FAST FIND : NN12238

D. P.C.M. 22/02/2013

Regole tecniche in materia di generazione, apposizione e verifica delle firme elettroniche avanzate, qualificate e digitali, ai sensi degli articoli 20, comma 3, 24, comma 4, 28, comma 3, 32, comma 3, lettera b) , 35, comma 2, 36, comma 2, e 71.
Scarica il pdf completo
943080 945116
[Premessa]



IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI


Visto il decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82 R, e successive modificazioni, recante il Codice dell’amministrazione digitale e, in particolare, gli articoli 20, comma 3, 24 comma 4, 28, comma 3, 32, comma 3, lettera b), 35, comma 2, 36, comma 2, e 71;

Visto il decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 R, e successive modificazioni, recante Codice in materia d

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
943080 945117
TITOLO I - DISPOSIZIONI GENERALI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
943080 945118
Art. 1. - Definizioni

1. Ai fini delle presenti regole tecniche si applicano le definizioni contenute nell’art. 1 del decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82 R, e successive modificazioni. Si intende, inoltre, per:

a) Codice: il Codice dell’amministrazione digitale, di cui al decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82 e successive modificazioni;

b) chiavi: la coppia di chiavi asimmetriche come definite all’art. 1, comma 1, lettere h) e i), del Codice;

c) Agenzia: l’Agenzia per l’Italia Digitale, di cui gli articoli da 19 a 22 del decreto-legge 22 giugno 2012, n. 83 R

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
943080 945119
Art. 2. - Ambito di applicazione

1. Il presente decreto stabilisce, ai sensi degli articoli 20, 24, comma 4, 27, 28, 29, 32, 33, 35, comma 2, e 36, le regole tecniche per la generazione, apposizione e verifica della firma elettronica avanzata, qualificata e digitale, per la validazione temporale, nonché per lo svolgimento delle attività dei certificatori qualificati.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
943080 945120
Art. 3. - Disposizioni generali

1. La firma elettronica qualificata è generata esclusivamente con i dispositivi di cui all’art. 1, comma 1, lettere n) e p).

2. La firma digitale è generata con i dispositivi di cui all’art. 1, comma 1, lettere o) e p).

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
943080 945121
TITOLO II - FIRME ELETTRONICHE QUALIFICATE E DIGITALI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
943080 945122
Art. 4. - Norme tecniche di riferimento

1. Le regole tecniche relative ai dispositivi sicuri per la generazione delle firme di cui all’art. 35 del Codice sono conformi alle norme generalmente riconosciute a livello internazionale.

2. G

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
943080 945123
Art. 5. - Caratteristiche generali delle chiavi

1. Una coppia di chiavi per la creazione e la verifica della firma elettronica qualificata o della firma digitale può essere attribuita ad un solo titolare.

2. Se il soggetto appone la sua firma elettronica qualificata o firma digitale per mezzo di una procedura automatica ai sensi dell’art. 35, comma 3 del Codice, deve utilizzare una coppia di chiavi destinata a tale scopo, diversa da tutte le altre in suo possesso. L’utilizzo di tale procedura deve essere indicato esplicitamente nel certificato qualificato.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
943080 945124
Art. 6. - Generazione delle chiavi

1. La generazione della coppia di chiavi è effettuata mediante dispositivi e procedure che assicurano, in rapporto allo stato delle conoscenze scientifiche e tecnologic

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
943080 945125
Art. 7. - Modalità di generazione delle chiavi

1. Le chiavi di cui all’art. 5, comma 4, lettere b) e d) possono essere generate esclusivamente in presenza del responsabile del servizio.

2. Le chiavi di sottoscrizione possono essere generate dal titolare o dal certificatore.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
943080 945126
Art. 8. - Conservazione delle chiavi e dei dati per la creazione della firma elettronica qualificata o digitale

1. Fatto salvo quanto disposto ai commi 2, 3 e 4, è vietata la duplicazione della chiave privata e dei dispositivi che la contengono.

2. Per fini particolari di sicurezza, è consentito che le chiavi di certificazione vengano esportate, purché ciò avvenga con modalità tali da non ridurre il livello di sicurezza e di riservatezza delle chiavi stesse.

3. Per la firma remota, è consentita l’esportazione sicura delle chiavi private di cui all’art. 5, comma 4, lettera a) presenti su HSM al di fuori del dispositivo stesso, esclusivamente per motivi di ripristino in caso di gu

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
943080 945127
Art. 9. - Generazione delle chiavi di sottoscrizione al di fuori del dispositivo di firma

1. Il certificatore, se la certificazione del dispositivo di firma lo consente, può utilizzare

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
943080 945128
Art. 10. - Sicurezza del sistema di generazione delle chiavi diverso dal dispositivo di firma

1. Se la generazione delle chiavi di sottoscrizione avviene su un sistema di cui all’art. 9, il sistema di generazione assicura:

a) l’impossibilità di intercettazione o rec

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
943080 945129
Art. 11. - Dispositivi sicuri e procedure per la generazione delle firme elettroniche qualificate e delle firme digitali

1. La generazione delle firme elettroniche qualificate e delle firme digitali avviene all’interno di un dispositivo sicuro per la generazione delle firme, in maniera tale che non sia possibile l’intercettazione della chiave privata utilizzata.

2. Il dispositivo sicuro per la generazione della firma elettronica qualificata o della firma digitale deve poter essere attivato esclusivamente dal titolare mediante sistemi di autenticazione ritenuti adeguati, secondo le rispettive competenze, dall’OCSI e dall’Agenzia, prima di procede

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
943080 945130
Art. 12. - Ulteriori requisiti per i dispositivi sicuri per la generazione della firma elettronica qualificata

1. La certificazione di sicurezza dei dispositivi sicuri per la creazione di una firma elettronica qualificata, anche re

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
943080 945131
Art. 13. - Ulteriori requisiti per i dispositivi sicuri per la generazione della firma digitale

1. Salvo quanto disposto al comma 2, la certificazione di sicurezza dei dispositivi sicuri per la creazione di una firma

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
943080 945132
Art. 14. - Verifica delle firme elettroniche qualificate e digitali

1. I certificatori che rilasciano certificati qualificati forniscono ovvero indicano almeno un sistema che consenta di effettuare la verifica delle firme elettroniche qualificate e delle firme digitali, conforme a quanto stabilito con i provvedimenti di cui all’art. 4, comma 2.

2. Il sistema di verifica delle firme elettroniche qualificate e digitali deve quantomeno:

a) presentare, almeno sinteticamente, lo stat

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
943080 945133
Art. 15. - Informazioni riguardanti i certificatori

1. I certificatori che rilasciano al pubblico certificati qualificati ai sensi del Codice forniscono all’Agenzia le seguenti informazioni e documenti a loro relativi:

a) dati anagrafici ovvero denominazione o ragione sociale;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
943080 945134
Art. 16. - Comunicazione tra certificatore e l’Agenzia

1. I certificatori che rilasciano al pubblico certificati qualificati comunicano all’Agenzia la

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
943080 945135
Art. 17. - Generazione e uso delle chiavi del certificatore

1. La generazione delle chiavi di certificazione avviene in modo conforme a quanto previsto dalle presenti regole tecniche.

2. Per ciascuna chiave di certificazione il certificatore genera un certificato sottoscritto con la chiave privata della coppia cui il certi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
943080 945136
Art. 18. - Generazione dei certificati qualificati

1. Fermo restando quanto previsto dall’art. 32 del Codice, all’atto dell’emissione del certificato qualificato, il certificatore:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
943080 945137
Art. 19. - Informazioni contenute nei certificati

1. Fatto salvo quanto previsto dall’art. 28 del Codice, i certificati qualificati contengono almeno le seguenti ulteriori informazioni:

a) Codice identificativo del titolare presso il certificatore;

b) tipologia della coppia di chiavi in base all’uso cui sono destinate.

2. Le informazioni personali contenute nel certificato qualificato ai sensi di quanto previsto nell’art. 28 del Codice sono utilizzabili unicamente per identificare il titolare della firma el

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
943080 945138
Art. 20. - Revoca e sospensione del certificato qualificato

1. Fatto salvo quanto previsto dall’art. 36 del Codice, il certificato qualificato è rev

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
943080 945139
Art. 21. - Codice di emergenza

1. Per ciascun certificato qualificato emesso il certificatore fornisce al titolare almeno un Codice

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
943080 945140
Art. 22. - Revoca dei certificati qualificati relativi a chiavi di sottoscrizione

1. La revoca del certificato qualificato relativo a chiavi di sottoscrizione viene effettuata dal certificatore mediante l’inserimento del suo Codice identificativo in

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
943080 945141
Art. 23. - Revoca di un certificato qualificato su iniziativa del certificatore

1. Salvo i casi di motivata urgenza, il certificatore che intende revocare un certificato qualificato

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
943080 945142
Art. 24. - Revoca del certificato qualificato su richiesta del titolare

1. La richiesta di revoca è inoltrata al certificatore munita della sottoscrizione del titolare e con la specificazione della sua decorre

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
943080 945143
Art. 25. - Revoca su richiesta del terzo interessato

1. La richiesta di revoca da parte del terzo interessato da cui derivano i poteri di firma del titolare è ino

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
943080 945144
Art. 26. - Sospensione dei certificati qualificati

1. La sospensione del certificato qualificato è effettuata dal certificatore mediante l’inserimento del suo Codice identificativo in una delle liste dei certificati revocati e sospesi (CRL).

2. I

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
943080 945145
Art. 27. - Sospensione del certificato qualificato su iniziativa del certificatore

1. Salvo casi d’urgenza che il certificatore è tenuto a motivare contestualmente alla co

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
943080 945146
Art. 28. - Sospensione del certificato qualificato su richiesta del titolare

1. La richiesta di sospensione del certificato qualificato, con la specificazione della sua durata, &

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
943080 945147
Art. 29. - Sospensione su richiesta del terzo interessato

1. La richiesta di sospensione del certificato qualificato da parte del terzo interessato, da cui der

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
943080 945148
Art. 30. - Sostituzione delle chiavi di certificazione

1. La procedura di sostituzione delle chiavi, generate dal certificatore in conformità all&rsq

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
943080 945149
Art. 31. - Revoca dei certificati relativi a chiavi di certificazione

1. La revoca del certificato relativo ad una coppia di chiavi di certificazione è consentita solo nei seguenti casi:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
943080 945150
Art. 32. - Requisiti di sicurezza dei sistemi operativi

1. I sistemi operativi dei sistemi di elaborazione utilizzati nelle attività di certificazione per la generazio

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
943080 945151
Art. 33. - Sistema di generazione dei certificati qualificati

1. La generazione dei certificati qualificati avviene su un sistema utilizzato esclusivamente per la generazione di certificati, situato in lo

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
943080 945152
Art. 34. - Accesso del pubblico ai certificati

1. Le liste dei certificati revocati e sospesi sono rese pubbliche.

2. I certificati qualificati, su richiesta del titolare,

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
943080 945153
Art. 35. - Piano per la sicurezza

1. Il certificatore definisce un piano per la sicurezza nel quale sono contenuti almeno i seguenti elementi:

a) struttura generale, modalità operativa e struttura logistica;

b) descrizione dell’infrastruttura di sicurezza fisica rilevante ai fini dell’attività di certificatore;

c) allocazione dei servizi e degli uffici negli immobili rilevanti ai fini dell’attività di certificatore;

d) descrizione delle funzioni del personale e sua allocazione ai fini dell’attività di certificatore;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
943080 945154
Art. 36. - Giornale di controllo

1. Il giornale di controllo è costituito dall’insieme delle registrazioni effettuate anche automaticamente dai dispositivi installati presso il certificatore, allorché si verificano le condizioni previste dal presente decreto

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
943080 945155
Art. 37. - Sistema di qualità del certificatore

1. Entro un anno dall’avvio dell’attività di certificazione, il certificatore dich

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
943080 945156
Art. 38. - Organizzazione del personale addetto al servizio di certificazione

1. Fatto salvo quanto previsto al comma 3, l’organizzazione del certificatore prevede almeno le seguenti figure professionali:

a) responsabile della sicurezza;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
943080 945157
Art. 39. - Requisiti di competenza ed esperienza del personale

1. Il personale cui sono attribuite le funzioni previste dall’art. 38 deve aver maturato una es

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
943080 945158
Art. 40. - Manuale operativo

1. Il manuale operativo definisce le procedure applicate dal certificatore che rilascia certificati qualificati nello svolgimento della sua attività.

2. Il manuale operativo è depositato presso l’Agenzia e pubblicato a cura del certificatore in modo da essere consultabile per via telematica.

3. Il manuale contiene almeno le seguenti informazioni:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
943080 945159
Art. 41. - Riferimenti temporali opponibili ai terzi

1. I riferimenti temporali realizzati dai certificatori accreditati in conformità con quanto disposto dal titolo IV sono opponibili ai terzi ai sensi dell’art. 20, comma 3, del Codice.

2. I riferimenti temporali apposti sul giornale di controllo da un certificatore accreditato, secondo quanto indicato nel proprio manuale oper

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
943080 945160
TITOLO III - CERTIFICATORI ACCREDITATI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
943080 945161
Art. 42. - Obblighi per i certificatori accreditati

1. Il certificatore accreditato genera un certificato per ciascuna delle chiavi di firma utilizzate dall’Agenzia per la sottoscrizione dell’elenco pubblico dei certificatori, lo pubblica nel proprio registro dei certificati e lo rende accessibile per via telematica al fine di verificare la validità delle chiavi utilizzate dall’Agenzia. Tali informazioni sono utilizzate, da chi le consulta, solo per le finalità consentite dalla legge.

2. Il certificatore accreditato garantisce l’interoperabilità del prodotto di verifica di cui all’art. 14 del presente decreto con i documenti informatici sottoscritti mediante firme elettroniche qualificate e digitali ad opera dell’Agenzia, nell’ambito delle attivit

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
943080 945162
Art. 43. - Elenco pubblico dei certificatori accreditati

1. L’elenco pubblico dei certificatori accreditati tenuto dall’Agenzia ai sensi dell’art. 29, comma 6, del Codice, e del decreto legislativo 1 dicembre 2009, n. 177, contiene per ogni certificatore accreditato almeno le seguenti informazioni:

a) denominazione;

b) sede legale;

c) indirizzo della sede legale;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
943080 945163
Art. 44. - Rappresentazione del documento informatico

1. Il certificatore indica nel manuale operativo i formati del documento informatico e le modalit&agr

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
943080 945164
Art. 45. - Limitazioni d’uso

1. Il certificatore, su richiesta del titolare, del terzo interessato o dell’Agenzia, è tenuto a ins

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
943080 945165
Art. 46. - Verifica delle marche temporali

1. I certificatori accreditati forniscono ovvero indicano almeno un sistema, conforme al successivo c

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
943080 945166
TITOLO IV - REGOLE PER LA VALIDAZIONE TEMPORALE MEDIANTE MARCA TEMPORALE
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
943080 945167
Art. 47. - Validazione temporale con marca temporale

1. Una evidenza informatica è sottoposta a validazione temporale mediante generazione e applicazione di una marca temporale alla relativa impronta.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
943080 945168
Art. 48. - Informazioni contenute nella marca temporale

1. Una marca temporale contiene almeno le seguenti informazioni:

a) identificativo dell’emittente;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
943080 945169
Art. 49. - Chiavi di marcatura temporale

1. Dal certificato relativo alla coppia di chiavi utilizzate per la validazione temporale deve essere possibile individuare il sistema di validazione temporale.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
943080 945170
Art. 50. - Gestione dei certificati e delle chiavi

1. Alle chiavi di certificazione utilizzate, ai sensi dell’art. 49, comma 3, per sottoscrivere

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
943080 945171
Art. 51. - Precisione dei sistemi di validazione temporale

1. Il riferimento temporale assegnato ad una marca temporale coincide con il momento della sua genera

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
943080 945172
Art. 52. - Sicurezza dei sistemi di validazione temporale

1. Qualsiasi anomalia o tentativo di manomissione che possa modificare il funzionamento del sistema di validazione temporale in modo da renderlo incompatibile con i requisiti previsti dal presente

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
943080 945173
Art. 53. - Registrazione delle marche generate

1. Tutte le marche temporali emesse da un sistema di validazione sono conservate in un apposito archi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
943080 945174
Art. 54. - Richiesta di marca temporale

1. Il certificatore stabilisce, pubblicandole nel manuale operativo, le procedure per l’invio della richiesta di marca temporale.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
943080 945175
TITOLO V - FIRMA ELETTRONICA AVANZATA
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
943080 945176
Art. 55. - Disposizioni generali

1. La realizzazione di soluzioni di firma elettronica avanzata è libera e non è soggetta ad alcuna autorizzazione preventiva.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
943080 945177
Art. 56. - Caratteristiche delle soluzioni di firma elettronica avanzata

1. Le soluzioni di firma elettronica avanzata garantiscono:

a) l’identificazione del firmatario del documento;

b) la connessione univoca della fi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
943080 945178
Art. 57. - Obblighi a carico dei soggetti che erogano soluzioni di firma elettronica avanzata

1. I soggetti di cui all’art. 55, comma 2, lettera a) devono:

a) identificare in modo certo l’utente tramite un valido documento di riconoscimento, informarlo in merito agli esatti termini e condizioni relative all’uso del servizio, compresa ogni eventuale limitazione dell’uso, subordinare l’attivazione del servizio alla sottoscrizione di una dichiarazione di accettazione delle condizioni del servizio da parte dell’utente;

b) conservare per almeno venti anni copia del documento di riconoscimento e la dichiarazione di cui alla lettera a) ed ogni altra informazione atta a dimo

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
943080 945179
Art. 58. - Soggetti che realizzano soluzioni di firma elettronica avanzata a favore di terzi

1. I soggetti di cui all’art. 55, comma 2, lettera b) che offrono una soluzione di firma elettronica avanzata alle pubbliche amministrazioni, devono essere in possesso della certificazione di conformità del proprio sistema di gestione per la sicurezza delle informazioni ad essi relative, alla normaISO/IEC 27001, rilasciata da un terz

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
943080 945180
Art. 59. - Affidabilità delle soluzioni di firma elettronica avanzata

1. I soggetti di cui all’art. 55, comma 2, lettera a), al fine di dare evidenza del grado di conformità alla norma ISO/I

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
943080 945181
Art. 60. - Limiti d’uso della firma elettronica avanzata

1. La firma elettronica avanzata realizzata in conformità con le disposizioni delle presenti r

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
943080 945182
Art. 61. - Soluzioni di firma elettronica avanzata

1. L’invio tramite posta elettronica certificata di cui all’art. 65, comma 1, lettera c -bis) del Codice, effettuato richiedendo la ricevuta completa di cui all’art. 1, comma 1, lettera i) del decreto 2 novembre 2005 recante «Regole tecniche per la formazione, la trasmissione e la validazione, anche temporale, della posta elettronica certificata» sostituisce, nei conf

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
943080 945183
TITOLO VI - DISPOSIZIONI FINALI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
943080 945184
Art. 62. - Valore delle firme elettroniche qualificate e digitali nel tempo

1. Le firme elettroniche qualificate e digitali, ancorché sia scaduto, revocato o sospeso il r

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
943080 945185
Art. 63. - Disposizioni finali e transitorie

1. Il presente decreto sostituisce il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 30 marzo 2009, recante «Regole tecniche in materia di generazione, apposizione e ver

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Appalti e contratti pubblici
  • Pubblica Amministrazione

Le misure anticorruzione nel settore degli appalti pubblici

La disciplina normativa fondamentale - Gli strumenti di prevenzione - Le figure coinvolte - Organismi con funzioni di supporto e vigilanza - Le sanzioni.
A cura di:
  • Davide Rosas
  • Giuliana Aru
  • Appalti e contratti pubblici
  • Requisiti di partecipazione alle gare

Il sistema AVCPass per la verifica dei requisiti di partecipazione alle gare pubbliche

SUCCESSIONE DI NORME E REGIME TRANSITORIO (Norme che prevedono la verifica dei requisiti tramite il sistema AVCPass; La nuova Banca dati nazionale degli operatori economici in corso di istituzione; Regime transitorio) - AMBITO APPLICATIVO DEL SISTEMA AVCPASS - FUNZIONAMENTO DEL SISTEMA IN SINTESI.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Pubblica Amministrazione
  • Appalti e contratti pubblici

Criteri ambientali minimi negli appalti pubblici (CAM)

IL PIANO D’AZIONE NAZIONALE PER IL GPP (PAN-GPP) - CRITERI AMBIENTALI MINIMI NEGLI APPALTI DI SERVIZI E FORNITURE (Obbligatorietà dei criteri ambientali minimi; Applicazione all’intero valore dell’appalto; Criteri ambientali minimi nell’offerta economicamente più vantaggiosa; Documentazione progettuale) - CAM IN VIGORE PER LE VARIE CATEGORIE DI SERVIZI E FORNITURE (Struttura dei decreti di approvazione dei CAM; Elenco completo dei CAM in vigore, risposte a FAQ e chiarimenti vari) - PUNTEGGI PREMIANTI PER UTILIZZO DI MATERIALI RICICLATI NEGLI APPALTI (Norme sulle azioni premianti per l’utilizzo di materiali riciclati negli appalti; Previsione di decreti attuativi; Previsioni già inserite nei decreti attuativi del PAN-GPP; Punteggi premianti stabiliti dal D.M. 24/05/2016).
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Amianto - Dismissione e bonifica
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici
  • Patrimonio immobiliare pubblico
  • Provvidenze
  • Appalti e contratti pubblici
  • Finanza pubblica
  • Pubblica Amministrazione
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali

Bonifica amianto edifici pubblici: finanziamenti per la progettazione (bando 2017)

Scheda tecnica del bando per il finanziamento della progettazione preliminare e definitiva di interventi di bonifica di edifici pubblici contaminati da amianto, con riferimento all'annualità 2017 (6,018 mln di Euro). Caratteristiche, importi e dotazione finanziaria dell’agevolazione con tabella riepilogativa; Soggetti beneficiari, scadenza e contenuti tecnici delle domande; Interventi finanziabili ed esclusioni; Criteri di priorità; Erogazione dei finanziamenti e cause di revoca.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Procedimenti amministrativi
  • Precontenzioso, contenzioso e giurisdizione
  • Pubblica Amministrazione
  • Appalti e contratti pubblici

L’accesso civico (FOIA) e l'accesso agli atti nei procedimenti di appalti e contratti pubblici

ACCESSO AGLI ATTI E ACCESSO CIVICO (Normativa di riferimento; Differenze) - ACCESSO CIVICO E PROCEDURE DI APPALTI E CONTRATTI PUBBLICI (Disciplina specifica dell’art. 53 del Codice dei contratti pubblici; Orientamenti della giurisprudenza amministrativa e dell'ANAC) - ACCESSO AGLI ATTI E PROCEDURE DI APPALTI E CONTRATTI PUBBLICI (Indicazioni generali e finalità del diritto di accesso; Soggetti aventi diritto; Documenti oggetto dell’accesso e documenti esclusi; Tutela dei segreti industriali o commerciali; Provvedimenti o inerzia dell’amministrazione, opposizione, esecuzione differita; Termine per proporre ricorso al TAR, contenzioso).
A cura di:
  • Rosalisa Lancia
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Procedimenti amministrativi
  • Informatica
  • Pubblica Amministrazione
  • Impatto ambientale - Autorizzazioni e procedure

Lombardia: avvio fase sperimentale app "Aua Point" per comunicazione scarichi ed emissioni

  • Impatto ambientale - Autorizzazioni e procedure
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Pubblica Amministrazione
  • Informatica
  • Procedimenti amministrativi

Lombardia: fine fase sperimentale app "Aua Point" per comunicazione scarichi ed emissioni

  • Pubblica Amministrazione
  • Tutela ambientale
  • Appalti e contratti pubblici
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali

Aumento progressivo dell'applicazione dei criteri ambientali minimi negli appalti pubblici di servizi e forniture

  • Appalti e contratti pubblici
  • Disciplina economica dei contratti pubblici

Accesso al Fondo per l'aggregazione degli acquisti di beni e servizi per l'anno 2019

  • Pubblica Amministrazione
  • Urbanistica
  • Procedimenti amministrativi
  • Commercio e mercati

Emilia Romagna - Prosecuzione attività in locali privi di requisiti imprese con sede non agibile al 31/12/2018