FAST FIND : NR4226

L. R. Basilicata 06/08/1997, n. 38

Norme per l'esercizio delle funzioni regionali in materia di difesa del territorio da rischio sismico.
Testo coordinato con le modifiche introdotte da:
- L.R. 16/11/2021, n. 49
- L.R. 24/11/2020, n. 38
- L.R. 26/11/2001, n. 46
Scarica il pdf completo
21369 8061591
Articolo 1 - Oggetto della legge

1. La Regione, ai sensi dell'art. 20 della Legge 10 dicembre

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21369 8061592
Articolo 2 - Denuncia dei lavori e Autorizzazione all'inizio dei lavori

N11

1. Il committente o il costruttore che esegue in proprio, prima dell'inizio dei lavori, deve darne preavviso scritto (denuncia dei lavori) allo sportello unico comunale, che provvede a trasmetterlo al competente ufficio tecnico della regione tramite piattaforma telematica regionale. Tale preavviso, ricevuto ai fini della certificazione e in deroga all'art. 17 della Legge 2 febbraio 1974 n. 64, esonera dalle autorizzazioni di cui agli artt. 2 della medesima legge, fermo restando l'obbligo della concessione edilizia prevista dalle vigenti norme urbanistiche e degli altri permessi, nulla - osta, autorizzazioni o concessioni occorrenti.

2. La denuncia dei lavori, a richiesta dell'interessato, è valida anche ai sensi e per gli effetti dell'art. 4 della Legge 5 novembre 1971 n. 1086.

3. La denuncia dei lavori deve contenere le seguenti informazioni:

a) l'indicazione del nominativo e del domicilio del committente, del costruttore, del progettista, del geologo, ove occorre, del direttore dei lavori e del collaudatore in corso d'opera, di cui al successivo art. 3, ove occorre;

4. Alla denuncia dei lavori va allegato il progetto esecutivo redatto e firmato da tecnico abilitato a norma di legge ed iscritto ad Albo o Collegio professionale e dal Direttore dei lavori, e deve tra l'altro comprendere:

a) asseverazione del progettista delle strutture attestante:

1) che l'incarico rientra nei limiti delle proprie competenze professionali;

2) il rispetto delle norme tecniche per le costruzioni vigenti, indicando la normativa di riferimento;

3) la coerenza tra il progetto esecutivo riguardante le strutture e quello architettonico;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21369 8061593
Articolo 3 - Responsabilità

1. La responsabilità dell'osservanza delle norme sismiche per l'esecuzione delle opere di cui all'art. 1 primo comma ricade, nei limiti delle rispettive competenze, sul progettista, geologo ove previsto, direttore dei lavori, costruttore, collaudatore in corso d'opera e finale, previsto dalla presente Legge.

2. L'incarico di direttore dei lavori e di collaudatore deve essere conferito ai tecnici abilitati a norma di legge ed iscritti ad Albo o Collegio professionale, nei limiti delle rispettive competenze professionali. N12

3. Il Collaudatore deve essere iscritto all'Albo o Collegio professionale da almeno dieci anni e ove prescritta la nomina di un Ingegnere o Architetto, può essere lo stesso incaricato di cui alla Legge 10

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21369 8061594
Articolo 4 - Controlli

1. La Regione Basilicata attua, a mezzo delle Strutture tecniche competenti, controlli con metodo a campione sulle opere di cui all'art. 1 della presente legge in corso d'opera e ad opera ultimata, per verificare la conformità delle opere al progetto depositato.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21369 8061595
Articolo 5 - Vigilanza per l'osservanza delle norme sismiche

1. Il collaudatore in corso d'opera, nominato dal committente o dal costruttore che esegue in proprio, controlla, prima dell'inizio dei lavori, i calcoli statici ed esercita la vigilanza in concomitanza al processo costruttivo delle opere denunciate ai sensi del precedente art. 2.

2. L'attività di vigilanza e controllo del collaudatore si esplica mediante accertamenti periodici, nelle fasi rilevanti dell'opera, attestati dai relativi verbali di visita e dalle firme apposte s

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21369 8061596
Articolo 6 - Repressione delle violazioni

1. Il collaudatore di cui all'art. 5, appena accertato un fatto costituente violazione alle norme sismiche, compila immediatamente processo verbale, trasmettendolo, in uno a motivata relazione con proposte, alla Struttura tecnica regionale competente, ai sensi dell'art. 21 della legge n. 64/74.

2. L'Ingegnere Capo della Struttura Tecnica Regionale competente per territorio, provvede, ai sensi del secondo comma del citato art. 21 della Legge 64/74 a tutti gli adempimenti di cui all'art. 22 della summenzionata Legge 64/74.

3. Per la violazione degli obb

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21369 8061597
Articolo 7 - Disposizioni transitorie

1. Non sono tenuti al rispetto delle norme contenute nella presente legge coloro i quali, alla data di entrata in vigore della stess

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21369 8061598
Articolo 8 - Sanzioni

1. Per l'infrazione alle norme di cui alla presente legge si applicano le sanzioni previste dalla

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21369 8061599
Articolo 9 - Utilizzazione degli edifici e manufatti

N3

1. Il Direttore dei lavori, in conformità anche dell'art. 6 della Legge n. 1086/71, deve comunicare alla Struttura tecnica regionale l'avvenuta ultimazione delle parti strutturali dell'opera e deve altresì rilasciare una dichiarazione attestante che le opere sono state eseguite in conformità del progetto depositato/autorizzato, con l'osservanza delle prescrizioni esecutive in esso contenute, nel rispetto delle norme tecniche di esecuzione e applicando le buone regole dell'arte.

2. Nel caso vengano eseguite varianti strutturali non sostanziali, prima della loro esecuzione, dovrà essere predisposta e custodita in cantiere la documentazione progettuale integrativa, di seguito indicata, firmata dal Progettista della variante, dal Direttore dei Lavori e controfirmata dal Collaudatore in corso d'opera:

a) Asseverazion

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21369 8061600
Articolo 10 - Formazione degli strumenti urbanistici e loro varianti

1. Il parere di cui all'art. 13 della Legge n. 64/74, è richiesto per la formazione degli strumenti urbanistici e loro varianti di livello comunale nonché per tutti gli atti di pianificazione la cui competenza è attribuita agli enti sub regionali ed è reso dall'Ufficio geologico, per i Comuni ricadenti nella Provincia di Potenza e dall'Ufficio Territorio per i Comuni ricadenti nella Provincia di Matera.

2. A tal fine, in sede di formazione degli strumenti urbanistici generali ed attuativi, i soggetti proponenti a competenza sub - regionale, devono predisporre studi geologici dei te

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21369 8061601
Articolo 11 - Adeguamento degli strumenti urbanistici

1. Gli adeguamenti degli strumenti urbanistici generali ed attuativi vigenti, diretti esclusivamente all'osservanza della normativa antisismica di cui ai Decreti ministeriali emanati in attuazione dell'art. 3 della L. 64/74 sono adottati ed

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21369 8061602
Articolo 12 - Criteri e modalità attuativi

1. Con deliberazione della Giunta regionale da adottare entro novanta giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge, sentita la Commissione consiliare competente, saranno tra l'altro definiti:

a) la Modulistica Unificata Regionale (MUR); N7

b) individuazione dei contenuti minimi del progetto esecutivo riguardante le strutture; N7

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21369 8061603
Articolo 12-bis - Elenco Regionale di Professionisti in Materia di Difesa del Territorio dal Rischio Sismico

N15

1. È istituito presso

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21369 8061604
Articolo 12-ter - Modello organizzativo

N16

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21369 8061605
Articolo 13 - Rinvio

1. Per quanto non previsto dalla presente legge valgono le disposizioni di cui alla Leggi n. 1086/71 e n. 64/74 e al

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21369 8061606
Articolo 14 - Abrogazione

1. Sono abrogate la L.R. 29/11/1982 n. 4

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21369 8061607
Articolo 14-bis - Norma Finanziaria

N8

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
21369 8061608
Articolo 15 - Dichiarazione di urgenza

1. La presente legge è dichiarata urgente ai sensi dell'art. 127 della Costituzione ed entra in vig

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Costruzioni in zone sismiche
  • Norme tecniche

La classificazione sismica di tutti i comuni italiani dal 1927 a oggi

A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Costruzioni in zone sismiche
  • Imposte sul reddito
  • Agevolazioni per interventi di ristrutturazione e antisismici
  • Norme tecniche
  • Fisco e Previdenza

Sismabonus, classificazione del rischio sismico delle costruzioni e attestazione

A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Edilizia e immobili
  • Norme tecniche
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Costruzioni in zone sismiche

Disciplina delle costruzioni in zone sismiche

ZONE SISMICHE IN ITALIA E NORME TECNICHE - NORME TECNICO-AMMINISTRATIVE E AMBITO DI APPLICAZIONE (Adempimenti per costruzioni in zone sismiche nel Testo unico dell’edilizia; Generalità sugli interventi soggetti agli obblighi; Classificazione interventi in base alla pericolosità; Precisazioni della giurisprudenza sull’ambito applicativo) - ADEMPIMENTI PER LE OPERE IN ZONA SISMICA (Soggetti tenuti agli adempimenti; Denuncia dei lavori in zona sismica; Autorizzazione sismica; Certificazione in caso di sopraelevazione; Disciplina per le zone sismiche di nuova classificazione; Eliminazione di barriere architettoniche) - AGEVOLAZIONI PER LA MESSA IN SICUREZZA SISMICA (C.D. “SISMABONUS”) - VIGILANZA E SANZIONI, ILLECITI “ANTISISMICI” (Vigilanza; Sanzioni (illeciti antisismici); Prescrizione degli illeciti antisismici).
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Norme tecniche
  • Costruzioni
  • Costruzioni in zone sismiche

Interventi su edifici esistenti in base alle norme tecniche per le costruzioni (NTC 2018)

CLASSIFICAZIONE DEGLI INTERVENTI STRUTTURALI SU EDIFICI ESISTENTI (Edifici esistenti ai fini delle NTC 2018; Interventi strutturali volontari o necessari; Interventi strutturali e non strutturali; Categorie di interventi strutturali su edifici esistenti, criteri e modalità di intervento) - VALUTAZIONE DELLA SICUREZZA E INTERVENTI SU EDIFICI ESISTENTI (Che cos’è la valutazione della sicurezza di una costruzione; Quando è obbligatorio procedere alla valutazione della sicurezza; Scopo e oggetto della valutazione della sicurezza; Verifiche da eseguire in caso di interventi non dichiaratamente strutturali; Elementi e criteri generali per l’esecuzione della valutazione della sicurezza; Esito della valutazione della sicurezza) - CLASSI D’USO DELLE COSTRUZIONI ED INTERVENTI SULL’ESISTENTE (Mutamento della classe d’uso dell’edificio ed eventualità di intervento strutturale; Individuazione della corretta classe d’uso; Specifica sulle classi d’uso III e IV; Patrimonio storico, artistico e culturale; Cambio di classe d’uso in aumento e intervento strutturale; Classificazione degli ambienti ai fini dei sovraccarichi) - SCHEMA GRAFICO RIEPILOGATIVO.
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Norme tecniche
  • Norme armonizzate

Indice delle Norme UNI e CEI per l’Edilizia - Parte 1/7 - Sistema edilizio e tecnologico

1. Requisiti generali: 1.1. Classificazione e requisiti del sistema; 1.2. Sostenibilità delle costruzioni; 1.3. Unità di misura; 1.4. Misurazioni; 1.5. Manutenzione e gestione, aspetti generali; 1.6. Manutenzione e gestione di patrimoni immobiliari; 1.7. Urbanistica; 1.8. Gestione del valore; 1.9. Norme generali di progettazione edilizia; 1.10. Appalto e realizzazione dei lavori. 2. Rappresentazione grafica: 2.1. Coordinazione modulare; 2.2. Tolleranze dimensionali; 2.3. Disegno, normativa generale; 2.4. Disegno edile; 2.5. Informazione tecnica e di prodotto. 3. Controllo e assicurazione della qualità: 3.1. Normativa generale; 3.2. Laboratori di prova; 3.3. Metodi di calcolo statistici; 3.4. Sistema aziendale per la qualità; 3.5. Certificazione della qualità.
A cura di:
  • Gaetano Miti
  • Terremoto Centro Italia 2016
  • Calamità/Terremoti
  • Protezione civile
  • Norme tecniche
  • Edilizia e immobili
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Costruzioni in zone sismiche

Contributi per la ripresa delle attività economiche e produttive nei territori colpiti dal sisma a far data dal 24/08/2016

  • Norme tecniche
  • Macchine e prodotti industriali
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Energia e risparmio energetico

Ecodesign apparecchi di refrigerazione

  • Norme tecniche
  • Energia e risparmio energetico
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Macchine e prodotti industriali

Ecodesign apparecchiature di saldatura

  • Norme tecniche
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Macchine e prodotti industriali
  • Energia e risparmio energetico

Ecodesign motori elettrici e variatori di velocità

  • Macchine e prodotti industriali
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Energia e risparmio energetico
  • Norme tecniche

Ecodesign motori elettrici e variatori di velocità