FAST FIND : NN17152

D. Min. Infrastrutture e Trasp. 08/10/2019, n. 430

Archivio Informatico Nazionale delle Opere Pubbliche (AINOP).
Scarica il pdf completo
5850286 5905187
[Premessa]

Il Ministro delle infrastrutture e dei trasporti


Vista la legge 16 novembre 2018, n. 130, di conversione, con modificazioni, del decreto-legge n. 109 del 28 settembre 2018 recante “Disposizioni urgenti per la città di Genova, la sicurezza delle rete nazionale delle infrastrutture e dei trasporti, gli eventi sismici del 2016 e 2017, il lavoro e le altre emergenze” ed, in particolare, all’articolo 13 di quest’ultimo:

- il comma 1, che istituisce presso il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti (MIT) l’Archivio Informatico Nazionale delle Opere Pubbliche (di seguito AINOP);

- il comma 5, secondo cui, con decreto del Ministro delle infrastrutture e d

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5850286 5905188
Art. 1 - (Finalità)

1. Il presente decreto realizza l’archivio informatico nazionale delle opere pubbliche.

2. Il presente decreto ha lo scopo di def

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5850286 5905189
Art. 2 - (Modalità di alimentazione dell’AINOP)

1. Le Regioni, Le Province autonome di Trento e di Bolzano, gli Enti Locali, ANAS, Rete Ferroviaria Italiana S.p.A., le società di gestione di concessioni autostradali e aeroportuali, i concessionari di derivazione, i Provveditorati interregionali alle opere pubbliche, l’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile, le Autorità di sistema portuale e logistico. L’Agenzia del demanio e i soggetti che a qualsiasi titolo gestiscono o detengono dati, informazioni e documenti riferiti ad un’opera pubblica o all’esecuzione di lavori pubblici di propria competenza, alimentano l’AINOP con i contenuti di cui all’Allegato Tecnico A, di seguito “Allegato A”, parte integrante del presente decreto. Nel caso in cui tali dati siano già in possesso di una Amministrazione Pubblica centrale, essi vengono acquisiti automaticamente da AINOP.

2. Ai fini dell’attuazione del comma 5 dell’

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5850286 5905190
Art. 3 - (Tavolo tecnico permanente)

1. Al fine di coordinare il processo e le modalità di alimentazione dell’AINOP e garantire il rispetto delle tempistiche di cui all’art. 2, è istituito presso il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti un Tavolo tecnico permanente, i cui Membri sono nominati entro sessanta (60) giorni dall’entrata in vigore del presente decreto con provvedimento del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti.

2. Il Tavolo tecnico permanente di cui al comma 1 è presieduto dal Direttore Generale per i sistemi informativi e statistici ed è composto dal Presidente del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici, dal Direttore Generale per le strade e le autostrade e per la vigilanza e la sicurezza nelle infrastrutture stradali, dal Direttore Generale per il trasporto e le infrastrutture ferroviarie, dal Direttore Generale per i sistemi di trasporto ad impianti fissi e il trasporto pubblico locale, dal Direttore Generale per la vigilanza sulle autorità portuali, le infrastrutture portuali ed il trasporto marittimo e per via d’acqua interne, dal Direttore Generale per gli aeroporti ed il trasporto aereo, dal Direttore Generale per l’edilizia statale e gli interventi speciali, dal Direttore Generale per le dighe e le infrastrutture idriche ed elettriche, dal Presidente dell’Agenzia nazionale per la sicurezza delle ferrovie e delle infrastrutture stradali e autostradali (ANSFISA), dal Coordinatore della Struttura

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5850286 5905191
Art. 4 - (Identificativo Opera Pubblica)

1. I dati messi a disposizione dai soggetti di cui all’articolo 2, comma 1, sono necessari per l’identificazione, in maniera univoca, di un’opera pubblica. Essi sono elencati nell’Allegato A.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5850286 5905192
Art. 5 - (Accesso all’AINOP)

1. Le modalità e le condizioni di accesso all’AINOP sono disciplinate nell’Allegato tecnico A, Parte IV

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5850286 5905193
Art. 6 - (Referente AINOP)

1. I soggetti di cui all’

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5850286 5905194
Art. 7 - (Oneri)

1. Ai sensi dell’art

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5850286 5905195
Art. 8 - (Entrata in vigore)

1. Il presente decreto viene inviato ai competenti Organi di controllo per la registrazione e successivamente pubblicato s

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5850286 5905196
Allegato tecnico A

Parte di provvedimento in formato grafico

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti
  • Trasporti

Valutazione e gestione della sicurezza di infrastrutture stradali e gallerie

SICUREZZA DELLE INFRASTRUTTURE STRADALI (Norme legislative di riferimento; Ambito applicativo ; Provvedimenti di attuazione) - AGENZIA NAZIONALE PER LA SICUREZZA DELLE INFRASTRUTTURE (Istituzione, compiti e attività dell’ANSFISA; Sanzioni comminate dall’Agenzia a carico dei gestori) - VALUTAZIONE DELLA SICUREZZA, CONTROLLI E ISPEZIONI (Valutazione di Impatto sulla Sicurezza Stradale (VISS); Controlli della sicurezza stradale, controllori abilitati; Classificazione e gestione della sicurezza della rete stradale aperta al traffico ; Ispezioni di sicurezza) - SOGGETTI ABILITATI A VALUTAZIONI, CONTROLLI E ISPEZIONI (Elenco presso il Ministero delle infrastrutture e trasporti, incompatibilità; Certificato di idoneità professionale dei controllori abilitati; Disposizioni transitorie in attesa dell’attivazione dell’elenco, elenco provvisorio; Individuazione dei controllori, trasmissione ed esame delle relazioni) - LINEE GUIDA IN MATERIA DI GESTIONE DELLA SICUREZZA - SICUREZZA DEI TRATTI INTERESSATI DA LAVORI STRADALI (Norme di riferimento; Attività lavorative in presenza di traffico veicolare e segnaletica stradale) - SICUREZZA DELLE GALLERIE STRADALI (Norme di riferimento e ambito applicativo; Soggetti coinvolti, compiti e funzioni; Ispezioni e controlli periodici, analisi di rischio) - MONITORAGGIO DINAMICO DELLE INFRASTRUTTURE IN CONDIZIONI DI CRITICITÀ.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Provvidenze
  • Agricoltura e Foreste
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Urbanistica
  • Finanza pubblica
  • Aree rurali
  • Opere idrauliche, acquedottistiche, marittime e lacuali

Emilia Romagna: azioni di prevenzione per ridurre le conseguenze di calamità naturali e avversità climatiche

La Regione Emilia Romagna mette a disposizione 17 milioni di euro per sostenere interventi di prevenzione dei danni che le frane, innescate da maltempo o calamità naturali, possono causare a terreni coltivati e fabbricati produttivi agricoli. Oltre alle spese sostenute per gli interventi sul territorio, (ovvero interventi a carattere strutturale per la riduzione del rischio di dissesto idro-geologico) sono ammissibili a contributo le spese tecniche generali, incluse le indagini geognostiche, come onorari di professionisti o consulenti. L’azione del bando non riguarda azioni di ripristino di danni già avvenuti.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Finanza pubblica
  • Provvidenze
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Opere idrauliche, acquedottistiche, marittime e lacuali

Lazio: 10 milioni di euro per i Comuni del litorale

Ammonta a 10 milioni di euro lo stanziamento previsto dalla Regione Lazio per la riqualificazione e la sostenibilità delle aree costiere, destinato ai 24 Comuni litoranei, che potranno partecipare singolarmente o anche in forma associata. Il contributo regionale può raggiungere un massimo del 90% del costo dei progetti presentati, con l’importo concedibile compreso tra un minimo di 500 mila euro e un massimo di 3 milioni di euro. Molti i tipi di intervento ammessi, tutti con un’impostazione generale nettamente orientata a promuovere l’innovazione e l'ecosostenibilità.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti
  • Finanza pubblica
  • Provvidenze
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Sicurezza

Puglia: sostegno agli interventi per la sicurezza delle strade

La dotazione finanziaria complessiva a disposizione del bando è pari a poco meno di 1,9 milioni di euro a valere sulle risorse del IV Programma di attuazione del Piano Nazionale della Sicurezza Stradale. Beneficiari del contributo regionale, riconosciuto nella misura massima del 50% del costo complessivo del progetto presentato (IVA ed altri oneri inclusi) e comunque fino all'importo massimo di euro 250.000,00 (indipendentemente dal costo del progetto), potranno essere i Comuni e le Province della Regione Puglia nonché la Città Metropolitana di Bari.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Opere idrauliche, acquedottistiche, marittime e lacuali
  • Finanza pubblica
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Provvidenze
  • Difesa suolo
  • Infrastrutture e opere pubbliche

Lombardia: contributi per interventi ed opere di difesa del suolo e regimazione idraulica

La Regione Lombardia ha stanziato 10 milioni di euro per la concessione di contributi a fondo perduto, da un minimo di 5 mila ad un massimo di 100 mila euro, a favore dei Comuni con popolazione fino a 15.000 abitanti per interventi e opere di difesa del suolo e di regimazione idraulica. Gli interventi finanziati devono ripristinare situazioni di dissesto o danni causati o indotti da fenomeni naturali. Sono ammissibili a finanziamento spese tecniche, espropri, lavori, fornitura di beni e attrezzature strettamente connessi alla realizzazione degli interventi.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti
  • Prevenzione Incendi
  • Infrastrutture e opere pubbliche

Prevenzione incendi nuove metropolitane ancora non in esercizio al 29/11/2015 ma in possesso di progetti approvati

  • Prevenzione Incendi
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti

Prevenzione incendi metropolitane in esercizio al 29/11/2015 non conformi al D.M. 11/01/1988

  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Prevenzione Incendi

Prevenzione incendi metropolitane in esercizio al 29/11/2015 non conformi al D.M. 11/01/1988

  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti
  • Trasporti
  • Certificazioni e procedure
  • Prevenzione Incendi
  • Infrastrutture e opere pubbliche

Adeguamenti di sicurezza e antincendio delle gallerie ferroviarie già in esercizio