FAST FIND : AR1625

Ultimo aggiornamento
28/06/2019

La rigenerazione urbana in assenza di politiche per le città e il territorio

Le esperienze di rigenerazione urbana appaiono episodiche e scollegate tra loro, in assenza di una politica che sappia generare capacità di azione pubblica e risulti in grado di governare con una visione unitaria i temi della gestione della città, della pianificazione territoriale, dello sviluppo locale e dei mercati immobiliari.
A cura di:
  • Roberto Gallia

Dalla redazione

  • Pianificazione del territorio
  • Urbanistica
  • Aree urbane
  • Edilizia e immobili

La rigenerazione urbana ai tempi della pandemia

Di seguito un tentativo di riflessione sul futuro possibile della rigenerazione, urbana e territoriale, e sulla portata delle eterogenee norme inserite nell’articolo 10 del Decreto Semplificazione, alcune delle quali hanno prodotto reazioni eccessive, lasciando contemporaneamente insoluti aspetti significativi della pianificazione urbanistica e dei procedimenti edilizi.
A cura di:
  • Roberto Gallia
  • Aree urbane
  • Edilizia e immobili
  • Urbanistica
  • Ospedali e strutture sanitarie

Riflessioni sull’urbanistica e sull’edilizia dopo l’emergenza sanitaria

L’emergenza sanitaria, che il passato inverno ha costretto al blocco pressoché totale delle attività e ad una obbli-gatoria quarantena in casa, ha posto l’attenzione sulla necessità di rivedere, in via ordinaria, alcuni comportamenti che, oltre una maggiore attenzione alle personali pratiche igieniche, richiedono una rinnovata organizza-zione degli spazi di lavoro e della vita collettiva, al fine di garantire un idoneo distanziamento fisico.
A cura di:
  • Roberto Gallia
  • Pianificazione del territorio
  • Urbanistica
  • Aree urbane

Riflessioni sul futuro

La riflessione (già avviata) in merito alla programmazione delle infrastrutture e alla localizzazione della spesa pubblica, registra un passo avanti nel delineare i procedimenti di competenza degli enti territoriali, anche se continua a rimanere nebuloso il loro punto di partenza. Nonostante tutto, un’applicazione consapevole e coerente delle regole - vigenti - in materia urbanistica e di perequazione infrastrutturale, consentirebbe di avviare procedimenti virtuosi di pianificazione, programmazione e progettazione delle infrastrutture, in grado di consentire una rapida realizzazione ed una efficace risposta ai fabbisogni delle famiglie e delle imprese.
A cura di:
  • Roberto Gallia
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici
  • Appalti e contratti pubblici

Manutenzione, riqualificazione, cambi d'uso: facciamo il punto

Il contenimento dell’uso di suolo agricolo e/o naturale da destinare a scopi antropici – obiettivo che sembra raccogliere un consenso unanime - presuppone l’intervento su parti significative del costruito, e, inevitabilmente, comporta il riuso degli edifici che hanno perso l’originaria destinazione per adattarli a nuove funzioni. Si rende quindi necessario innovare le regole, adottando procedimenti in grado di accompagnare il cambiamento. Le innumerevoli modifiche apportate ai procedimenti edilizi, con la finalità di semplificare e di liberalizzare l’attività costruttiva, avrebbero dovuto precisare - in particolare - la disciplina degli interventi sul costruito e sui cambi di destinazione d’uso.
A cura di:
  • Roberto Gallia
  • Pianificazione del territorio
  • Urbanistica

Standard urbanistici, dotazioni territoriali, regolamento edilizio unico nazionale

Non è stato ancora prodotto il regolamento edilizio unico nazionale, annunciato entro novembre 2015, ma nelle more sono state diffuse 42 definizioni tecniche, che comprendono anche le “dotazioni territoriali” che sembra debbano sostituire gli “standard urbanistici”. L’argomento meriterebbe una attenzione maggiore di una estemporanea innovazione, poiché riguarda il governo delle città nel rilevante aspetto della dotazione di servizi, finalizzati all’innalzamento della qualità della vita dei residenti e alla creazione di un contesto favorevole all’insediamento ed allo sviluppo di impresa.
A cura di:
  • Roberto Gallia

Dalle Aziende

  • Informatica
  • Norme tecniche
  • Costruzioni in zone sismiche

CDC Wn – Novità 2021 Nuova Tools “Cerchiature Muratura”

Calcolo e verifica delle cerchiature nelle strutture portanti secondo le NTC 2018 e Circolare 2019.

Riduzione della profondità di scavo e impermeabilizzazione fondazioni: case study di utilizzo di vetro cellulare in pannelli

Isolamento fondazioni con vetro cellulare in pannelli per riduzione della profondità di scavo, impermeabilizzazione e protezione dal gas radon.
  • Informatica

Green Public Procurement: la Sostenibilità ambientale quale requisito obbligatorio per accedere alla detrazione fiscale Superbonus 110%

L’attività dei professionisti, chiamati all’applicazione del Green Public Procurement e quindi della sostenibilità ambientale anche per gli interventi che rientrano nell’ambito dei lavori privati. A stabilirlo è l’articolo 119 comma 1 lettera a) del Decreto Rilancio che impone, per i materiali isolanti, il rispetto dei criteri ambientali minimi quale requisito obbligatorio per usufruire delle detrazioni fiscali previste dall’Ecobonus e quindi applicabili alla più nota definizione Superbonus 110.
  • Informatica

Quali software preferire per la progettazione di edifici?

Facilità d’uso, affidabilità, performance, costi, integrazione: ecco cosa non può mancare al tuo software di progettazione architettonica
  • Informatica

Edifici a energia quasi zero: le novità!

Dal primo gennaio 2021 è obbligatorio progettare edifici a consumo zero, siano essi pubblici o privati.
  • Costruzioni
  • Costruzioni in zone sismiche
  • Materiali e prodotti da costruzione
  • Norme tecniche

Il Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici ha certificato il primo sistema CRM: è RI-STRUTTURA di Fibre Net

A meno di un anno dall’ottenimento della Valutazione Tecnica Europea ETA (European Technical Assessment che attesta le prestazioni e l’idoneità all’impiego di un prodotto da costruzione in Comunità Europea) il sistema RI-STRUTTURA è oggi a tutti gli effetti il primo sistema CRM – Composite Reinforced Mortar – per uso strutturale certificato in Italia ai sensi del p.to 11.1 cap C del D.M.17.1.2018 e risulta, pertanto, conforme alle NORME TECNICHE PER LE COSTRUZIONI 2018
  • Informatica

Esempio di analisi per Sisma Bonus di un edificio in muratura con Sismicad

Il calcolo strutturale di un edificio, necessario per gestire il sisma bonus, prevede diversi passi. Questo semplice caso di edificio in muratura fa riferimento alla norma per Sisma Bonus del DM 07/02/17, adotta le NTC 2018 e relativa Circolare esplicativa, e può aiutare a comprendere meglio l’approccio da adottare.
  • Informatica

I vantaggi nella progettazione di impianti fotovoltaici con gli ottimizzatori di potenza

Massimizzare la produttività dell’impianto fotovoltaico ed aumentarne la flessibilità di progettazione. Scopri tutti i vantaggi nella progettazione di impianti fotovoltaici anche con ottimizzatori con il software ACCA Solarius-PV