FAST FIND : NR34132

L. R. Friuli Venezia Giulia 29/04/2005, n. 9

Norme regionali per la tutela dei prati stabili naturali.
Scarica il pdf completo
2112033 9006286
Art. 1 ‐ (Finalità)

1. Al fine di garantire la conservazione dell'identità biologica del territorio e la biodiversità degli habitat e delle specie floristiche e faunistiche, l'Amministrazione

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2112033 9006287
Art. 2 ‐ (Definizione di prati stabili naturali)

1. Ai fini della presente legge per prati stabili naturali si intendono le formazioni appartenenti alle alleanze di vegetazione Phragmition communis, Magnocaricion elatae e Arrhenatherion elatioris, suddivise in tipologie in funzione della composizione floristica del cotico erbaceo, come indicato nell'Allegato A alla presente legge, nonché le formazioni erbacee di cui all'Allegato I della

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2112033 9006288
Art. 3 ‐ (Ambito di applicazione)

N5

1. La presente legge si applica alle formazioni erbacee di cui all'articolo 2 situate nelle aree pianeggianti dei Comuni di cui all'Allegato B, e che:

a) hanno una giacitura di pendenza media non superiore al 10 per cento;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2112033 9006289
Art. 4 ‐ (Misure di conservazione)

N28

1. Sulle formazioni erbacee di cui all'articolo 3, a decorrere dalla data di pubblicazione dell'inventario di cui all'articolo

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2112033 9006290
Art. 5 ‐ (Deroghe)

N5

1. In deroga all'articolo 4, comma 1, lettera a), la struttura regionale competente in materia di ambienti naturali autorizza la riduzione della superficie dei prati stabili naturali di cui all'articolo 3, entro sessanta giorni dalla richiesta, compatibilmente con la disciplina comunitaria e nazionale in materia di conservazione della biodiversità, nei seguenti casi:

a) motivi di rilevante interesse pubblico, in mancanza di soluzioni alternative;

b) interventi riguardanti le formazioni erbacee che presentano la composizione floristica delle tipologie indicate come Arrenatereti (Arrhenatherion elatioris) nell'allegato A, punto B1).

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2112033 9006291
Art. 6 ‐ (Inventario dei prati stabili naturali)

1. Al fine di impostare una politica permanente di studio, conoscenza e salvaguardia dei prati stabili naturali e delle diverse specie floristiche, l'Amministrazione regionale codifica in una banca dati i prati stabili naturali di pianura e, sentiti gli Enti locali, realizza l'inventario dei prati stabili naturali che contiene le formazioni erbacee di cui all'articolo 3. Nell'inventario e nella banca dati sono riportate le informazioni di carattere biologico e territoriale, nonché i dati catastali riferiti ai singoli prati stabili. L'inventario riporta, altresì, le misure di tutela insistenti su ciascun prato stabile. N6

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2112033 9006292
Art. 6 bis ‐ (Aggiornamento straordinario dell'inventario dei prati stabili naturali)

N8

1. L'inventario può essere aggiornato in ogni tempo in conformità alle disposizioni dell'articolo 3:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2112033 9006293
Art. 7 ‐ (Interventi di recupero e rinverdimento)

1. Negli interventi di recupero tramite rinverdimento di aree alterate dalla realizzazione

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2112033 9006294
Art. 8 ‐ (Disposizioni in materia di contributi)

N10

1. Le zone individuate ai sensi dell'articolo 2 costituiscono aree prioritarie nella concessione di contributi erogati dall'Amministrazione regionale per la conservazione dei prati, anche in attuazione di programmi comunitari in materia di agricoltura.

2. L'Amministrazione regionale è autorizzata a concedere un contributo forfetario annuo per le attività svolte dai proprietari o conduttori per la

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2112033 9006295
Art. 9 ‐ (Attività di sperimentazione, ricerca e promozionali)

1. Allo scopo di consentire, da parte di enti pubblici e privati, la realizzazione di interventi di rinverdimento mediante l'utilizzo di seme di prato stabile naturale, l'Amministrazione regionale, anche mediante l'ERSA, in collaborazione con i vivai gestiti dalla Direzione centrale risorse agricole, naturali, forestali e montagna, provvede all'approvvigionamento, alla raccolta e alla preparazione di semi di prat

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2112033 9006296
Art. 10 ‐ (Adempimenti attuativi)

1. N24

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2112033 9006297
Art. 11 ‐ (Sanzioni e vigilanza)

1. Chiunque violi le disposizioni di cui all'articolo 4, comma 1, lettere a), b), e c), è soggetto alla sanzione amministrativa pecuniaria da 100 euro a 1.000 euro ogni 1.000 metri quadrati danneggiati o frazioni superiori ai 500 metri quadrati. La sanzione è applicata in misura pari al minimo edittale per violazioni che interessino superfici inferiori ai 1.000 metri quadrati. N13

2. Chiunque violi le disposizioni di cui all'articolo 4, comma 1, lettere d) ed e), e comma 2, è soggetto alla sanzione amministrativa da 50 euro a 500 euro ogni 1.000 metri quadrat

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2112033 9006298
Art. 12 ‐ (Abrogazione di norme)

1. Sono abrogati i commi da 43 a 47 dell'

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2112033 9006299
Art. 13 ‐ (Norme finanziarie)

1. Per le finalità di cui all'articolo 6, comma 7, è autorizzata la spesa di 70.000 euro per l'anno

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2112033 9006300
Art. 14 ‐ (Comunicazione e notifica all'Unione europea)

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2112033 9006301
Allegato A

N15

 

Tipologie di prati (Riferito all’articolo 2)

 

Prati asciutti (

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2112033 9006302
Allegato B

N15

 

Riferito all’articolo 3

Elenco dei Comuni che ai sensi della presente legge estendono il proprio territorio entro la pianura limitatamente alle aree pianeggianti, come individuate nella tavola grafica 1.

AIELLO DEL FRIULI

AQUILEIA

ARBA

ARTEGNA

ATTIMIS

AVIANO

AZZANO DECIMO

BAGNARIA ARSA

BASILIANO

BERTIOLO

BICINICCO

BRUGNERA

BUDOIA

BUJA

BUTTRIO

CAMINO AL TAGLIAMENTO

CAMPOFORMIDO

CAMPOLONGO TAPOGLIANO

CANEVA

CAPRIVA DEL FRIULI

CARLINO

CASARSA DELLA DELIZIA

CASSACCO

CASTELNOVO DEL FRIULI

CASTIONS DI STRADA

CAVASSO NUOVO

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2112033 9006303
Allegato C

N27

 

1. Modalità ammesse di concimazione dei prati stabili naturali (Riferito all’articolo 4)

Non è ammessa la concimazione con liquami di qualsiasi origine, con deiezioni palabili avicole o cunicole, con concimi chimici o ammendanti nonché con digestati.

Per i soli prati concimati (Direttiva 92/43/CEE, Allegato I, habitat 6510) delle tipologie indicate nell’allegato A come b1-arrenatereti e b2-poo-lolieti è ammessa la  fertilizzazione con letame compostato bovino, equino e ovicaprino apportando, nel rispetto dell’equazione di bilancio di cui all’allegato B del “Regolamento recante la disciplina dell’utilizzazione agronomica dei fertilizzanti azotati e del programma d’azione nelle zone vulnerabili da nitrati, in attuazione dell’articolo 20 della legge regionale 16/2008, dell’articolo 3, comma 28 della legge regionale 24/2009 e dell’articolo 19 della legge regionale 17/2006” emanato con decreto del Presidente della Regione 11 gennaio 2013, n. 3 e successive modificazioni, quantitativi annui non superiori a 170 q/ha di letame compostato di origine bovina, ovvero a 100  q/ha  di letame compostato equino o a 85 q/ha di letame compostato ovicaprino (per letame compostato si intende deiezioni, con frazioni solida e liquida, bovine, ovicaprine, equine con lettiera che abbiano subito un processo di maturazione di almeno 1 anno, in cui non siano più in atto i processi fermentativi e che si presenti nella forma di terriccio al momento dello spargimento).

 

2. Modalità di esecuzione degli interventi compensativi (Riferito all’articolo 5)

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Rifiuti
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali

Rifiuti, non rifiuti e sottoprodotti: definizione, classificazione, normativa di riferimento

A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Beni culturali e paesaggio
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali

Le norme per la tutela degli alberi monumentali

A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Inquinamento acustico

Acustica ambientale: classificazione del territorio, piani d’azione, valori limite, sanzioni

QUADRO NORMATIVO E INTERVENTI GENERALI (Quadro normativo in tema di acustica ambientale e coordinamento tra le norme; Interventi per migliorare il clima acustico) - ZONIZZAZIONE E MAPPATURA ACUSTICA DEL TERRITORIO (Zonizzazione acustica comunale; Mappatura acustica; Contenuti minimi delle mappe acustiche strategiche e dell’infrastruttura; Forma di rappresentazione dei dati da presentare al pubblico; Riesame; Controllo; Sanzioni) - PIANI DI RISANAMENTO E PIANI D’AZIONE (Contenimento delle emissioni per lo svolgimento di servizi pubblici ; Piano regionale triennale per la bonifica; Piani di risanamento acustico; Piano d’azione contro l’inquinamento acustico; Relazione periodica sullo stato acustico) - VALORI LIMITE DI EMISSIONE SONORA (Definizione; Sorgenti fisse (rumore prodotto da impianti ed infrastrutture); Sorgenti mobili (veicoli); Macchine e attrezzature destinate a funzionare all’aperto) - VALORI LIMITE DI IMMISSIONE SONORA (Definizione; Valori limite assoluti di immissione; Valori limite differenziali di immissione; Valori di attenzione; Valori di qualità; Valori limite nei Comuni privi di zonizzazione acustica; Divieto di contatto tra aree acusticamente disomogenee ; Controlli e richieste di autorizzazione in deroga) - DISPOSIZIONI SPECIFICHE PER LE INFRASTRUTTURE DI TRASPORTO (Generalità sui limiti di immissione ed emissione per fasce di pertinenza acustica; Valori limite di emissione ed immissione sonora per le infrastrutture stradali; Limiti inderogabili; Oneri per gli interventi di risanamento acustico ; Monitoraggio e sanzioni; Rumore prodotto dal traffico ferroviario; Rumore prodotto dal traffico aeroportuale) - RUMORE PRODOTTO IN OCCASIONE DI MANIFESTAZIONI MOTORISTICHE - SANZIONI - RUMORE SOTTOMARINO - ZONE SILENZIOSE DI UN AGGLOMERATO E IN APERTA CAMPAGNA - TECNICO COMPETENTE IN ACUSTICA AMBIENTALE.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Studio Groenlandia
  • Inquinamento elettrico ed elettromagnetico
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali

I catasti delle sorgenti dei campi elettrici, magnetici ed elettromagnetici

A cura di:
  • Anna Petricca
  • Pubblica Amministrazione
  • Demanio idrico
  • Demanio
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Acque

Concessioni demaniali marittime, canoni aggiornati, proroghe e scadenze

A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Rifiuti
  • Albo nazionale dei gestori ambientali
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali

Regime transitorio responsabili tecnici imprese iscritte Albo gestori ambientali

  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Inquinamento atmosferico

Autorizzazione impianti di combustione medi con potenza superiore a 5MW

  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Inquinamento atmosferico

Limiti di emissione impianti di combustione medi con potenza superiore a 5MW