FAST FIND : GP1905

Sent.C. Cass. 12/04/1994, n. 3393

45099 45099
1. Appalti oo.pp. - Controversie - Riconoscimento della revisione prezzi in relazione a determinati lavori - Richiesta di maggiore liquidazione - Giurisdizione A.G.O. 2. Appalti oo.pp. - Controversie - Deroga alla competenza arbitrale - Scelta della P.A. - Art. 46 D.P.R. 1962 n. 1063 - Termine perentorio - Osservanza - Modalità. 3. Appalti oo.pp. - Controversie - Opere commissionate dalla Cassa per il Mezzogiorno - Giudizio arbitrale - Composizione del Collegio - Art. 45 D.P.R. 1962 n. 1063 - Applicabilità - Conseguenze.
1. In tema di revisione dei prezzi dell'appalto di opere pubbliche, qualora l'importo revisionale sia stato riconosciuto e liquidato dalla Pubblica amministrazione committente con riguardo all'avvenuta esecuzione di determinati lavori, la controversia concernente la pretesa dell'appaltatore di vedersi liquidate somme maggiori, non già in considerazione di lavori diversi ed ulteriori, ma in applicazione di criteri di quantificazione non coincidenti con quelli fatti propri dalla controparte, è devoluta alla giurisdizione del giudice ordinario, attenendo a situazioni che hanno la consistenza del diritto soggettivo e non coinvolgono il potere discrezionale, proprio della parte pubblica, di riconoscere o meno la revisione. 2. Con riguardo alle controversie in tema di esecuzione di appalto di opere pubbliche, la scelta, posta in essere dalla Pubblica amministrazione, di declinare la competenza arbitrale, ai sensi dell'art. 47 D.P.R. 16 luglio 1962 n. 1063 - applicabile anche agli appalti conferiti dalla Cassa per il Mezzogiorno -, è atto processuale, che, attesa la sua provenienza, esige la previa deliberazione dell'organo dell'Ente abilitato a formarne la volontà, con la conseguenza che questa deve intervenire entro il termine perentorio di cui al precedente art. 46, non rilevando, per impedire il definitivo radicamento della competenza suddetta, che prima dello spirare del termine stesso una volontà declinatoria non ancora formata sia, ciò nonostante, manifestata dall'organo investito del potere rappresentativo esterno. 3. Per l'esecuzione di opere pubbliche commissionate dalla Cassa per il Mezzogiorno o dai suoi concessionari si osservano, ai sensi dell'art. 8 L. 10 agosto 1950 n. 646, le disposizioni vigenti per l'esecuzione delle opere di competenza del Ministero dei lavori pubblici, in quanto applicabili, con la conseguenza che anche le controversie ad essa relative sono soggette alla competenza del Collegio arbitrale costituito e composto, così come stabilito dall'art. 45 D.P.R. 16 luglio 1962 n. 1063, sia per quanto concerne il numero dei componenti (pari a cinque), sia per i requisiti soggettivi di costoro, con esclusione, quindi, della possibilità che arbitro del committente sia nominato un avvocato libero professionista, ostandovi l'art. 45 cit. - dotato dell'imperatività esterna, propria delle norme di diritto oggettivo, così da non essere unilateralmente derogabile - il quale, nel disporre che la nomina di uno dei cinque arbitri avvenga ad opera del detto Ministero e con scelta fra i dirigenti ad esso addetti o fra gli avvocati dello Stato, esprime l'esigenza che si tratti di persona non estranea all'apparato organizzativo pubblico.

1. Ved. Cass. 3 novembre 1993 n. 10827 R, 19 ottobre 1993 n. 10344 R, 3 giugno 1992 n. 6788 R, 2 giugno 1992 n. 6669 R, 2 giugno 1992 n. 6666R, 17 dicembre 1991 n. 13606 R, 27 dicembre 1990 n. 12175 R 2. Ved. Cass. 4 febbraio 1993 n. 1407 R, 23 novembre 1992 n. 12513 R, 15 febbraio 1992 n. 1895 R, 29 aprile 1991 n. 4723,[R=W29A914723] 1° giugno 1990 n. 5144, [R=W1G905144] 12 marzo 1987 n. 2561.[R=W12M872561] 3. Ved. Cass. 7 marzo 1975 n. 839,[R=W7M75839] 17 marzo 1969 n. 857[R=W17M69857], 6 settembre 1968 n. 2878[R=W6S682878], 14 giugno 1965 n. 1198.[R=W14G651198] 1b. Ved. nota 1a. a Cass. S.U. 7 aprile 1994 n. 3272R.
C.c. art. 1399; Capitolato generale D.P.R. 16 luglio 1962 n. 1063, art. 47 [R=DPR106362,A=47]; L. 10 dicembre 1981 n. 741, art. 16 [R=L74181,A=16]; L. 18 marzo 1968 n. 249, art. 6[R=L24968,A=6] D.P.R. 16 luglio 1962 n. 1063, art. 45, d) ; L. 10 agosto 1950 n. 646, art. 8, u.c. [R=L64650,A=8]

Dalla redazione

  • Edilizia e immobili
  • Finanza pubblica
  • Provvidenze
  • Edilizia scolastica

Finanziamenti per la costruzione di scuole innovative nei comuni con meno di 5.000 abitanti

A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Provvidenze
  • Edilizia scolastica
  • Edilizia e immobili
  • Finanza pubblica

Finanziamenti per messa in sicurezza di palestre e mense scolastiche

A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Tutela ambientale
  • Provvidenze
  • Finanza pubblica

Finanziamenti alle città per interventi di adattamento ai cambiamenti climatici

A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Edilizia scolastica
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Energia e risparmio energetico
  • Edilizia e immobili

Finanziamenti per interventi di efficienza energetica e risparmio idrico su edifici pubblici

A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Finanza pubblica
  • Provvidenze
  • Enti locali
  • Impianti di riscaldamento e condizionamento
  • Impiantistica
  • Pubblica Amministrazione

Lombardia: contributi agli enti locali per la sostituzione di caldaie inquinanti

A cura di:
  • Anna Petricca
  • Norme tecniche
  • Macchine e prodotti industriali
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Energia e risparmio energetico

Ecodesign apparecchi di refrigerazione

  • Inquinamento atmosferico
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali

Specifiche tecniche uniformi per i veicoli a motore

  • Inquinamento atmosferico
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali

Emissioni veicoli - Obblighi di comunicazione dei costruttori

  • Appalti e contratti pubblici
  • Disciplina economica dei contratti pubblici

Accesso al Fondo per l'aggregazione degli acquisti di beni e servizi per l'anno 2021