FAST FIND : NR32821

Regolam. R. Campania 11/02/2010, n. 4

Regolamento per l'espletamento delle attività di denuncia dei lavori e di vigilanza per l'osservanza delle norme sismiche, ai fini della prevenzione del rischio sismico in Campania.

Testo coordinato con le modifiche introdotte da:
- Regolam. R. 27/07/2020, n. 9
- Reg. R. 09/03/2012, n. 2
- Reg. R. 21/02/2011, n. 2
- Delib. G.R. 14/02/2011, n. 45
- Delib
. G.R. 25/10/2010, n. 715

Scarica il pdf completo
1626486 6627029
[Premessa]



IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1626486 6627030
Capo I - Norme attuative per l’espletamento delle attività di autorizzazione, deposito e controllo dei progetti
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1626486 6627031
Art. 1 - Ambito di applicazione

N5

1. Il presente regolamento, tenuto conto del decreto del Presidente della Repubblica 6 giugno 2001, n. 380 (Testo unico delle disposizioni legislative e in materia edilizia), in attuazione della

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1626486 6627032
Art. 2 - Denuncia dei lavori

1. La denuncia dei lavori, consistente nell’istanza, nel progetto e nei relativi allegati, è presentata a cura del committente dei lavori, ovvero, nel caso di lavori da eseguire in proprio, a cura dello stesso costruttore.

1 bis. Il committente che denuncia i lavori comunica il proprio indirizzo di p.e.c., se in possesso, o indica un delegato, legittimato a ricevere la comunicazione, in possesso del medesimo. N6

2. In caso di lavori a committenza privata, è legittimato a presentare la denuncia dei lavori:

a) il titolare o il richiedente il titolo abilitativo; N7

b) N8

c) il proprietario dell’immobile oggetto dei lavori;

d) i soggetti altrimenti aventi titolo, ai sensi dell’

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1626486 6627033
Art. 2 bis - Autorizzazione sismica

N13

1. L’“Autorizzazione sismica” è obbligatoria per gli interventi “rilevanti” nei riguardi della pubblica incolumità di cui all’articolo 94 bis, comma 1, lettera a) del D.P.R. 380/2001 e quelli di cui all’articolo 4, comma 1, lettere c), d), e) della legge regionale 9/1983.

2. Gli interventi relativi alle nuov

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1626486 6627034
Art. 2 ter - “Attestazione di presentazione del progetto per gli interventi di minore rilevanza per la pubblica incolumità con le modalità di cui all’articolo 2, comma 10, della legge regionale n. 9/1983 previste per i lavori minori”

N13

1. Ai fini del presente regolamento sono considerati lavori minori ovvero interventi di "minore rilevanza" nei riguardi della pubblica incolumità quelli individuati dall’articolo 94 bis, comma 1, lettera b), del D.P.R. 380/2001, fatta eccezione per gli edifici e le opere infrastrutturali di cui alla lettera a), punto 3), comma 1 del predetto articolo.

2. I lavori minori ovvero interventi di "minore rilevanza" di cui al comma 1, sono soggetti al pr

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1626486 6627035
Art. 2 quater - Denuncia dei lavori per gli interventi privi di rilevanza nei riguardi della pubblica incolumità

N13

1. Per gli interventi privi di rilevanza nei riguardi della pubblica incolumità, di cui all’articolo 94 bis, comma 1, lettera c) del

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1626486 6627036
Art. 3 - Deposito sismico

N5

1. Il “Deposito sismico”, ai sensi del comma 3 dell’articolo 4 della legge regionale 9/1983, è previsto per gli interventi di cui all’articolo 1 della legge reg

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1626486 6627037
Art. 3 bis - Varianti non sostanziali

N13

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1626486 6627038
Art. 4 - Controllo sulla progettazione

1. “Il competente Ufficio” N11 svolge attività di controllo, con metodo a campione, sui progetti per i quali “ha rilasciato l’attestazione di “Deposito sismico” e l’Attestazione di presentazione del progetto per gli interventi di minore rilevanza per la pubblica incolumità con le modalità di cui all’articolo 2, comma 10, della legge regionale 9/1983 prevista per i lavori minori” N11.

2. Il campionamento avviene mediante sorteggio, da effettuarsi presso l’Ufficio competente, nella misura del sei per cento delle attestazioni di “Deposito sismico” e delle attestazioni di presentazione del progetto equivalente al provvedimento di “Autorizzazione sismica con le modalità di cui all’articolo 2, comma 10 della legge regionale 9/1983 prevista per i lavori minori ovvero per gli interventi di minore rilevanza per la pubblica incolumità”, emesse nel mese precedente, ovvero nella maggiore o minore percentuale da determinarsi con provvedimento del Dirigente preposto al coordinamento degli Uffici del Genio civile. Le estrazioni sono aperte al pubblico e sono effettuate entro il quinto giorno lavorativo di ogni mese con un sistema automatizzato, ove disponibile, ovvero manualmente. Delle predette operazioni di sorteggio è redatto apposit

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1626486 6627039
Art. 5 - Autorizzazione sismica

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1626486 6627040
Art. 6 - Controllo sulla realizzazione

1. Il Comune e “l’Ufficio” N11 del Genio civile competenti per territorio svolgono, ai sensi della legge regionale n. 9/1983, attività di controllo sulla realizzazione, finalizzate ad accertare che i lavori procedono in conformità alle norme vigenti per le costruzioni in zona sismica.

2. Fatto salvo quanto previsto dalla normativa vigente, i controlli sulla realizzazione sono effettuati “esclusivamente da tecnici dell’Ufficio del” N11 Genio civile competente per territorio, nel caso di lavori relativi a:

a) edifici di interesse strategico e opere infrastrutturali, di interesse statale e regionale, la cui funzionalità durante gli eventi sismici assume rilievo fondamentale per l

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1626486 6627041
Art. 7 - Attività di controllo sulla realizzazione effettuata dagli Uffici del Genio civile

N15

1. Nei casi di cui all’articolo 6, comma 2, lettere a) e b) il controllo sulla realizzazione è effettuato, con metodo a campione, sul trenta per cento dei provvedimenti di “autorizzazione sismica” emessi nel mese precedente “ovver

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1626486 6627042
Art. 8 - Attività di controllo sulla realizzazione effettuata dai Comuni

1. Nell’ambito delle proprie attività di vigilanza urbanistico-edilizia i Comuni “possono effettuare” N2 il controllo

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1626486 6627043
Art. 9 - Direzione dei lavori

1. Il direttore dei lavori informa preventivamente il collaudatore dell’inizio dei lavori strutturali, dell’esecuzione delle principali fasi costruttive e dell’ultimazione dei lavori strutturali. In caso di estrazione ai sensi dell’articolo 7, il direttore dei lavori è tenuto ad effettuare la comunicazione prevista all’articolo 7, comma 4.

2. Il direttore dei lavori deve:

a) vistare tutti gli elaborati progettuali allegati alla denuncia dei lavori, prima della presentazione della stessa;

b) assicurare la rispondenza dei lavori strutturali al progetto, fino alla loro ultimazione;

c) curare l’annotazione sul giornale dei lavori, anche mediante proprio delegato, dell’andamento dei lavori e delle verifiche che attengono alla statica delle strutture;

d) vistare periodicamente, ed in particolare nelle fasi più importanti dell’esecuzione, il predetto giornale e garantirne la regolare tenuta e la conservazione in cantiere, in uno con la “autorizzazione sismica” “o con l’attestazione di avvenuto “Deposito sismico” o con l’Attestazione di presentazione del progetto per gli interventi di minore rilevanza per la pubblica incolumità con le modalità di cui all’articolo 10, comma 2

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1626486 6627044
Art. 10 - Collaudo

1. Il collaudatore, “se previsto” N12 indicato dal committente nell’istanza di cui all’articolo 2, svolge la propria attività in corso d’opera, in osservanza della legge regionale n. 9/1983 e delle vigenti norme tecniche per le costruzioni nonché per le opere in cemento armato e a struttura metallica, di cui al decreto del Presidente della Repubblica n. 380/2001, e della legge n. 1086/1971.

2. Il collaudatore è tenuto a vistare gli elaborati progettuali allegati alla denuncia dei lavori, prima della presentazione “all’Ufficio” N11 competente per territorio. Con tale visto il collaudatore attesta di aver effettuato il controllo preventivo di cui all’articolo 5 della legge regionale n. 9/1983. “Inoltre, nel caso di Denuncia dei lavori, finalizzata al rilascio dell’Attestazione di presentazione del progetto per gli interventi di minore rilevanza per la pubblica incolumità con le modalità di cui all’articolo 2, comma 10, della legge regionale 9/1983 prevista per i lavori minori”, compila e sottoscrive l’apposito modello di asseverazione di cui al comma 4 dell’articolo 4, da allegare alla predetta denuncia dei lavori.” N19

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1626486 6627045
Art. 11 - Valutazione della sicurezza di costruzioni esistenti

1. La valutazione della sicurezza di una costruzione esistente è effettuata nei casi previsti dalle vigenti norme tecniche, al fine di stabilire se:

a) l’uso della costruzione può continuare senza interventi;

b) l’uso deve essere modificato “(declassamento, cambio di destinazione e/o imposizione di limitazioni e/o cautele nell’uso)” N12;

c) è necessario &ldqu

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1626486 6627046
Art. 12 - Certificato di idoneità statica e sismica

N5

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1626486 6627047
Art. 13 - Modulistica

1. Con proprio decreto il Dirigente preposto al coordinamento degli Uffici del Genio civile predispone:

a) i modelli dell’istanza di Denuncia dei lavori

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1626486 6627048
Art. 13 bis - Conferenza di servizi

N13

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1626486 6627049
Art. 13 ter - Sanzioni amministrative

N13

1. Per le sanzioni amministrative previste dalla legge regionale n. 9/1983, non pagate in misura ridotta, il Dirigente dell’Ufficio del Genio civ

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1626486 6627050
Art. 13 quater - Contributi per le denunce di lavori

N13

1. I contributi dovuti per le denunce dei lavori di cui all’

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1626486 6627051
Capo II - Disposizioni attuative per l’elaborazione e la predisposizione del fascicolo del fabbricato
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1626486 6627052
Art. 14 - Incremento volumetrico e adempimenti del committente

1. Il committente, nel caso in cui intenda realizzare gli incrementi volumetrici di cui all’articolo 4 della legge regionale 28 dicembre 2009, n. 19 (Misure urgenti per il rilancio economico, per la riqualificazione del patrimonio esistente, per la prevenzione del rischio sismico e per la semplificazione amministrativa) senza eseguire lavori che interessano strutture portanti ovvero eseguendo lavori strutturali che non presentano continuità strutturale con le opere preesistenti è tenuto a:

a) far redigere da un tecnico abilitato la valutazione della sicurezza prevista al punto 8.3 delle norme tecniche delle costruzioni approvate con

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1626486 6627053
Art. 15 - Composizione del fascicolo del fabbricato

1. Il fascicolo del fabbricato è documento obbligatorio in tutti i casi previsti dall’articolo 9 della legge regionale 19/2009. Esso consta di:

a) informazioni relative all’identificazione del fabbricato;

b) documentazione sulla sicurezza statica;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1626486 6627054
Art. 16 - Redazione del fascicolo del fabbricato

1. In sede di verifica il tecnico incaricato accerta la completezza della documentazione esistente in possesso del proprietario ed individua gli accertamenti necessari. Qualora, nel corso della valutazione, emerga la

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1626486 6627055
Art. 17 - Obbligo di comunicazione e consegna

1. Il committente dei lavori a farsi, ovvero il proprietario dell’immobile di cui si intende effettuare il cambio di destinazione d’uso, comunica al Comune competente per territorio, a pena di inefficacia del titolo abilitativo edilizio, l’avvenuta redazione del

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1626486 6627056
Capo III - Disposizioni finali
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1626486 6627057
Art. 18 - Disposizioni finali

1. I Comuni destinatari, in forma singola o associata, dei trasferimenti di attività e funzioni ai sensi dell’articolo 4 bis della legge regionale n. 9/1983 sono tenuti al rispetto del presente regolamento e delle disposizioni di attuazione e delle direttive emanate dalla Giunta regionale e dal Dirigente preposto al coordinamento degli Uffici del Genio Civile. N10

2. Per appalti di lavori pubblici è consentito effettuare la denuncia dei lavori omettendo l’indicazione del costruttore “del direttore dei lavori e del collaudatore” N12 nelle more del completamento dell

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1626486 6627058
Art. 19 - Disposizioni transitorie

N1



IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Edilizia e immobili
  • Norme tecniche
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Costruzioni in zone sismiche

Disciplina delle costruzioni in zone sismiche

ZONE SISMICHE IN ITALIA E NORME TECNICHE - NORME TECNICO-AMMINISTRATIVE E AMBITO DI APPLICAZIONE (Adempimenti per costruzioni in zone sismiche nel Testo unico dell’edilizia; Generalità sugli interventi soggetti agli obblighi; Classificazione interventi in base alla pericolosità; Precisazioni della giurisprudenza sull’ambito applicativo) - ADEMPIMENTI PER LE OPERE IN ZONA SISMICA (Soggetti tenuti agli adempimenti; Denuncia dei lavori in zona sismica; Autorizzazione sismica; Certificazione in caso di sopraelevazione; Disciplina per le zone sismiche di nuova classificazione; Eliminazione di barriere architettoniche) - AGEVOLAZIONI PER LA MESSA IN SICUREZZA SISMICA (C.D. “SISMABONUS”) - VIGILANZA E SANZIONI, ILLECITI “ANTISISMICI” (Vigilanza; Sanzioni (illeciti antisismici); Prescrizione degli illeciti antisismici).
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Costruzioni in zone sismiche
  • Imposte sul reddito
  • Agevolazioni per interventi di ristrutturazione e antisismici
  • Norme tecniche
  • Fisco e Previdenza

Sismabonus, classificazione del rischio sismico delle costruzioni e attestazione

A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Edilizia e immobili
  • Abusi e reati edilizi - Condono e sanatoria
  • Piano Casa
  • Standards

Requisiti igienico-sanitari nelle costruzioni

A cura di:
  • Studio Groenlandia
  • Costruzioni in zone sismiche
  • Norme tecniche

La classificazione sismica di tutti i comuni italiani dal 1927 a oggi

A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Edilizia e immobili
  • Norme tecniche
  • Costruzioni
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Attività in cantiere (direzione lavori, collaudo, coordinamento sicurezza, ecc.)

Opere strutturali: progetto, denuncia, direzione dei lavori e collaudo

PREMESSA - OPERE INTERESSATE, OBBLIGHI, ABILITAZIONI E RESPONSABILITÀ (Opere strutturali soggette agli obblighi - Abilitazioni e responsabilità) - PROGETTO ESECUTIVO DELLE STRUTTURE (Generalità e normativa di riferimento; Contenuti del progetto delle strutture e relazioni specialistiche; Validazione output del software di calcolo strutturale; Valutazione indipendente dei calcoli strutturali) - DENUNCIA OBBLIGATORIA DELLE OPERE STRUTTURALI (Cosa debba intendersi per “inizio dei lavori”; Presentazione della denuncia e ufficio competente; Contenuti della denuncia; Casi particolari) - DIREZIONE DEI LAVORI DELLE OPERE STRUTTURALI (Documentazione da conservare a cura del direttore dei lavori; Rilievi del direttore dei lavori sul progetto strutturale, come operare; Gli assistenti del direttore dei lavori e le altre figure di cantiere; Verifiche periodiche e controlli eseguiti dal direttore dei lavori; La relazione del direttore dei lavori a strutture ultimate; Cessazione dell’incarico del direttore dei lavori durante la realizzazione) - COLLAUDO STATICO (COLLAUDO DELLE OPERE STRUTTURALI) (Nomina del collaudatore statico, eventuale terna da richiedere all’Ordine; Oggetto del collaudo statico; Accettazione e svolgimento del collaudo statico, compiti del collaudatore) - SCHEMA RIEPILOGATIVO DEGLI ADEMPIMENTI - VIGILANZA E SANZIONI (Vigilanza; Sanzioni).
A cura di:
  • Alfonso Mancini