FAST FIND : GP4437

Sent.C. Stato 19/05/2000, n. 2908

47631 47631
1. Appalti oo.pp. - Gara - Offerte anomale - Verifica della Commissione - Anche in base a fonti non ufficiali (A.N.C.E.) - Legittimità - Condizioni. 2. Appalti oo.pp. - Gara - Offerte anomale - Verifica - Discrezionalità tecnica della Commissione - Limiti. 3. Appalti oo.pp. - Gara - Offerte anomale - Verifica della Commissione - Nel caso di appalto a corpo - Controllo necessario dei prezzi singoli.
1. La Commissione giudicatrice di una gara d'appalto di lavori pubblici può procedere alla verifica delle offerte anomale, anche se il bando di gara non lo prevede espressamente, chiarendo dati tecnici ed economici in base a dati ricavati da fonti non ufficiali (come la tabella dei costi medi della manodopera edile predisposta nella Provincia dell'Associazione nazionale costruttori edili). 2. Le valutazioni sull'anomalia di offerte ad una gara d'appalto di lavori pubblici rientrano nelle discrezionalità tecnica della Commissione giudicatrice che solo per travisamento dei fatti o per manifesta irrazionalità può essere sindacata in sede di legittimità. 3. Per l'art. 21, comma 1 bis, della L. 11 febbraio 1994 n. 109 le giustificazioni dell'impresa nel corso del procedimento per la valutazione delle offerte anomale devono riguardare le "voci di prezzo" più significative che concorrono a formare l'offerta. Però in un appalto a corpo ciò non significa che debbono giustificarsi i singoli prezzi a sé stanti, ma deve invece tenersi conto della loro incidenza sull'offerta complessiva; infatti il detto procedimento di verifica delle offerte anomale ha il fine di accertare l'affidabilità delle offerte e di garantire quindi una seria esecuzione dei lavori in appalto.


(L. 11 febbraio 1994 n. 109, art. 21, comma 1 bis)R

Dalla redazione

  • Finanza pubblica
  • Demanio
  • Opere idrauliche, acquedottistiche, marittime e lacuali
  • Provvidenze
  • Pubblica Amministrazione
  • Infrastrutture e opere pubbliche

Sardegna: contributi per la rimozione di posidonia dai litorali

La Regione Sardegna ha messo a disposizione dei Comuni costieri contributi destinati alle attività di gestione della posidonia depositata sui litorali finalizzata alla fruizione sostenibile del litorale ed al contrasto all’erosione costiera.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Fisco e Previdenza
  • Agevolazioni per interventi di risparmio energetico
  • Imposte sul reddito

Asseverazioni Ecobonus 110%, indicazioni per il Tecnico redattore

In questa scheda si riporta il modello di asseverazione a fine lavori - contenuto nel D.M. 06/08/2020, c.d. "Decreto Asseverazioni" - da compilare in relazione agli interventi di efficientamento energetico ammessi a usufruire del Super-Ecobonus 110%, corredato da note e indicazioni redazionali.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Impiantistica
  • Finanza pubblica
  • Provvidenze
  • Impianti di sollevamento e a fune

Veneto: bando di finanziamento impianti di risalita per l’anno 2020

La Regione Veneto ha approvato il bando relativo all'anno 2020 per il finanziamento di interventi sui nuovi impianti di risalita, o per l’ammodernamento di quelli esistenti, finalizzati allo sviluppo delle aree sciistiche interessate dagli eventi sportivi internazionali, con particolare riferimento alle Olimpiadi invernali Cortina-Milano 2026. I finanziamenti, che saranno erogati in conto capitale, ammontano a 11,7 milioni di euro, con un massimo di 4 milioni per ogni nuovo impianto e 500.000 euro per gli ammodernamenti.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Edilizia e immobili
  • Finanza pubblica
  • Provvidenze
  • Impianti sportivi

Abruzzo: contributi per interventi di impiantistica sportiva

Il bando della Regione Abruzzo, riservato ai Comuni, è finalizzato alla concessione di contributi in conto capitale per l’attuazione di interventi di impiantistica sportiva, ai sensi della L.R. 12/01/2018 n. 2. La dotazione finanziaria ammonta complessivamente a 3.950.000,00 euro da ripartire per il triennio 2020/2022. La scadenza delle domande, da far pervenire esclusivamente tramite P.E.C, è fissata al 02/11/2020.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Titoli abilitativi
  • Provvidenze
  • Edilizia e immobili
  • Finanza pubblica

Piemonte: 26 milioni per i costi dei titoli edilizi

Per favorire la ripartenza dell'attività edilizia a causa dell'emergenza da COVID-19, la Regione Piemonte ha stanziato per l'anno 2020 euro 26.000.000,00 in favore dei Comuni a copertura parziale o totale del contributo del costo di costruzione relativo al rilascio dei titoli abilitativi in edilizia, di cui all'articolo 16 del Testo Unico edilizia (D.P.R. 380/2001). Si tratta di contributi e fondo perduto e le relative domande dovranno essere presentate da professionisti abilitati per la presentazione di istanze edilizie, a nome e per conto di privati e imprese.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Tutela ambientale

Bando Horizon 2020 sul Green deal europeo

  • Efficienza e risparmio energetico
  • Energia e risparmio energetico

Impianti di riscaldamento e condizionamento - Sistemi di automazione e controllo

  • Energia e risparmio energetico
  • Efficienza e risparmio energetico

Punti di ricarica edifici non residenziali