FAST FIND : NR38896

Regolam. R. Liguria 21/02/2018, n. 1

Regolamento di attuazione dell'articolo 29 della legge regionale 29 maggio 2007 n. 22 (Norme in materia di energia).
Testo coordinato con le modifiche introdotte da:
- Regolam. R. 14/10/2019, n. 5
- Deliberaz. G.R. 29/06/2018, n. 505
Scarica il pdf completo
4537114 5883894
TITOLO I - Ambito di applicazione
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4537114 5883895
Articolo 1 - Oggetto

1. Il presente regolamento, in attuazione dell'articolo 29 della legge regionale 29 maggio 2007, n. 22 (Norme in materia di energia) e successive modificazioni ed integrazioni, definisce:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4537114 5883896
Articolo 2 - Definizioni

1. Ai fini del presente regolamento si applicano le definizioni contenute nella normativa nazionale e regionale vigente in

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4537114 5883897
TITOLO II - Criteri per l'iscrizione nell'elenco di cui all'articolo 30, comma 2, della L.R. 22/2007 dei tecnici abilitati al rilascio dell'attestato di prestazione energetica in Regione Liguria
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4537114 5883898
Articolo 3 - Criteri per l'iscrizione

1. I soggetti di cui all'articolo 2, comma 2, lettera b), del decreto del Presidente della Repubblica 16 aprile 2013 n. 75 (Regolamento recante

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4537114 5883899
Articolo 4 - Requisiti per l'iscrizione

1. Per essere iscritti nell'elenco ed essere abilitati all'esercizio dell'attività di certificatore energetico degli edifici nel territorio della Regione Liguria occorre alternativamente:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4537114 5883900
TITOLO III - Metodologia e procedure per la trasmissione degli APE al SIAPEL
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4537114 5883901
Articolo 5 - Procedure per la trasmissione dell'APE al SIAPEL

1. L'attestato di prestazione energetica, conforme al modello di cui all'appendice B) al D.M. 26 giugno 2015 dello sviluppo economico, (Adeguamento del D.M. 26 giugno 2009 del Ministero dello sviluppo economico - Linee guida nazionali per la certificazione energetica degli edifici), composto dal file con estensione xml e dal corrispondente file con estensione pdf, compilati e firmati digitalmente dal soggetto certificatore, deve essere trasmesso per via telematica al SIAPEL tramite l'applicazione dedicata alla certificazione energetica disponibile sul portale www.ambienteinliguria.it.

2. Ai fini della trasmissione, i files xml e pdf di cui al comma 1, possono essere generati mediante il software messo a disposizione gratuitamente dalla Region

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4537114 5883902
Articolo 6 - Modalità per il pagamento del contributo

1. Il pagamento del contributo di cui all'articolo 30-bis della L.R.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4537114 5883903
TITOLO IV - Procedure per la verifica a campione degli APE trasmessi al SIAPEL
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4537114 5883904
Articolo 7 - Estrazione degli APE

1. In conformità a quanto disposto dall'articolo 5 del D.M. 26 giugno 2015 gli attestati da sottoporre a verifica sono individuati nella misura pari ad almeno il 2% della totalità degli attestati trasmessi al SIAPEL protocollati e non sostituiti durante l'anno solare antecedente a quello in cui avvengono i sorteggi.

2. Gli attestati da sottoporre a verifica sono individuati in modo casuale mediante sorteggi, effettuati informaticamente.

3. Le verifiche sono prioritariamente orientate alle classi energetiche più efficienti, così come previsto dall'articolo 5 del D.M. 26 giugno 2015.

4. I sorteggi sono effettuati due volte l'anno, rispettivamente, nel mese di gennaio e nel mese di marzo.

In ciascun sorteggio viene estratto almeno il 50% degli APE di cui al comma 1. Da entrambe le estrazioni sono esclusi gli APE sostituiti in data antecedente alle stesse. Dalla seconda estrazione inoltre sono esclusi gli APE sorteggiati durante la prima estrazione.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4537114 5883905
Articolo 8 - Graduatoria di non conformità

1. Ai fini dell'effettuazione delle ulteriori verifiche, ad ogni attestato estratto e non decaduto è assegnato un punteggio di non conformità calcolato secondo le modalità previste nell'allegato A.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4537114 5883906
Articolo 9 - Verifiche

1. Ai fini dell'effettuazione delle ulteriori verifiche è individuato, secondo le modalità indicate nell'allegato A, un valore soglia che rappresenta il parametro di riferimento con cui confrontare i punteggi di non conformità assegnati agli attestati di prestazione energetica.

2. Per gli APE che risultano validi alla data di estrazione e che hanno riportato un punteggio di non conformità inferiore al valore soglia, il procedimento di verifica si conclude con esito positivo. “In questi casi, la comunicazione di conclusione del procedimento è effettuata, mediante avviso, unitamente alla pubblicazione della graduatoria di non conformità secondo le modalità di cui al comma 4 dell’articolo 8.”N5

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4537114 5883907
Articolo 10 - Sopralluoghi

1. La data e l'orario del sopralluogo sono comunicati al proprietario attuale dell'immobile a cura del soggetto incaricato delle verifiche, con un anticipo di almeno 20 giorni, mediante lettera raccomandata o posta elettronica certificata. Contestualmente il soggetto incaricato delle verifiche provvede a dare comunicazione al soggetto certificatore dell'esecuzione del sopralluogo ai fini dello svolgimento della verifica.

2. Ricevuta la comunicazione di cui al comma 1, il proprietario, almeno cinque giorni prima della data programmata per il sopralluogo, deve confermare la disponibilità o richiedere la modifica della data proposta. La data non può comunque essere posticipata di un periodo superiore a trenta giorni rispetto a quella comunicata dal soggetto incaricato delle verifiche.N2

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4537114 5883908
Articolo 11 - Comunicazioni

1. “Fatto salvo quanto previsto dall’articolo 9, comma 2, il responsabile”

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4537114 5883909
Articolo 12 - Accertamento della violazione e processo verbale

1. Il soggetto incaricato delle verifiche, accertata la violazione di norme che prevedono l'irrogazione delle sanzioni amministrative previste da

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4537114 5883910
TITOLO V - Disposizioni attuative del D.P.R. 16 aprile 2013, n. 74, (Regolamento recante definizione dei criteri generali in materia di esercizio, conduzione, controllo, manutenzione e ispezione degli impianti termici per la climatizzazione invernale ed estiva degli edifici e per la preparazione dell'acqua calda per usi igienici sanitari, a norma dell'articolo 4, comma 1, lettere a) e c), del D.Lgs. 19 agosto 2005, n. 192)
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4537114 5883911
Articolo 13 - Oggetto

1. Il presente titolo contiene le disposizioni dirette a dare attuazione ai criteri generali in materia di esercizio, conduzione, controllo, manutenzione ed ispezione degli impianti termici per la climatizzazione invernale ed estiva degli edifici, nonché per la preparazione dell'acqua calda per usi igienici sanitari, contenuti nel

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4537114 5883912
Articolo 14 - Catasto degli Impianti Termici della regione Liguria

1. Il Catasto degli Impianti Termici della Regione Liguria (CAITEL) di cui all'articolo 25-bis, comma 1, lettera a), della L.R. 22/2007 e successive modificazioni e integrazioni, è reso disponibile per gli installatori e operatori incaricati del controllo e della manutenzione degli impianti termici, per le Autorità competenti e per i responsabili di impianto sul portale della Regione Liguria all'indirizzo www.ambienteinliguria.it.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4537114 5883913
Articolo 15 - Compiti del Responsabile dell'impianto termico

1. L'esercizio, la conduzione, il controllo, la manutenzione dell'impianto termico e il rispetto delle disposizioni di legge in materia di efficienza energetica, spettano al responsabile dell'impianto che può delegarle ad un terzo. Il terzo responsabile, utilizzando il modello di cui all'allegato D, informa l'Autorità competente:

a) della delega ricevuta, entro 10 giorni lavorativi;

b) della eventuale revoca dell'incarico o rinuncia allo stesso, entro 2 giorni lavorativi;

c) della decadenza di cui all'

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4537114 5883914
Articolo 16 - Manutenzione e controllo degli impianti termici

1. Il controllo e la manutenzione degli impianti termici devono avvenire nel rispetto delle modalità individuate dall'articolo 7 del D.P.R. 74/2013.

2. Quando non è possibile risalire alla data di installazione di un generatore di calore o di una caldaia o di una macchina frigorifera, il manutentore inserisce, nel libretto di impianto e nel rapporto di controllo di efficienza energetica, la data di costruzione del generatore, della caldaia o della macchina frigorifera se disponibili. Se si conosce solo l'anno e non il giorno, il manutentore dov

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4537114 5883915
Articolo 17 - Controllo di efficienza energetica degli impianti termici

1. Ai sensi di quanto disposto dall'articolo 8 del D.P.R. 74/2013, sono soggetti a controllo di efficienza energetica gli impianti termici di climatizzazione invernale di potenza termica utile nominale non minore di 10 kW e gli impianti di climatizzazione estiva di potenza termica utile nominale non minore di 12 kW.

2. Il controllo di efficienza energetica degli impianti termici viene effettuato nel rispetto delle modalità individua

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4537114 5883916
Articolo 18 - Modalità di trasmissione del rapporto di controllo di efficienza energetica al CAITEL

1. Il rapporto di controllo di efficienza energetica deve essere trasmesso entro la fine del secondo mese successivo alla data di effettuazione del controllo sull'impianto, indicata sul rapporto stesso.

2. Nel caso in cui nel rapporto venga segnalata una anomalia, tale da rendere l'im

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4537114 5883917
Articolo 19 - Contributi

1. In applicazione dell'articolo 10, comma 3, lettera c), del D.P.R. 74/2013, è prevista la corresponsione di un contributo alla Regione al fine di assicurare la copertura dei costi necessari per l'adeguamento e la gestione del CAITEL, e all'Autorità competente per la copertura dei costi relativi agli accertamenti e alle ispezioni sugli impianti termici.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4537114 5883918
Articolo 20 - Criteri per la programmazione delle ispezioni

1. Ai sensi dell'articolo 9, comma 2, del D.Lgs. 192/2005 e successive modificazioni, le Autorità competenti effettuano gli accertamenti e le ispezioni necessarie all'osservanza delle norme relative al contenimento dei consumi di energia nell'esercizio e manutenzione degli impianti termici.

2. Al fi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4537114 5883919
Articolo 21 - Modalità per lo svolgimento delle ispezioni

1. Le ispezioni si effettuano, ai sensi dell'articolo 9, comma 2, del D.P.R. 74/2013, su impianti di climatizzazione invernale di potenza termica utile nominale non minore di 10 kW e di climatizzazione estiva di potenza termica utile nominale non minore di 12 kW. L'ispezione comprende una valutazione dell'efficienza energetica del generatore, una stima del suo corretto dimensionamento rispetto al fabbisogno energetico per la climatizzazione invernale ed estiva dell'edificio, in riferimento al progetto dell'impianto, se disponibile, e una consulenza sui possibili interventi atti a migliorare il rendimento energetico dell'impianto in modo economicamente conveniente.

2. L'ispezione sugli impianti è comunicata al responsabile dell'impianto, a cura dell'Autorità competente, con almeno 15 giorni d'anticipo, mediante apposita lettera raccomandata o posta elettronica certificata, con cui vengono indicati il giorno e la fascia oraria della visita.

3. La data programmata per l'ispezione potrà essere modificata qualora il responsabile dell'impianto ne faccia richiesta scritta o telefonica, all'Autorità competente, con almeno 5 giorni di anticipo.

4. Il soggetto a cui è inviato l'avviso dovrà segnalare tempestivamente eventuali inesattezze riguardanti l'indirizzo o il responsabile indicato.

5. Per consentire e agevolare l'esecuzione delle ispezioni, il responsabile dell'impianto:

a) può delegare per iscritto una persona ma

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4537114 5883920
Articolo 22 - Ispezioni con addebito

1. Qualora il manutentore trasmetta al CAITEL un rapporto di controllo di efficienza energetica in cui il rendimento di combustione sia inferiore al minimo stabilito nell'allegato M, o nel caso in cui nel rapporto venga segnalata una anomalia, tale da rendere l'impianto non idoneo all'utilizzo, la trasmissione del rapporto avviene senza il pagamento dei contributi di cui all'articolo 19.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4537114 5883921
Articolo 23 - Adeguamento delle anomalie riscontrate a seguito di ispezione

1. Nel caso in cui, durante l'ispezione sugli impianti termici venga rilevato un rendimento di combustione inferiore ai limiti indicati nell'Allegato M, il responsabile dell'impianto, entro 30 giorni dalla data di ispezione, dovrà adottare opportune azioni manutentive volte a ricondurre tale parametro entro i valori di legge.

2. A seguito delle effettuazione delle azioni di cui al comma 1 il manutentore dovrà redigere ed inviare al CAITEL, entro il termine di 30 giorni dall'adeguamento, il nuovo rapporto di controllo di efficienza energetica da cui risulti che il rendimento di combustione è rientrato nei limiti di legge.

3. Nel caso di mancata trasmissione del rapporto entro il termine perentorio di cui al comma 2, l'Autorità competente esegue una nuova ispezione con addebito di cui all'articolo 22.

4. Qualora dall'ispezione risulti la mancata effettuazione degli interventi manutentivi prescritti, l'Autorità competente applica al responsabile dell'impianto la sanzione amministrativa di cui all'articolo 15, comma 5, del D.Lgs. 192/2005 e successive modificazioni. “Qualora dall’ispezione risulti l’adeguamento dell’impianto e che la mancata trasmissione del nuovo rapporto di control

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4537114 5883922
Articolo 24 - Relazione biennale sulle ispezioni degli impianti termici

1. Al fine di ottemperare a quanto previsto dall'

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4537114 5883923
TITOLO VI - Criteri per l'interconnessione tra SIAPEL e CAITEL
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4537114 5883924
Articolo 25 - Finalità dell'interconnessione tra SIAPEL e CAITEL

1. L'interconnessione informatica tra il SIAPEL e il CAITEL è finalizzata a consentire il collegamento degli APE ag

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4537114 5883925
Articolo 26 - Criteri per l'interconnessione tra SIAPEL e CAITEL

1. L'interconnessione tra il SIAPEL e il CAITEL avviene tramite il codice catasto degli impianti termici rilasciato dal si

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4537114 5883926
TITOLO VII - Disposizioni transitorie e finali
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4537114 5883927
Articolo 27 - Modifiche agli allegati

1. La Giunta regionale può, con proprio provvedimento, modificare i contenuti degli allegati al presente regolament

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4537114 5883928
Articolo 28 - Norma transitoria

1. In sede di prima applicazione del presente regolamento, i sorteggi di cui all'articolo 7, comma 4, sono effettuati, ris

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4537114 5883929
Articolo 29 - Abrogazioni

1. Dalla data di entrata in vigore del presente regolamento il Reg. reg. 13 novembre 2012 n. 6 (Regolamento di attuazione dell'

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4537114 5883930
Articolo 30 - Dichiarazione d'urgenza

1. Il presente regolamento regionale è dichiarato urgente ed entra in vigore il giorno successivo alla sua pubblica

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4537114 5883931
Allegato A - Modalità di calcolo del punteggio di non conformità

Parte di provvedimento in formato grafico

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4537114 5883932
Allegato B - Criteri di valutazione delle grandezze dell’APE oggetto di verifica

Parte di provvedimento in formato grafico

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4537114 5883933
Allegato C - Modulo domanda Accreditamento Catasto Regionale degli impianti termici

N1

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4537114 5883934
Allegato D - Comunicazione di nomina/revoca del Terzo Responsabile

N1

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4537114 5883935
Allegato E - Dichiarazione disattivazione dell’impianto termico

N1

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4537114 5883936
Allegato F - Dichiarazione di avvenuto adeguamento dell’impianto termico

N1

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4537114 5883937
Allegato G - Comunicazione cambio del nominativo del Responsabile dell’impianto termico

N1

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4537114 5883938
Allegato H - Cadenza dei controlli di efficienza energetica e trasmissione del rapporto

Parte di provvedimento in formato grafico

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4537114 5883939
Allegato I - Contributi per fasce di potenza

Parte di provvedimento in formato grafico

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4537114 5883940
Allegato L - Rapporto di prova

Parte di provvedimento in formato grafico

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4537114 5883941
Allegato M - Rendimento di combustione

Parte di provvedimento in formato grafico

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4537114 5883942
Allegato N - Tariffe delle ispezioni con addebito

Parte di provvedimento in formato grafico

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Efficienza e risparmio energetico
  • Energia e risparmio energetico

Prestazione energetica di edifici e impianti

DEFINIZIONI E NORMATIVA DI RIFERIMENTO (Riepilogo delle misure per il contenimento dei consumi energetici; Principali riferimenti normativi sulla prestazione energetica degli edifici e degli impianti) - AMBITO DI APPLICAZIONE DELLA NORMATIVA SULLA PRESTAZIONE ENERGETICA IN EDILIZIA (Edilizia privata e edilizia pubblica; Categorie di edifici ai fini della prestazione energetica; Definizione degli interventi edilizi ai fini della prestazione energetica; Applicazione delle prescrizioni alle varie categorie di interventi ; Esclusioni; Tabelle riepilogative ambito di applicazione).
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Certificazione energetica
  • Fonti alternative
  • Impiantistica
  • Energia e risparmio energetico
  • Impianti di riscaldamento e condizionamento
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Efficienza e risparmio energetico

Requisiti minimi di prestazione energetica e vincoli per la progettazione di edifici e impianti

RIFERIMENTI LEGISLATIVI E NORMATIVI (Leggi e decreti di riferimento; Norme tecniche per il calcolo della prestazione energetica; Strumenti di calcolo e software commerciali) - TIPOLOGIE EDILIZIE SOGGETTE AL RISPETTO DEI REQUISITI MINIMI (Edilizia privata e edilizia pubblica; Categorie di edifici ; Esclusioni per tipologie di edifici; Tabella riepilogativa degli edifici soggetti agli obblighi) - INTERVENTI EDILIZI SOGGETTI AL RISPETTO DEI REQUISITI MINIMI (Definizione degli interventi edilizi ai fini del rispetto dei requisiti minimi; Applicazione delle prescrizioni alle varie categorie di interventi) - EDIFICI A ENERGIA QUASI ZERO (NZEB), CARATTERISTICHE E OBBLIGHI - REQUISITI MINIMI DI PRESTAZIONE ENERGETICA (Riepilogo dei requisiti di prestazione energetica degli edifici; Prestazione energetica globale dell’edificio; Edificio di riferimento; Requisiti di prestazione energetica per gli impianti termici - Scarico dei fumi) - INTEGRAZIONE DELLE FONTI RINNOVABILI NEGLI EDIFICI.
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Titoli abilitativi
  • Fonti alternative
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Impianti di riscaldamento e condizionamento
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Edilizia e immobili
  • Energia e risparmio energetico
  • Impiantistica

Fonti rinnovabili negli edifici nuovi e ristrutturati: obblighi e decorrenze

NORMATIVA DI RIFERIMENTO - PROGETTI COINVOLTI DAGLI OBBLIGHI - DETTAGLIO DEGLI OBBLIGHI (Percentuali di copertura dei consumi; Potenza elettrica degli impianti da installare) - DEROGHE PER GLI EDIFICI PUBBLICI ED I CENTRI STORICI (Le deroghe previste; Copertura del fabbisogno per acqua calda sanitaria; Copertura complessiva del fabbisogno per ACS, riscaldamento e raffrescamento; Potenza elettrica impianti da installare) - ULTERIORI DETTAGLI - PREMIALITÀ.
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Energia e risparmio energetico
  • Edilizia e immobili
  • Impiantistica
  • Impianti di riscaldamento e condizionamento
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Condominio

Termoregolazione e contabilizzazione del calore nei condomini e negli edifici civili

SINTESI DEGLI OBBLIGHI (Normativa di riferimento e scadenze; Contatore di fornitura edifici serviti da teleriscaldamento o teleraffrescamento; Sotto-contatori individuali edifici serviti da sistemi centralizzati; Sistemi di termoregolazione e contabilizzazione del calore individuali; Suddivisione delle spese connesse al consumo di calore per il riscaldamento) - INDICAZIONI TECNICHE, APPROFONDIMENTI E MODELLI DI RELAZIONE - AGEVOLAZIONI FISCALI.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Energia e risparmio energetico
  • Impiantistica
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Efficienza e risparmio energetico

Piemonte, bando per l’efficienza energetica e fonti rinnovabili degli enti locali

L’obiettivo è sostenere l'efficientamento energetico del patrimonio edilizio pubblico e degli enti locali con una popolazione superiore a 5.000 abitanti, attraverso la riduzione dei consumi energetici e delle emissioni climalteranti, mediante la riqualificazione energetica e/o l’utilizzo di fonti rinnovabili negli edifici. Viene concesso un contributo in conto impianti e un credito agevolato commisurati all'entità dell’investimento, fino ad un massimo di 2.700.000 euro. Investimento minimo di 1.000.000 euro. Diverse possibilità d’incarico per i professionisti fra le tipologie di spesa ammesse.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Edilizia e immobili
  • Energia e risparmio energetico
  • Impiantistica
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Professioni
  • Certificazione energetica
  • Impianti di riscaldamento e condizionamento
  • Esercizio, ordinamento e deontologia

Puglia: obbligo di formazione dei certificatori energetici

  • Energia e risparmio energetico
  • Impiantistica
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Impianti di riscaldamento e condizionamento
  • Fonti alternative
  • Certificazione energetica
  • Efficienza e risparmio energetico

Cogenza parametri verifica prestazione energetica edifici (D.M. 26/06/2015) - Edifici privati

  • Impiantistica
  • Energia e risparmio energetico
  • Fonti alternative
  • Professioni
  • Esercizio, ordinamento e deontologia
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Impianti di riscaldamento e condizionamento

Toscana, formazione installatori impianti alimentati da FER: avvio e proroga termine

  • Impiantistica
  • Energia e risparmio energetico
  • Professioni
  • Impianti di riscaldamento e condizionamento
  • Esercizio, ordinamento e deontologia
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Fonti alternative

Piemonte, formazione installatori impianti alimentati da FER: scadenza e proroga termine

  • Energia e risparmio energetico
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Certificazione energetica

Bolzano, applicazione bonus energia