FAST FIND : NR25857

L. R. Lombardia 21/02/2011, n. 3

Interventi normativi per l’attuazione della programmazione regionale e di modifica e integrazione di disposizioni legislative. Collegato ordinamentale 2011.
Stralcio.
Testo coordinato con le modifiche introdotte da:
- L.R. 04/04/2012, n. 6
- L.R. 08/07/2016, n. 16
Scarica il pdf completo
43018 3198512
Art. 1 - (Modifica alla l.r. 33/2007)

1. Alla legge regionale 28 dicembre 2007, n.33 R (Disposizioni legislative per l’attuazione del documento di programmazione economi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
43018 3198513
Art. 2 - Omissis


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
43018 3198514
Art. 3 - (Modifica alla l.r. 30/1999)

1. Alla legge regionale 30 dicembre 1999, n.30 R (Norme in materia di procedimento amministrativo e di diritto d’accesso ai documenti amministrativi) sono apportate le seguenti modifiche:

a) il titolo della legge è sostituito dal seguente:

«Norme in materia di procedimento amministrativo, di diritto d’accesso ai documenti amministrativi e di pubblicità degli atti»;

b) l’articolo 34 è sostituito dal seguente:

«Art. 34 - (Bollettino ufficiale della Regione Lombardia)

1. Il Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia (BURL) è lo strumento di conoscenza e pubblicità legale delle leggi e dei regolamenti regionali e di tutti gli atti in esso pubblicati.

2. Il BURL

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
43018 3198515
Art. 4 - Art. 7 Omissis


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
43018 3198516
Art. 8 - (Modifiche alla l.r. 27/2009)

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
43018 3198517
Art. 9 - (Modifiche alla l.r. 1/2000)

1. Alla legge regionale 5 gennaio 2000, n.1 R (Riordino del sistema delle autonomie in Lombardia. Attuazione del D.Lgs.31 marzo 1998, n.112 «Conferimento di funzioni e compiti amministrativi dallo Stato alle regioni ed agli enti locali, in a

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
43018 3198518
Art. 10 - (Modifiche alla l.r. 70/1983)

1. Alla legge regionale 12 settembre 1983, n.70 R (Norme sulla realizzazione di opere pubbliche di interesse regionale) sono apportate le seguenti modifiche:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
43018 3198519
Art. 11 - (Modifiche alla l.r. 11/2009)

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
43018 3198520
Art. 12 - (Modifiche alla l.r. 12/2005)

1. Alla legge regionale 11 marzo 2005, n.12 R (Legge per il governo del territorio) sono apportate le seguenti modifiche:

a) al terzo periodo del comma 1 dell’articolo 4 dopo le parole: «ulteriori adempimenti di disciplina,» sono inserite le seguenti: «anche in riferimento ai commi 3 bis, 3 ter, 3 quater, 3 quinquies e 3 sexies,»;

b) dopo il comma 3 dell’articolo 4 sono aggiunti i seguenti:

«3 bis. Le funzioni amministrative relative alla valutazione ambientale di piani e programmi sono esercitate dall’ente cui compete l’adozione o anche l’approvazione del piano o programma.

3 ter. L’autorità competente per la Valutazione Ambientale Strategica (VAS), individuata prioritariamente all’interno dell’ente di cui al comma 3 bis, deve possedere i seguenti requisiti:

a) separazione rispetto all’autorità procedente;

b) adeguato grado di autonomia;

c) competenza in materia di tutela, protezione e valorizzazione ambientale e di sviluppo sostenibile.

3 quater. L’autorità competente per la VAS:

a) emette il provvedimento di verifica sull’assoggettabilità delle proposte di pi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
43018 3198521
Art. 13 - Omissis


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
43018 3198522
Art. 14 - (Modifica alla l.r. 5/2002)

1. Alla legge regionale 2 aprile 2002, n.5 R (Istituzione dell’Agenzia interregionale

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
43018 3198523
Art. 15 - (Modifiche alla l.r. 26/2003)

1. Alla legge regionale 12 dicembre 2003, n.26 R (Disciplina dei servizi locali di interesse economico generale. Norme in materia di gestione dei rifiuti, di energia, di utilizzo del sottosuolo e di risorse idriche) sono apportate le seguenti modifiche:

a) il comma 2 dell’articolo 20 è abrogato;

b) il primo periodo dell’alinea del comma 5 dell’

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
43018 3198524
Art. 16 - (Modifiche alla l.r. 13/2001)

1. Alla legge regionale 10 agosto 2001, n.13 R (Norme in materia di inquinamento acustico) sono apportate le seguenti modifiche:

a) al comma 1 dell’articolo 8 le parole «ai commi 2 e 3&raq

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
43018 3198525
Art. 17 - (Modifiche alla l.r. 24/2006)

1. Alla legge regionale 11 dicembre 2006, n.24 R (Norme per la prevenzione e la riduzione delle emissioni in atmosfera a tutela della salute e dell’ambiente), sono apportate le seguenti modifiche:

a) il comma 1 dell’articolo 9 è sostituito dal seguente:

«1. La Giunta regionale, conformemente alle previsioni della direttiva 2002/91/CE del Parlamento europeo e del Consiglio del 16 dicembre 2002 (Rendimento energetico nell’edilizia) e della direttiva 2010/31/UE del Parlamento europeo e del Consiglio del 19 maggio 2010 (Prestazione energetica nell’edilizia) e ai principi indicati dalla normativa statale in materia di efficienza energetica, anche avvalendosi del supporto tecnico dei soggetti del sistema regionale, individuati nell’Allegato A1, Sezione 1, della legge regionale 27 dicembre 2006, n. 30 (Disposizioni legislative per l’attuazione del documento di programmazione economico-finanziaria regionale, ai sensi dell’articolo 9 ter della legge regionale 31 marzo 1978, n. 34 «Norme sulle procedure della programmazione, sul bilancio e sulla contabilità della Regione» – Collegato 2007), detta disposizioni per:

a) limitare il consumo energetico e certificare, anche in relazione alle diverse destinazioni d’uso degli edifici e alle zone climatiche di ubicazione, il fabbisogno energetico degli edifici esistenti, da ristrutturare e di nuova costruzione, stabilendo i requisiti dell’involucro edilizio e degli impianti termici, nonché il fabbisogno energetico da coprire mediante l’uso delle fonti rinnovabili;

b) regolare l’installazione, l’esercizio, il controllo, la manutenzione e l’ispezione degli impianti termici civili;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
43018 3198526
Art. 18 - (Modifiche alla l.r. 5/2010)

1. Alla legge regionale 2 febbraio 2010, n.5 R (Norme in materia di valutazione di impatto ambientale), sono apportate le seguenti modifiche:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
43018 3198527
Art. 19 - Omissis


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
43018 3198528
Art. 20 - (Modifica alla l.r. 31/2008)

1. Alla legge regionale 5 dicembre 2008, n.31

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
43018 3198529
Art. 21 - (Modifica alla l.r. 10/2009)

1. Alla legge regionale 29 giugno 2009, n.10 R (Disposizioni in

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
43018 3198530
Art. 22 - Omissis


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
43018 3198531
Art. 23 - (Modifiche alla l.r. 6/2010)

1. Alla legge regionale 2 febbraio 2010, n.6 R (Testo unico delle leggi regionali in materia di commercio e fiere) sono apportate le seguenti modifiche:

a) l’articolo 5 è sostituito dal seguente:

«Art. 5 - (Distretti del commercio)

1. I comuni, singoli o associati, anche su iniziativa delle associazioni imprenditoriali maggiormente rappresentative per il settore commercio a livello provinciale ai sensi della legge 29 dicembre 1993, n. 580 (Riordinamento delle camere di commercio, industria, artigianato e agricoltura), e comunque previo accordo con le stesse, possono proporre alla Regione l’individuazione di ambiti territoriali configurabili come distretti del commercio, intesi come entità innovative che definiscono ambiti e iniziative nelle quali i cittadini, le imprese e le formazioni sociali liberamente aggregati sono in grado di fare del commercio il fattore di innovazione, integrazione e valorizzazione di tutte le risorse di cui dispone il territorio, per accrescere l’attrattività, rigenerare il tessuto urbano e sostenere la competitività delle sue polarità commerciali.

2. L’ambito territoriale del distretto del commercio è individuato sulla base dei criteri stabiliti dalla Giunta regionale, sentita la commissione consiliare competente. Al fine di valorizzare le caratteristiche peculiari di tali ambiti, soggetti pubblici e privati possono proporre interventi integrati per lo sviluppo del contesto urbano di riferimento.»;

b) il comma 11 dell’articolo 6 è sostituito dal seguente:

«11. È prevista la contestualità del rilascio dell’autorizzazione all’apertura e del permesso di costruire, fatta salva la conclusione del procedimento relativo all’autorizzazione all’apertura nei termini e secondo le procedure di cui al presente articolo.»;

c) il comma 15 dell’articolo 6 è abrogato;

d) dopo la lettera g) del comma 2 dell’articolo 16 è aggiunta la seguente:

«g bis) attrezzature, i banchi, i chioschi, i trespoli, i veicoli attrezzati per la vendita e ogni altro apparecchio funzionale all’esposizione, alla vendita o alla somministrazione delle merci.»;

e) l’articolo 20 è sostituito dal seguente:

«Art. 20 - (Requisiti per lo svolgimento dell’attività)

1. Non possono esercitare l’attività commerciale di vendita e di somministrazione coloro che:

a) sono stati dichiarati delinquenti abituali, professionali o per tendenza, salvo che abbiano ottenuto la riabilitazione;

b) hanno riportato una condanna, con sentenza passata in giudicato, per delitto non colposo, per il quale è prevista una pena detentiva non inferiore nel minimo a tre anni, sempre che sia stata applicata, in concreto, una pena superiore al minimo edittale;

c) hanno riportato, con sentenza passata in giudicato, una condanna a pena detentiva per uno dei delitti di cui al libro II, Titolo VIII, capo II del codice penale, ovvero per ricettazione, riciclaggio, insolvenza fraudolenta, bancarotta fraudolenta, usura, rapina, delitti contro la persona commessi con violenza, estorsione;

d) hanno riportato, con sentenza passata in giudicato, una condanna per reati contro l’igiene e la sanità pubblica, compresi i delitti di cui al libro II, Titolo VI, capo II del codice penale;

e) hanno riportato, con sentenza passata in giudicato, due o più condanne, nel quinquennio pre

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Certificazione energetica
  • Fonti alternative
  • Impiantistica
  • Energia e risparmio energetico
  • Impianti di riscaldamento e condizionamento
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Efficienza e risparmio energetico

Requisiti minimi di prestazione energetica e vincoli per la progettazione di edifici e impianti

RIFERIMENTI LEGISLATIVI E NORMATIVI (Leggi e decreti di riferimento; Norme tecniche per il calcolo della prestazione energetica; Strumenti di calcolo e software commerciali) - TIPOLOGIE EDILIZIE SOGGETTE AL RISPETTO DEI REQUISITI MINIMI (Edilizia privata e edilizia pubblica; Categorie di edifici ; Esclusioni per tipologie di edifici; Tabella riepilogativa degli edifici soggetti agli obblighi) - INTERVENTI EDILIZI SOGGETTI AL RISPETTO DEI REQUISITI MINIMI (Definizione degli interventi edilizi ai fini del rispetto dei requisiti minimi; Applicazione delle prescrizioni alle varie categorie di interventi) - EDIFICI A ENERGIA QUASI ZERO (NZEB), CARATTERISTICHE E OBBLIGHI - REQUISITI MINIMI DI PRESTAZIONE ENERGETICA (Riepilogo dei requisiti di prestazione energetica degli edifici; Prestazione energetica globale dell’edificio; Edificio di riferimento; Requisiti di prestazione energetica per gli impianti termici - Scarico dei fumi) - INTEGRAZIONE DELLE FONTI RINNOVABILI NEGLI EDIFICI.
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Titoli abilitativi
  • Fonti alternative
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Impianti di riscaldamento e condizionamento
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Edilizia e immobili
  • Energia e risparmio energetico
  • Impiantistica

Fonti rinnovabili negli edifici nuovi e ristrutturati: obblighi e decorrenze

NORMATIVA DI RIFERIMENTO - PROGETTI COINVOLTI DAGLI OBBLIGHI - DETTAGLIO DEGLI OBBLIGHI (Percentuali di copertura dei consumi; Potenza elettrica degli impianti da installare) - DEROGHE PER GLI EDIFICI PUBBLICI ED I CENTRI STORICI (Le deroghe previste; Copertura del fabbisogno per acqua calda sanitaria; Copertura complessiva del fabbisogno per ACS, riscaldamento e raffrescamento; Potenza elettrica impianti da installare) - ULTERIORI DETTAGLI - PREMIALITÀ.
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Energia e risparmio energetico
  • Edilizia e immobili
  • Impiantistica
  • Impianti di riscaldamento e condizionamento
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Condominio

Termoregolazione e contabilizzazione del calore nei condomini e negli edifici civili

SINTESI DEGLI OBBLIGHI (Normativa di riferimento e scadenze; Contatore di fornitura edifici serviti da teleriscaldamento o teleraffrescamento; Sotto-contatori individuali edifici serviti da sistemi centralizzati; Sistemi di termoregolazione e contabilizzazione del calore individuali; Suddivisione delle spese connesse al consumo di calore per il riscaldamento) - INDICAZIONI TECNICHE, APPROFONDIMENTI E MODELLI DI RELAZIONE - AGEVOLAZIONI FISCALI.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Finanza pubblica
  • Energia e risparmio energetico
  • Impiantistica
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Provvidenze
  • Fonti alternative

Sicilia: risorse ai Comuni per la redazione del piano di azione per l’energia sostenibile e il clima (PAESC)

Aperta una Seconda finestra relativa al "Programma di ripartizione risorse ai Comuni della Sicilia per la redazione del Piano di Azione per l’Energia Sostenibile e il Clima (PAESC)" al fine di promuovere la sostenibilità energetico-ambientale nei Comuni siciliani attraverso il Patto dei Sindaci (Covenant of Mayors - Piano di Azione e Coesione (PAC) - Nuove Iniziative Regionali). Il bando ha una dotazione finanziaria pari a 755.826,80 euro e possono presentare istanza i Comuni che non hanno partecipato alla prima finestra dell’Avviso pubblico.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Edilizia residenziale
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Fonti alternative
  • Energia e risparmio energetico
  • Impiantistica
  • Edilizia e immobili
  • Efficienza e risparmio energetico

Bolzano: misure per il risparmio energetico e l’utilizzo di fonti rinnovabili negli edifici pubblici residenziali

Il bando promuove l’ecoefficienza e la riduzione di consumi di energia primaria negli edifici pubblici residenziali, al fine di raggiungere l'obiettivo specifico degli indicatori stabiliti nel programma FESR 2014-2020: interventi di ristrutturazione di singoli edifici o complessi di edifici, installazione di sistemi intelligenti di telecontrollo, regolazione, gestione, monitoraggio e ottimizzazione dei consumi energetici (smart buildings) e delle emissioni inquinanti anche attraverso l’utilizzo di mix tecnologici.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Edilizia e immobili
  • Energia e risparmio energetico
  • Impiantistica
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Professioni
  • Certificazione energetica
  • Impianti di riscaldamento e condizionamento
  • Esercizio, ordinamento e deontologia

Puglia: obbligo di formazione dei certificatori energetici

  • Energia e risparmio energetico
  • Impiantistica
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Impianti di riscaldamento e condizionamento
  • Fonti alternative
  • Certificazione energetica
  • Efficienza e risparmio energetico

Cogenza parametri verifica prestazione energetica edifici (D.M. 26/06/2015) - Edifici privati

  • Impiantistica
  • Energia e risparmio energetico
  • Fonti alternative
  • Professioni
  • Esercizio, ordinamento e deontologia
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Impianti di riscaldamento e condizionamento

Toscana, formazione installatori impianti alimentati da FER: avvio e proroga termine

  • Impiantistica
  • Energia e risparmio energetico
  • Professioni
  • Impianti di riscaldamento e condizionamento
  • Esercizio, ordinamento e deontologia
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Fonti alternative

Piemonte, formazione installatori impianti alimentati da FER: scadenza e proroga termine

  • Energia e risparmio energetico
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Certificazione energetica

Bolzano, applicazione bonus energia