FAST FIND : NN12368

Circ. Min. Sviluppo Econ. 20/06/2013, n. 21303

Criteri e modalità di concessione delle agevolazioni ai sensi del decreto del Ministro dello sviluppo economico 6 marzo 2013, recante l'istituzione di un regime di aiuto finalizzato a promuovere la nascita di nuove imprese nelle regioni Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sardegna e Sicilia.
Scarica il pdf completo
971365 977704
[Premessa]



IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
971365 977705
A - Disposizioni generali
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
971365 977706
1. Premessa

1.1. Il decreto del Ministro dello sviluppo economico 6 marzo 2013 R, pubblicato nel sito internet istituzionale in data 4 giugno 2013 e in corso di pubblicazi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
971365 977707
2. Definizioni

2.1. Ai fini della presente circolare, sono adottate le seguenti definizioni:

a) «Decreto»: il decreto del Ministro dello sviluppo economico 6 marzo 2013, pubblicato nel sito internet istituzionale in data 4 giugno 2013 e in corso di pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale;

b) «Ministero»: il Ministero dello sviluppo economico;

c) «Regolamento GBER»: il Regolamento (CE) n. 800/2008 della Commissione del 6 agosto 2008, pubblicato nella G.U.U.E

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
971365 977708
3. Risorse finanziarie disponibili

3.1. In fase di prima applicazione, le risorse finanziarie disponibili per la concessione degli aiuti di cui al Decreto ammontano a:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
971365 977709
4. Soggetti beneficiari

4.1. Possono beneficiare delle agevolazioni di cui al Decreto, fatto salvo quanto previsto ai successivi punti 4.5, 4.6 e 4.7, le imprese, ivi incluse le start-up innovative:

a) costituite da non più di sei mesi alla data di presentazione della domanda di agevolazione;

b) di piccola dimensione, ai sensi di quanto previsto nell’allegato 1 del Regolamento GBER;

c) con sede legale e operativa ubicata nei territori delle regioni Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sardegna e Sicilia, nelle aree ammesse a norma dell’art. 107.3.a) e 107.3.c) del TFUE, così come individuate nella Carta degli aiuti di Stato a finalità regionale, relativamente alle agevolazioni di cui alla lettera B della presente circolare, ovvero con sede legale e operativa ubicata nei territori delle Regioni dell’Obiettivo Convergenza, relativamente alle agevolazioni di cui alla lettera C della presente circolare;

d) costituite in forma societaria, ivi incluse le società cooperative;

e) in cui la compagine societaria sia composta, in maggioranza assoluta numerica e di p

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
971365 977710
5. Modalità di presentazione delle domande e dei piani di impresa

5.1. Le agevolazioni di cui al decreto sono concesse sulla base di procedura valutativa a sportello, secondo quanto stabilito dall’art. 5 del decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 123 R e successive modificazioni e integrazioni.

5.2. Le domande di agevolazione, corredate dei piani di impresa, possono essere presentate a partire dal giorno 4 settembre 2013 ore 12.00.

5.3. Le domande presentate prima del termine di cui al punto 5.2 non sono prese in considerazione.

5.4. Ai sensi dell’art. 2, comma 3, del citato decreto l

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
971365 977711
6. Concessione delle agevolazioni

6.1. All’esito del procedimento istruttorio di cui ai punti 12 e 20, il Soggetto gestore adotta il provvedimento di ammissione o di non ammissione alle agevolazioni della domanda.

6.2. Con riferimento alle domande presentate da startup innovative, il Comitato tecnico fornisce indicazioni e specificazioni al Soggetto Gestore in merito allo

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
971365 977712
7. Obblighi del beneficiario e vincoli sull’attività

7.1. L’impresa beneficiaria si obbliga a:

a) consentire, in ogni fase del procedimento, al Soggetto gestore, al Ministero e a soggetti da questi delegati o incaricati, di effettuare controlli e ispezioni al fine di verificare le condizioni per la fruizione e il mantenimento delle agevolazion

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
971365 977713
B - Aiuti in favore delle piccole imprese di nuova costituzione
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
971365 977714
8. Ambito di applicazione e oggetto dell’intervento

8.1. Ai soggetti che presentano i requisiti di cui al punto 4, aventi sede legale e operativa ubicata nei territori delle regioni Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sardegna e Sicilia, nelle aree ammesse a norma dell’art. 107.3.a) e 107.3.c) del TFUE, così come individuate nella Carta degli aiuti di Stato a finalità region

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
971365 977715
9. Forma e intensità dell’aiuto

9.1. L’importo annuo massimo del contributo concedibile in favore di ciascuna impresa beneficiaria è pari a euro 50.000,00, per un ammontare di agevolazione complessivamente concedibile in favore di ciascuna impresa pari a euro 200.000,00 nell’arco di 4 anni dalla data di presentazione della domanda, fatto salvo quanto previsto al punto 9.2.

9.2. Relativamente alle domande di agevolazioni presentate da start-up innovative, nel caso in cui l’impresa beneficiaria, all’atto della richiesta di erogazione di ciascuna quota annuale di contributo, presenti spese in ricerca e sviluppo di cui all’art. 25, comma 2, lettera h), punto 1), del Decreto-legge n. 179/2012 in misura superiore alla soglia minima ivi prevista, per un valore comun

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
971365 977716
10. Costi ammissibili

10.1. Sono ammissibili alle agevolazioni di cui alla presente lettera B i costi, sostenuti dall’impresa a decorrere dalla data di presentazione della domanda e non oltre 4 anni dalla stessa data, connessi alla realizzazione del piano di impresa, riferiti a:

a) interessi sui finanziamenti esterni concessi all’impresa, ossia gli interessi derivanti da finanziamenti bancari ordinari concessi a tasso di mercato, fisso o variabile, ammissibili in misura non superiore al tasso di riferimento vigente alla data di concessione dell’agevolazione, stabilito dalla Commissione europea e pubblicato nel sito internet http:/ec.europa.eu/competition/state_aid/legislation/reference_rates.html, maggiorato di 400 punti base in conformità alla Comunicazione della Commissione 2008/C14/02 concernente la revisione del metodo di fissazione dei tassi di riferimento e di attualizzazione;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
971365 977717
11. Piano di impresa

11.1. Il piano di impresa, da compilare utilizzando la procedura informatica di cui al punto 5.7, secondo le mo

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
971365 977718
12. Istruttoria delle domande e criteri di valutazione

12.1. Le domande di agevolazione, corredate del piano d’impresa, sono valutate secondo l’ordine cronologico di invio telematico; la delibera di ammissione o di non ammissione alle agevolazioni di cui al precedente punto 6 è adottata entro 60 giorni dalla data di presentazione della domanda completa, fatti salvi i termini previsti dalla legge 7 agosto 1990, n. 241 R e successive modifiche e integrazioni, nei casi di richieste di cui all’art. 6 e nei casi di comunicazioni dei motivi ostativi di cui all’art. 10-bis della suddetta legge n. 241/1990.

12.2. L’iter di valutazione, svolto nel rispetto della citata legge n. 241/1990, comprende la verifica della sussistenza dei requisiti per l’accesso alle agevolaz

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
971365 977719
13. Erogazione delle agevolazioni

13.1. L’erogazione delle agevolazioni avviene in 4 quote annuali a titolo di rimborso dei costi effettivamente sostenuti nei primi 4 anni a decorrere dalla data di presentazione della domanda, nel limite massimo complessivo per il quadriennio previsto nel provvedimento di concessione di cui al punto 6, fermi restando i limiti annui previsti dai punti 9.1 e 9.2. L’importo annuo del contributo erogato a ciascuna impresa beneficiaria non può comunque eccedere il 33% del contributo massimo complessivamente concesso al medesimo soggetto, così come riportato nel provvedimento di concessione delle agevolazioni di cui al punto 6.

13.2. Le richieste di erogazione devono essere presentate, utilizzando la procedura informatica di cui al punto 5.7, secondo le modalità e gli schemi ivi indicati, entro il termine perentorio di 60 giorni dalla data di conclusione della relativa annualità, pena la revoca delle agevolazioni concesse.

13.3. Tramite la medesima procedura informatica di

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
971365 977720
14. Cumulo delle agevolazioni

14.1. Le agevolazioni di cui alla presente lettera B non sono cumulabili con altri aiuti concessi, an

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
971365 977721
15. Revoca delle agevolazioni

15.1. Le agevolazioni di cui alla presente lettera B sono revocate nei seguenti casi:

a) l’impresa beneficiaria perda i requisiti di cui ai punti 4.1, lettera c), e 4.5 prima di 4 anni dalla data del provvedimento di concessione delle agevolazioni;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
971365 977722
C - Sostegno ai programmi di investimento effettuati da nuove imprese digitali e/o a contenuto tecnologico
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
971365 977723
16. Ambito di applicazione e oggetto dell’intervento

16.1. Ai soggetti che presentano i requisiti di cui al punto 4, aventi sede legale e operativa ubicata nei territori delle Regioni dell’Obiettivo Convergenza, è riconosciuta un’agevolazione, a fronte della realizzazione dei programmi di investimento direttamente connessi all’avvio dell’attività di impresa, a condizione che gli stessi:

a) o

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
971365 977724
17. Forma e intensità dell’aiuto

17.1. Ai soggetti di cui al punto 16.1, sono riconosciute, ai sensi e nei limiti di quanto previsto dal Regolamento de minimis, le seguenti agevolazioni:

a) contributo in conto impianti per la realizzazione dei programmi di investimento di cui al punto 16.1;

b) servizi di tutoring tecnico-gestionale a sostegno della fase di avvio dell’impresa.

17.2. Ai sensi di quanto previsto all’art. 3, comma 2, del Regolamento de minimis, ciascun soggetto può beneficiare delle agevolazioni di cui al punto 17.1, tenuto conto di eventuali ulteriori agevolazioni già ottenute dal medesimo soggetto a titolo di «de minimis» nell’esercizio finanziario in corso alla data di presentazione della domanda di agevolazione e nei due esercizi finanziari precedenti, fino al limite massimo di euro 200.000,00, ovvero di euro 100.000,00 nel c

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
971365 977725
18. Spese ammissibili

18.1. Sono ammissibili le seguenti spese:

a) impianti, macchinari e attrezzature tecnologici, ovvero tecnico-scientifici, funzionali alla realizzazione del programma di investimento;

b) componenti hardware e software funzionali al progetto di investimento;

c) brevetti e licenze;

d) certificazioni, know-how e conoscenze tecniche, anche non brevettate, purché direttamente correlate alle esigenze produttive e gestionali dell’impresa;

e) progettazione, sviluppo, personalizzazione, collaudo di soluzioni architetturali informatiche e di impianti tecnologici produttivi, consulenze specialistiche tecnologiche funzionali al

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
971365 977726
19. Piano di impresa

19.1. Il piano di impresa, da compilare utilizzando la procedura informatica di cui al punto 5.7 seco

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
971365 977727
20. Istruttoria delle domande e criteri di valutazione

20.1. Le domande di agevolazione, corredate del piano d’impresa, saranno valutate secondo l’ordine cronologico di invio telematico e in aderenza ai «Criteri di selezione delle operazioni» del Programma Operativo Nazionale «Ricerca e Competitività» FESR 2007-2013, approvati dal Comitato di sorveglianza in relazione all’Obiettivo operativo «4.2.1.3: Azioni integrate per lo sviluppo sostenibile e la diffusione della società dell’informazione - Azioni integrate per la società dell’informazione». La delibera di ammissione o di non ammissione alle agevolazioni di cui al precedente punto 6 è adottata entro 60 giorni dalla data di presentazione della domanda completa, fatti salvi i termini previsti dalla legge 7 agosto 1990, n. 241 e successive modifiche e integrazion

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
971365 977728
21. Erogazione delle agevolazioni

21.1. L’erogazione del contributo avviene su richiesta dell’impresa beneficiaria, a titolo di rimborso delle spese effettivamente sostenute e quietanzate, in non più di due stati di avanzamento lavori (di seguito SAL):

a) un primo SAL, di importo non inferiore al 40% e non superiore all’80% delle spese complessivamente ammesse;

b) un SAL a saldo pari all’importo residuo dell’investimento complessivamente ammesso, ovvero un’unica soluzione pari alla totalità dell’investimento ammesso.

21.2. È fatta salva la possibilità per l’impresa beneficiaria di richiedere l’erogazione di una prima quota di agevolazione a titolo di anticipazione, svincolata dall’avanzamento del programma degli investimenti, di importo non superiore al 40% del contributo complessivamente concesso, previa presentazione di idonea fideiussione bancaria o polizza fideiussoria a favore del Soggetto gestore, di pari importo, irrevocabile, incondizionata ed escutibile a prima richiesta, redatta utilizzando lo schema che sarà reso disponibile dal Soggetto gestore nel sito di cui al punto 5.7, e rilasciata da istituti di credito o da compagnie assicurative nel rispetto della circolare del Ministero dello svilu

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
971365 977729
22. Sopralluogo di verifica e controlli periodici

22.1. Il Soggetto gestore, anche a mezzo di società controllate, al fine di procedere all’erogazione del SAL a saldo, ovvero in un’unica soluzione, verifica la realizzazione del programma degli investimenti mediante un sopralluogo da effettuarsi presso la sede legale e/o operativa dell’impresa finanziata e, laddove necessario, presso i locali in cui è conservata la documentazione contabile

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
971365 977730
23. Cumulo delle agevolazioni

23.1. Le agevolazioni di cui alla presente lettera C non sono cumulabili con altre agevolazioni, ivi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
971365 977731
24. Revoca delle agevolazioni

24.1. Le agevolazioni di cui alla presente lettera C sono revocate nei seguenti casi:

a) l’impresa beneficiaria perda i requisiti di cui ai punti 4.1, lettera c), e 4.5 e al punto 17.3, prima che siano trascorsi 3 anni dalla data di ultimazione del programma di investimento;

b) l’impresa beneficiaria non abb

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
971365 977732
D - Monitoraggio e controllo degli interventi
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
971365 977733
25. Monitoraggio, ispezioni, controlli e obblighi di informazione

25.1. In ogni fase del procedimento il Soggetto gestore e il Ministero possono effettuare controlli e ispezioni, anche a campione, sulle iniziative agevolate, al fine di verificare le condizioni per la fruizione e il mantenimento delle agevolazioni, nonché l’attuazione degli interventi finanziati.

25.2. Il Ministero presenta alla Commissione europea relazioni annuali relative alle agevolazioni concesse sulla base del presente Decreto, comprendenti in particolare gli elenchi dei beneficiari ed i relativi settori di attività economica, gli importi concessi per ciascun beneficiario e le relative intensità.

25.3. l Soggetti beneficiari devono:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
971365 977734
26. Informazioni e punti di contatto

26.1. Tutte le informazioni saranno rese disponibili tramite:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
971365 977735
27. Elenco allegati

Allegato 1 - Griglia dei punteggi dei criteri di valutazione (Aiuti di cui alla lettera B).

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
971365 977736
Allegato 1

Parte di provvedimento in formato grafico

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
971365 977737
Allegato 2

Parte di provvedimento in formato grafico

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Provvidenze
  • Impresa, mercato e concorrenza
  • Informatica
  • Finanza pubblica
  • Imprese

Lazio: 5 milioni per la digitalizzazione delle imprese

Pubblicato il primo bando del piano "Digital Impresa Lazio". Prevista una dotazione di 5 milioni di euro per aiutare le Pmi ad adottare interventi di digitalizzazione dei processi aziendali. Al finanziamento, che può riguardare progetti di importo fra i 7 mila e i 25 mila euro con un contributo fino al 70% a fondo perduto, possono accedere anche Pmi e liberi professionisti che non hanno sede operativa nella Regione al momento della presentazione della domanda, purché si impegnino localizzarsi nel Lazio entro la data dell'erogazione.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Provvidenze
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Fonti alternative
  • Imprese
  • Finanza pubblica
  • Energia e risparmio energetico
  • Impiantistica
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Impresa, mercato e concorrenza

Campania: contributi alle imprese per i piani di investimento nell’efficienza energetica

La Regione Campania concede contributi in conto capitale a fondo perduto a favore delle imprese per la realizzazione di investimenti finalizzati all'efficienza energetica e all'utilizzo delle fonti rinnovabili di energia. In particolare, saranno ammissibili al contributo attività finalizzate all'aumento dell'efficienza energetica nei processi produttivi, l'installazione di impianti di cogenerazione ad alto rendimento, attività finalizzate all'aumento dell'efficienza energetica degli edifici dove si svolge il ciclo produttivo e attività di installazione di impianti a fonti rinnovabili. Lo stanziamento previsto ammonta a 20 milioni di euro e per la partecipazione è prevista la propedeudicità della diagnosi energetica.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Impresa, mercato e concorrenza
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Impiantistica
  • Energia e risparmio energetico
  • Finanza pubblica
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Imprese
  • Fonti alternative
  • Provvidenze

Liguria: contributi per l’efficienza energetica nelle imprese

Il bando è destinato alle micro, piccole e medie imprese che realizzino interventi di efficientamento energetico sugli impianti e sulle strutture produttive, e impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili per l'autoconsumo. Gli investimenti ammessi ad agevolazione devono essere realizzati nell'ambito di strutture operative dell’impresa ubicate nel territorio della regione e devono essere conclusi entro 12 mesi dal ricevimento del provvedimento di concessione. Le forme di sostegno previste sono rappresentate da uno strumento finanziario (finanziamento) combinato con una sovvenzione a fondo perduto.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Imprese
  • Finanza pubblica
  • Provvidenze
  • Impresa, mercato e concorrenza

Bolzano: finanziamenti in favore di start up innovative

Il “Bando 2018 a favore della capitalizzazione di imprese innovative nuove o da costituire” mette a disposizione una dotazione finanziaria pari a 1.500.000 euro, allo scopo di rendere l’Alto Adige una destinazione interessante per imprese innovative nuove o da costituire e per coloro che hanno come obiettivo lo sviluppo di un’idea innovativa, che deve essere descritta dettagliatamente in un business plan triennale. Concessi contributi a fondo perduto compresi tra 40.000 euro e 200.000 euro. Le domande di aiuto devono pervenire entro le ore 12:00 del 28/02/2019.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Imprese
  • Finanza pubblica
  • Impresa, mercato e concorrenza
  • Provvidenze

Emilia Romagna: sostegno alle start up innovative per il 2018

Contributo in conto capitale fino al 60% delle spese, elevabile al 70% in caso di assunzione di dipendenti a tempo indeterminato entro la fine del progetto, per l’avvio e la crescita di start up innovative ad elevato contenuto tecnologico basate sulla valorizzazione economica dei risultati della ricerca e, comunque, di nuovi prodotti e servizi di alta tecnologia o ad alto contenuto innovativo. Richiesta la documentazione antimafia solo per progetti che superano i 150.000 euro di contributo. Domande dal 02/07/2018 al 30/11/2018.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Calamità
  • Calamità/Terremoti
  • Imprese
  • Finanza pubblica
  • Terremoto Centro Italia 2016
  • Provvidenze
  • Protezione civile

Termini di pagamento utenze e fatture varie comuni colpiti dal sisma di agosto 2016 (soggetti con fabbricato inagibile)

  • Provvidenze
  • Imprese
  • Finanza pubblica
  • Protezione civile
  • Calamità
  • Calamità/Terremoti
  • Terremoto Centro Italia 2016

Esenzione Imposta di bollo istanze verso la P.A. comuni colpiti dal sisma 2016

  • Edilizia e immobili
  • Finanza pubblica
  • Imprese
  • Compravendita e locazione
  • Provvidenze
  • Terremoto Centro Italia 2016
  • Protezione civile
  • Calamità
  • Calamità/Terremoti

Sisma centro Italia 2016: termine sospensione versamenti mutui e canoni di locazione finanziaria (attività economiche e privati con prima casa distrutta o inagibile)

  • Provvidenze
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Amianto - Dismissione e bonifica
  • Finanza pubblica

Campania: incentivi per interventi di bonifica di materiali contenenti amianto triennio 2018-2020 - Anno 2020

  • Provvidenze
  • Impianti sportivi
  • Norme tecniche
  • Finanza pubblica
  • Edilizia e immobili
  • Impiantistica
  • Impianti di sollevamento e a fune
  • Impianti di sollevamento e a fune

Lombardia, impianti di risalita e piste da sci: contributi per l'adeguamento e la sicurezza - Bando 2015