiche sopravvenute).
A cura di:
  • Alfonso Mancini
3134957 6315088
NATURA TRANSITORIA DEL PERMESSO DI COSTRUIRE
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3134957 6315089
Ratio della durata limitata nel tempo dei titoli edilizi.

La durata limitata nel tempo dei titoli edificatori costituisce un principio cardine dell'intero sistema della disciplina urbanistica.

Si tratta, infatti, di una regola che risponde non solo all'esigenza di assicurare la realizzazione ordina

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3134957 6315090
Termini di inizio e fine lavori nel permesso di costruire

Ai sensi dell’art. 15 del D.P.R. 380/2001, nel permesso di costruire sono indicati:

- un termine di inizio, che non può essere superiore ad un anno dal rilas

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3134957 6315091
SCIA alternativa, previsione di termini e non applicabilità della proroga

L’art. 15 del D.P.R. 380/2001 fa riferimento espresso unicamente al permesso di costruire, che peraltro rappresenta l’unico vero titolo abilitativo edilizio nel nostro ordinamento, mentre tutti gli altri, quali ad esempio la SCIA o la CILA possono essere definiti “regimi abilitativi”.

Occorre pertanto stabilire se la disciplina di cui all’art. 15 del D.P.R. 380/2001 si possa estendere anche a tali altri regimi.

A proposito della durata dei titoli (o dei regimi) abilitativi edilizi viene poi all’attenzione il comma 2 dell’art. 23 del D.P.R. 380/2001, il quale disciplina la Segnalazione certificata di inizio attività alternativa al permesso di costruire (c.d. “SCIA alternativa” o anche “super SCIA”), che rappresenta dopo il permesso di costruire il regime che cons

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3134957 6315092
INDIVIDUAZIONE DEL DIES A QUO PER IL CALCOLO DEI TERMINI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3134957 6315093
Individuazione del momento di rilascio del permesso di costruire

In linea generale, il rilascio del permesso di costruire non corrisponde all’emissione del provvedimento amministrat

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3134957 6315094
Irrilevanza del ritiro del titolo

I termini legali per la decadenza del permesso di costruire previsti dall’art. 15 del D.P.R. 380/2001 decorrono dal rilascio del titolo abilitativo, e più precisamente dal momento in cui questo viene notificato al richiedente, e non dal ritiro del permesso stesso (

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3134957 6315095
Individuazione dei termini in caso di varianti

In merito alla individuazione del dies a quo per il calcolo dei termini di decadenza del permesso di costruire in caso di varianti, occorre fare una distinzione di carattere generale (C. Stato 25/09/2019, n. 6424;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3134957 6315096
Individuazione del momento di inizio dei lavori
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3134957 6315097
Necessità che sia stato dato il via a concreti lavori edilizi

Un effettivo inizio dei lavori al fine di evitare la decadenza della concessione edilizia si configura qualora esistano i relativi indispensabili presupposti, cioè quando le lavorazioni siano realmente iniziate, anche per evitare che si ricorra in lavorazioni simboliche e fittizie allo scopo di eludere il termine stabilito (C. Stato 01/10/2003, n. 5648).

L’inizio dei lavori, ai sensi dell’art. 15 del D.P.R. 380/2001, comma 2, deve intendersi riferito a concreti lavori edilizi che possono desumersi dagli indizi rilevati sul posto.

Occorre in pratica un avvio concreto e non solo formale delle opere, ossia che provi un “serio intento costruttivo”, e dunque, ad esempio, sono insufficienti:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3134957 6315098
Discrezionalità e necessità della valutazione caso per caso

Ad ogni modo, l’accertamento dell’avvenuto inizio dei lavori entro l’anno dal momento del rilascio del permesso di costruire, necessario a ev

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3134957 6315099
Individuazione del momento di ultimazione dei lavori

Altrettanto complesso è il tema dell’individuazione della fine dei lavori. Nel regime previgente di cui all’art. 4 della L. 10/1977, si prescriveva un termine ben preciso e chiaro, poiché si faceva riferimento come fine lavori al momento in cui l’opera veniva dichiarata abitabile o agibile.

In pratica l’ultimazione dei lavori veniva fatta coincidere con l&rs

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3134957 6315100
PROROGA DEI TERMINI DEL PERMESSO DI COSTRUIRE
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3134957 6315101
Possibilità di richiedere proroga del permesso di costruire

Decorsi i termini previsti il permesso di costruire decade di diritto per la parte non eseguita, a meno che, anteriormente alla scadenza, non venga richiesta una proroga, per la quale occorre sempre una istanza espressa anteriore alla scadenza del termine da prorogare.

La proroga può riguardare sia l’inizio che il termine dei lavo

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3134957 6315102
Necessità in tutti i casi di un’istanza espressa per la proroga

È necessaria, per ottenere la proroga, la presentazione di un’istanza prima della scadenza del termine, in base ad un principio generale del diritto amministrativo, secondo il quale non è possibile prorogare un atto che sia già scaduto per la decorrenza del termine.

Per costante giurisprudenza, l’art. 15 del D.P.R. 380/2001, comma 2, che si riferisce ad una decadenza “di diritto”, esclude come si è visto qualsiasi sospensione automatica del termine di durata del permesso edilizio, e quindi a maggior ragione una sua automatica proroga.

Si richiede inve

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3134957 6315103
Impossibilità del silenzio assenso sull’istanza di proroga

È da escludersi qualsivoglia ipotesi di formazione di silenzio assenso sulla domanda di proroga (si veda

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3134957 6315104
Casi pratici in cui può essere concessa la proroga

I casi in cui può essere chiesta la proroga di termini sono di stretta interpretazione, rappresentando gli stessi una deroga alla disciplina generale (Cass. Pen. 12/05/2008, n. 19101).

Deve in ogni caso trattarsi di impedimenti oggettivi, non soggettivi, e assoluti.

Quanto ad esempio al motivo costituito dalla crisi congiunturale dell’edilizia, deve rilevarsi che trattasi invero, di ragioni di carattere generale attinenti a considerazioni di tipo economico del tutto generiche, non aventi, per l’astrattezza delle stesse, rilevanza alcuna con l’obbligo di osservare i tempi di inizio e completamento dei lavori, sicché appare del tutto impossibile considerare la “crisi congiunturale” un motivo valido per giustificare l’inerzia N2 (si vedano: C. Stato 06/10/2014, n. 4975; C. Stato 15/04/2016, n. 1520).


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3134957 6315105
Proroga per colpa dell’amministrazione

La proroga del permesso di costruire è sempre accordata qualora i lavori non possano essere iniziati o conclusi per iniziative dell'amministrazione o dell'autorità giudiziaria rivelatesi poi infondate (art. 15 del D.P.R. 380/2001, comma 2-bis, che è stato introdotto dal D.L. 12/09/2014, n. 133, c.d. “Sblocca Italia”).

Potrebbe in questo caso pensarsi che si tratti di una proroga automatica, tuttavia anche per questo caso la giurisprudenza afferma che occorre tempestiva istanza di proroga espressa, contrariamente a quanto sembrerebbe anche ragionevole, trattandosi di casi di impossibilità oggettiva e legale di procedere con i lavori.


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3134957 6315106
DECADENZA DEL PERMESSO DI COSTRUIRE PER DECORSO DEI TERMINI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3134957 6315107
Necessità di provvedimento espresso e natura dichiarativa

La decadenza del permesso di costruire per decorrenza dei termini opera ex lege allo scadere infruttuosamente del termine per l’avvio o per l’ultimazione opere, ma deve essere “dichiarata” (con ragionevole tempestività) con un provvedimento espresso.

La pronuncia di decadenza del permesso di costruire è connotata da un carattere strettamente vincolato, dovuto all’accertamento del mancato inizio e completamento dei lavori entro i termini stabiliti ed ha natura ricognitiva del venir meno degli effetti del titolo per l’inerzia del titolare a darvi attuazione.

Pertanto, un tale provvedimento ha carat

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3134957 6315108
Accertamento della decadenza

Dopo l'inutile scadenza dei termini di inizio e fine lavori edilizi contenuti nella concessione ad edificare, il permesso di costruire è come se non fosse mai esistito (“tamquam non esset”), con la conseguenza che i lavori edilizi iniziati o ultimati dopo la scadenza sono realizzati in assenza di titolo abilitativo, e vanno soggetti alle conseguenti sanzioni (Cass. Pen. 11/01/2006, n. 539);

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3134957 6315109
Onere della prova

Spetta alla pubblica amministrazione dimostrare il mancato avvio delle opere o la mancata ultimazione nel termine, essendo ovviamente consentita al privato la possibilità di dimostrare il contrario.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3134957 6315110
Possibilità di completare l’opera post-decadenza

Il comma 3 dell’art.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3134957 6315111
Decadenza permesso di costruire per previsioni urbanistiche sopravvenute

Il permesso di costruire decade in ogni caso con l’entrata in vigore di previsioni urbanistiche contrastanti (art. 15 del D.P.R. 380/2001, comma 4).

Fa tuttavia eccezione il caso in cui i lavori siano già iniziati e vengano completati entro il termine di tre anni dalla data di inizio.


La pron

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Edilizia e immobili
  • Titoli abilitativi
  • Edilizia privata e titoli abilitativi

La modulistica unica per l'edilizia e le attività produttive

Inquadramento normativo; Iter di adozione della modulistica a livello locale; Modulistica per l'edilizia; Modulistica per attività commerciali o assimilabili; Tutto quello che non può più essere richiesto a cittadini e imprese; Quadro riepilogativo regionale; Modulistica precedente.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Edilizia e immobili
  • Fisco e Previdenza
  • Agevolazioni per interventi di ristrutturazione e antisismici
  • Catasto e registri immobiliari
  • Fiscalità immobiliare locale (IMU-TARI-TASI)
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Imposte sul reddito
  • Agevolazioni per interventi di risparmio energetico

Fabbricati “collabenti” (ruderi): disciplina catastale, edilizia e fiscale

DISCIPLINA CATASTALE SUI FABBRICATI COLLABENTI (Riferimenti normativi; Presupposti per l’iscrizione in catasto; Modalità per l’accatastamento; Compravendita e dichiarazioni catastali) - INTERVENTI EDILIZI SUI FABBRICATI COLLABENTI (Nuova costruzione o ristrutturazione; Prove della consistenza preesistente del rudere; Demolizione di rudere) - ASPETTI FISCALI SUI FABBRICATI COLLABENTI (Agevolazioni per ristrutturazioni e risparmio energetico; Imposta municipale propria (IMU); Agevolazioni prima casa).
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Edilizia e immobili
  • Energia e risparmio energetico
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Edilizia privata e titoli abilitativi

Risparmio energetico: deroghe a distanze e altezze, bonus volumi, esenzione da oneri

NORMATIVA DI RIFERIMENTO - DEROGHE A PARAMETRI URBANISTICI E INDICI DI EDIFICABILITÀ (Disciplina successiva al D. Leg.vo 73/2020 - procedure dal 29/07/2020; Disciplina precedente al D. Leg.vo 73/2020 - Procedure fino al 28/07/2020; Deroghe alle altezze minime dei locali di abitazione) - BONUS VOLUMETRICO PER RISPETTO NORME SULLE FONTI RINNOVABILI - REGIME AGEVOLATIVO DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE.
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Imposte sul reddito
  • Edilizia e immobili
  • Fisco e Previdenza
  • Agevolazioni per interventi di risparmio energetico

Punti di ricarica per veicoli elettrici: norme edilizie, urbanistiche e incentivi

PIANO PER LE INFRASTRUTTURE DI RICARICA DI VEICOLI ELETTRICI (Generalità; Approvazione e aggiornamento del Piano; Contenuti del Piano; Categorie di aree individuate dal Piano; Attuazione del Piano e finanziamenti; Definizioni; Specifiche tecniche) - ASPETTI EDILIZI E URBANISTICI DELLE COLONNINE DI RICARICA (Generalità; Obblighi ai fini del conseguimento del titolo edilizio; Documentazione da allegare alla SCIA ; Maggioranze condominiali; Norme di carattere urbanistico; Linee guida di prevenzione incendi) - DETRAZIONI FISCALI PER PUNTI DI RICARICA NON ACCESSIBILI AL PUBBLICO (Soggetti beneficiari e spese ammissibili; Pagamenti e disposizioni attuative; Possibilità di fruire della detrazione maggiorata al 110%).
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Edilizia e immobili
  • Costruzioni in zone sismiche
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Norme tecniche

Disciplina delle costruzioni in zone sismiche

ZONE SISMICHE IN ITALIA E NORME TECNICHE - NORME TECNICO-AMMINISTRATIVE E AMBITO DI APPLICAZIONE (Adempimenti per costruzioni in zone sismiche nel Testo unico dell’edilizia; Generalità sugli interventi soggetti agli obblighi; Classificazione interventi in base alla pericolosità; Precisazioni della giurisprudenza sull’ambito applicativo) - ADEMPIMENTI PER LE OPERE IN ZONA SISMICA (Soggetti tenuti agli adempimenti; Denuncia dei lavori in zona sismica; Autorizzazione sismica; Certificazione in caso di sopraelevazione; Disciplina per le zone sismiche di nuova classificazione; Eliminazione di barriere architettoniche) - AGEVOLAZIONI PER LA MESSA IN SICUREZZA SISMICA (C.D. “SISMABONUS”) - VIGILANZA E SANZIONI, ILLECITI “ANTISISMICI” (Vigilanza; Sanzioni (illeciti antisismici); Prescrizione degli illeciti antisismici).
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Terremoto Centro Italia 2016
  • Calamità/Terremoti
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Edilizia e immobili
  • Costruzioni in zone sismiche
  • Protezione civile
  • Norme tecniche

Contributi per la ripresa delle attività economiche e produttive nei territori colpiti dal sisma a far data dal 24/08/2016

  • Edilizia e immobili
  • Pianificazione del territorio
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Titoli abilitativi
  • Piano Casa
  • Standards
  • Urbanistica

Marche: obbligo di adeguamento dei regolamenti edilizi comunali al Regolamento edilizio tipo (RET)