FAST FIND : AR379

Ultimo aggiornamento
15/10/2018

Competenze, requisiti e formazione dei professionisti antincendio

PREMESSA; COMPETENZE, SOGGETTI AUTORIZZATI E REQUISITI (Competenze riservate ai professionisti antincendio; Requisiti per l’iscrizione negli elenchi) - CORSI DI FORMAZIONE, PROGRAMMI, ENTI FORMATORI, ESONERI (Corsi di specializzazione ed enti formatori; Articolazione e programmi dei corsi; Esonero dalla frequenza del corso base di specializzazione; Richieste di iscrizione negli elenchi) - AGGIORNAMENTO OBBLIGATORIO E CONSEGUENZE IN CASO DI MANCANZA (Mantenimento dell’iscrizione e corsi di aggiornamento; Soggetti iscritti agli elenchi alla data di entrata in vigore dal D. Min. Interno 05/08/2011; Cancellazione nominativo dagli elenchi - Conseguenze; Periodo di sospensione in caso di mancato aggiornamento; Controlli) - CONFERIMENTO DI INCARICHI A FUNZIONARI TECNICI DELLA P.A. - TABELLA RIEPILOGATIVA E DIFFERENZE CON LA NORMATIVA PRECEDENTE.
A cura di:
  • Alfonso Mancini

334483 4975229
PREMESSA

Il D. Min. 05/08/2011 reca le procedure ed i requisiti per l’autorizzazione e l’iscrizione, a domanda, negli elenchi del Ministero dell’interno per il rilascio dei professionisti abilitati al rilascio delle certificazioni delle dichiarazioni inerenti la normativa di prevenzione incendi di cui all’art. 16 del D. Leg.vo 08/03/2006, n. 139 (“professionisti antincendio”).

Il provvedimento ha sostituito il precedente D. Min. Interno 25/03/1985, già in precedenza abrogato dal D.P.R. 13/12/2010, n. 248, che definiva i requisiti per l’iscrizione agli elenchi dei professionisti abilitati a rilasciare le certificazion

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
334483 4975230
COMPETENZE, SOGGETTI AUTORIZZATI E REQUISITI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
334483 4975231
Competenze riservate ai professionisti antincendio

L’art. 16 del D. Leg.vo 08/03/2006 n. 139, comma 4, richiede genericamente che il rilascio delle certificazioni e delle dichiarazioni attestanti la conformità delle attività alla normativa di prevenzione incendi, siano rilasciate da enti, laboratori o professionisti, iscritti in albi professionali, autorizzati ed iscritti, a domanda, in appositi elenchi del Ministero dell’interno.

Le attività

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
334483 4975232
Requisiti per l’iscrizione negli elenchi

Per l’iscrizione negli elenchi ministeriali dei professionisti antincendio sono richiesti i seguenti requisiti:

- iscrizione ad uno dei seguenti albi professionali:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
334483 4975233
CORSI DI FORMAZIONE, PROGRAMMI, ENTI FORMATORI, ESONERI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
334483 4975234
Corsi di specializzazione ed enti formatori

I programmi dei corsi base di specializzazione sono stabiliti dal Dipartimento dei Vigili del fuoco, sentiti i Consigli nazionali delle professioni interessate, e contengono almeno le materie elencate all’art. 4 del D. Min. Interno 05/08/2011 (comma 2), prevedendo un totale di almeno 120 ore di insegnamento (la prev

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
334483 4975235
Articolazione e programmi dei corsi

L’articolazione ed i programmi dei corsi base di specializzazione in prevenzione incendi e dei corsi e seminari di aggiornamento, in attuazione degli artt. 4 e 7 del D. Min. Interno 05/08/2011, sono stati definiti dalla Circolare

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
334483 4975236
Esonero dalla frequenza del corso base di specializzazione

L’attestazione di frequenza con esito positivo del corso base di specializzazione di prevenzione incendi non è richiesta:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
334483 4975237
Richieste di iscrizione negli elenchi

Le documentate richieste di iscrizione negli elenchi devono essere inviate agli Ordini e Collegi professionali provinciali, i quali provvedono a comunicare il codice di individuazione al professionista e ad aggiornare gli elenchi ministeriali N4

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
334483 4975238
AGGIORNAMENTO OBBLIGATORIO E CONSEGUENZE IN CASO DI MANCANZA
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
334483 4975239
Mantenimento dell’iscrizione e corsi di aggiornamento

Una importante differenza introdotta dal D. Min. Interno 05/08/2011 rispetto alla disciplina precedente riguarda i requisiti richiesti al professionista per il mantenimento dell’iscrizione negli elenchi ministeriali, prima no

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
334483 4975240
Soggetti iscritti agli elenchi alla data di entrata in vigore dal D. Min. Interno 05/08/2011

Come già indicato, per i soggetti già iscritti alla data del 27/08/2011 - di entrata in vigore del D. Min. Interno 05/08/2011 - la scadenza dell’adempimento in questione è pertanto fissata al 26/08/2016.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
334483 4975241
Cancellazione nominativo dagli elenchi - Conseguenze

Il Consiglio nazionale degli Ingegneri (Circolare 09/09/2016, n. 787, Visualizza PDF) ha fornito indicazioni pratiche agli Ordini territo

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
334483 4975242
Periodo di sospensione in caso di mancato aggiornamento

Come chiarito poi dalla Nota M

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
334483 4975243
Controlli

Le disposizioni non prevedono un controllo, da parte dei Comandi dei Vigili del fuoco, in merito al rispetto degli ambiti di competenza, ma una precisa responsabilità da parte del professionista che rilascia la certificazione con tutte le eventuali conseguenze penali ed amministrative

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
334483 4975244
CONFERIMENTO DI INCARICHI A FUNZIONARI TECNICI DELLA P.A.

La sussistenza dei requisiti professionali e formativi sopra illustrati - dell’iscrizione dei professionisti negli albi professionali e del loro inserimento in appositi elenchi del Ministero dell’interno - risponde all’esigenza che le certificazioni in materia di prevenzione incendi provengano da fonti tecnicamente preparate e affidabili.

A tale proposito, il D. Min. Interno 16/05/1986

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
334483 4975245
TABELLA RIEPILOGATIVA E DIFFERENZE CON LA NORMATIVA PRECEDENTE

Segue una tabella riepilogativa delle novità introdotte dal D. Min. Interno 05/08/2011, a confronto con la disciplina previgente, recata dal D. Min. Interno 25/03/1985.


TABELLA

Disciplina del D. Min. Interno 05/08/2011 e del D. Min. Interno 25/03/1985 a confronto


D. Min. Interno 05/08/2011

D. Min. Interno 25/03/1985

Iscrizione allalbo professionale

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Prevenzione Incendi

Norme di Prevenzione incendi

NORMATIVA TECNICA DI PREVENZIONE INCENDI (Codice di prevenzione incendi (RTO); Attività “normate” e “non normate” ai fini della normativa di prevenzione incendi; Cessazione del “doppio binario” e normativa di prevenzione incendi applicabile; Norme tecniche alternative al Codice di prevenzione incendi; Attività cui si applica la RTO e possibili eccezioni) - REGOLE TECNICHE DI PREVENZIONE INCENDI E CHIARIMENTI; (Lavorazione, trasporto e distribuzione di gas infiammabili; Impianti di distribuzione carburanti e ricarica veicoli elettrici; Depositi o rivendite di alcoli; Autodemolizioni; Locali di pubblico spettacolo e impianti sportivi; Alberghi e strutture ricettive; Scuole; Ospedali e strutture sanitarie; Attività commerciali; Uffici; Biblioteche, archivi, musei, gallerie, edifici tutelati in genere; ; Impianti termici; Autorimesse, parcheggi, locali per ricovero natanti e aeromobili; Edifici di civile abitazione e condomini; Stazioni, aerostazioni, porti e metropolitane; Interporti; Gallerie stradali e ferroviarie; Varie).
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Edilizia scolastica
  • Prevenzione Incendi
  • Edilizia e immobili
  • Scuole

Adeguamento antincendio di scuole e asili nido: normativa, adempimenti e scadenze

Le norme antincendio per le scuole (le norme tecniche prescrittive di cui al D.M. 26/08/1992, la Regola Tecnica Verticale (RTV) di cui al D.M. 07/08/2017); Adeguamento strutture esistenti: proroghe varie e scadenze (ultima proroga al 31/12/2021, definizione di priorità ai sensi del D.M. 21/03/2018); Classificazione delle scuole e requisiti per quelle di minori dimensioni; Adempimenti burocratici; Asili nido (normativa di riferimento, adeguamento degli asili nido).
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Alberghi e strutture ricettive
  • Provvedimenti di proroga termini
  • Prevenzione Incendi
  • Finanza pubblica

Antincendio strutture ricettive, classificazione, normativa, adeguamento

CLASSIFICAZIONE STRUTTURE RICETTIVE A FINI DI PREVENZIONE INCENDI - NORME DI PREVENZIONE INCENDI PER LE STRUTTURE RICETTIVE (Generalità; Norme di base per le varie tipologie di strutture; Misure alternative per le strutture tra 26 e 50 posti letto; Regola tecnica verticale) - TERMINI DI ADEGUAMENTO STRUTTURE ESISTENTI ALL’11/05/1994 (Ultima proroga disposta dalla L. 205/2017; Ulteriore proroga per le zone colpite da eventi meteorologici; Eventuali altre attività presenti nella struttura ricettiva; Piano straordinario biennale di adeguamento; Indirizzi applicativi e modulistica per il Piano di adeguamento) - RIEPILOGO TERMINI, CASISTICHE E ADEMPIMENTI PER L’ADEGUAMENTO - PREVENZIONE INCENDI RIFUGI ALPINI: REGOLA TECNICA E SCADENZE PER L’ADEGUAMENTO (Rifugi esistenti con capienza superiore a 25 posti letto; Rifugi esistenti con capienza inferiore a 25 posti letto; Ulteriori prescrizioni; Esclusioni) - PREVENZIONE INCENDI STRUTTURE RICETTIVE ALL'APERTO: REGOLA TECNICA E ADEGUAMENTO DELLE ATTIVITÀ ESISTENTI (La regola tecnica; Adeguamento delle attività esistenti).
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Pubblica Amministrazione
  • Prevenzione Incendi
  • Locali di pubblico spettacolo
  • Procedimenti amministrativi

La licenza di agibilità per i pubblici spettacoli ed i trattenimenti

PREMESSA (Quadro normativo; Documentazione aggiuntiva disponibile) - COMPOSIZIONE, MODALITÀ DI FUNZIONAMENTO E ATTRIBUZIONI DELLE COMMISSIONI PER LA VIGILANZA (Compiti delle Commissioni di vigilanza; Quando è competente la Commissione provinciale; Controlli periodici) - LA RELAZIONE TECNICA SOSTITUTIVA DI PARERE, VERIFICHE ED ACCERTAMENTI; CASI IN CUI L’AUTORIZZAZIONE NON È NECESSARIA (L’intervento del D. Leg.vo 222/2016 e la tabella dei regimi; Eventi entro i 200 partecipanti che si svolgono entro le ore 24) - ALLESTIMENTI TEMPORANEI CHE SI RIPETONO NEL TEMPO - MANIFESTAZIONI IN LUOGHI E SPAZI ALL’APERTO SENZA RECINZIONI E ALLESTIMENTI PER IL PUBBLICO - NORMATIVA DI PREVENZIONE INCENDI E ALTRE NORME DI SICUREZZA APPLICABILI.
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Fisco e Previdenza
  • Professioni
  • Esercizio, ordinamento e deontologia
  • Previdenza professionale

Obblighi fiscali e previdenziali di lavoratori autonomi liberi professionisti e collaboratori

NORME CIVILISTICHE E FISCALI SUL LAVORO AUTONOMO (Il lavoro “autonomo” dal punto di vista civilistico; Il lavoro “autonomo” dal punto di vista fiscale e previdenziale; Riepilogo requisiti del lavoratore autonomo libero professionista) - QUANDO IL LAVORO AUTONOMO È “OCCASIONALE” O “ABITUALE” (Definizione di “lavoratore occasionale”; Come valutare quando si tratta di attività occasionale oppure abituale; Esercizio di attività professionale in maniera non esclusiva; Dipendenti pubblici ed esercizio di attività professionale; Circolari del CNI e del MEF sul lavoro occasionale o abituale) - OBBLIGHI FISCALI E CONTRIBUTIVI DEI LAVORATORI AUTONOMI (Lavoratore autonomo abituale e obbligo di apertura della partita IVA; Obbligo di iscrizione alla Cassa di previdenza o altra forma previdenziale; Collaborazioni coordinate e continuative; Indicazioni pratiche e schema grafico riepilogativo obbligo partita IVA e previdenza; Regole previdenziali particolari per Ingegneri e Architetti (Inarcassa); Regole previdenziali particolari per Geometri (Cipag) ) - CASI PRATICI (Ingegnere, Architetto o Geometra lavoratore autonomo; Ingegnere o Architetto dipendente pubblico o privato che esercita la professione; Geometra dipendente pubblico o privato che esercita la professione; Quale gestione previdenziale adottare in relazione alla tipologia di attività svolta).
A cura di:
  • Dino de Paolis