FAST FIND : NN17929

Delib. ANAC 30/03/2022, n. 141

Approvazione delle Linee guida recanti "attuazione - anche a fasi progressive - del sistema di qualificazione delle stazioni appaltanti e delle centrali di committenza da porre alla base del nuovo sistema di qualificazione che sarà reso operativo al momento della entrata in vigore della riforma della disciplina dei contratti pubblici.". PRIMA FASE.
Scarica il pdf completo
8599205 8653880
Premessa

 

Riferimenti normativi

Articolo 38 del decreto legislativo del 18/4/2016, n. 50 (di seguito codice dei contratti pubblici).

 

Parole chiave

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
8599205 8653881
Art. 1

1. Sono approvate le Linee guida recanti «attuazione - anche a fasi progressive - del sistema di qualificazione delle stazioni appaltanti e delle cent

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
8599205 8653882
Linee guida recanti «attuazione - anche a fasi progressive - del sistema di qualificazione delle stazioni appaltanti e delle centrali di committenza da porre alla base del nuovo sistema di qualificazione che sarà reso operativo al momento della entrata in vigore della riforma della disciplina dei contratti pubblici.». Prima fase

 

Premessa

In data 17 dicembre 2021, la Presidenza del Consiglio dei Ministri e l’Autorità Nazionale Anticorruzione (di seguito Autorità) hanno sottoscritto un Protocollo di intesa avente ad oggetto “l’attuazione del sistema di qualificazione delle stazioni appaltanti e delle centrali di committenza” (e ulteriori profili di collaborazione), di cui all’articolo 38 del decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50 (di seguito Codice).

L’Allegato alla decisione di esecuzione del Consiglio relativa all’approvazione della valutazione del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza dell’Italia, prevede che - nell’ambito della Riforma 1.10 - Riforma del quadro legislativo in materia di appalti pubblici e concessioni (Milestone - M1C1 – 71), tra i risultati che tutte le leggi, i regolamenti e i provvedimenti attuativi (anche di diritto derivato se necessario) devono conseguire - l’Autorità completi l’esercizio di qualificazione delle stazioni appaltanti in termini di procurement capacity facendo seguito all’attuazione dell’articolo 38 del codice dei contratti pubblici (sub. IV).

Le presenti Linee guida rappresentano una prima attuazione del suddetto protocollo ed in particolare delle previsioni contenute agli articoli 4 e 6. In base all’articolo 4 del protocollo le Linee guida presentano una prima individuazione dei requisiti necessari per l’implementazione futura del sistema di qualificazione, declinando il contenuto dei requisiti base di cui all’articolo 38, comma 4, lettera a) del Codice.

L’articolo 6 del Protocollo prevede, infatti, che obiettivo delle Linee guida è di individuare le modalità operative per l’attuazione – anche a fasi progressive - del sistema di qualificazione delle stazioni appaltanti e delle centrali di committenza da porre alla base del nuovo sistema di qualificazione che sarà reso operativo al momento dell’entrata in vigore della riforma della disciplina dei contratti pubblici. Attraverso le Linee guida vengono individuati i dati necessari per dimostrare il possesso dei requisiti, di base e premianti, alcuni dei quali già acquisiti dall’Autorità tramite l’anagrafe unica delle stazioni appaltanti (AUSA) o la Banca Dati Nazionale dei Contratti Pubblici (BDNCP) o acquisibili dall’Autorità mediante il collegamento con banche dati detenute da altre amministrazioni, altri che dovranno essere acquisiti attraverso dichiarazioni rese dalle stazioni appaltanti.

In particolare, il percorso previsto per la redazione del testo finale delle Linee guida si articola per fasi secondo il seguente cronoprogramma:

 

Data prevista per la scadenza della fase

Descrizione delle attività

31 marzo 2022

Predisposizione Linee guida relative alla prima fase

22 maggio 2022

a) Raccolta dati richiesti alle stazioni appaltanti

b) Consultazione degli stakeholders

30 giugno 2022

Prima relazione contenente l’analisi dei dati raccolti e delle osservazioni pervenute, nonché delle informazioni di cui al punto 6.3 del Protocollo

30 settembre 2022

Testo finale delle Linee guida e individuazione del numero delle stazioni appaltanti potenzialmente qualificate

 

L’intero processo di predisposizione delle Linee guida avverrà attraverso il confronto e la condivisione dei risultati anche con le Regioni e gli Enti locali.

Con le presenti Linee guida sono individuati i pesi attribuiti a ciascun requisito base, mentre non sono definite le modalità per l’attribuzione dei punteggi relativi a ciascun requisito. Tali modalità verranno individuate a seguito delle informazioni provenienti dai dati inviati dalle stazioni appaltanti su base volontaria e dalla consultazione pubblica con gli stakeholders, attività queste che saranno avviate appena pubblicato l’attuale schema delle Linee guida. Anche i pesi potranno essere riconsiderati a seguito delle suddette attività. Tale scelta risponde all’esigenza di fondare il sistema di qualificazione sulla base di dati oggettivi, in modo da creare un sistema che tenga conto delle caratteristiche del contesto in cui operano attualmente le stazioni appaltanti, anche con riferimento agli ambiti territoriali, nonché eventualmente ai percorsi di aggregazione e di convenzionamento avviati tra più amministrazioni. A seguito della consultazione e della raccolta dei dati sarà valutato se attribuire un punteggio, come requisito base o requisito premiante, anche al numero di enti convenzionati con la centrale di committenza.

Diventa fondamentale, quindi, la partecipazione delle stazioni appaltanti alle attività propedeutiche alla predisposizione del testo definitivo delle Linee guida (prevista per il 30 settembre), sia nell’invio dei dati richiesti al fine di definire in modo il più possibile compiuto il sistema di qualificazione, sia nell’ad

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Appalti e contratti pubblici
  • Autorità di vigilanza

Linee guida ANAC e altri provvedimenti attuativi e collegati al Codice appalti (D. Leg.vo 50/2016)

A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Compensazione prezzi dei materiali
  • Appalti e contratti pubblici
  • Disciplina economica dei contratti pubblici

Compensazione dei prezzi dei materiali da costruzione

A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Partenariato pubblico privato
  • Appalti e contratti pubblici

I contratti di Partenariato Pubblico Privato (PPP)

A cura di:
  • Emanuela Greco
  • Appalti e contratti pubblici

Gli accordi quadro per i contratti pubblici

A cura di:
  • Emanuela Greco
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici
  • Appalti e contratti pubblici

Obbligo BIM nei progetti di qualsiasi importo

  • Appalti e contratti pubblici
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici

Obbligo BIM nei progetti di importo pari o superiore a 1 milione di Euro