FAST FIND : AR1457

Ultimo aggiornamento
23/07/2019

Oneri sicurezza e manodopera nei bandi di gara e nelle offerte

PREMESSA - COSTI PER LA SICUREZZA NELLA DOCUMENTAZIONE DI GARA (Distinzione tra costi per la sicurezza specifici dell’appalto (interferenze) e generici; Indicazione dei costi per la sicurezza da parte della stazione appaltante nella documentazione di gara; Costi della sicurezza soggetti e non soggetti a ribasso d’asta) - COSTI PER LA SICUREZZA E LA MANODOPERA NELLE OFFERTE (Obbligo di indicazione da parte dell’operatore economico e verifica di congruità; Conseguenze della mancata indicazione, punto della giurisprudenza).
A cura di:
  • Dino de Paolis
4224432 5742679
PREMESSA

La questione relativa alla necessità - da parte delle stazioni appaltanti e degli operatori economici partecipanti a procedure di gara pubbliche - di indicare nella documentazione di gara e nelle offerte i costi per la manodopera e la sicurezza del lavoro derivanti dall’esecuzione dell’appalto, nonché la questione relativa alle conseguenze dell’eventuale mancata indicazione, sono state estremamente dibattute in vigenza del “vecchio” Codice d

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4224432 5742680
COSTI PER LA SICUREZZA nella documentazione di gara
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4224432 5742681
Distinzione tra costi per la sicurezza specifici dell’appalto (interferenze) e generici

Preliminarmente, al fine di apportare maggior chiarezza, occorre precisare che i costi relativi alla sicurezza, nell’ambito di un contratto pubblico, possono essere distinti in due categorie:

1) costi della sicurezza specifici dell’appalto (o anche “costi diretti”), vale a dire essenzialmente i costi necessari per l’eliminazione dei rischi da interferenze N1, che derivano dalla stima effettuata:

- per quanto riguarda gli appalti di lavori, nel Piano di sicurezza e coordinamento (PSC), ai sensi dell’art. 100 d

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4224432 5742682
Indicazione dei costi per la sicurezza da parte della stazione appaltante nella documentazione di gara
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4224432 5742683
Costi per la sicurezza generici

Nella predisposizione delle gare per appalti di servizi e forniture, i costi per la sicurezza c.d. “generici” interni all’appaltatore (cioè, per quanto si è detto in p

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4224432 5742684
Costi per la sicurezza specifici

Quanto invece ai costi per la sicurezza “specifici” (cioè, per quanto si è detto in precedenza, quelli derivanti dai rischi da interferenza), la stazione appaltante è tenuta ad effettuare una stima e ad indicarli nei bandi di gara, procedendo ad una loro quantificazione sulla base delle misure individuate nei documenti di progetto (nel PSC o nell’analisi della stazione appaltante q

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4224432 5742685
Costi della sicurezza soggetti e non soggetti a ribasso d’asta
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4224432 5742686
Costi della sicurezza specifici (da interferenza), non soggetti a ribasso

Ai sensi dell’art. 26 del D. Leg.vo 81/2008 (comma 5), nei contratti di subappalto, di appalto e di somministrazione (sia pubblici che privati), non sono soggetti a ribasso i c

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4224432 5742687
Costi della sicurezza generici, soggetti a ribasso

I costi per la sicurezza generici, siano essi derivanti da una quota parte delle spese annuali complessive dell’operatore economico per la sicurezza o dalle spese connesse con l’espletamen

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4224432 5742688
COSTI PER LA SICUREZZA E LA MANODOPERA NELLE OFFERTE
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4224432 5742689
Obbligo di indicazione da parte dell’operatore economico e verifica di congruità

Come già specificato, l’art. 95 del D. Leg.vo 50/2016 dispone al comma 10 che l’operatore economico deve indicare nell’offerta:

- i propri costi della manodopera;

- gli oneri aziendali concernenti l’adempimento delle disposizioni in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro (si tratta dei costi che in prec

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4224432 5742690
Conseguenze della mancata indicazione, punto della giurisprudenza
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4224432 5742691
Giurisprudenza formatasi in vigenza del D. Leg.vo 163/2006

La questione dell’indicazione dei costi generici per la sicurezza nonché dei costi per la manodopera, nonché quella dell’esclusione dell’operatore o dell’eventuale possibilità di sfruttare il soccorso istruttorio in caso di mancata dichiarazione, era stata vivacemente dibattuta nella vigenza del D. Leg.vo 163/2006.

Dopo essere stata oggetto delle sentenze C. Stato 20/03/2015, n. 3, Adunanza Plenaria, e

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4224432 5742692
Giurisprudenza formatasi in vigenza del D. Leg.vo 50/2016

Come si è detto, l’art. 95 del D. Leg.vo 50/2016 prevede al comma 10 che nell’offerta economica l’operatore che partecipa alla procedura di selezione - salvo alcune eccezioni - debba indicare i propri costi della manodopera e gli oneri aziendali concernenti l’adempimento delle disposizioni in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro.

A tale novità normativa facevano riferimento anche le citate pronunce dell’Adunanza Plenaria nn. 19 e 20/2016, ai punti 37 e 39, evidenziando che essa “ora risolve la questione” della mancanza di “una norma che, in maniera chiara ed univoca, prescrivesse espressamente la doverosità della dichiarazione relativa agli oneri di sicurezza”.

Tuttavia, anche rispetto agli effetti della previsione di cui all’art. 95 del D. Leg.vo 50/2016, comma 10, la giurisprudenza si è divisa tra:

- pronunce che ritengono che tale previsione espressa giustifichi l’automatica esclusione del concorrente il quale non abbia evidenziato la specifica voce di costo nell’offerta (si vedano ad esempio: CGAR Sicilia 16/07/2019, n. 683 R;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Requisiti di partecipazione alle gare
  • Avvisi e bandi di gara
  • Appalti e contratti pubblici

Cause di esclusione degli operatori economici, criteri di selezione e soccorso istruttorio

GENERALITÀ; SCHEMA DELLE CAUSE DI ESCLUSIONE E CHIARIMENTI (Cause di esclusione riferite solo all’operatore economico; Cause di esclusione riferite sia all’operatore economico che al subappaltatore; Soggetti nei cui confronti deve essere verificata l’assenza di condanne penali) - CRITERI DI SELEZIONE E SOCCORSO ISTRUTTORIO (Requisiti di capacità economico-finanziaria e tecnica; Attestazione SOA; Rating d’impresa; Dichiarazioni del concorrente e verifiche della stazione appaltante, il DGUE; Accertamento sul possesso dei requisiti; Soccorso istruttorio; Mezzi di prova e registro online dei certificati).
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Appalti e contratti pubblici
  • Avvisi e bandi di gara
  • Requisiti di partecipazione alle gare

Il DGUE (Documento di Gara Unico Europeo)

OGGETTO E CONTENUTI DEL DGUE - OBIETTIVI DEL DGUE - OBBLIGATORIETÀ O FACOLTATIVITÀ DEL DGUE - MODELLO DI DGUE DA UTILIZZARE - CONTENUTI E STRUTTURA DEL MODELLO - INDICAZIONE DEI DOCUMENTI DA FORNIRE GIÀ ALL’ATTO DELL’INDIZIONE DELLA PROCEDURA - MODALITÀ DI COMPILAZIONE (Procedure di gara bandite fino al 17/04/2018; Procedure di gara bandite a partire dal 18/04/2017 e fino al 17/10/2018; Modalità per la compilazione elettronica valide fino all’emanazione di regole tecniche da parte dell’AgID; Procedure di gara bandite a partire dal 18/10/2018) - RIUTILIZZO DEL DGUE PER ALTRE PROCEDURE - FUTURI AGGIORNAMENTI.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Requisiti di partecipazione alle gare
  • Soglie normativa comunitaria
  • Appalti e contratti pubblici

Il principio di rotazione degli affidamenti e degli inviti nei contratti pubblici sotto soglia

IL PRINCIPIO DI ROTAZIONE NEGLI AFFIDAMENTI SOTTO SOGLIA (Quando si applica; Quando non si applica; Cosa comporta; Schema grafico riepilogativo) - LA GIURISPRUDENZA SUL PRINCIPIO DI ROTAZIONE (Cogenza del principio; Principio di rotazione negli inviti; Invito all'affidatario uscente e motivazione; Necessità di valutazione caso per caso; Irrilevanza del tipo di procedura utilizzata per l’affidamento precedente; Mancato invito all'aggiudicatario uscente e pretese di quest’ultimo; Mancato rispetto del principio e scorrimento della graduatoria; Disapplicazione occasionale; Principio di rotazione nei contratti pubblici di concessione; Recesso prima del termine e precedente aggiudicatario).
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Requisiti di partecipazione alle gare
  • Esecuzione dei lavori pubblici
  • Appalti e contratti pubblici

Il subappalto nei contratti pubblici: nozione, limiti e condizioni

NOZIONE DI SUBAPPALTO E DIFFERENZA CON ALTRI TIPI DI CONTRATTO (Contratti che rientrano nella nozione di “subappalto”; Differenza tra subappalto e avvalimento; Esclusioni; Subcontratti che non costituiscono subappalto) - AUTORIZZAZIONE E LIMITI AL SUBAPPALTO (Autorizzazione al subappalto; Requisiti del subappaltatore; Limiti quantitativi del subappalto; Divieto del subappalto “a cascata” (o sub-subappalto); Limite dei ribassi al subappaltatore) - CONDIZIONI E ONERI VERSO LA STAZIONE APPALTANTE (Dichiarazione all’atto dell’offerta; Indicazione e requisiti dei subappaltatori; Violazione in sede di offerta delle percentuali subappaltabili; Mancato uso della modulistica; Trasmissione alla stazione appaltante dei documenti relativi al subappalto; Adempimenti verso la stazione appaltante - Autorizzazione del subappalto; Variazioni all’oggetto del subappalto).
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Studio Groenlandia
  • Avvisi e bandi di gara
  • Appalti e contratti pubblici
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici
  • Autorità di vigilanza

Indicazioni operative per il periodo transitorio di vigenza del D. Leg.vo 50/2016

COMUNICATI ANAC DI RIFERIMENTO - FATTISPECIE NELLE QUALI CONTINUANO AD APPLICARSI LE DISPOSIZIONI PREVIGENTI - ACQUISIZIONE DEL CIG - OBBLIGHI DI COMUNICAZIONE VERSO L’OSSERVATORIO - SEGNALAZIONI AL CASELLARIO INFORMATICO ED UTILIZZO DELL’AVCPASS (Casellario informatico; AVCPass; Comunicazioni da parte delle imprese all’Osservatorio) - ALTRI OBBLIGHI DI COMUNICAZIONE (Certificati di esecuzione dei lavori; Atti di programmazione e relativi alle procedure di affidamento) - ISCRIZIONI NEL CASELLARIO PER FALSE DICHIARAZIONI O FALSA DOCUMENTAZIONE PER ATTESTAZIONE SOA - SISTEMA UNICO DI QUALIFICAZIONE ESECUTORI LAVORI (Avvalimento nel sistema unico di qualificazione; Lavorazioni ricadenti nelle cosiddette “categorie variate”; Dimostrazione dei requisiti dell’idonea direzione tecnica; Periodo documentabile per la dimostrazione dei requisiti) - SEGNALAZIONI AL CASELLARIO INFORMATICO E ALTRI CHIARIMENTI VARI.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici
  • Appalti e contratti pubblici

Obbligo BIM nei progetti di lavori complessi di importo pari o superiore a 50 milioni di Euro

  • Appalti e contratti pubblici
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici

Obbligo BIM nei progetti di lavori complessi di importo pari o superiore a 15 milioni di Euro

  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici
  • Appalti e contratti pubblici

Obbligo BIM nei progetti di qualsiasi importo

  • Appalti e contratti pubblici
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici

Obbligo BIM nei progetti di importo pari o superiore a 1 milione di Euro

  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici
  • Appalti e contratti pubblici

Obbligo BIM nei progetti di importo pari o superiore alla soglia comunitaria