FAST FIND : NN16270

D. Min. Interno 22/11/2017

Approvazione della regola tecnica di prevenzione incendi per l'installazione e l'esercizio di contenitori-distributori, ad uso privato, per l'erogazione di carburante liquido di categoria C.
Scarica il pdf completo
4254081 7258427
TESTO DEL DECRETO

IL MINISTRO DELL’INTERNO

DI CONCERTO CON

IL MINISTRO DELL’ECONOMIA

E DELLE FINANZE

E

IL MINISTRO

DELLO SVILUPPO ECONOMICO


Vista la legge 1° marzo 1968, n. 186, recante «Disposizioni concernenti la produzione di materiali, apparecchiature, macchinari, installazioni e impianti elettrici ed elettronici»;

Visto il decreto legislativo 11 febbraio 1998, n. 32 e successive modificazioni, recante «Razionalizzazione del sistema di distribuzione dei carburanti, a norma dell’art. 4, comma 4, lettera c), della legge 15 marzo 1997, n. 59»;

Visto il decreto legislativo 8 marzo 2006, n. 139, recante «Riassetto delle disposizioni relative alle funzioni ed ai comp

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4254081 7258428
Art. 1. - Campo di applicazione

1. Il presente decreto disciplina, ai fini della prevenzione incendi, l’installazione e l’esercizio di conteni

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4254081 7258429
Art. 2. - Obiettivi

1. I contenitori-distributori disciplinati dal presente decreto sono installati e gestiti in modo da garantire il conseguimento dei seguenti obiettivi:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4254081 7258430
Art. 3. - Disposizioni tecniche

1. Ai fini del raggiungimento degli obiettivi di cui all’art. 2, è approvata la regola tecnica di cui all&rsq

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4254081 7258431
Art. 4. - Applicazione delle disposizioni tecniche

1. Le disposizioni del presente decreto si applicano ai contenitori-distributori di nuova installazione e a quelli esistenti, ad eccezione dei casi riportati al comma 2.

2. Sono esentati dall’obbligo di adeguamento alla regola tecnica di cui all’art. 3 i contenitori-distributori esistenti alla data di entrata in vigore del presente decreto nei casi in cui:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4254081 7258432
Art. 5. - Impiego di prodotti per uso antincendio

1. I prodotti per uso antincendio, impiegati nel campo di applicazione del presente decreto, devono essere:

a) identificati univocamente sotto la responsabilità del produttore, secondo le procedure applicabili;

b) qualificati in relazione alle prestazioni richieste e all’uso previsto;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4254081 7258433
Art. 6. - Disposizioni finali

1. Sono abrogate le seguenti disposizioni di prevenzione incendi:

a) decreto del Ministro dell’interno del 19 marzo 1990 recante «Norme per il rifornimento di carburan

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4254081 7258434
Allegato 1 - Regola tecnica di prevenzione incendi per l’installazione e l’esercizio di contenitori-distributori, ad uso privato, per l’erogazione di carburanti liquidi di categoria C (articolo 3)
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4254081 7258435
1. Termini, definizioni e tolleranze dimensionali

1.1. Per i termini, le definizioni e le tolleranze dimensionali si rimanda a quanto stabilito con decreto del Ministro dell’interno del 30 novembre 1983, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 339 del 12 dicembre 1983.

1.2. Ai fini della presente regola tecnica, si definisce, inoltre:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4254081 7258436
2. Capacità del contenitore-distributore e del deposito di distribuzione

2.1. La capacità geometrica massima del contenitore-distributore è fissata in 9 m3.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4254081 7258437
3. Accesso all’area

3.1. Ai mezzi dei vigili del fuoco deve essere garantita la possibilità di avvicinamento ai contenitori-distributor

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4254081 7258438
4. Criteri di installazione e caratteristiche costruttive

4.1.1 contenitori-distributori e i relativi dispositivi e componenti devono essere costruiti e installati secondo la regola dell’arte, in conformità alla normativa vigente.

A tal fine, il serbatoio può essere:

a) a doppia parete e con sistema di monitoraggio continuo dell’intercapedine; le pareti dei serbatoi possono essere:

a.1 entrambe metalliche, con la parete esterna con protezione anticorrosione;

a.2 parete interna metallica ed esterna con altro materiale non metallico, ma di classe A1 di reazione al fuoco, purché idoneo a garantire la tenuta dell’intercapedine tra le pareti;

a.3 entrambe le pareti in materiale non metallico, ma di classe A1 di reazione al fuoco, purché resistenti alle sollecitazioni meccaniche ed alla corrosione;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4254081 7258439
5. Distanze di sicurezza

5.1. I contenitori-distributori devono osservare le seguenti distanze minime di sicurezza esterne ed interne da:

a) fabbricati, eventuali fonti di accensione, depositi di materiali combustibili e/o infiammabili non ricompresi tra le attività soggette ai controlli di prevenzione incendi ai sensi dell’allegato I del decreto del Presidente della Repubblica del 10 agosto 2011, n. 151: 5 m;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4254081 7258440
6. Altre misure di sicurezza

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4254081 7258441
7. Impianto elettrico e messa a terra

7.1. Gli impianti e le apparecchiature elettriche, ove presenti, devono essere realizzati ed installati in conformità a qua

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4254081 7258442
8. Estintori

8.1. In prossimità di ogni contenitore-distributore deve essere garantita la presenza di almeno due estintori porta

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
4254081 7258443
9. Norme di esercizio

9.1. L’esercizio e la manutenzione del contenitore-distributore devono essere effettuati secondo la regola dell’arte ed essere condotti in accordo alla regolamentazione vigente ed a quanto indicato nelle norme tecniche pertinenti e nel relativo manuale d’uso e manutenzione.

9.2. Il manuale d’uso e manutenzione del contenitore-distributore è predisposto dall’installatore o dal fabbricante, anche sulla base dei dati forniti dai fabbricanti dei componenti installati ed è fornito al responsabile dell’attività.

9.3. Devono essere rispettate le seguenti norme di esercizio:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Prevenzione Incendi

Norme di Prevenzione incendi

A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Alberghi e strutture ricettive
  • Prevenzione Incendi
  • Finanza pubblica
  • Provvedimenti di proroga termini

Antincendio strutture ricettive: classificazione, normativa, adeguamento

A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Ospedali e strutture sanitarie
  • Prevenzione Incendi

Antincendio strutture sanitarie: classificazione, normativa, adeguamento

A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Scuole
  • Prevenzione Incendi
  • Edilizia scolastica
  • Edilizia e immobili

Antincendio scuole e asili nido: classificazione, normativa, adeguamento

A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Prevenzione Incendi

Prevenzione incendi: adempimenti tecnico-amministrativi, vigilanza, sanzioni

CLASSIFICAZIONE DI EDIFICI E ATTIVITÀ A FINI DI PREVENZIONE INCENDI - ADEMPIMENTI TECNICO-AMMINISTRATIVI DI PREVENZIONE INCENDI (Normativa di riferimento, FAQ; Professionisti abilitati; Adempimenti di prevenzione incendi per ottenere il titolo abilitativo edilizio; Adempimenti di prevenzione incendi per ottenere l’assenso all’esercizio dell’attività; Schema grafico e tabelle adempimenti di prevenzione incendi; Progetti in deroga alle regole tecniche di prevenzione incendi; Modulistica e presentazione delle istanze di prevenzione incendi; Tariffe per i servizi dei Vigili del fuoco) - LA RELAZIONE TECNICA DI PREVENZIONE INCENDI (Casi generali; Attività regolate da specifiche disposizioni antincendi; Modifiche a impianti e costruzioni esistenti; Approccio ingegneristico alla sicurezza antincendio) - VIGILANZA E SANZIONI (Visite tecniche, verifiche e controlli dei VV.F.; Fascicolo da tenere a disposizione dei VV.F. per eventuali controlli; Provvedimenti in caso di inosservanza della normativa o condizioni di rischio; Sanzioni).
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Studio Groenlandia