FAST FIND : NR23065

L. R. Campania 29/07/2008, n. 8

Disciplina della ricerca ed utilizzazione delle acque minerali e termali, delle risorse geotermiche e delle acque di sorgente.
Scarica il pdf completo
40224 8756058
CAPO I - OGGETTO E NORME COMUNI

 

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
40224 8756059
Art. 1 - Ambito di applicazione e finalità

1. La Regione promuove la razionale utilizzazione delle acque minerali, di sorgente e termali, tutelando e valorizzando:

a) l’assetto ambientale ed idrogeologico dei territori interessati;

b) l’utilizzazione sostenibile e durevole delle risorse idriche presenti nel territorio regionale;

c) lo sviluppo sostenibile, sia economico che sociale, dei territori interessati.

2. La presente legge regionale, in conformità ai principi sanciti dalla legge 24 ottobre 2000, n. 323, disciplina:

a) la ricerca, la coltivazione e l'utilizzazione del patrimonio indisponibile di acque minerali naturali e termali, tali riconosciute o riconoscibili, e delle sostanze od energie associate;

b) la ricerca, la coltivazione e l’utilizzazione delle acque di sorgente, così come definite dall’articolo 1 del decreto legislativo 4 agosto 1999, n. 339;

c) N19

d) la tutela del patrimonio indisponibile con l'individuazione dei suol

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
40224 8756060
CAPO II - PERMESSO DI RICERCA E CONCESSIONE DI ACQUE MINERALI NATURALI E TERMALI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
40224 8756061
Art. 2 - Oggetto del permesso di ricerca, durata e proroga

1. Il permesso di ricerca ha ad oggetto:

a) lo studio dell’area di interesse, i sondaggi geognostici e le perforazioni, il prelievo delle acque rinvenute nella quantità necessaria per le analisi di cui alla lettera b);

b) le analisi e le indagini necessarie ad accertare le caratteristiche fisiche, chimiche e batteriologiche delle acque captate, finalizzate al riconoscimento della terapeuticità delle acque minerali naturali e termali;

c) ogni altro studio, ricerca e sperimentazione volti ad accertare la delimitazione del bacino di alimentazione della risorsa, le possibili forme di utilizzo e le eventuali esigenze di tutela.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
40224 8756062
Art. 3 - Cause di cessazione del permesso di ricerca

1. La decadenza del permesso di ricerca è pronunciata dal competente ufficio regionale nei seguenti casi:

a) quando i lavori di ricerca non sono avviati nei termini stabiliti e, in assenza di un termine prefissato, entro tre mesi dal giorno del rilascio;

b) quando i lavori sono rimasti sospesi per oltre tre mesi, senza giustificato motivo;

c) quando non sono osservate le prescrizioni stabilite con il provvediment

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
40224 8756063
Art. 4 - Oggetto della concessione, durata e rinnovo

1. La concessione ha per oggetto lo sfruttamento dei giacimenti di acque minerali naturali o di acque termali riconosciuti coltivabili e idoneamente captati, in relazione alle specifiche utilizzazioni programmate ed autorizzate e può prevedere anche lo sfruttamento delle forme associate di energia ai sensi dell’articolo 29.

2. Costituiscono oggetto della concessione, con facoltà di utilizzazione da parte del concessionario,anche i gas, ivi compresa l’anidride carbonica, i vapori e le altre sostanze od energie, associate alle acque minerali naturali e termali o da esse emanate o estraibili.

3. L’istanza per ottenere il rilascio della concessione ed il relativo procedimento sono disciplinati con regolamento di attuazione.

4. La concessione è rilasciata relativamente a superfici non superiori ai trecento ettari che costituiscono l’area di concessione e per una durata compresa tra i quindici ed i trenta anni, proporzionale agli investimenti programmati ed al relativo periodo di ammortamento; la concessione relativa a superfici superiori a trecento ettari è autorizzata solo nel caso di comprovate esigenze di coltivazione del bacino idrogeologico. Eventuali deroghe alla durata prevista sono individuate dal regolamento di attuazione.

5. Dell’avvio della procedur

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
40224 8756064
Art. 5 - Subconcessione

1. Gli enti indicati all'articolo 1 della legge 3 aprile 1961, n. 283, concessionari per lo sfruttamento delle acque minerali naturali e termali, possono conferire a terzi i diritti oggetto della concessione, in regime di subconcessione, nel rispetto della presente disciplina nonché di quella nazionale e comunitaria dettata per l’affidamento delle con

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
40224 8756065
Art. 6 - Contratti di somministrazione

1. I concessionari di acque minerali naturali e termali non destinate all’imbottigliamento possono stipulare contrat

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
40224 8756066
Art. 7 - Attività

1. L'attività oggetto della concessione può essere sospesa per un periodo determinato su istanza motivata del concessionario. La sospensione non può eccedere il periodo di due anni.

2. Il concessionario garantisce la regolare manutenzione dei beni costituenti oggetto della concessione anche durante il periodo di sospensione

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
40224 8756067
Art. 8 - Trasferimento della concessione e diritto di prelazione

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
40224 8756068
Art. 9 - Gestione unitaria

1. Le coltivazioni e le utilizzazioni da parte di più concessionari per lo sfruttamento d

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
40224 8756069
Art. 10 - Autorizzazione per le utilizzazioni

1. Sono sottoposte ad autorizzazione regionale, con le procedure previste dal regolamento di attuazione e previo parere della azienda sanitaria locale, le seguenti utilizzazioni delle acque minerali naturali e termali:

a) confezionamento di acque minerali naturali destinate al consumatore finale, nel rispetto delle disposizioni degli articoli 5 e 6 del decreto legislativo n. 105/1992;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
40224 8756070
Art. 11 - Pertinenze

1. I giacimenti di acque minerali naturali e termali e le relative pertinenze sono soggetti al regime giuridico del patrimonio indisponibile della regione.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
40224 8756071
Art. 12 - Iscrizione di ipoteche - Espropriazione dei diritti del concessionario e suo fallimento

1. Sulla concessione e sulle pertinenze cui si estende, l’iscrizione di ipoteche è soggetta ad autorizzazione regionale previa acquisizione delle valutazioni economico-finanziarie.

2. Nell’ambito del giudizio di espropriazione e delle correlate procedure di aggiudicazione, svolte ai sensi del codice di procedura civile, l’atto di

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
40224 8756072
Art. 13 - Accesso ai fondi - Occupazione - Espropriazione

1. Entro il perimetro dell’area di ricerca e di concessione le opere necessarie alla protezione igienicosanitaria ed idrogeologica del giacimento, alla captazione, conduzione, adduzione e accumulo delle acque minerali naturali, termali e di sorgente, alla produzione e trasmissione dell'energia elettrica ed alla sicurezza dell'attività di coltivazione nonché tutte le attività necessarie all’esercizio della concessione sono considerate di pubblica utilità ed indifferibili ed urgenti ai sensi ed agli effetti dell’articolo 12 e seguenti del decreto del Presidente della Repubblica 8 giugno 2001, n. 327.

2. Se l’occupazione delle aree di proprietà di terzi è autorizzata per un periodo superiore ai cinque anni, è adottato il decreto di espropriazione dell’area nel rispetto delle procedure stabilite dal

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
40224 8756073
Art. 14 - Cause di cessazione della concessione

1. La concessione cessa:

a) per scadenza del termine e mancato rinnovo;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
40224 8756074
Art. 15 - Scadenza del termine della concessione

1. Il concessionario, alla data di scadenza del termine della concessione, in assenza di u

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
40224 8756075
Art. 16 - Rinuncia alla concessione

1. La rinuncia alla concessione è comunicata dal concessionario, tramite una dichiarazione di rinuncia senza condizioni, al competente ufficio regionale ch

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
40224 8756076
Art. 17 - Revoca della concessione

1. La revoca della concessione è disposta per sopravvenuti gravi motivi di pubblico interesse e fatti straordinari e imprevedibili, che n

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
40224 8756077
Art. 18 - Decadenza della concessione

1. La decadenza della concessione è dichiarata nei seguenti casi:

a) quando il concessionario non ha dato inizio ai lavori previsti dal programma approvato nel termine stabilito o, se il termine non è stabilito, entro sei mesi dalla data di rilascio della concessione, salva la sussistenza di giustificati motivi;

b) quando il concessionario ha sospeso, per oltre sei mesi e senza autorizzazione, i lavori necessari per lo sfruttame

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
40224 8756078
Art. 19 - Esaurimento, incoltivabilità, inutilizzabilità del giacimento

1. L’esaurimento o sopravvenuta incoltivabilità del giacimento e la sua inutilizzabilit

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
40224 8756079
Art. 20 - Ripristino ambientale

1. A seguito dei provvedimenti di cessazione dei rispettivi titoli, esclusivamente nei cas

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
40224 8756080
CAPO III - AUTORIZZAZIONE ALL'APERTURA DELLE AZIENDE, STABILIMENTI E REPARTI TERMALI

 

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
40224 8756081
Art. 21 - Definizione di azienda termale

1. Sono aziende termali quelle così definite nell’articolo 1, comma 4, e costituite da

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
40224 8756082
Art. 22 - Contenuti dell'autorizzazione all’apertura ed all’esercizio delle aziende, stabilimenti e reparti termali

1. L’apertura e l’esercizio delle aziende termali, degli stabilimenti termali e dei reparti termali annessi a complessi ricettivi è soggetta ad autorizzazione dell’autorità comunale, quale autorità sanitaria locale, ai sensi della legge regionale 8 marzo 1985, n. 13, previo parere della azienda sanitaria locale.

2. L’autorizzazione di cui al comma 1 è rilasciata entro il termine di centoventi giorni dalla data di presentazione della relativa istanza e non può essere ceduta a terzi, anche nel caso in cui è riferita a singole attività terapeutiche ed applicazioni termali o servizi e presidi sanitari annessi all'azienda termale.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
40224 8756083
Art. 23 - Avvio dell’attività, sospensione e revoca dell’autorizzazione

1. L'autorizzazione di cui all’articolo 22, comma 1, può essere sospesa o revocata, previa apposita diffida, dalla competente autorità comunale nei casi in cui, a seguito di ispezioni o nell'espletamento delle attività di vigilanza sanitaria, sono constatate irregolarità e violazioni tali da compromettere il normale esercizio delle aziende termali, degli stabilimenti termali e dei reparti term

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
40224 8756084
Art. 24 - Direzione sanitaria nelle aziende termali, negli stabilimenti termali e nei reparti termali

1. Il direttore sanitario, preferibilmente specializzato in idrologia medica, o in medicina termale ai sensi dell’articolo 7 della legge n. 323/2000, idroterapia, terapia fisica, igiene o altra branca medica correlata alle patol

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
40224 8756085
Art. 25 - Controlli periodici di qualità e di sicurezza

1. A cura del direttore sanitario dell’azienda, dello stabilimento e del reparto termale, al fine di garantire la qualità delle acque termali, devono essere eseguiti, presso strutture pubbliche autorizzate o private accreditate, periodicamente con le modalit�

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
40224 8756086
Art. 26 - Utilizzazioni delle acque termali per produzione di cosmetici

1. Le acque minerali termali ed i loro derivati, oltre che per uso terapeutico, sono utilizzabili a

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
40224 8756087
Art. 27 - Caratteristiche delle acque termali

1. Nelle acque minerali termali e loro derivati, nonché nelle acque di cui all’articolo 1, comma 4, lettera i), quando utilizzate in piscina, non devono essere presenti le seguenti sostanze o composti derivanti dall’attività antropica:

a) agenti tensioattivi;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
40224 8756088
Art. 28 - Marchio di qualità termale

1. Nell’ambito dei territori per i quali risultano adottati gli strumenti di tutela di salvaguardia urbanistica ambientale, di cui all’articolo 1, comma 4, della legge n. 323/2000 ed all’ articolo 38 della presente legge, la Giunta regionale propone, ai sensi dell’articolo 13 della legge n. 323/2000, l’attribuzione del marchio di qualità termale ai t

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
40224 8756089
CAPO IV - PICCOLE UTILIZZAZIONI LOCALI

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
40224 8756090
CAPO V - ACQUE DI SORGENTE
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
40224 8756091
Art. 32 - Permesso di ricerca, concessione ed utilizzazione

1. I permessi di ricerca e le concessioni per lo sfruttamento delle acque di sorgente sono rilasciati e rinnovati con le medesime modalità stabilite per le acque minerali naturali e termali e possono essere rilasciati:

a) in aree libere da concessioni rilasciate per lo sfruttamento delle acque minerali naturali e termali e delle piccole utilizzazioni locali;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
40224 8756092
CAPO VI - NORME GENERALI, TRANSITORIE E FINALI

 

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
40224 8756093
Art. 33 - Autorità competente e procedure

1. I provvedimenti necessari per l’esercizio delle funzioni e delle attività disciplinate dalla presente legge, fatta eccezione per quelli demandati ad altri enti o espressamente ad altri organi regionali, sono adottati dal competente dirigente regionale e devono intendersi definitivi ad ogni effetto di legge.

2. La procedura di rilascio del permesso di ricerca e delle concessioni è disciplinata dal regolamento di attuazione.

3. Ai proprietari dei suoli compresi nelle aree di ricerca e di conce

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
40224 8756094
Art. 34 - Apparecchi di misura

1. I concessionari sono tenuti ad installare, possibilmente nel punto di captazione, in luogo accessibile e, comunque, prima degli impianti di utilizzazion

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
40224 8756095
Art. 35 - Abolizione di tasse sulle concessioni regionali

1. A decorrere dall’anno successivo all’entrata in vigore della presente legge sono abolite le tasse di rilascio delle concessioni regionali di cui al decreto legislativo 22 giugno 1991, n. 230, limitatamente alle voci di seguito elencate con i numeri d’ordine indicati nella

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
40224 8756096
Art. 36 - Diritti proporzionali e contributi

1. N9 I titolari dei provvedimenti di legittimazione alla ricerca ed allo sfruttamento delle risorse contemplate dalla presente legge, sono tenuti al pagamento di diritti proporzionali annui anticipati rapportati all’estensione dell’area impegnata e diversificati nel caso di ricerca o concessione.

2. N33 I diritti previsti al comma 1 sono così determinati:

a) euro 4,00 per ettaro o frazione di esso per le aree oggetto di permesso di ricerca;

b) euro 35,37 per ettaro o frazione di esso per le aree oggetto di concessione.

Gli importi dei diritti proporzionali annui così determinati non possono comunque essere inferiori rispettivamente a euro 800,00 per le attività di ricerca ed a euro 2.000,00 per le concessioni.

3. N24

4. Se il titolare della concessione rilasciata per l’esercizio di attività termali è anche titolare, re

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
40224 8756097
Art. 37 - Sanzioni - Vigilanza - Controlli

1. Chiunque esegua, senza permesso, ricerche delle acque minerali naturali, delle acque termali, delle acque di sorgente è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 500,00 a euro 5.000,00. N21

2. Chiunque coltivi le acque minerali naturali, le acque termali, le acque di sorgente in assenza della concessione è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 10.000,00 a euro 50.000,00; la stessa sanzione può essere comminata per l'inosservanza dell'obbligo di chiusura mineraria dei pozzi.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
40224 8756098
Art. 38 - Pianificazione e programmazione regionale di settore

1. Ai fini di una valorizzazione e di un razionale utilizzo del patrimonio di cui alla presente legge, la Regione adotta il piano regionale di settore delle acque minerali naturali e termali, di sorgente e promuove l’associazionismo e la costituzione di consorzi tra i titolari delle concessioni e delle subconcessioni di cui alla presente legge, anche su iniziativa di uno o più interess

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
40224 8756099
Art. 39 - Contenuti del piano regionale di settore

1. Il piano regionale di settore di cui all’articolo 38, comma 1, ha le seguenti finalità e contenuti:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
40224 8756100
Art. 40 - Formazione e pubblicazione del piano

1. Il piano è adottato dalla Giunta regionale, previo parere della commissione consiliare competente, sentiti gli enti locali interessati, le competenti autorità regionali, locali e statali preposte alla tutela dei vincoli esistenti sul territorio, nonché le associazioni imprenditoriali dei concessionari per lo sfruttamento delle acque minerali naturali, di sorgente, t

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
40224 8756101
Art. 41 - Inserimento del piano regionale di settore nella pianificazione territoriale

1. Ai fini dell’inserimento del piano regionale di settore nella pianificazione territor

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
40224 8756102
Art. 42 - Impianti per la ricerca, la coltivazione e l’utilizzazione delle acque minerali naturali, termali, di sorgente e delle piccole utilizzazioni locali

1. Le opere necessarie alla ricerca, coltivazione ed utilizzazioni delle acque minerali naturali, termali, di sorgente costituiscono opere per le quali è prevista la promozione di un accordo di programma ai sensi dell’

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
40224 8756103
Art. 43 - Incentivazione

1. La Regione, al fine di valorizzare la qualità delle prestazioni termali, nel rispetto dell’articolo 9 della legge n. 323/2000, attiva iniziative di formazione professionale tese al conseguimento, presso enti pubblici e privati

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
40224 8756104
Art. 44 - Norme transitorie

1. I permessi di ricerca e le concessioni e le autorizzazioni rilasciate ai sensi ed agli effetti del regio decreto del 29 luglio 1927, n. 1443 e della legge n. 896/1986, conservano validità fino alla scadenza originariamente stabilita con l'obbligo dell'osservanza delle prescrizioni della presente legge.

2. Le istanze di rinnovo delle concessioni, i cui termini sono scaduti alla data di entrata in vigore della presente legge o i cui termini scadono nei dodici mesi successivi alla data di entrata in vigore della presente legge, sono presentate in deroga ai termini previsti dall’articolo 4, comma 13, entro il 31 ottobre 2009. N2

3. I concessionari per la coltivazione e lo sfruttamento delle acque minerali naturali e termali rilasciate ai sensi del regio decreto n. 1443/1927, entro il termine di novanta giorni dall’entrata in vigore della legge, possono richiedere il rinnovo anticipato della concessione per la durata massima prescritta dall’articolo 4, comma 4, se risultano titolari del relativo titolo legittimante da almeno dieci anni, sono in possesso dei requisiti di capacità tecnica ed economica necessari per la coltivazione e lo sfruttamento della risorsa secondo il programma dei lavori approvato, hanno sempre attuato, nel periodo di vigenza della concessione, i programmi dei lavori appro

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
40224 8756105
Art. 45 - Perforazioni non autorizzate

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
40224 8756106
Art. 46 - Consulta

1. È istituita la consulta degli enti locali e dei concessionari composta dall’assessor

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
40224 8756107
Art. 47 - Norma finanziaria

1. A decorrere dall’esercizio finanziario 2008 le entrate derivanti dai diritti proporzi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
40224 8756108
Art. 48 - Norma finale

1. Per quanto non previsto continuano ad applicarsi le norme vigenti in materia in quanto compatibili con la presente legge.

2. L’

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Fonti alternative
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Edilizia e immobili
  • Energia e risparmio energetico
  • Titoli abilitativi
  • Impiantistica
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Impianti di riscaldamento e condizionamento
  • Efficienza e risparmio energetico

Fonti rinnovabili negli edifici nuovi e ristrutturati: obblighi e decorrenze

A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Energia e risparmio energetico
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Impianti di riscaldamento e condizionamento
  • Impiantistica
  • Fonti alternative
  • Certificazione energetica

Requisiti minimi di prestazione energetica e vincoli per la progettazione di edifici e impianti

A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Impiantistica
  • Finanza pubblica
  • Energia e risparmio energetico
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Provvidenze
  • Fonti alternative

Veneto: incentivi per i sistemi di accumulo di energia elettrica prodotta da impianti fotovoltaici - anno 2019

A cura di:
  • Anna Petricca
  • Provvidenze
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Impiantistica
  • Finanza pubblica
  • Energia e risparmio energetico
  • Fonti alternative

Lombardia: sistemi di accumulo di energia elettrica prodotta da impianti fotovoltaici - Bando accumulo 2019-2020

Destinatari del bando sono tutti i privati cittadini residenti in Lombardia che sono o saranno titolari entro il 31/12/2020 di un impianto fotovoltaico a servizio di un’utenza domestica. Si tratta di un contributo a fondo perduto di importo variabile fino ad un massimo di 3.000,00 euro e pari al 50% delle spese ammissibili sostenute, per acquistare e installare un sistema di accumulo elettrochimico connesso ad un impianto fotovoltaico di potenza nominale non superiore a 20 kW.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Finanza pubblica
  • Impiantistica
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Energia e risparmio energetico
  • Imprese
  • Fonti alternative
  • Provvidenze

Abruzzo: fondi alle imprese per impianti da fonti rinnovabili ed efficientamento energetico

Il bando intende sostenere, con aiuti in regime di esenzione, le imprese che, all’interno di unità operative ubicate nel territorio regionale, realizzino investimenti per l’autoconsumo, volti all’efficientamento energetico o alla produzione di energia proveniente da fonti rinnovabili da parte delle PMI e, per le Grandi imprese, all’installazione di impianti di cogenerazione/trigenerazione ad alto rendimento.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Impiantistica
  • Professioni
  • Energia e risparmio energetico
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Impianti di riscaldamento e condizionamento
  • Esercizio, ordinamento e deontologia
  • Fonti alternative

Toscana, formazione installatori impianti alimentati da FER: avvio e proroga termine