FAST FIND : GP5070

Sent.C. Stato 29/03/2001, n. 1840

48264 48264
1. Appalti oo.pp. - Cauzione provvisoria - Funzione - Inadempienza dell'aggiudicatario - Incameramento della cauzione - Richiesta di maggior danno - Ammissibilità.
1. Nelle gare d'appalto di opere pubbliche la cauzione provvisoria prevista dall'art. 30 della L. 11 febbraio 1994 n. 109 ha la funzione di garantire gli adempimenti dell'impresa aggiudicataria, cosicchè questa decade dall'aggiudicazione se non si presenta per la stipulazione del contratto e la cauzione provvisoria viene incamerata dall'Amministrazione appaltante. Ma dell'art. 30, comma 1, 2° paragrafo della L. 94/109, che ha indicato la funzione della cauzione nella garanzia a copertura della mancata sottoscrizione del contratto da parte dell'impresa aggiudicataria, non può sostenersi un'interpretazione restrittiva nel senso che l'obbligazione assunta dal fideiussore non possa comunque superare il 2%, con la conseguenza che all'ente appaltante potrebbe essere impedita la richiesta delle spese affrontate per rinnovare la gara d'appalto; e l'incameramento della cauzione provvisoria non preclude all'amministrazione appaltante la possibilità di richiedere il maggior danno subito per il comportamento dell'impresa aggiudicataria.

1a. A norma dell'art. 30, commi 1 e 2, della L. Merloni (L. 11 febbraio 1994 n. 109)R la cauzione provvisoria a gara d'appalto di lavori pubblici dev'essere pari al 2% dell'importo dei lavori; e la cauzione definitiva dev'essere uguale al 10% dell'importo degli stessi (ma se il lavoro è stato aggiudicato con ribasso maggiore del 20%, la cauzione è aumentata di tanti punti percentuali quanti sono quelli oltre il 20%; così, p.e., se il lavoro viene appaltato col ribasso del 23%, la cauzione definitiva dev'essere del 13%). Secondo le norme anzidette, sia la cauzione provvisoria che quella definitiva possono essere prestate anche mediante fideiussione bancaria o assicurativa (oltre che - ai sensi dell'art. 54 del R.D. 23 maggio 1924 n. 827R - in numerario o in titoli di Stato o garantiti dallo Stato, al valore di borsa). Sulla cauzione negli appalti di lavori pubblici, ved. C. Stato V 31 gennaio 2001 n. 355R [Inammissibilità di cauzione provvisoria presentata con fideiussione di istituto finanziario iscritto nell'elenco tenuto dal Ministero del tesoro ai sensi dell'art. 106 D.Lgs. 1° settembre 1993 n. 385[R=DLG38593,A=106] (come invece è ammesso per gli appalti di servizi)]; C. Stato V 26 settembre 2000 n. 5101R (Illegittimità di clausola di bando di gara d'appalto ll.pp. che prevede per la cauzione una polizza assicurativa o fideiussione di istituto finanziario, perché in contrasto con art. 30 L. 11 febbraio 1994 n. 109); Csi 4 luglio 2000 n. 328R (Equivalenza della cauzione prevista in numerario o in titoli di Stato o garantiti dallo Stato alla cauzione costituita con assegno circolare, giacché questo equivale a contanti); C. Stato V 12 novembre 1999 n. 2480R (Obbligo di costituzione della cauzione definitiva di cui all'art. 30, 2° comma, L. 11 febbraio 1994 n. 109 prima della stipulazione del contratto).
(L. 11 febbraio 1994 n. 109, art. 30)

Dalla redazione

  • Agevolazioni
  • Edilizia e immobili
  • Finanza pubblica
  • Edilizia residenziale
  • Provvidenze

Finanziamenti per la rigenerazione urbana e la qualità dell'abitare

Con Decreto del Ministero delle infrastrutture e trasporti vengono stabiliti termini, contenuti e modalità di presentazione delle proposte per accedere ai finanziamenti finalizzati a riqualificare e incrementare il patrimonio destinato all'edilizia residenziale sociale, a rigenerare il tessuto socio-economico, a incrementare l'accessibilità, la sicurezza dei luoghi e la rifunzionalizzazione di spazi e immobili pubblici. Le risorse stanziate ammontano a 853,81 milioni di euro (dal 2020 al 2033).
A cura di:
  • Emanuela Greco
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Edilizia e immobili
  • Finanza pubblica
  • Provvidenze
  • Edilizia scolastica
  • Amianto - Dismissione e bonifica

Lombardia: 16 milioni per rimuovere l'amianto dalle scuole

Ammonta a 16 milioni la dotazione finanziaria del bando della Regione Lombardia per gli interventi di bonifica dell'amianto e ripristino negli edifici scolastici di proprietà degli enti locali. Gli interventi finalizzati alla rimozione dell'amianto dalle scuole e relative pertinenze devono avere un valore minimo di 50.000,00 euro e un valore massimo di 3.000.000 euro. Gli interventi saranno finanziati al 100% delle spese ammesse.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Impiantistica
  • Sicurezza
  • Barriere architettoniche
  • Edilizia e immobili
  • Finanza pubblica
  • Locali di pubblico spettacolo
  • Provvidenze

Sicilia: contributi per il miglioramento e la riqualificazione delle sale cinematografiche

L'Avviso pubblico disciplina la concessione di contributi a sostegno della realizzazione di progetti volti al miglioramento e alla qualificazione delle sale cinematografiche in Sicilia. La misura prevede 5 milioni di euro per la concessione di contributi a fondo perduto in una percentuale che varia dal 70 a 100% delle spese ritenute ammissibili.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Protezione civile
  • Fisco e Previdenza
  • Imposte sul reddito
  • Imprese
  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti
  • Trasporti
  • Finanza pubblica
  • Edilizia e immobili
  • Calamità
  • Calamità/Terremoti
  • Provvidenze
  • Previdenza professionale

Le misure introdotte dal D.L. 104/2020 (c.d. “Decreto Agosto”)

Analisi delle disposizioni di interesse del settore tecnico contenute nel Decreto Agosto (D.L. 14/08/2020, n. 104, convertito in legge dalla L. 13/10/2020, n. 126), con rinvio ad approfondimenti sulle novità di maggiore rilievo.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Tutela ambientale
  • Inquinamento atmosferico

Finanziamento di interventi di riforestazione nelle città metropolitane

Con Decreto del Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare, vengono stabilite le modalità per la progettazione degli interventi e il riparto delle risorse per i finanziamenti del programma sperimentale per la creazione di foreste urbane e periurbane nelle città metropolitane. Le risorse stanziate ammontano a 15 milioni di euro per ciascuno degli anni 2020 e 2021.
A cura di:
  • Emanuela Greco
  • Disciplina economica dei contratti pubblici
  • Appalti e contratti pubblici

Accesso al Fondo per l'aggregazione degli acquisti di beni e servizi per l'anno 2020

  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Tutela ambientale

Bando Horizon 2020 sul Green deal europeo

  • Efficienza e risparmio energetico
  • Energia e risparmio energetico

Impianti di riscaldamento e condizionamento - Sistemi di automazione e controllo