FAST FIND : NN11978

L. 25/11/1962, n. 1684

Provvedimenti per l'edilizia, con particolari prescrizioni per le zone sismiche.

Testo coordinato con le modifiche introdotte da:
- L. 5/11/1964, n. 1224

Scarica il pdf completo
852453 4200878
TITOLO I – DISPOSIZIONI GENERALI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
852453 4200879
Art. 1. - Opere disciplinate dalla legge

Alle norme tecniche di edilizia con speciali prescrizioni per le località colpite dai terremoti, di cui al regio decreto-legge 22 novembre 1937, n. 2105

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
852453 4200880
Art. 2. - Norme tecniche generali

Le norme di cui agli articoli 3 e 4 della presente legge sono applicabili in tutti i Comuni del territorio della Repubblica.

Per i Comuni, o loro parti, soggetti ad intensi movimenti sismici, si applicano, altresì, le norme tecniche contenute ne

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
852453 4200881
Art. 3. - Tipo delle strutture da adottare negli edifici pubblici e privati

Gli edifici pubblici o privati con sette o più piani, entro e fuori terra, debbono essere costruiti con ossatu

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
852453 4200882
Art. 4. - Norme tecniche di buona costruzione

In qualsiasi opera edilizia debbono essere osservate le buone regole dell'arte del costruire. In particolare:

a) è vietato costruire edifici su terreni sedi di frane in atto o potenziali, o sul confine fra terreni di differenti caratteristiche meccaniche. Nei suoli in pendio, è consentita la sistemazione a ripiani, i quali debbono avere larghezza adeguata al loro dislivello ed alla particolare consistenza dei terreni;

b) le fondazioni, ove possibile, devono posare su roccia lapidea opportunamente sistemata in piani orizzontali e denudata dal cappellaccio, ovvero incassate in rocce sciolte correnti, purché di buona consistenza ed opportunamente protette dall'azione delle acque.

Quando non sia possibile raggiungere i terreni di cui sopra e si debba fondare su terreni di riporto o, comunque, su terreni sciolti incoerenti, si debbono adottare i mezzi più appropriati suggeriti dalla tecnica e dall'arte di costruire per ottenere una sufficiente fondazione, tenendo opportuno conto dell'esecuzione della falda freatica sotterranea.

Il piano di ap

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
852453 4200883
TITOLO II - NORME PER LE LOCALITÀ SISMICHE DI PRIMA E SECONDA CATEGORIA
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
852453 4200884
CAPO I - Nuove costruzioni
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
852453 4200885
Art. 5. - Terreni edificatori

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
852453 4200886
Art. 6. - Larghezza delle strade e degli intervalli d'isolamento

Le nuove strade, anche se in prolungamento di strade esistenti, devono essere larghe non meno di metri dieci.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
852453 4200887
Art. 7. - Altezza massima degli edifici e numero dei piani

Per la 1ª categoria:

L'altezza dei nuovi edifici, rappresentata dalla massima differenza di livello tra la linea di gronda ed il terreno, ovvero, ove esista, il piano del marciapiede stradale nell'immediata vicinanza degli edifici stessi, non può superare nell

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
852453 4200888
Art. 8. - Altezze degli edifici, in relazione alla larghezza delle strade e degli intervalli d'isolamento

Le nuove costruzioni devono avere verso la strada su cui prospettano l'altezza non maggiore di due volte la larghezza della strada stessa.

Nei fabbricati in angolo su strade di diversa larghezza è consentito nel fronte sulla strada più stretta e per uno sviluppo, a partire dall'angolo, pari alla larghezza della strada su cui prospetta, una altezza eguale a quella consentita dalla strada più larga.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
852453 4200889
Art. 9. - Sistemi costruttivi

Gli edifici possono essere costruiti con muratura non intelaiata ovvero con strutture atte a resistere contemporaneamente a tutte le sollecitazioni.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
852453 4200890
Art. 10. - Requisiti delle costituzioni non intelaiate

Per la 1ª categoria:

È consentita la costruzione non intelaiata di edifici fino a due piani oltre ad un piano seminterrato o cantinato.

Per detti edifici deve adottarsi la muratura di mattoni o di blocchi squadrati, gli uni e gli altri pieni, confezionata con malta cementizia.

Per gli edifici ad un solo piano, oltre al seminterrato o cantinato, è consentita la muratura di pietrame listata e malta cementizia.

Tali edifici debbono corrispondere inoltre alle seguenti condizioni:

a) devono essere di altezza fuori terra non superiore a metri 7,50 se a due piani e non superiore a metri 1,60 se ad un solo piano.

Dette altezze debbono essere misurate con i criteri di cui al precedente articolo 7;

b) i muri maestri (e cioè i perimetrali, quelli interni trasversali e, nei corpi di fabbrica multipli, quelli longitudinali interni o di spina) debbono essere collegati e ben ammorsati tra loro.

Debbono inoltre intersecarsi a distanze non superiori a metri 6,00 da asse ad asse. Ove ciò non fosse possibile dovrà essere adottata la struttura intelaiata.

c) lo spessore dei muri m

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
852453 4200891
Art. 11. - Requisiti delle costruzioni intelaiate

L'intelaiatura portante deve essere incastrata nel telaio orizzontale di base, il quale a sua volta deve essere di norma incassato nel terreno naturale.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
852453 4200892
Art. 12. - Calcoli di stabilità

Per la 1ª categoria:

Nei calcoli di stabilità degli edifici con intelaiatura in cemento armato o metallica, ovvero eseguiti con i sistemi costruttivi di cui al secondo comma dell'articolo 3, o di quelli ammissibili ai sensi del primo comma dell'articolo 9, si debbono considerare le seguenti forze agenti sulle strutture resistenti dell'edificio: N2

a) il peso proprio delle varie parti ed il sopraccarico accidentale, distribuito in modo da produrre in ogni elemento le condizioni di carico più sfavorevoli;

b) forze orizzontali applicate ai baricentri delle masse delle varie parti dell'edificio dipendenti dalle accelerazioni sismiche.

Bisogna prevedere che tali forze siano comunque dirette sul piano orizzontale. Le strutture devono essere dimensionate in relazione alle sollecitazioni massime.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
852453 4200893
Art. 13. - Modalità esecutive delle costruzioni

A) Fondazioni.

Le fondazioni debbono essere sempre sufficientemente profonde, o dirette o su pali armati per impegnate zone di terreno convenientemente costipato e comunque di masse tali da resistere alle sollecitazioni sismiche.

Le fondazioni debbono realizzare un saldo collegamento della fabbrica col terreno, debbono essere costituite da strutture continue e non essere mai appoggiate sui terreni di riporto o comunque fortemente cedevoli, salvo il caso di platea generale.

In tal caso la platea deve, avere elevata la rigidezza, possibilmente con travi-pareti, in modo da ridurre il pericolo di cedimenti differenziali.

Quando l'edificio è costituito sopra un terreno sistemato a ripiani mediante riporto di materie, le fondazioni debbono essere spinte lino al terreno di sedimeoriginario ed elevato fino al piano di sistemazione definitiva.

I muri di fondazione degli edifici non intelaiati debbono essere costruiti in getto di conglomerato cementizio ovvero la pietra spezzata, senza listatura, con malta idraulica, o cementizia.


B) Muratura in elevazione.

La muratura degli edifici deve essere eseguita con malta cementizia e con mattoni o blocchi di pietra naturale od artificiale, di forma parallelepipeda rettangolare ed a superfici scabre.

È consentito l'impiego di pietra spezzata per la muratura – quando questa sia listata cioè interrotta da corsi orizzontali di mattoni o da fasce continue di pietra di forma parallelepipeda rettangolare o di conglomerato cementizio distanti non più di centimetri 80 fra loro, da asse ad asse. Tanto i corsi come le fasce debbono, essere estesi a tutto lo spessore del muro ed avere la altezza non inferiore a centimetri 12.


C) Strutture a sbalzo.

In generale non sono ammesse strutture a sbalzo; tuttavia sono consentiti i protendimenti dei tetti e dei cornicioni fino allo aggetto massimo di metri 1,00. Per i balconi tale misura può essere elevata fino a metri 1.50, purché le strutture in aggetto siano solida

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
852453 4200894
Art. 14. - Costruzione in legno

Le costruzioni in legno sono ammesse sul tanto per gli etilici la cui altezza non sia superiore a metri 7 ed abbiano da tutti i lati una zona libera di

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
852453 4200895
Art. 15. - Osservanza delle disposizioni vigenti per l'accettazione dei materiali e l'esecuzione delle opere

Per l'accettazione di tutti i materiali, dei leganti idraulici, delle calci aeree, de

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
852453 4200896
Art. 16. - Le norme di cui agli articoli precedenti sono inderogabili

Tuttavia, in casi dei tutto eccezionali, allorché trattasi di edificio pubblico o di uso pubblico, purché non adibito a lungo di riunione o destinato anche ad abitazione, oppure di edifici industriali, possono essere concesse deroghe riguardo alle altezze degli edifici s

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
852453 4200897
Capo II - NUOVE COSTRUZIONI NEI CENTRI ABITATI ESISTENTI, RICOSTRUZIONI E SOPRAELEVAZIONI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
852453 4200898
Art. 17. - Altezza degli edifici in relazione alla larghezza delle strade e degli intervalli di isolamento

Quando non esistono piani regolatori e regolamenti edilizi, le ricostruzioni e le nuove costruzi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
852453 4200899
Art. 18. - Sistemi costruttivi - Divieti - Eccezioni

Per la 1ª categoria:

Le ricostruzioni e le nuove costruzioni di cui al precedente articolo 17 devono eseguirsi con tutte le norme del capo I e con quelle dei seguenti articoli.

Dette ricostruzioni e nuove costruzioni però sono vietate allorché il terreno di fondazione non offra le garanzie stabilite dall'articolo 5 per l'impianto di nuove costruzioni.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
852453 4200900
Art. 19. - Sopraelevazioni

Per la 1ª categoria:

La sopraelevazione di un piano in edifici che non siano stati già precedentemente sopraelevati può essere consentita solo quando la struttura esistente, unitamente a quella della sopraelevazione, costituisca un complesso che corrisponde alle prescrizioni delle presenti norme.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
852453 4200901
Capo III - RIPARAZIONI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
852453 4200902
Art. 20. - Criteri generali - Divieti ed eccezioni

La riparazione degli edifici danneggiati dev'essere diretta a conseguire condizioni di stabilità migliori di quelle preesistenti al terremoto, al fine di assicurare una maggiore resistenza degli edifici all'eventuale ripetersi delle scosse.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
852453 4200903
Art. 21. - Edifici non interamente distrutti

Per gli edifici non interamente distrutti o demoliti sono applicabili le norme per le

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
852453 4200904
Art. 22. - Modalità esecutive per le riparazioni degli edifici non intelaiati

Le disposizioni del presente articolo si applicano soltanto a quegli stabili che siano suscettibili di riparazioni organiche ai sensi dell'articolo 20. I criteri tecnici da seguire nelle riparazioni, sono stabiliti, caso per caso, tenute presenti le condizioni generali dei fabbricati e specialmente quelle riguardanti le strutture portanti di essi e del loro organismo generale. In ogni caso debbono essere osservate le seguenti disposizioni:

1) i fabbricati che abbiano fondazioni lesionate od insufficienti possono essere riparati solo quando le fondazioni stesse siano suscettibili di riparazioni o di rinforzi;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
852453 4200905
Art. 23. - Validità esecutive per le riparazioni degli edifici intelaiati

Le membrature degli edifici intelaiati che presentino lesioni tali da renderle inutil

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
852453 4200906
Art. 24. - Edifici di speciale importanza artistica

Per l'esecuzione di qualsiasi lavoro di riparazione in edifici o manufatti di caratte

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
852453 4200907
CAPO IV. - VIGILANZA SULLE COSTRUZIONI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
852453 4200908
Art. 25. - Denunzia dei lavori, presentazione ed esame dei progetti

Nelle località sismiche di cui agli articoli 5 e seguenti della presente legge, chiunque intende procedere a nuove costruzioni, riparazioni e ricostruzioni, è tenuto a darne preavviso scritto, notificato a mezzo del messo comunale o mediante lettera raccomandata con ricevuta di ritorno, contemporaneamente, al sindaco ed all'Ufficio del genio civile competente, indicando il proprio domicilio, il nome e la residenza del progettista, del direttore dei lavori e dell'appaltatore.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
852453 4200909
Art. 26. - Autorizzazione per l'inizio dei lavori

Fermo restando l'obbligo della licenza di costruzione prevista dalla vigente legge ur

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
852453 4200910
Art. 27. - Registro delle denunzie dei lavori

In ogni Comune deve essere tenuto un registro delle denunzie dei lavori di cui all'ar

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
852453 4200911
Art. 28. - Sanzioni

Chiunque non ottemperi alle prescrizioni contenute nella presente legge o alle prescr

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
852453 4200912
Art. 29. - Accertamento delle violazioni

Gli ufficiali ed agenti indicati nell'articolo 38, appena accertato un fatto costitue

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
852453 4200913
Art. 30. - Sospensione dei lavori

L'ingegnere capo del Genio civile, contemporaneamente agli adempimenti di cui all'articolo precedente, ordina, con decreto motivato, notificato a mezzo di messo

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
852453 4200914
Art. 31. - Procedimento

Se nel corso del procedimento penale, il pretore ravvisa la necessità di ulteriori accertamenti tecnici, nom

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
852453 4200915
Art. 32. - Esecuzione d'ufficio

Qualora il condannato non ottemperi all'ordinamento all'ordine o alle prescrizioni di

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
852453 4200916
Art. 33. - Competenza del provveditore alle opere pubbliche

Qualora il reato sia estinto per qualsiasi causa, l'ordine di demolizione o le prescr

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
852453 4200917
Art. 34. - Comunicazione del provvedimento al Genio civile

Copia della sentenza irrevocabile o del decreto esecutivo emessi in base alle precede

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
852453 4200918
Art. 35. - Modalità per le esecuzioni di ufficio

Per gli adempimenti demandati al Genio civile a norma dell'articolo 32 è iscritta annualmente, in apposito capitolo dello stato di previsione della spesa del Ministero dei lav

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
852453 4200919
Art. 36. - Provvedimenti sostitutivi del prefetto

Quando concorrano ragioni di particolare gravità ed urgenza, il prefetto pu&og

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
852453 4200920
Art. 37. - Utilizzazione di edifici

Il rilascio da parte dei prefetti della licenza d'uso per gli edifici costruiti in ce

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
852453 4200921
Art. 38. - Vigilanza per l'osservanza delle norme tecniche

Nelle località sismiche di cui all'articolo 2, secondo e quarto comma, della presente legge, gli ufficiali di polizia giudiziaria, i funziona

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
852453 4200922
TITOLO IV. - DISPOSIZIONI TRANSITORIE E FINALI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
852453 4200923
Art. 39. - Costruzioni in corso

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
852453 4200924
Art. 40. - Costruzioni eseguite col sussidio dello Stato

L'inosservanza delle norme della presente legge, nel caso di edifici per i quali sia stato già concesso il sussidio dello Stato, importa, oltre le sanzioni penali, anche la decadenza dal beneficio del sussidio statale, qualora l'interessato non si sia attenuto alle prescrizioni di cui all'ultimo comma dell'articolo 31.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
852453 4200925
Art. 41. - Approvazione dei progetti ai fini della concessione di sussidi statali

L'approvazione dei progetti di riparazione, di ricostruzione e di nuova costruzione,

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
852453 4200926
Art. 42. - Opere eseguite a cura del Genio militare

Le disposizioni contenute negli articoli dal 25 al 40 della presente legge non si app

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
852453 4200927
Art. 43. -Entrata in vigore della legge

La presente legge entra in vigore il giorno stesso della sua pubblicazione nella Gazz

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
852453 4200928
Elenco dei Comuni e frazioni e parti di Comune nei quali è obbligatoria l'osservanza delle norme tecniche di edilizia per le località sismiche della 1ª e della 2ª categoria

Parte di provvedimento in formato grafico

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Costruzioni in zone sismiche
  • Norme tecniche

La classificazione sismica di tutti i comuni italiani dal 1927 a oggi

A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Costruzioni
  • Norme tecniche

Normativa tecnica per le costruzioni

QUADRO LEGISLATIVO E NORME TECNICHE PER LE COSTRUZIONI (NTC) VIGENTI (Norme legislative sulle costruzioni e sulle strutture; Norme tecniche per le costruzioni (NTC) vigenti; Appendici nazionali agli Eurocodici strutturali) - ULTERIORI RIFERIMENTI TECNICI “DI COMPROVATA VALIDITÀ” (Generalità; Documenti Consiglio superiore dei lavori pubblici e CNR) - EUROCODICI STRUTTURALI (Che cosa sono gli Eurocodici strutturali; Elenco degli Eurocodici; Formato e impostazione degli Eurocodici; Applicabilità degli Eurocodici e rapporti con le NTC nazionali, Appendici nazionali) - ADEMPIMENTI TECNICO-AMMINISTRATIVI PER LE OPERE STRUTTURALI - NORMATIVA TECNICA PER LE COSTRUZIONI DAL 1907 A OGGI (Normativa tecnica per le costruzioni del Regno d’Italia; Normativa tecnica per le costruzioni in cemento armato e a struttura metallica; Normativa tecnica per le costruzioni in zone sismiche; Normativa tecnica per altre costruzioni e strutture; Testo unitario delle Norme tecniche per le costruzioni (NTC, a partire dal 2005).
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Costruzioni in zone sismiche
  • Imposte sul reddito
  • Agevolazioni per interventi di ristrutturazione e antisismici
  • Norme tecniche
  • Fisco e Previdenza

Sismabonus, classificazione del rischio sismico delle costruzioni e attestazione

A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Edilizia e immobili
  • Norme tecniche
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Costruzioni in zone sismiche

Disciplina delle costruzioni in zone sismiche

ZONE SISMICHE IN ITALIA E NORME TECNICHE - NORME TECNICO-AMMINISTRATIVE E AMBITO DI APPLICAZIONE (Adempimenti per costruzioni in zone sismiche nel Testo unico dell’edilizia; Generalità sugli interventi soggetti agli obblighi; Classificazione interventi in base alla pericolosità; Precisazioni della giurisprudenza sull’ambito applicativo) - ADEMPIMENTI PER LE OPERE IN ZONA SISMICA (Soggetti tenuti agli adempimenti; Denuncia dei lavori in zona sismica; Autorizzazione sismica; Certificazione in caso di sopraelevazione; Disciplina per le zone sismiche di nuova classificazione; Eliminazione di barriere architettoniche) - AGEVOLAZIONI PER LA MESSA IN SICUREZZA SISMICA (C.D. “SISMABONUS”) - VIGILANZA E SANZIONI, ILLECITI “ANTISISMICI” (Vigilanza; Sanzioni (illeciti antisismici); Prescrizione degli illeciti antisismici).
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Norme tecniche
  • Costruzioni
  • Costruzioni in zone sismiche

Interventi su edifici esistenti in base alle norme tecniche per le costruzioni (NTC 2018)

CLASSIFICAZIONE DEGLI INTERVENTI STRUTTURALI SU EDIFICI ESISTENTI (Edifici esistenti ai fini delle NTC 2018; Interventi strutturali volontari o necessari; Interventi strutturali e non strutturali; Categorie di interventi strutturali su edifici esistenti, criteri e modalità di intervento) - VALUTAZIONE DELLA SICUREZZA E INTERVENTI SU EDIFICI ESISTENTI (Che cos’è la valutazione della sicurezza di una costruzione; Quando è obbligatorio procedere alla valutazione della sicurezza; Scopo e oggetto della valutazione della sicurezza; Verifiche da eseguire in caso di interventi non dichiaratamente strutturali; Elementi e criteri generali per l’esecuzione della valutazione della sicurezza; Esito della valutazione della sicurezza) - CLASSI D’USO DELLE COSTRUZIONI ED INTERVENTI SULL’ESISTENTE (Mutamento della classe d’uso dell’edificio ed eventualità di intervento strutturale; Individuazione della corretta classe d’uso; Specifica sulle classi d’uso III e IV; Patrimonio storico, artistico e culturale; Cambio di classe d’uso in aumento e intervento strutturale; Classificazione degli ambienti ai fini dei sovraccarichi) - SCHEMA GRAFICO RIEPILOGATIVO.
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Norme tecniche
  • Macchine e prodotti industriali
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Energia e risparmio energetico

Ecodesign apparecchi di refrigerazione

  • Energia e risparmio energetico
  • Macchine e prodotti industriali
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Norme tecniche

Ecodesign apparecchi riscaldamento d'ambiente a combustibile solido

  • Norme tecniche
  • Energia e risparmio energetico
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Macchine e prodotti industriali

Ecodesign apparecchiature di saldatura

  • Norme tecniche
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Macchine e prodotti industriali
  • Energia e risparmio energetico

Ecodesign motori elettrici e variatori di velocità

  • Macchine e prodotti industriali
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Energia e risparmio energetico
  • Norme tecniche

Ecodesign motori elettrici e variatori di velocità