FAST FIND : NN813

Circ. Min. LL.PP. 12/12/1981, n. 22120

Legge 14 maggio 1981, n. 219 - art. 10. Istruzioni per l'applicazione della normativa tecnica per la riparazione ed il rafforzamento degli edifici in cemento armato ed a struttura metallica danneggiati dal sisma.
Scarica il pdf completo
52929 1028651
[Premessa]



IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52929 1028652
EDIFICI IN CEMENTO ARMATO
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52929 1028653
4.1. Criteri generali d' impostazione progettuale
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52929 1028654
4.1.0.

I criteri che stanno alla base degli interventi di riparazione e rafforzamento di un edificio danneggiato dal sisma, nonché le principali operazioni progettuali sono enunciati dalle Norme ai punti 2, 2.1., 2.3., 2.4. e, per quanto concerne in particolare il cemento armato al punto 2.5.


L' argomento viene riproposto e sviluppato nella prima parte delle presenti istruzioni, al punto 2., con riferimento generale, e al punto 3.1. con riferimento agli edifici in muratura. Si riprende l' argomento per gli edifici in cemento armato, onde il progettista abbia ben chiaro il quadro che si prospetta all' atto della concezione dell' intervento.


In sintesi gli elementi da tener presenti nella progettazione, sono i seguenti:

--ruolo del terreno e delle fondazioni;

--carattere spaziale del comportamento strutturale in ca

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52929 1028655
4.1.1. Progetto esecutivo

Al punto 2., secondo paragrafo delle Norme, in armonia a quanto prescritto dall' art. 7 della legge 2 febbraio 1974, n. 64, sono elencati i documenti essenziali che devono costituire il progetto esecutivo.


Oltre agli elaborati grafici il progetto deve essere accompagnato dalla relazione tecnica e dai fascicoli dei calcoli per la verifica sismica delle strutture portanti.


Trattandosi di edifici in cemento armato, gli interventi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52929 1028656
4.1.2. Schema strutturale

Il capoverso a) del punto 2.1. delle Norme prevede la individuazione dello schema strutturale mediante una analisi globale dell' edificio nella situazione preesistente al sisma.


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52929 1028657
4.1.3. Analisi degli elementi strutturali e dei materiali

Sarà compito del progettista accertare la consistenza strutturale dell' edificio su cui si deve intervenire, spingendo tale accertamento al livello che riterrà necessario per potersi ragionevolmente assumere la responsabilità della relativa progettazione. Il compito é agevolato nel caso in cui si disponga del progetto originario dell' edificio, in questo caso come si é detto al punto precedente delle presenti istruzioni é sufficiente controllare la rispondenza della costruzione al progetto rilevando dimensioni e disposizioni dei vari elementi strutturali nonché, con un adeguato numero di "saggi", la consistenza e la disposizione delle armature.


I rilievi e le analisi possono essere limitate a quelle parti dell' ossatura che, a seguito dell' intervento di adeguamento, assumono rigidezza tale da risultare sostanzialmente gli unici elementi resistenti all' azione sismica.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52929 1028658
4.1.4. Scelta dei criteri di intervento

Gli interventi di riparazione e di adeguamento antisismico, in linea generale, possono essere effettuati secondo i due criteri seguenti:

--semplice rinforzo degli interi elementi strutturali esistenti;

--inserime

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52929 1028659
4.1.5 . Verifica sismica

Le Norme stabiliscono al punto 2.5.3., che il calcolo delle sollecitazioni e le verifiche degli elementi strutturali vanno eseguiti secondo le prescrizioni di cui al cap. C.6., delle Norme di cui al D.M. 3 marzo 1975; considerano altresì al punto 2.5.1 a necessità di una visione globale dell' edificio ai fini dell' individuazione dello schema resistente, tenendo anche conto, ove opportuno, della presenza di elementi non strutturali.


Quest' ultimo punto richiede particolari cautele per vari motivi:

-- le tamponature sono considerate elementi non strutturali ed in quanto tali potrebbero essere soggetti a future modifiche (spostamenti, aperture, rifacimenti con altri materiali) difficilmente controllabili;

-- la definizione delle caratteristiche di resistenza e di deformabilità di tali elementi é meno affidabile, generalmente, di quella relativa ai materiali strutturali; lo stesso vale per le condizioni di vincolo agli elementi strutturali.


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52929 1028660
4.2. Fondazioni
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52929 1028661
4.2.0

Il punto 3.2. delle Norme definisce le modalità tecniche a carattere generale per il consolidamento delle fondazioni. Chiarimenti su tale argomento sono forniti al punto 3.2. d

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52929 1028662
4.2.1. Influenza delle condizioni geologiche locali e delle caratteristiche dei terreni di fondazione

Lo studio del progetto deve essere preceduto da una valutazione della situazione geologica dell' area in cui sorge la costruzione e delle caratteristiche geotecniche locali. Ciò vale in particolare quando l' entità e il tipo di danni subiti dall' edificio appaiono verosimilmente influenzati da una intensificazione locale delle azioni sismiche o dalla presenza di deformazioni permanenti del terreno di fondazione causate dal terremoto.


Il punto 3.2. delle Norme, al 6° capoverso, prescrive infatti che le pressioni di contatto di esercizio delle fondazioni debbono essere valutate sulla

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52929 1028663
4.2.2. Edifici con fondazioni dirette

Lo stato di conservazione e le dimensioni delle strutture di fondazione possono essere controllati con ispezioni a campione.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52929 1028664
4.2.3. Edifici con fondazioni su pali

Nel caso di fondazioni su pali che non abbiano subito deformazioni permanenti o rotture, qualora l' a

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52929 1028665
4.3. Provvedimenti tecnici di riparazione ed adeguamento antisismico
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52929 1028666
4.3.1. Caratteristiche dei materiali

4.3.1.1. Impiego di calcestruzzi e malte normali o additivate


Nei casi in cui l' intervento consista nel ripristinare strutture cementizie per porzioni o tratti di entità considerevoli può essere usato calcestruzzo ordinario, che abbia resistenza e modulo elastico non troppo diversi da quelli del calcestruzzo esistente; l' aderenza del getto all' elemento da riparare potrà essere migliorata mediante l' applicazione di uno strato adesivo.


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52929 1028667
4.3.2. Modalità esecutive

4.3.2.1. Iniezioni con miscele leganti (punto 3.5.2.1. delle Norme)


Risarciture di lesioni localizzate di piccola entità sono effettuabili con miscele prevalentemente di resine con viscosità e pressioni dipendenti dalle ampiezze delle stesse.


Le operazioni da effettuare sono:

a) pulizia della polvere o dalle altre impurità delle superfici danneggiate con l' eliminazione del materiale disgregato;

b) pulizia in profondità con aria o acqua in pressione

c) sigillatura delle lesioni con stucco o intonaco e predisposizione di tubicini di ingresso della miscela e dei fori spia di uscita

d) iniezione della miscela che é costituita generalmente da resina pura o debolmente caricata.


Si raccomanda di usare pressioni non troppo elevate per non indurre stati di coazione eccessivi nell' elemento iniettato.


Si sconsigliano iniezioni di resina per lesioni rilevanti (le Norme indicano l' ampiezza di 3-4 mm come limite massimo) per evitare riscaldamenti prodotti dalla polimerizzazione della miscela e conseguente carbonatazione del prodotto.


La tecnica descritta é altresì da evitare nel caso di lesioni molto piccole (ad es. attorno al decimo di millimetro) perché l' iniezione diventa difficoltosa e richiede pressioni elevate, con esito incerto e possibilità di effetti negativi difficilmente controllabili sulle parti di struttura lesionate. In questi casi si raccomanda di non fare affidamento sul completo ripristino della continuità dell' elemento fessurato, ma solo su una percentuale cautelativa che tenga conto appunto della probabile presenza di lesioni e distacchi non iniettati.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52929 1028668
4.3.3. Fondazioni (punto 3.5.1. delle Norme)

Tralasciando in questa sede i casi di fenomeni legati ad instabilità del terreno, la necessità di adeguamento antisismico delle fondazioni può derivare da:

a) insufficiente collegamento fra gli elementi (fondazioni isolate o mal collegate);

b) insufficienza delle aree di appoggio per le elevate pressioni indotte dalle azioni sismiche;

c)

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52929 1028669
4.3.4. Strutture in elevazione

Degli elementi strutturali più significativi di un edificio di cemento armato si ritiene indicare nei punti che seguono le tecniche di intervento in genere più ricorrenti ed appropriate in relazione alle carenze riscontrate.


4.3.4.1. Pilastri


Nei pilastri le carenze più frequentemente riscontrate sono:

a) sezione insufficiente;

b) sezione e/o armatura insufficiente per resistere alle sollecitazioni indotte dal sisma;

c) modesto grado di continuità con gli altri elementi causata da cattiva ripresa di getto e/o da armature insufficienti o mal disposte.


Nel caso a), se il danneggiamento non é grave, si può intervenire con la tecnica della cerchiatura illustrata al punto 4.3.2.4.


Si può ringrossare la sezione del pilastro con getti effettuati intorno all' elemento originario in genere su una gabbia di armature aggiunte longitudinali e trasversali o con "muri d' ala" (pareti costruite in aderenza al pilastro nel piano di telai) opportunamente collegate alle strutture esistenti.


É sempre comunque necessario evitare brusche variazioni di sezione e di armatura.


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52929 1028670
4.3.5. Inserimento di nuove strutture (punto 3.5.4. delle Norme)

La tecnica di riparazione e adeguamento consistente nell' inserimento di nuovi elementi porta generalmente ad una variazione sensibile dello schema strutturale.


Gli interventi possono consistere in:


a) Inserimento di nuove pareti di cemento armato.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52929 1028671
4.3.6. Pareti (punto 3.5.5. delle Norme)

L' adeguamento delle pareti é quasi sempre conseguente ad una carenza di armature, sia per resistere alla flessione sia al taglio indotte dal sisma agente prevalentemente ne

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52929 1028672
4.3.7. Riparazione di elementi non strutturali

Occorre distinguere i casi in cui l' elemento non entra a far parte dello schema strutturale da quelli in cui l' elemento é chiamato a collaborare al progetto di consolidamento proposto.


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52929 1028673
5. EDIFICI CON STRUTTURA METALLICA
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52929 1028674
5.1. Progetto esecutivo
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52929 1028675
5.1.0.

Al punto 2., secondo paragrafo della normativa, in armonia a quanto prescritto dall' art. 7 della legge 2-2-1974, n. 64, sono elencati i documenti essenziali che devono costituire il Progetto esecutivo.


Oltre agli elaborati grafici, il progetto dovrà essere accompagnato dalla relazione tecnica e dai fascicoli dei calcoli per la verifica sismica delle strutture portanti.


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52929 1028676
5.1.1. Schema strutturale

Lo schema strutturale resistente all' azione sismica deve derivare da un' analisi globale dell' edificio.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52929 1028677
5.1.2. Analisi degli elementi strutturali

Le caratteristiche di resistenza degli elementi strutturali saranno valutate, mediante esame dello stato di conservazione del materiale metallico e dell' integrità fisica di ogni loro parte.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52929 1028678
5.1.3. Verifica sismica

Il calcolo delle sollecitazioni e le verifiche degli elementi saranno eseguiti secondo le prescrizion

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52929 1028679
5.2. Fondazioni
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52929 1028680
5.2.0.

Per le fondazioni si rinvia a quanto esposto nei precedenti punti 4.2. e 4.3.3. delle presenti Istruz

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52929 1028681
5.3. Provvedimenti tecnici di riparazione ed adeguamento antisismico
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52929 1028682
5.3.0.

Tutti gli interventi sulla struttura dovranno essere effettuati in conformità a quanto indicato al punto 5. delle Norme tecniche per il calcolo, esecuzione e collaudo delle strutture i

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52929 1028683
5.3.1. Rinforzo di elementi strutturali esistenti

Consiste di norma nell' applicazione mediante saldatura o bullonatura di piatti, di lamiere o di profilati atti a ripristinare o ad aumentare la resistenza o modificare la rigidezza di talune membrature.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52929 1028684
5.3.2. Rinforzo e/o modifica di giunzioni esistenti

Possono consistere nell' applicazione, mediante bulloni o mediante saldatura, di ulteriori squadrette

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52929 1028685
5.3.3. Sostituzione di elementi danneggiati

Singoli elementi o aggregati di elementi strutturali danneggiati potranno richiedere la loro sostituzione integrale con elementi analoghi prefabbric

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52929 1028686
5.3.4. Aggiunte di nuovi elementi strutturali

L' adeguamento antisismico può essere ottenuto anche mediante l' inserimento di nuovi elementi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52929 1028687
5.3.5. Ripristino della geometria

É da evitare ogni ripristino di elementi deformanti per forzamento oltre la soglia elastica e

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52929 1028688
APPENDICE
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52929 1028689
EDIFICI IN CEMENTO ARMATO ED A STRUTTURA METALLICA INTERAZIONE FRA TELAI E PANNELLI MURARI DI TAMPONAMENTO - METODO DI CALCOLO
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52929 1028690
1. CAMPO DI VALIDITÀ DEL PROCEDIMENTO ESPOSTO

Il procedimento di calcolo esposto nella presente Appendice, che viene preso in considerazione unicamente per l' adeguamento antisismico di edifici esistenti, può essere ritenuto valido per riprodurre con sufficiente approssimazione il comportamento di un elemento di telaio contenente una tamponatura muraria e sottoposto all' azione di u

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52929 1028691
2. VALUTAZIONE DELLA DEFORMABILITÀ LATERALE

Per la valutazione della deformabilità laterale del sistema composto da telaio e tamponatura, quindi per il calcolo della ripartizione delle forze sismiche orizzontali fra gli elementi resistenti, si può tener conto dell' effetto delle tamponature in maniera sufficientemente approssimata considerando il funzionamento di un puntone diagonale equivalente (fig. 2). Tale puntone deve avere lo spessor

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52929 1028692
3. MECCANISMI DI ROTTURA DEI PANNELLI-MURARI

Il comportamento laterale di un telaio piano risente fortemente dell' effetto di interazione prodotto dalle tamponature presenti nel piano del telaio stesso. Per poter fare affidamento su tale effetto, purché queste siano ad esso efficacemente collegate, devono essere soddisfatte le condizioni indicate al punto 4.1.5. delle Istruzioni.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52929 1028693
4. VERIFICA DELLA TAMPONATURA

Le verifiche di resistenza relative alle tre condizioni di rottura descritte al paragrafo precedente, in via approssimata, possono essere condotte sulla base delle seguenti relazioni:


-- Verifica allo scorrimento orizzontale:


(A)


essendo



IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52929 1028694
5. VERIFICA DELLE STRUTTURE DI CONTENIMENTO IN CEMENTO ARMATO
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52929 1028695
5.1 Forze assiali nei pilastri

Si deve tener conto delle variazioni delle forze assiali nei pilastri che si calcolano applicando le

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52929 1028696
5.2. Forze di taglio nei pilastri

Per la validità delle considerazioni svolte e delle formule indicate é essenziale che l

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
52929 1028697
5.3. Flessione nei pilastri

Ciascun pilastro che affianchi una tamponatura deve essere verificato per un momento flettente pari a

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Costruzioni
  • Norme tecniche

Normativa tecnica per le costruzioni

QUADRO LEGISLATIVO E NORME TECNICHE PER LE COSTRUZIONI (NTC) VIGENTI (Norme legislative sulle costruzioni e sulle strutture; Norme tecniche per le costruzioni (NTC) vigenti; Appendici nazionali agli Eurocodici strutturali) - ULTERIORI RIFERIMENTI TECNICI “DI COMPROVATA VALIDITÀ” (Generalità; Documenti Consiglio superiore dei lavori pubblici e CNR) - EUROCODICI STRUTTURALI (Che cosa sono gli Eurocodici strutturali; Elenco degli Eurocodici; Formato e impostazione degli Eurocodici; Applicabilità degli Eurocodici e rapporti con le NTC nazionali, Appendici nazionali) - ADEMPIMENTI TECNICO-AMMINISTRATIVI PER LE OPERE STRUTTURALI - NORMATIVA TECNICA PER LE COSTRUZIONI DAL 1907 A OGGI (Normativa tecnica per le costruzioni del Regno d’Italia; Normativa tecnica per le costruzioni in cemento armato e a struttura metallica; Normativa tecnica per le costruzioni in zone sismiche; Normativa tecnica per altre costruzioni e strutture; Testo unitario delle Norme tecniche per le costruzioni (NTC, a partire dal 2005).
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Costruzioni in zone sismiche
  • Imposte sul reddito
  • Agevolazioni per interventi di ristrutturazione e antisismici
  • Norme tecniche
  • Fisco e Previdenza

Sismabonus, classificazione del rischio sismico delle costruzioni e attestazione

A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Impresa, mercato e concorrenza
  • Calamità/Terremoti
  • Protezione civile

Inadempimento o ritardo per impossibilità della prestazione ed emergenza sanitaria

A cura di:
  • Emanuela Greco
  • Costruzioni in zone sismiche
  • Norme tecniche

La classificazione sismica di tutti i comuni italiani dal 1927 a oggi

A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Terremoto Centro Italia 2016
  • Calamità/Terremoti
  • Imposte sul reddito
  • Lavoro e pensioni
  • Ordinamento giuridico e processuale
  • Protezione civile
  • Fisco e Previdenza
  • Pubblica Amministrazione
  • Imposte indirette

Sisma centro Italia 2016: scadenzario sospensione dei termini per adempimenti tributari, previdenziali e vari

Catasto dei rifiuti, comunicazioni ambientali e MUD - Rate mutui, finanziamenti e contratti di leasing - Sospensione pagamento utenze e fatture varie - Esenzione imposta di bollo istanze verso la P.A. - Sospensione termini adempimenti contributivi e assicurativi - Sospensione atti di pagamento e riscossione - Sospensione versamenti e adempimenti tributari - Sospensione versamenti sostituti d’imposta - Sospensione dei termini processuali - Obblighi di pubblicazione in materia di anticorruzione e trasparenza - Adempimenti connessi alle attività dell'ISTAT.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Imprese
  • Finanza pubblica
  • Terremoto Centro Italia 2016
  • Calamità/Terremoti
  • Protezione civile
  • Calamità
  • Provvidenze

Esenzione Imposta di bollo istanze verso la P.A. comuni colpiti dal sisma 2016

  • Protezione civile
  • Calamità/Terremoti
  • Alluvione Veneto ed Emilia Romagna 2014
  • Terremoto Emilia Romagna, Lombardia e Veneto

Sospensione rate mutui nei comuni colpiti da sisma 2012 ed alluvione 2014

  • Compravendita e locazione
  • Imprese
  • Terremoto Centro Italia 2016
  • Calamità/Terremoti
  • Provvidenze
  • Edilizia e immobili
  • Finanza pubblica
  • Calamità
  • Protezione civile

Sisma centro Italia 2016: termine sospensione versamenti mutui e canoni di locazione finanziaria (attività economiche e privati con prima casa distrutta o inagibile)

  • Terremoto Ischia 2017
  • Protezione civile
  • Calamità/Terremoti

Sospensione rate mutui nei Comuni di Ischia colpiti dal sisma dell’agosto 2017

  • Norme tecniche
  • Macchine e prodotti industriali
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Energia e risparmio energetico

Ecodesign apparecchi di refrigerazione