FAST FIND : GP2479

Sent.C. Cass. 12/05/1990, n. 4098

45673 45673
1. Appalto oo.pp. - Anticipazioni all'appaltatore - Revoca - Richiesta di pagamento fideiussore -Legittimità - Non imputabilità dell'inadempimento all'appaltatore o compensazione - Inopponibilità al Committente. 2. Appalti oo.pp. - IVA sul prezzo dei lavori - Sua inclusione nella garanzia fideiussoria. (C.c. art. 1942) 3. Appalti oo.pp. - IVA dovuta dall'appaltatore - Pagamento da parte del committente - Suo diritto al rimborso - Condizioni.
1. La revoca dell'anticipazione di somme alle imprese appaltatrici di opere pubbliche (ai sensi dell'art. 3. D.M. 25 novembre 1972, emanato in attuazione dell'art 12 6°, 7° ed 8° c. R.D. 18 novembre 1923 n. 2440, come integrato dall'art. 2. D.P.R. 30 giugno 1972 n. 627) esprime esercizio di potere di autotutela dell'Ente committente, in presenza del fatto obiettivo della mancata prosecuzione dell'appalto, ed implica il diritto di chiedere anche al fideiussore (che ha garantito l'anticipazione) il pagamento della somma anticipata, senza che possa essere opposta al committente stesso la non imputabilità dell'inadempimento all'Appaltatore, ovvero la compensazione per crediti derivanti da lavori da quest'ultimo eseguiti. 2. Il pagamento dell'I.V.A., inerente al prezzo dei lavori di appalto per la realizzazione di un'opera pubblica, rappresenta un accessorio del detto prezzo, ai sensi dell'art. 1942 C.c., e deve, pertanto, considerarsi compreso nella garanzia fideiussoria. 3. L'Appaltante, sul quale sia ricaduto l'onere dell'I.V.A. dovuta dall'Appaltatore, può ottenere il rimborso - qualora il pagamento non risulti dovuto o debba comunque per altra causa essere restituito - soltanto se non abbia titolo a portare a sua volta in detrazione la detta imposta, dovendosi evitare la realizzazione di un'ingiustificata locupletazione.

3. Conf. Cass. 21 luglio 1988 n. 4720.[R=W21L884720]
R.D. 18 novembre 1923 n. 2440R; D.P.R. 30 giugno 1972 n. 627, art. 2[R=DPR62772,A=2]; D.M. 25 novembre 1972, art. 3 D.P.R. 26 ottobre 1972 n. 633, artt. 19 e 26R

Dalla redazione

  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Avvisi e bandi di gara
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Appalti e contratti pubblici
  • Esecuzione dei lavori pubblici
  • Edilizia e immobili
  • Pubblica Amministrazione
  • Tutela ambientale

D.L. 76/2020: semplificazioni e altre misure in materia edilizia

Analisi puntuale delle disposizioni in materia di edilizia introdotte dal D.L. 76/2020 (c.d. Decreto Semplificazioni) dopo la sua conversione in legge, avvenuta con L. 11/09/2020, n. 120. Testo a fronte delle parti modificate del Testo unico edilizia (modifiche in giallo).
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Fisco e Previdenza
  • Imposte sul reddito

Detrazioni fiscali per interventi di recupero delle facciate di edifici (c.d. “Bonus facciate”)

NORMATIVA E PRASSI DI RIFERIMENTO SUL BONUS FACCIATE - INTERVENTI AMMESSI (Categorie di interventi ammessi al Bonus facciate e indicazioni generali; Interventi influenti dal punti di vista termico; Interventi su balconi, ornamenti e fregi; Spese accessorie; Individuazione delle zone urbanistiche ammesse al Bonus facciate; Cumulabilità) - SOGGETTI BENEFICIARI, ADEMPIMENTI E PROCEDURE (Soggetti beneficiari; Importo della detrazione e periodo di fruizione; Modalità pratiche e procedure).
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Imposte sul reddito
  • Agevolazioni per interventi di risparmio energetico
  • Fisco e Previdenza
  • Agevolazioni per interventi di ristrutturazione e antisismici

Superbonus 110%: domande e risposte

Risposte ai quesiti emersi nel corso degli eventi formativi svolti dall’Area Formazione di Legislazione Tecnica sul tema del c.d. “Superbonus” al 110%.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Alfonso Mancini
  • Edilizia e immobili
  • Finanza pubblica
  • Provvidenze
  • Impianti sportivi

Finanziamento per impianti sportivi nelle periferie urbane e aree svantaggiate

La misura prevede il finanziamento di interventi per la realizzazione e rigenerazione di impianti sportivi per l’attività agonistica localizzati nelle aree svantaggiate del Paese e nelle periferie urbane; l’obiettivo è di ridurre i fenomeni di marginalizzazione e degrado sociale anche attraverso la promozione di attività sportiva. La dotazione finanziaria complessiva è pari a 140 milioni di euro.
A cura di:
  • Emanuela Greco
  • Mezzogiorno e aree depresse
  • Imprese
  • Finanza pubblica
  • Provvidenze

Agevolazioni alle PMI per investimenti innovativi nelle regioni meno sviluppate

Il nuovo bando Macchinari innovativi sostiene la realizzazione di programmi di investimento finalizzati alla trasformazione tecnologica e digitale dell’impresa nei territori delle regioni Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia. La dotazione finanziaria complessiva dello strumento è pari a 265 milioni di euro.
A cura di:
  • Emanuela Greco
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Energia e risparmio energetico

Impianti di riscaldamento e condizionamento - Sistemi di automazione e controllo

  • Energia e risparmio energetico
  • Efficienza e risparmio energetico

Punti di ricarica edifici non residenziali

  • Energia e risparmio energetico
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Macchine e prodotti industriali
  • Norme tecniche

Ecodesign apparecchi di refrigerazione con funzione di vendita diretta