FAST FIND : NR1425

D. P.G.P. Trento 22/09/1987, n. 11-51/Legisl.

Emanazione del regolamento per l'esecuzione della L.P. 21.4.1987, n. 7 concernente: Disciplina delle linee funiviarie in servizio pubblico e delle piste da sci".
Testo coordinato con le modifiche introdotte da:
- D. Pres. P. 06/05/2022, n. 6-63/Leg.
-
D. Pres. P. 12/07/2016, n. 12-46/Leg.
-
D. Pres. P. 21/06/2007, n. 15-95/Leg.
-
D. Pres. P. 02/12/2004, n. 18-28/Leg.
-
D. Pres. P. 28/10/2003, n. 36-157/Leg.
-
D. Pres. P. 10/04/2003, n. 7-128/Leg.
-
D. Pres. P. 30/05/2002, n. 10-100/Leg.
- D.P.G.P. 12/07/2000, n. 17-35/Leg.
- D.P.G.P. 29/11/1999, n. 18-17/Leg.
- D.P.G.P. 17/11/1998, n. 33-105/Leg.
- D.P.G.P. 13/08/1997, n. 16-60/Leg.
- D.P.G.P. 09/06/1995, n. 8-22/Leg.
- D.P.G.P. 17/01/1995, n. 1-15/Leg.
- D.P.G.P. 14/01/1993, n. 2-81/Leg.
- D.P.G.P. 14/01/1993, n. 1-80/Leg.
- D.P.G.P. 22/11/1991, n. 19-49/Leg.
- D.P.G.P. 26/10/1990, n. 15-28/Leg.
Scarica il pdf completo
18562 8727009
Capo I - Disposizioni preliminari
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18562 8727010
Art. 1 - Denominazioni

1. La

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18562 8727011
Art. 2 - Piani orientativi

1. I piani orientativi di cui all'art. 5 della L.P. saranno approvati dalla Giunta provinc

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18562 8727012
Capo II - Disciplina delle linee funiviarie in servizio pubblico
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18562 8727013
Art. 2-bis - Definizione di impianto in servizio e in esercizio

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18562 8727014
Art. 3 - Parametri di congruità e compatibilità

1. Ai fini di cui all'articolo 1, comma 2, della L.P., per il dimensionamento degli impianti di trasporto a fune e delle piste da sci tra loro interdipendenti, si dovrà tenere conto:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18562 8727015
Art. 4 - Linee funiviarie di dimensioni limitate

1. Si considerano impianti di dimensioni limitate ai fini dell'art. 2, comma 2, della L.P.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18562 8727016
Art. 5 - Caratteristiche dei veicoli degli impianti di linea di prima categoria

1. Le caratteristiche dei veicoli degli impianti realizzanti linee di prima categoria, di cui all'art. 9 della L.P., sono:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18562 8727017
Art. 6 - Domanda di concessione

1. La documentazione a corredo della domanda di concessione di linee funiviarie di cui all'art. 10 della L.P. deve essere integrata da:

a) una relazione geologica e geotecnica concernente sia la stabilità di insieme della zona interessata dall'impianto e dalle eventuali piste da sci servite da questo, sia l'individuazione dei problemi che la natura e le caratteristiche geotecniche dei terreni pongono nelle scelte delle soluzioni progettuali, redatta in conformità alle norme tecniche in vigore per le indagini sui terreni e per l'esecuzione e il collaudo delle opere di sostegno delle terre e delle opere di fondazione;

b) il piano delle misure per la difesa dal pericolo di valanghe di cui all’articolo 31/1; N10

c) una relazione forestale, redatta da un tecnico professionista, che in riferimento all'unità idrografica interessata dagli interventi e alle relative caratteristiche morfologiche e dei suoli e ai tipi vegetazionali, individui le eventuali misure e modalità atte ad evitare, ridurre e, se del caso, compensare gli effetti negativi di

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18562 8727018
Art. 7 - Istruttoria della domanda

N44

1. Le relazioni scritte previste dall'articolo 11, comma 5, della

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18562 8727019
Art. 8 - Deposito cauzionale

1. L'entità della quota del deposito cauzionale a garanzia della regolare esecuzione dell'impianto funiviario “o delle variazioni sostanziali del medesimo” N45 è fissata in:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18562 8727020
Art. 8-bis - Progetto definitivo funiviario

N41

1. Il progetto funiviario definitivo previsto dall'articolo 25 della L.P. individua compiutamente l'opera nelle sue linee generali

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18562 8727021
Art. 9 - Modifica della concessione

1. Ai fini della modifica della concessione sono da considerare variazioni sostanziali nelle caratteristiche della linea:

1) la sostituzione dell'impianto realizzante

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18562 8727022
Art. 10 - Rinnovo della concessione

1. Almeno otto mesi prima della scadenza della concessione “la struttura provinciale competente in materia di impianti a fune e piste da sci ne dà comunicazione all'interessato mediante l'ut

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18562 8727023
Art. 11 - Tariffe, orari, modalità di trasporto, copertura assicurativa RC

N31

1. La Giunta provinciale stabilisce con propria deliberazione sia i criteri generali per la determinazione delle tariffe di corsa semplice, sulla base delle caratteristiche principali dell'impianto, sia il margine di oscillazione consentito, in più ed in meno, rispetto al valore nominale così determinato.

2. I biglietti forfettari emessi sugli impianti di trasporto a fune appartenenti ad un sistema devono avere validità su tutti gli impianti dello stesso. Per sistema si intende l'insieme di due o più impianti, anche di tipo diverso, fra loro interconnessi o funzionalmente interdipendenti.

3

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18562 8727024
Art. 12 - Collaudo funzionale

N12

1. In calce alla domanda di collaudo, il direttore dei lavori deve attestare che l'opera è stata eseguita sotto la sua sorveglianza, in conformità al progetto approvato e che egli ha effettuato pers

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18562 8727025
Art. 13 - Oneri di sorveglianza

N9

La misura del contributo annuo, che il concessionario è tenuto a versare alla Provincia quale corrispettivo delle spese di sorveglianza, è fissato in:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18562 8727026
Art. 14 - Vigilanza tecnica sull'impianto

1. Per i termini delle revisioni periodiche speciali e generali degli impianti, nonché per i relativi adempimenti tecnici, si fa riferimento “alle disposizioni di regolamentazione tecnica e di esercizio degli impianti funiviari approvate ai sensi dell'articolo 30 della L.P.”

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18562 8727027
Art. 15 - Statistica

1. Ai fini statistici di cui all'art. 31 della L.P., nelle stazioni di partenza di tutti g

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18562 8727028
Art. 16 - Contrassegno distintivo

1. Il contrassegno distintivo di riconoscimento del personale addetto agli impianti e a co

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18562 8727029
Capo III - Disciplina delle piste da sci
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18562 8727030
Art. 17 - Tipologie delle piste da sci

N20

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18562 8727031
Art. 18 - Requisiti tecnici delle piste

1. Tutte le piste devono possedere i seguenti requisiti tecnici:

a) l'andamento della pista deve essere tale da non provocare, in condizioni di media velocità, l'involontario od improvviso stacco degli sci dal fondo; gli eventuali cambiamenti di pendenza dovranno essere opportunamente raccordati;

b) il fondo non innevato del tracciato deve essere privo di ostacoli o di sporgenze tali che, durante il periodo di esercizio della pista, possano affiorare o comunque costituire pericolo per gli sciatori;

c) “la pista non deve attraversare” N46 strade carrozzabili aperte al traffico invernale e tracciati utilizzati da sciovie, slittinovie ed altri mezzi di risalita a livello; qualora giustificati motivi richiedano l'attraversamento a livello di una strada carrozzabile, questo potrà essere consentito, caso per caso, subordinatamente all'adozione di misure atte

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18562 8727032
Art. 19 - Classificazione delle piste da discesa

1. Le piste da discesa sono suddivise in base alla funzione e al rispettivo grado di difficoltà, in campo primi passi, campo scuola, pista facile, pista di media difficoltà, pista difficile, pista di collegamento e “snowpark” N32. N4

1-bis. Il campo primi passi è un'area sciabile, con pe

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18562 8727033
Art. 20 - Classificazione delle piste da fondo

1. Le piste da fondo si suddividono, in base alla funzione e al rispettivo grado di difficoltà, in campo scuola, pista facile, pista di media difficoltà, pista difficile e pista di collegamento. N4

2. Il campo scuola è costituito da

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18562 8727034
Art. 20-bis - Classificazione dei tracciati escursionistici

N22

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18562 8727035
Art. 20-ter - Classificazione delle piste da slittino

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18562 8727036
Art. 21 - Segnaletica

1. La pista da sci deve essere dotata della necessaria segnaletica.

2. I segnali devono essere conformi, per dimensione, forma, colore, funzionalit�

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18562 8727037
Art. 22 - Piste di dimensioni limitate

N44

1. Ai fini previsti dall'articolo 2, comma 2, della L.P. si considerano di dimensioni limitate i tracciati escursionistici, le piste da discesa, da fondo e da slittino aventi le seguenti caratteristiche:

a) la pista da discesa ha una lunghezza non superiore a metri 750 e superficie non superiore a 2 ettari; nel calcolo della superficie utile ai fini della soglia si computano oltre al piano

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18562 8727038
Art. 23 - Assenso preliminare per l'apprestamento di piste da sci: modalità di presentazione della domanda e requisiti del progetto

N44

1. La domanda di assenso preliminare ai sensi dell'articolo 4 della L.P. per l'apprestamento di piste da sci non collegate alla costruzione di nuovi impianti funiviari o alla modifica di quelli esistenti deve essere corredata della seguente documentazione:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18562 8727039
Art. 24 - Autorizzazione all'apprestamento di piste da sci: requisiti del progetto esecutivo

1. La domanda di autorizzazione all'apprestamento di pista/e da sci deve essere presentata “alla struttura provinciale competente in materia di piste da sci” N46 corredata della seguente documentazione:

a) progetto esecutivo della pista, redatto in conformità alle disposizioni di cui al successivo terzo comma;

b) relazione illustrante le caratteristiche tecniche della pista ed i lavori da effettuare, con l'indicazione dei relativi tempi tecnici di attuazione;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18562 8727040
Art. 24-bis - Autorizzazione per le opere accessorie

N2

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18562 8727041
Art. 24-ter - Dichiarazione di pubblica utilità

N2

1

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18562 8727042
Art. 25 - Piste riservate o chiuse

N7

1. Il titolare dell'autorizzazione all'esercizio della pista può riservare la pista da sci ad una determinata categoria di utenti (snowboard, sci alpino, fondo tecnica libera, fondo tecnica classica, manifestazioni agonistiche, allenamenti, ecc.).

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18562 8727043
Art. 26 - Servizi tecnici e di assistenza. Trasporto infortunati

1. Il titolare dell'autorizzazione all'esercizio della pista è tenuto ad assicurare il servizio di trasporto degli infortunati sulla stessa fino alla più vicina strada carrozzabile raggiungibile da autolettighe; deve essere predisposta e costantemente d

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18562 8727044
Art. 27 - Servizi tecnici e di assistenza. Manutenzione dei tracciati e della segnaletica e relativo responsabile

N7

1. La manutenzione dei tracciati e della segnaletica comprende tutte quelle operazioni che garantiscono la sicurezza delle piste da sci aperte al pubblico attraverso la verifica dell'efficienza dell'attrezzatura allo scopo posizionata, quale reti di contenimento o di delimitazione, protezioni antiurto, segnaletica e simili, nonché l

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18562 8727045
Art. 28 - Servizi tecnici e di assistenza. Manutenzione estiva delle piste

N12

1. Durante il periodo di non innevamento il titolare dell'autorizzazione all'esercizio della pista deve provvedere alla sistemazione dei terreni comunque interessati dalla stessa e dalle sue pertinenze al fine di evitare il verificarsi di

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18562 8727046
Art. 29 - Servizi tecnici e di assistenza. Apertura e chiusura delle piste

1. L'apertura e la chiusura delle piste sono disposte dal responsabile della manutenzione dei tracciati di cui all'articolo 27.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18562 8727047
Art. 30 - Modifiche al tracciato della pista

1. Le modifiche al tracciato delle piste di cui all'art. 47 della L.P., sono sottoposte al

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18562 8727048
Art. 30-bis - Percorsi occasionali

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18562 8727049
Art. 30-ter - Comportamento dello sciatore

N30

1. Per "sciatore" si intende chiunque percorre le piste da sci equipaggiato di sci, “snowboard, snowbike o attrezzi similari” N46. L'accesso alle piste è consentito solo agli sciatori ed è pertanto vietato l'ingresso ai pedoni e agli animali nonché l'uso di mezzi quali slitte, motoslitte, bob, gommoni e similari.

2. Nell'utilizzare le piste da sci ogni sciatore, oltre ad attenersi alle prescrizioni imposte dalla segnaletica, deve rispettare le seguenti regole:

a) condotta:

1) lo sciatore deve tenere una condotta che, in relazione alle caratteristiche della pista, alla situazione ambientale ed alle proprie capacità tecniche, non costituisca pericolo per l'incolumità propria ed altrui; in particolare ogni sciatore deve mantenere velocità, traiettorie e distanze di sicurezza tali da evitare, anche in caso di caduta, ogni ostacolo prevedibile;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18562 8727050
Art. 30-ter 1 - Comportamento degli utenti delle piste da slittino

N41

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18562 8727051
Art. 30-quater - Copertura assicurativa per la responsabilità civile

N34

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18562 8727052
Art. 30-quinquies - Messa a disposizione degli utenti di una polizza assicurativa

N77

1. In relazione all'obbligo previsto dall'articolo 40, comma 1-ter, della L.P. i

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18562 8727053
Art. 30-sexies - Addetti alle funzioni di controllo

N78

1. Le funzioni di controllo sull'osservanza delle disposizioni concernenti il comportamento degli utenti delle piste da sci sono svolte anche dal titolare dell'autorizzazione all'esercizio delle piste da sci o da personale addetto ai servizi previsti dall'articolo 50 della L.P., in possesso della qualifica di "addetto alla sorveglianza" riconosciuta con le modalità previste dall'articolo 55, comma 3, della mede

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18562 8727054
Art. 31

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18562 8727055
Capo III-bis - Messa in sicurezza delle piste da sci e degli impianti a fune dal pericolo di valanghe

N13

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18562 8727056
Art. 31/1 - Piano delle misure per la difesa dal pericolo di valanghe

N14

1. Il piano delle misure per la difesa dal pericolo di valanghe previsto dall'a

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18562 8727057
Art. 31/2 - Relazione nivologica

N14

1. La relazione nivologica individua gli impianti, le piste e le strutture indicati all'articolo 31/1, comma 3, rappresentandoli ne

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18562 8727058
Art. 31/3 - Progetto delle misure di difesa

N14

1. Qualora la relazione nivologica di cui all'articolo 31/2 individui la presenza di rischio valanghivo nel comprensorio sciistico, deve essere redatto un progetto delle misure di difesa che descrive dettagliatamente le azioni delineate negli "indirizzi operativi". Tale progetto si articola in due sezioni denominate rispettivamente "interventi strutturali" e "attività gestionali".

2. Gli interventi strutturali sono costituiti da opere, manufatti, variazioni morfologiche o dei soprassuoli capaci di precludere il manifestarsi del fenomeno valanghivo ovvero di impedirne gli effetti dannosi. Fermo restando quant'altro previsto dalla normativa vigente in materia di progettazione delle specifiche tipologie di opere da realizzare, il progetto degli interventi strutturali contiene i seguenti elaborati:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18562 8727059
Art. 31/4 - Collaudo

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18562 8727060
Art. 31/5 - Deposito e acquisizione agli atti della Provincia

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18562 8727061
Art. 31/6 - Attuazione e aggiornamento del piano

N14

1. Il titolare assicura piena attuazione a quanto previsto dal piano, con riguardo agli interventi strutturali e alle attività gestionali nonché alla dotazione e all'utilizzo dei sistemi e dei dispositivi necessari.

2. Nel corso di ciascuna stagione di esercizio

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18562 8727062
Art. 31/7 - Vigilanza tecnica

N14

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18562 8727063
Art. 31/8 - Temperamento del regime sanzionatorio

N14

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18562 8727064
Art. 31/9 - Addetti alle attività gestionali

N15

1. In relazione all'entità ed alla complessità delle attività gestionali previste dal piano, gli addetti necessari per assicurarne la corretta attuazione sono individuati dal predetto piano fra quelli di seguito indicati:

a) responsabile della sicurezza valanghe e suo sostituto;

b) operatore del distacco artificiale;

c) osservatore nivologico.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18562 8727065
Art. 31/10 - Corsi specialistico di formazione e attestato di qualifica

N14

1. La formazione teorico-pratica degli addetti previsti dall'articolo 31/9, è svolta mediante corsi specialistici aventi le caratteristiche definite nell'allegato I, in particolare per quan

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18562 8727066
- Supporto informatico

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18562 8727067
Art. 31/12 - Comunicazione dei dati funiviari

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18562 8727068
Art. 31/13 - Art. 31/22

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18562 8727069
Allegato A - Formula per stabilire il costo convenzionale degli impianti che realizzano le linee di trasporto funiviario, mediante criteri parametrici

N1

 

Il costo è valutato in migliaia di euro, arrotondato al numero intero, dalla seguente formula:

 

IMPIANTI a moto continuo

 

Formula: C = H [(AxL2 + BxL + C) + (Q – Q*) x (M x L2 + N x L + 0) + Eventuali costi aggiuntivi]

 

Essendo

 

C = costo convenzionale, valore in migliaia di euro

€ x 1.000

H = Coefficiente di aggiornamento del valore della formula in base all’andamento dei costi di mercato delle materie prime. Il valore del coefficiente H è aggiornato con deliberazione della Giunta Provinciale

1

L = lunghezza inclinata dell’impianto in esame (somma corde tra i centri delle avanstazioni)

metri

Q = portata oraria dell’impianto in esame

Pers/h

Q* = Portata oraria dell’impianto di riferimento

Pers/h

A, B, C = Coefficienti di formula, della lunghezza inclinata dell’impianto

*

M, N, O = Coefficienti di formula, della portata oraria

*

 

CATEGORIA DEGLI IMPIANTI

Portata riferimento

Coefficienti di lunghezza

Coefficienti di portata

 

Q*

A

B

C

M

N

O

02 CABINOVIE 15/12p AA.

2400

-7,00000,E-04

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18562 8727070
Allegato B - Minimali di assicurazione della responsabilità civile per le linee funiviarie

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18562 8727071
Allegato C - Targhetta di riconoscimento del personale funiviario

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18562 8727072
Allegato D - Regolamento per l'applicazione dell'art. 27.2 della l.p. 21 aprile 1987, n. 7, concernente la "Disciplina delle linee funiviarie in servizio pubblico e delle piste da sci": disposizioni per la gestione dell'impianto e per la nomina, le mansioni e obblighi, i requisiti dei tecnici responsabili e del personale addetto all'esercizio

N3

Art. 1 - Denominazioni

1. La legge provinciale 21 aprile 1987, n. 7, concernente la disciplina delle linee funiviarie in servizio pubblico e delle piste da sci è indicata nel presente regolamento con la sigla L.P.; il servizio impianti a fune è indicato con la sigla SIF.

 

Art. 2 - Tecnico responsabile, nomina, sostituzione, rinuncia

1. Il tecnico responsabile preposto agli impianti a fune ai sensi dell'articolo 27, comma 2, della L.P. deve essere provvisto di laurea magistrale o specialistica in ingegneria, oppure conseguita secondo l'ordinamento previgente al d.m. 3 novembre 1999, n. 509 del Ministro dell'università e della ricerca scientifica e tecnologica e ai relativi decreti attuativi. Il tecnico responsabile per gli impianti delle categorie S e D previsto all'articolo 9 di questo allegato, può essere provvisto di diploma di perito industriale o di diploma di laurea in ingegneria di primo livello. Il tecnico responsabile deve comunque essere iscritto nel relativo ordine professionale. N80

2. Il tecnico responsabile deve risultare iscritto in apposito registro tenuto a cura del SIF: l'iscrizione, anche limitatamente a determinate categorie di impianto, avviene su domanda dell'interessato che è subordinata:

a) alla presentazione di una dichiarazione sostitutiva di certificazione che attesti che l'interessato è iscritto al rispettivo ordine professionale; N85

b) alla presentazione di una dichiarazione sostitutiva di certificazione che attesti che l'interessato:

- non ha riportato, con sentenza passata in giudicato, condanne che comportino l'interdizione da una professione o da un'arte, ovvero l'interdizione dagli uffici direttivi delle persone giuridiche e delle imprese, per il periodo di durata della pena accessoria, salvo che sia intervenuta riabilitazione ai sensi degli articoli 178 e seguenti del codice penale:

- non ha in corso procedimenti penali nei quali sia stata già pronunziata una sentenza di condanna ad una pena che comporti l'interdizione da una professione o da un'arte, ovvero l'interdizione ad esercitare uffici direttivi presso qualsiasi impresa; N85

c) all'accertamento della sua competenza specifica nel settore funiviario, sulla base di curriculum corredato da relative attestazioni dell'attività tecnico-professionale svolta precedentemente, integrato eventualmente da esame-colloquio da sostenere avanti una commissione composta da due ingegneri del SIF; dell'esame-colloquio viene redatto processo verbale. Il requisito previsto da questa lettera non è richiesto per gli interessati che attestino di essere in possesso del certificato di idoneità rilasciato dal Ministero dei trasporti, ovvero di essere iscritti nell'apposito registro dell'ufficio trasporti funiviari della Provincia autonoma di Bolzano. N85 N81

2-bis. L'iscrizione nel registro prevista al comma 2 decade al compimento del settantesimo anno di età. N82

3. Il tecnico responsabile è nominato dal concessionario; in calce al foglio di nomina lo stesso dichiara la propria accettazione dell'incarico. La nomina ha efficacia con il benestare espresso dal SIF. La rinuncia all'incarico da parte del tecnico responsabile, ovvero la sostituzione su iniziativa del concessionario, è comunicata al SIF, oltre che all'interessato, almeno 2 mesi prima della cessazione dall'incarico. La sostituzione del tecnico responsabile può avvenire, previo benestare del SIF, derogando da questi termini, nel caso di comprovata necessità e di accordo fra le parti interessate, ovvero nel caso gravi inadempienze, da parte del concessionario o del tecnico responsabile, agli obblighi fissati dal presente regolamento, denunciate al SIF da una delle parti.

4. Il SIF può revocare il benestare di cui al precedente comma e richiedere con provvedimento motivato la sostituzione del tecnico responsabile, ove questo abbia dimostrato comprovata imperizia o negligenza nell'espletamento dei propri compiti; nello stesso provvedimento è fissato il termine di tempo entro il quale deve aver luogo la sostituzione.

5. Salvo motivi di forza maggiore, nel caso di sostituzione, l'atto di subentro è formalizzato mediante apposito verbale di consegna, sottoscritto da entrambi gli interessati e dal concessionario, nel quale il tecnico responsabile cessante può inserire informazioni sul decorso periodo di servizio dell'impianto, nonché avvertenze utili al subentrante in materia di sicurezza del servizio medesimo; “copia del suddetto verbale è custodito presso la sede del titolare e inviato alla struttura provinciale competente in materia di impianti a fune.” N86

5-bis. Per l'eventualità di una temporanea assenza od impedimento il tecnico responsabile nomina, con il benestare del concessionario, un sostituto in possesso dei requisiti di cui ai commi 1 e 2 del presente articolo cui affida temporaneamente le proprie funzioni, eventualmente precisando per iscritto gli adempimenti o avvertenze per il subentrante. Di tale nomina il tecnico responsabile dà tempestiva comunicazione scritta al SIF allegando la dichiarazione di accettazione dell'incarico da parte della persona nominata quale sostituto. N87

6. N59

7. N60

8. N61

 

Art. 3 - Personale addetto all'esercizio di impianti a fune, generalità e quantità

1. Il personale addetto alla conduzione degli impianti a fune deve garantire lo svolgimento sicuro e regolare dell'esercizio. Detto personale deve comprendere:

- il capo servizio;

- il macchinista;

- l'agente della stazione rinvio e di quella eventuale di transito;

- un congruo numero di agenti, in relazione alle caratteristiche dell'impianto, tenendo conto anche della stagionalità e di intesa con il tecnico responsabile. N62

Per gli impianti particolarmente complessi il SIF può richiedere che le mansioni di agente siano svolte da personale in possesso di qualifica di macchinista.

2. Nel regolamento di esercizio di ciascun impianto di cui all'art. 5, primo comma, è definita la consistenza normale del personale che deve essere presente sull'impianto per garantire un sicuro servizio. Al fine di assicurare la regolarità dell'esercizio, oltre al numero di persone di cui sopra, deve essere previsto personale sostituto, per tener conto delle assenze per riposo periodico, congedo o per malattia; possono essere previste variazioni rispetto alle condizioni normali di servizio dovute ad eventuali occasioni di servizio ridotto o speciale.

3. Tutto il personale addetto alle mansioni di sicurezza e di regolarità del servizio deve essere in possesso delle qualifiche di cui all'art. 9. N63

4. Il capo servizio può svolgere le mansioni proprie per più impianti a condizione che essi appartengano allo stesso concessionario, che facciano parte di un sistema come definito dall'art. 11, secondo comma, del D.P.G.P. 22 settembre 1987, n. 11, e

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18562 8727073
Allegato E - Scheda identificativa delle valanghe

N18

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18562 8727074
Allegato F - Elaborati facenti parti del P.I.S.T.E.

N18

Il piano di intervento per la sospensione temporanea dell’esercizio, denominato P.I.S.T.E., è composto dai seguenti elaborati tecnici:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18562 8727075
Allegato G - Elaborati facenti parte del P.I.D.A.V.

N18

Il piano di intervento per il distacco artificiale delle valanghe, denominato P.I.D.A.V., è composto dai seguenti elaborati tecnici:

a) relazione tecnico-illustrativa: descrive i tempi e le modalità di sospensione temporanea dell’esercizio nonc

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18562 8727076
Allegato H - Registro delle condizioni di sicurezza

N18

Il registro delle condizioni di sicurezza si compone delle seguenti schede:

 

ELENCO DEL PERSONALE IMPIEGATO

N39

Parte di provvedimento in formato grafico

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18562 8727077
Allegato I - Corsi abilitanti

N18

CORSO PER OSSERVATORE NIVOLOGICO

Il corso è finalizzato a fornire le nozioni di base relative alla tematica delle valanghe e della neve nonché le conoscenze necessarie al corretto rilevamento dei dati nivometeorologici.

Il corso verte sulle seguenti materie:

- meteorologia alpina, formazione ed evoluzione del manto nevoso, tipologia delle valanghe ed influenza del sovraccarico sul meccanismo di distacco, terreno da valanghe, strumenti di misura e metodi di osservazione, nozioni di autosoccorso e soccorso organizzato.

Titolo di studio richiesto per l’accesso al corso: diploma di scuola media inferiore Numero minimo di ore di insegnamento: __30__

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18562 8727078
Allegato J - Massimali minimi della polizza di assicurazione per la responsabilità civile prevista dall'articolo 40, comma 1-bis, della L.P.

N40

 

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18562 8727079
Allegato K - Massimali minimi della polizza di assicurazione per la responsabilità civile prevista dall'articolo 40, comma 1-ter, della L.P.

N40

 

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
18562 8727080
Allegato K-bis - Onorario dei collaudatori degli impianti a fune

N75

 

Importo opere elettromeccaniche da collaudare

(pari al 71% del costo convenzionale)

Onorari a percentuale

 

Categoria "S"

Categoria "M"

Categoria "C" e "B"

150.000

0,288

 

 

200.000

0,259

 

 

250.000

0,249

0,342

 

350.000

0,224

0,282

 

500.000

0,202

0,226

 

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Impiantistica
  • Norme tecniche
  • Impianti di sollevamento e a fune
  • Impianti di sollevamento e a fune

Autorizzazioni, vita tecnica e revisioni degli impianti funicolari aerei e terrestri

A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Impiantistica
  • Norme tecniche
  • Impianti di sollevamento e a fune
  • Impianti di sollevamento e a fune
  • Finanza pubblica
  • Provvidenze

Veneto: bando di finanziamento impianti di risalita per l’anno 2018

Il bando, rivolto a soggetti pubblici o piccole e medie imprese (PMI), assegna contributi in conto capitale destinati a nuovi impianti di risalita o a interventi di ammodernamento e innovazione tecnologica di impianti esistenti, comprese le opere di difesa dal pericolo valanghe e per la sicurezza idrogeologica inerenti gli impianti stessi. Le risorse previste ammontano a circa 4,5 milioni di euro e le domande vanno presentate entro il 22/10/2018.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Edilizia e immobili
  • Energia e risparmio energetico
  • Titoli abilitativi
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Impianti di riscaldamento e condizionamento
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Fonti alternative
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Impiantistica

Fonti rinnovabili negli edifici nuovi e ristrutturati: obblighi e decorrenze

A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Impiantistica
  • Edilizia e immobili
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili

Classificazione, regime e procedure per la realizzazione degli interventi edilizi

A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Mutui e finanziamenti immobiliari
  • Finanza pubblica
  • Edilizia e immobili
  • Provvidenze
  • Impianti sportivi
  • Agevolazioni

Contributi agli enti territoriali per gli impianti sportivi pubblici per il 2021

La misura prevede l’assegnazione di contributi agli enti territoriali per l’abbattimento degli interessi sui mutui per investimenti relativi a costruzione, ampliamento, attrezzatura, miglioramento, completamento e messa a norma di impianti sportivi e/o strumentali all'attività sportiva, anche a servizio delle scuole. La dotazione finanziaria complessiva è pari a 25 milioni di euro.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Provvidenze
  • Impianti sportivi
  • Norme tecniche
  • Impiantistica
  • Finanza pubblica
  • Edilizia e immobili
  • Impianti di sollevamento e a fune
  • Impianti di sollevamento e a fune

Lombardia, impianti di risalita e piste da sci: contributi per l'adeguamento e la sicurezza - Bando 2015

  • Terremoto Centro Italia 2016
  • Calamità/Terremoti
  • Protezione civile
  • Norme tecniche
  • Edilizia e immobili
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Costruzioni in zone sismiche

Contributi per la ripresa delle attività economiche e produttive nei territori colpiti dal sisma a far data dal 24/08/2016