FAST FIND : GP6903

Sent.C. Stato 23/08/2004, n. 5581

50097 50097
1. Appalti ll.pp. - Gara - Ammissione - Requisiti - Art. 10 c. 1 quater L. 94/109 - Verifica a campione - Finalità.
1. L'art. 10 c. 1 quater della L. 11 febbraio 1994 n. 109 - a norma del quale prima di procedere all'apertura della buste contenenti le offerte l'Amministrazione appaltante chiede ad un numero di offerenti non inferiore al 10 per cento delle offerte presentate, arrotondato all'unità superiore, scelti con sorteggio pubblico, di comprovare entro 10 giorni il possesso dei requisiti di capacità economico-finanziaria e tecnico-organizzativa - mira a scoraggiare, attraverso la verifica a campione delle dichiarazioni rese dagli offerenti, dichiarazioni non veritiere.

Sulla documentazione e più in generale sui requisiti richiesti all'impresa per la partecipazione a gara d'appalto di lavori pubblici ved. C. Stato V 4 maggio 2004 n. 2721 R (Una volta scaduto infruttuosamente il termine per provare il possesso dei requisiti prescritti per la partecipazione alla gara, ai sensi dell'art. 10 L. 11 febbraio 1994 n. 109, l'amministrazione appaltante ha l'obbligo di procedere alla esclusione dalla gara dell'impresa inadempiente con il conseguente incameramento della cauzione provvisoria e la segnalazione del fatto alla competente Autorità); VI 2 marzo 2004 n. 991 R (1. Le S.O.A. sono organismi privati che svolgono una funzione pubblicistica di certificazione col rilascio di attestazioni con valore di diritto pubblico - 2. L'Autorità per la vigilanza ll.pp. ha poteri di controllo sulle S.O.A. e sulle attestazioni da esse rilasciate e che l'Autorità può sempre annullare); VI 31 dicembre 2003 n. 9305 R (L'amministrazione appaltante può richiedere alle imprese nel bando di gara ulteriori requisiti rispetto quelli minimi fissati dalla legge, purché siano ragionevoli e giustificati da particolari esigenze di quell'appalto); V 30 ottobre 2003 n. 6760 R e VI 27 maggio 2003 n. 2968 R (Qualora il bando richieda la qualificazione per le opere cat. 0528 e 0530 - ex tabella allegata a D.P.R. 27 gennaio 2000 n. 34, è legittima l'esclusione dell'impresa che possieda qualificazione per impianti OG11 ma non per le 2 suddette categorie); V 21 ottobre 2003 n. 6528 R e Csi 19 settembre 2003 n. 305 R e C. Stato VI 10 luglio 2003 n. 4133 R e V 16 giugno 2003 n. 3358 R e Csi 9 giugno 2003 n. 231 R e C. Stato V 29 aprile 2003 n. 2190 R e V 17 aprile 2003 n. 2081 R e IV 4 marzo 2003 n. 1189 R e Csi 31 maggio 2002 n. 291 R e C. Stato V 8 maggio 2002 n. 2482 R e V 30 aprile 2002 n. 2295 R e V 22 aprile 2002 n. 2197 R e IV 6 giugno 2001 n. 3066 R e VI 18 maggio 2001 n. 2780 R e VI 15 maggio 2001 n. 2714 R (Sul termine perentorio di 10 giorni entro cui, ai sensi dell'art. 10 c.1 quater L. 11 febbraio 1994 n. 109, le imprese concorrenti devono fornire la prova dei requisiti richiesti); VI 7 ottobre 2003 n. 5926 R [1. Quando siano previste opere subappaltabili o scorporabili e sia possibile la divisione dei lavori mediante il subappalto e l'A.T.I., è sufficiente che sia l'assuntore di dette opere e non anche l'appaltatore a possedere i requisiti di qualificazione - 2 Sul criterio della «combinazione» introdotto dall'art. 8, c. 1 quater L. 94/109 per le gare d'appalto misto (lavori, servizi e forniture)]; C.Cost. 1 ottobre 2003 n. 302 [R=WCS1O03302] [Sono incostituzionali l'art. 1, c. 2, l'art. 2, c. 1, lett. b), l'art. 5, c. 1 lett. h) e l'art. 8, c. 1 del D.P.R. 25 gennaio 2000 n. 34 sui sistemi di qualificazione delle imprese]; C. Stato V 8 agosto 2003 n. 4599 R (ai fini dell'ammissione alla gara, ai sensi dell'art. 1 del D.P.R. 2000 n. 34 è necessaria e sufficiente l'attestazione S.O.A. circa la capacità economico-finanziaria delle imprese pertecipanti, mentre gli altri requisiti richiesti dall'art. 17 dello stesso decreto sono verificati dall'amministrazione appaltante); VI 11 aprile 2003 n. 1928 R (Requisiti richiesti nella fase transitoria ex art. 29, D.P.R. 2000/434); V 9 giugno 2003 n. 3241 R (I requisiti prescritti per la partecipazione ad una gara devono sussistere al momento dell'ammissione dell'impresa alla gara stessa e non già al successivo momento dell'aggiudicazione); 31 maggio 2003 n. 3020 R (Il riconoscimento di un incremento del premio - previsto dall'art. 19 del D.P.R. 2000/34 - per l'impresa che oltre ad uno dei requisiti del sistema di qualità di cui all'art. 4 D.P.R. cit. possieda anche almeno tre degli ulteriori requisiti ed indici economico-finanziari si riferisce a tutte le imprese e non soltanto alle società di capitali); V 26 maggio 2003 n. 2857 R [Le due determinazioni dell'Autorità di vigilanza ll.pp. 12 ottobre 2000 n. 48 e 7 maggio 2002 n. 8 - con le quali è stato ribadito il principio del divieto di assorbenza fra categorie generali e categorie specializzate, con l'unica ipotesi di deroga rappresentata dalla OG11 (impianti tecnologici) rispetto alle singole categorie OS3, OS5, OS28 e OS30 - sono legittime; pertanto detti impianti possono essere costituiti da imprese in possesso di attestazione (S.O.A.) che preveda la qualifica nella categoria OG11 anzidetta]; V 9 maggio 2003 n. 2456 R (È legittima l'esclusione di un'impresa per non avere dimostrato di possedere il requisito relativo alla cifra di affari di lavori svolti nei 5 anni antecedenti la data di pubblicazione del bando); Csi 14 aprile 2003 n. 168 R (Sulla verifica della documentazione delle imprese ex art. 10 c. 1 quater L. 94/109 e sanzioni, senza differenza fra tardivo e mancato adempimento); C. Stato VI 6 marzo 2003 n. 1227 R (La documentazione sui requisiti di capacità economico-finanziaria e tecnico-organizzativa è richiesta, ex art. 10, c. 1 quater L. 94/109, anche all'impresa aggiudicataria); Csi. 3 marzo 2003 n. 62 R (Esclusione di impresa per inosservanza prescrizioni sostanziali); C. Stato V 1° marzo 2003 n. 1133 R (Requisiti richiesti in caso di fusione di aziende); V 18 febbraio 2003 n. 862 R e VI 28 ottobre 2002 n. 5898 R e VI 17 ottobre 2000 n. 5542 R (Quando sia richiesto - per l'ammissione a gara - un certificato comprovante i lavori eseguiti «negli ultimi 5 anni», per «anno» si intende, non quello che va dal 1° gennaio al 31 dicembre ma quello che va da un determinato giorno, che è di regola la data del bando, sino al giorno corrispondente dell'anno seguente); V 9 dicembre 2002 n. 6768 R (1. Dimostrazione dei requisiti fornita con dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà - Inammissibilità - 2. Necessaria escussione della cauzione per la mancata dimostrazione dei requisiti); V 18 ottobre 2002 n. 5786 R (Mancata prova dei requisiti richiesti entro il termine indicato - Provvedimenti P.A. ex art. 10 L. 94/109).
(L. 11 febbraio 1994 n. 109, art. 10, c. 1 quater) R

Dalla redazione

  • Agevolazioni
  • Edilizia e immobili
  • Finanza pubblica
  • Edilizia residenziale
  • Provvidenze

Finanziamenti per la rigenerazione urbana e la qualità dell'abitare

Con Decreto del Ministero delle infrastrutture e trasporti vengono stabiliti termini, contenuti e modalità di presentazione delle proposte per accedere ai finanziamenti finalizzati a riqualificare e incrementare il patrimonio destinato all'edilizia residenziale sociale, a rigenerare il tessuto socio-economico, a incrementare l'accessibilità, la sicurezza dei luoghi e la rifunzionalizzazione di spazi e immobili pubblici. Le risorse stanziate ammontano a 853,81 milioni di euro (dal 2020 al 2033).
A cura di:
  • Emanuela Greco
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Edilizia e immobili
  • Finanza pubblica
  • Provvidenze
  • Edilizia scolastica
  • Amianto - Dismissione e bonifica

Lombardia: 16 milioni per rimuovere l'amianto dalle scuole

Ammonta a 16 milioni la dotazione finanziaria del bando della Regione Lombardia per gli interventi di bonifica dell'amianto e ripristino negli edifici scolastici di proprietà degli enti locali. Gli interventi finalizzati alla rimozione dell'amianto dalle scuole e relative pertinenze devono avere un valore minimo di 50.000,00 euro e un valore massimo di 3.000.000 euro. Gli interventi saranno finanziati al 100% delle spese ammesse.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Impiantistica
  • Sicurezza
  • Barriere architettoniche
  • Edilizia e immobili
  • Finanza pubblica
  • Locali di pubblico spettacolo
  • Provvidenze

Sicilia: contributi per il miglioramento e la riqualificazione delle sale cinematografiche

L'Avviso pubblico disciplina la concessione di contributi a sostegno della realizzazione di progetti volti al miglioramento e alla qualificazione delle sale cinematografiche in Sicilia. La misura prevede 5 milioni di euro per la concessione di contributi a fondo perduto in una percentuale che varia dal 70 a 100% delle spese ritenute ammissibili.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Protezione civile
  • Fisco e Previdenza
  • Imposte sul reddito
  • Imprese
  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti
  • Trasporti
  • Finanza pubblica
  • Edilizia e immobili
  • Calamità
  • Calamità/Terremoti
  • Provvidenze
  • Previdenza professionale

Le misure introdotte dal D.L. 104/2020 (c.d. “Decreto Agosto”)

Analisi delle disposizioni di interesse del settore tecnico contenute nel Decreto Agosto (D.L. 14/08/2020, n. 104, convertito in legge dalla L. 13/10/2020, n. 126), con rinvio ad approfondimenti sulle novità di maggiore rilievo.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Tutela ambientale
  • Inquinamento atmosferico

Finanziamento di interventi di riforestazione nelle città metropolitane

Con Decreto del Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare, vengono stabilite le modalità per la progettazione degli interventi e il riparto delle risorse per i finanziamenti del programma sperimentale per la creazione di foreste urbane e periurbane nelle città metropolitane. Le risorse stanziate ammontano a 15 milioni di euro per ciascuno degli anni 2020 e 2021.
A cura di:
  • Emanuela Greco
  • Disciplina economica dei contratti pubblici
  • Appalti e contratti pubblici

Accesso al Fondo per l'aggregazione degli acquisti di beni e servizi per l'anno 2020

  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Tutela ambientale

Bando Horizon 2020 sul Green deal europeo

  • Efficienza e risparmio energetico
  • Energia e risparmio energetico

Impianti di riscaldamento e condizionamento - Sistemi di automazione e controllo