FAST FIND : GP450

Sent.C. Cass. 29/03/1996, n. 2942

43644 43644
1. Consulente tecnico d'ufficio - Compenso - Perito nominato in controversia per determinazione indennità di espropriazione - Opposizione al provvedimento di liquidazione del compenso - Legittimazione dell'espropriante e non del Prefetto. 2. Consulente tecnico d'ufficio - Compenso - Perito nominato in controversia per determinazione indennità di espropriazione - Determinazione del compenso ex art. 13 tabella D.P.R. 1988 n. 352. 3. Consulente tecnico d'ufficio - Compenso - Opposizione alla liquidazione - Unico consulente autorizzato ad avvalersi di ausiliari - Non è incarico collegiale.
1. Nel procedimento concernente la nomina di un perito per la determinazione delle indennità dovute ai proprietari degli immobili espropriati ai sensi dell'art. 32 L. 25 giugno 1865 n. 2359 e nel subprocedimento avente ad oggetto la liquidazione del compenso al perito stesso (art. 11 L. 8 luglio 1980 n. 319), è parte in senso proprio l'espropriante, a cui carico sono le spese relative (art. 37 legge n. 2359 del 1865), e non il Prefetto, il quale non è portatore di specifico interesse di natura economica in ordine alla distribuzione delle spese inerenti all'espropriazione ed interviene in determinati momento della procedura solo nell'esplicazione di una peculiare competenza funzionale correlata all'interesse generale ed all'osservanza della legge. 2. Ai fini della liquidazione dell'onorario per una perizia a norma dell'art. 32 L. 25 giugno 1865 n. 2359, avente per oggetto la determinazione dell'indennità da corrispondere ai proprietari dei terreni da espropriare, va applicato l'art. 13 Tabelle approvate con D.P.R. 27 giugno 1988 n. 352, attinente alla materia dell'estimo - dovendo la suddetta indennità, nel sistema della legge n. 2359 del 1865, essere determinata esclusivamente in base al valore dell'immobile - e non l'art. 11 attinente alla materia delle costruzioni edilizie ed altro, anche se il perito abbia compiuto attività, incidentali e strumentali, di ricerca e di studio in ordine a lottizzazioni edilizie, servizi generali ed opere di urbanizzazione primarie, potendo tali aspetti acquisire rilevanza solo in sede di apprezzamento della complessità e del pregio dell'attività del perito. 3. In tema di opposizione alla liquidazione del compenso a periti e consulenti tecnici, la collegialità dell'incarico (art. 6 L. 8 luglio 1980 n. 319) postula la pluralità delle persone incaricate, le quale congiuntamente assumano la responsabilità del lavoro peritale e sempre congiuntamente ne esprimano il risultato; tale collegialità non ricorre quando l'unico consulente incaricato sia stato autorizzato ad avvalersi dell'opera di ausiliari, la cui attività non assume autonoma rilevanza esterna ed il cui costo rientra nell'ambito delle spese legittimamente sostenute dall'unico consulente, che a lui devono essere rimborsate.

1a. Come nota 1a. a Cass. 8 febbraio 1996 n. 1014.R
L. 25 giugno 1865 n. 2359, artt. 32 e 37[R=L25G65,A=32]; L. 8 luglio 1980 n. 319, art. 11R; D.P.R. 27 luglio 1988 n. 352, artt. 11 e 13R

Dalla redazione

  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Tutela ambientale
  • Inquinamento atmosferico
  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali

Contributi a enti locali e regioni per la realizzazione di piste ciclabili - 2021

La misura prevede la concessione di contributi a comuni, città metropolitane, province e regioni per l’abbattimento degli interessi sui mutui relativi ad investimenti per la realizzazione di piste ciclabili. La dotazione finanziaria complessiva è pari a 4 milioni di euro.
A cura di:
  • Emanuela Greco
  • Mutui e finanziamenti immobiliari
  • Finanza pubblica
  • Edilizia e immobili
  • Impianti sportivi
  • Provvidenze
  • Agevolazioni

Contributi agli enti territoriali per gli impianti sportivi pubblici per il 2021

La misura prevede l’assegnazione di contributi agli enti territoriali per l’abbattimento degli interessi sui mutui per investimenti relativi a costruzione, ampliamento, attrezzatura, miglioramento, completamento e messa a norma di impianti sportivi e/o strumentali all'attività sportiva, anche a servizio delle scuole. La dotazione finanziaria complessiva è pari a 25 milioni di euro.
A cura di:
  • Emanuela Greco
  • Agevolazioni
  • Edilizia residenziale
  • Provvidenze
  • Finanza pubblica
  • Edilizia e immobili

Abruzzo: 8 milioni per programmi integrati di edilizia residenziale sociale

A cura di:
  • Anna Petricca
  • Urbanistica
  • Commercio e mercati
  • Finanza pubblica
  • Provvidenze

Lazio: incentivi per la riqualificazione dei mercati su aree pubbliche

A cura di:
  • Anna Petricca
  • Finanza pubblica
  • Provvedimenti di proroga termini

D.L. “Milleproroghe” 183/2020 (L. 21/2021), tutte le disposizioni di interesse tecnico

A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Inquinamento atmosferico
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali

Specifiche tecniche uniformi per i veicoli a motore

  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Inquinamento atmosferico

Emissioni veicoli - Obblighi di comunicazione dei costruttori

  • Energia e risparmio energetico
  • Efficienza e risparmio energetico

Impianti di riscaldamento e condizionamento - Sistemi di automazione e controllo

  • Efficienza e risparmio energetico
  • Energia e risparmio energetico

Punti di ricarica edifici non residenziali

  • Energia e risparmio energetico
  • Norme tecniche
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Macchine e prodotti industriali

Ecodesign sorgenti luminose e unità di alimentazione separate