FAST FIND : NN13276

Circ. Min. Ambiente e Tutela Terr. e Mare 27/10/2014, n. 22295

Linee di indirizzo sulle modalità applicative della disciplina in materia di prevenzione e riduzione integrate dell'inquinamento, recata dal Titolo III-bis alla parte seconda del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, alla luce delle modifiche introdotte dal decreto legislativo 4 marzo 2014, n. 46.
Scarica il pdf completo
1433000 3260650
[Premessa]


Alla luce dei chiarimenti forniti dalla D.g. Ambiente della Commissione europea, attraverso pareri relativi alle pili frequenti

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1433000 3260651
1. Definizione di sito

Con particolare riferimento all'articolo 5, comma 1, lettera i-quater, del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1433000 3260652
2. Definizione del concetto di attività connessa

Con particolare riferimento all'articolo 5, comma 1, lettera i-quater, del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, per attività accessoria, tecnicamente connessa ad una attività Ippc svolta nel sito (intendendo come "attività Ippc" una attività rientrante in una delle categorie di cui all'allegato VIII alla parte sec

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1433000 3260653
3. Applicazione dell'istituto del rinnovo periodico

Con l'emanazione del decreto legislativo 4 marzo 2014, n. 46R, l'istituto del rinnovo periodico, precedentemente disciplinato dall'articolo 29-octies, commi 1, 2 e 3, del Dlgs 152/2006, non è più formalmente contemplato dall'ordinamento. Conseguentemente:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1433000 3260654
4. Modalità di gestione dei procedimenti in corso

Fatto salvo quanto già specificato con riferimento ai procedimenti di rinnovo periodico, per i procedimenti in corso si adotteranno le seguenti modalità applicative:

a) i procedimenti avviati prima del 7 gennaio 2013, salvo espressa rich

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1433000 3260655
5. Presentazione della relazione di riferimento

Per far sì che le relazioni di riferimento contengano informazioni conformi ai criteri definiti a livello nazionale e siano generalmente confrontabili anche in termini temporali, si suggerisce alle Autorità competenti di richiedere, in esito all'emanazione del primo decreto ministeriale di cui all'articolo 29-sexies, comma 9-sexies, del decreto legislativo del 3 aprile 2006, n. 152

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1433000 3260656
6. Soglie delle attività di fabbricazione di prodotti alimentari o mangimi

Ai fini del confronto con le soglie indicate nel punto 6.4.b, dell'allegato VIII, alla parte seconda

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1433000 3260657
7. Chiarimenti in merito alla nozione di pollame

La nozione di "pollame" che figura al punto 6.6, lettera a), dell'allegato VIII, alla parte seconda d

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1433000 3260658
8. Chiarimenti in merito alla nozione di frantumatori di rifiuti metallici

Per la definizione di "frantumatori" che figura al punto 5.3. lettere a.5 e b.4, dell'allegato VIII,

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1433000 3260659
9. Oggetto dei controlli

L'estensione dell'oggetto dei controlli può dar adito a dubbi interpretativi, alla luce dell'articolo 29-sexies, comma 6-ter, del decreto legislativo del 3 aprile 2006, n. 152, che impegna a effettuare nel corso delle ispezioni "l'esame di tutta la gamma degli effetti ambientali indotti dalle installazioni". Al riguardo, peraltro, una lettura estensiva della norma sarebbe incoerente, poiché imporrebbe di fatto all'Ente di controllo (che non ha in merito specifica competenza) di effett

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1433000 3260660
10. Sospensione dell'autorizzazione

Ai sensi della nuova formulazione dell'articolo 29-decies, comma 9, lettera b), del decreto legislativo del 3 aprile 2006, n. 152R, l'Autorità competente

a) ove accerti la presenza di violazioni alle condizioni dell'Aia reiterate per pili di due volte all'anno, è in ogni caso tenuta a disporre la sospensione dell'attività per un tempo determinato;

b) e inoltre tenuta a disporre la sospensione nel caso in cui l'inosservanza determini "situazioni"

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1433000 3260661
11. Chiarimenti in merito alla capacita di incenerimento

Con riferimento alle categorie di attività di cui al punto 5.2 dell'allegato VIII, alla Parte

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1433000 3260662
12. Chiarimenti in merito agli obblighi di pubblicazione

L'articolo 29-quater, comma 3, del Dlgs 152/2006

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1433000 3260663
13. Chiarimenti in merito all'impiego delle linee guida MTD

Per tutti i procedimenti avviati dopo il 7 gennaio 2013, le linee guida per l'individuazione e l'util

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1433000 3260664
14. Primi chiarimenti in merito agli impianti esistenti non già soggetti ad Aia

Si chiarisce che all'articolo 29, comma 2, del Dlgs 46/2014

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Impatto ambientale - Autorizzazioni e procedure
  • Tutela ambientale

L’Autorizzazione Integrata Ambientale (AIA)

COSA È L’ AUTORIZZAZIONE INTEGRATA AMBIENTALE (AIA) (Finalità dell’AIA e normativa di riferimento; Autorizzazioni e provvedimenti sostituiti dall’AIA; Rapporti tra AIA e Valutazione di impatto ambientale (VIA); Rapporti tra AIA e altre autorizzazioni non ambientali e/o edilizie) - INTERVENTI SOGGETTI AD AUTORIZZAZIONE INTEGRATA AMBIENTALE (AIA) (Campo di applicazione dell’AIA; Esclusioni; Competenza al rilascio dell’AIA; Tabella completa impianti soggetti ad Autorizzazione integrata ambientale) - DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE INTEGRATA AMBIENTALE (Contenuti della domanda di AIA in sede statale; Modulistica per la domanda di AIA in sede statale; Domanda di AIA in sede regionale o delle Province autonome; La relazione di riferimento per le attività che utilizzano sostanze pericolose; Oneri istruttori e spese per rilievi, accertamenti e sopralluoghi) - PROCEDIMENTO DI AUTORIZZAZIONE INTEGRATA AMBIENTALE (Presentazione della domanda e verifica; Pubblicazione dei dati sulla domanda e osservazioni del pubblico; Istruttoria e acquisizione di atti e prescrizioni; Coordinamento autorizzazioni su parti diverse della stessa installazione; Conclusione del procedimento; Accordi tra gestore ed enti pubblici per impianti di preminente interesse nazionale; Direttiva per la conduzione dei procedimenti di AIA) - PROVVEDIMENTO DI AUTORIZZAZIONE INTEGRATA AMBIENTALE (Condizioni per il rilascio dell’AIA; Contenuto dell’AIA) - RINNOVO O RIESAME DELL’AIA, MODIFICHE AGLI IMPIANTI (Rinnovo o riesame dell’AIA; Modifiche degli impianti sottoposti ad Autorizzazione integrata ambientale) - SANZIONI (Diffida, sospensione attività e chiusura installazione; Sanzioni penali e amministrative.
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Studio Groenlandia
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Rifiuti
  • Tutela ambientale

Classificazione dei rifiuti in base all'origine e in base alla pericolosità

A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Rifiuti
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali

Rifiuti, non rifiuti e sottoprodotti: definizione, classificazione, normativa di riferimento

RIFIUTI, NON RIFIUTI E SOTTOPRODOTTI (Rifiuti; Non rifiuti (esclusioni dal campo di applicazione della parte IV del D. Leg.vo 152/2006); Sottoprodotti) - CESSAZIONE DELLA QUALITÀ DI RIFIUTO (END OF WASTE) E ATTIVITÀ DI RECUPERO (Condizioni da rispettare per la cessazione della qualità di rifiuto; Criteri end of waste e decreti emanati; Autorizzazioni a impianti di recupero in assenza di criteri end of waste; Controllo dei provvedimenti autorizzatori adottati; Aggiornamento autorizzazioni rilasciate all’uscita di criteri end of waste; Disposizioni transitorie per le autorizzazioni in essere al 03/11/2019) - CONDIZIONI PER LA QUALIFICAZIONE COME SOTTOPRODOTTO (Condizioni per la qualifica di sottoprodotto; Dimostrazione dei requisiti per la qualifica dei residui di produzione come sottoprodotti) - CRITERI PER LA QUALIFICAZIONE COME SOTTOPRODOTTO DI SPECIFICHE TIPOLOGIE DI SOSTANZE.
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Albo nazionale dei gestori ambientali
  • Rifiuti

Albo gestori ambientali, normativa, categorie, iscrizione, responsabile tecnico, modulistica

A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Rifiuti
  • Tracciabilità

Tracciabilità dei rifiuti (formulari trasporto, registri carico e scarico, modello unico dichiarazione ambientale - MUD)

A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Albo nazionale dei gestori ambientali
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Rifiuti

Regime transitorio responsabili tecnici imprese iscritte Albo gestori ambientali

  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Inquinamento atmosferico

Autorizzazione impianti di combustione medi con potenza superiore a 5MW

  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Inquinamento atmosferico

Limiti di emissione impianti di combustione medi con potenza superiore a 5MW