FAST FIND : AR1625

Ultimo aggiornamento
28/06/2019

La rigenerazione urbana in assenza di politiche per le città e il territorio

Le esperienze di rigenerazione urbana appaiono episodiche e scollegate tra loro, in assenza di una politica che sappia generare capacità di azione pubblica e risulti in grado di governare con una visione unitaria i temi della gestione della città, della pianificazione territoriale, dello sviluppo locale e dei mercati immobiliari.
A cura di:
  • Roberto Gallia

Dalla redazione

  • Pianificazione del territorio
  • Urbanistica
  • Aree urbane

Riflessioni sul futuro

La riflessione (già avviata) in merito alla programmazione delle infrastrutture e alla localizzazione della spesa pubblica, registra un passo avanti nel delineare i procedimenti di competenza degli enti territoriali, anche se continua a rimanere nebuloso il loro punto di partenza. Nonostante tutto, un’applicazione consapevole e coerente delle regole - vigenti - in materia urbanistica e di perequazione infrastrutturale, consentirebbe di avviare procedimenti virtuosi di pianificazione, programmazione e progettazione delle infrastrutture, in grado di consentire una rapida realizzazione ed una efficace risposta ai fabbisogni delle famiglie e delle imprese.
A cura di:
  • Roberto Gallia
  • Appalti e contratti pubblici
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici

Manutenzione, riqualificazione, cambi d'uso: facciamo il punto

Il contenimento dell’uso di suolo agricolo e/o naturale da destinare a scopi antropici – obiettivo che sembra raccogliere un consenso unanime - presuppone l’intervento su parti significative del costruito, e, inevitabilmente, comporta il riuso degli edifici che hanno perso l’originaria destinazione per adattarli a nuove funzioni. Si rende quindi necessario innovare le regole, adottando procedimenti in grado di accompagnare il cambiamento. Le innumerevoli modifiche apportate ai procedimenti edilizi, con la finalità di semplificare e di liberalizzare l’attività costruttiva, avrebbero dovuto precisare - in particolare - la disciplina degli interventi sul costruito e sui cambi di destinazione d’uso.
A cura di:
  • Roberto Gallia
  • Urbanistica
  • Pianificazione del territorio

Standard urbanistici, dotazioni territoriali, regolamento edilizio unico nazionale

Non è stato ancora prodotto il regolamento edilizio unico nazionale, annunciato entro novembre 2015, ma nelle more sono state diffuse 42 definizioni tecniche, che comprendono anche le “dotazioni territoriali” che sembra debbano sostituire gli “standard urbanistici”. L’argomento meriterebbe una attenzione maggiore di una estemporanea innovazione, poiché riguarda il governo delle città nel rilevante aspetto della dotazione di servizi, finalizzati all’innalzamento della qualità della vita dei residenti e alla creazione di un contesto favorevole all’insediamento ed allo sviluppo di impresa.
A cura di:
  • Roberto Gallia
  • Urbanistica
  • Aree urbane

Il futuro delle città: politiche urbane in ordine sparso

Gli scenari sul futuro delle città, confermati dalle tendenze del mercato delle costruzioni sostenuto dalla riqualificazione dell’edilizia residenziale e dalla realizzazione delle infrastrutture di interesse locale, concordano su un arresto dell’espansione e su una rigenerazione urbana fondata, oltre che sulla riqualificazione fisica degli immobili, sull’implementazione dei servizi che consentano di migliorare la qualità della vita dei residenti e creare un clima favorevole allo sviluppo delle attività imprenditoriali. Tuttavia la politica sembra ignorare queste indicazioni e, in luogo di elaborare e proporre strategie in grado di incidere sulle dinamiche in atto, propone iniziative episodiche e non coordinate fra loro.
A cura di:
  • Roberto Gallia
  • Urbanistica
  • Aree urbane
  • Pianificazione del territorio
  • Trasporti

Pianificazione dei trasporti alla scala urbana: dal Piano urbano di traffico (PUT) al Piano urbano della mobilità (PUM) al Piano urbano per la mobilità sostenibile (PUMS)

Il quadro di riferimento evolutivo dottrinario, normativo e procedurale: dall’elaborazione del Piano Generale dei Trasporti all’art. 36 del Decreto Legislativo n. 286/1992 (Nuovo Codice della Strada). Parte prima
A cura di:
  • Francesco Guzzo
  • Francesco Saverio Capaldo
  • Gennaro Nasti

Dalle Aziende

  • Norme tecniche
  • Costruzioni in zone sismiche
  • Informatica

STS srl - Sinergie “strutturali”

Innovazione e versatilità: sono queste le parole chiave che descrivono la STS srl azienda italiana leader nel settore del software strutturale. Con oltre 30 anni di esperienza ed una rete di rivenditori che copre tutto il territorio nazionale, la STS srl offre una vasta gamma di prodotti che consentono, agevolmente, di affrontare tutte le problematiche che si possono presentare nella quotidiana pratica professionale.
  • Edilizia e immobili

SAIE 2020. In fiera macchine per il trasporto, la consegna e la messa in opera del calcestruzzo. Macchine per il movimento terra e per il cantiere.

L’evento nazionale dell’anno dedicato all’innovazione della filiera del calcestruzzo.
  • Norme tecniche
  • Costruzioni
  • Costruzioni in zone sismiche

Prove dinamiche

Aspetti generali della dinamica delle strutture - Applicazioni nell’ingegneria civile.
  • Informatica

Offerta estate 2020 per Sismicad

Innovazioni introdotte in Sismicad 12.16 contenuto nella distribuzione 2020A
  • Norme tecniche
  • Costruzioni in zone sismiche

Sismabonus 110% oggi

In attesa dei decreti attuativi cosa sappiamo del DL Rilancio e cosa possiamo fare con PRO_SAP?
  • Alberghi e strutture ricettive
  • Edilizia e immobili
  • Ospedali e strutture sanitarie
  • Edilizia residenziale
  • Edilizia scolastica
  • Impianti sportivi
  • Locali di pubblico spettacolo

Asilo di Malles con Phonolook

Nuovo intervento grazie a numerosi pannelli Phonolook.
  • Costruzioni in zone sismiche
  • Informatica
  • Norme tecniche

Classificazione del Rischio Sismico e documentazione per l’accesso al “Sisma Bonus 110%”

La stima della vulnerabilità degli edifici esistenti rappresenta, sicuramente, un problema di particolare importanza per il territorio italiano, dove una parte considerevole del patrimonio architettonico è stato realizzato antecedentemente all'entrata in vigore delle norme antisismiche.
  • Informatica

Sismicad 12.16: migliora il dialogo con Revit

Sismicad 12.16 migliora ancora lo scambio di informazioni con Revit in import ed export. Attraverso il plugin di Revit è possibile importare un lavoro di Sismicad con tutte le armature in famiglie native, ovvero elementi modificabili al suo interno. Un altro passo avanti per gestire la fase di progettazione con logiche BIM, in modo sempre più agile.