FAST FIND : NN11864

D. P.R. 15/03/2010, n. 90

Testo unico delle disposizioni regolamentari in materia di ordinamento militare, a norma dell'articolo 14 della legge 28 novembre 2005, n. 246.

Stralcio. Con le modifiche introdotte da:
- Avviso di rettifica in G.U. 09/07/2010, n. 158
- Errata Corrige in G.U. 07/08/2010, n. 183
- Avviso di rettifica in G.U. 29/09/2010, n. 228
- D.P.R. 15/12/2010, n. 270
- D.P.R. 11/03/2011, n. 65
- D.P.R. 24/02/2012, n. 40
- D.P.R. 26/09/2012, n. 191

Scarica il pdf completo
812269 871392
[Premessa]


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871393
LIBRO PRIMO - ORGANIZZAZIONE E FUNZIONI

Omissis

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871394
TITOLO IV - SANITÀ MILITARE
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871395
CAPO I - SICUREZZA SUI LUOGHI DI LAVORO


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871396
Art. 244 - Applicazione della normativa in materia di sicurezza

1. Il presente capo, tenuto conto dei principi, delle peculiarità organizzative e delle partic

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871397
Art. 245 - Individuazione delle particolari esigenze connesse al servizio espletato o alle peculiarità organizzative delle Forze armate

1. Ai sensi dell'articolo 3, comma 2, del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81 R, costituiscono particolari esigenze connesse al servizio espletato o alle peculiarità organizzative delle Forze armate i principi e le peculiarità istituzionali finalizzati a salvaguardare la funzionalità dell'intera struttura militare, da cui dipende la potenzialità operativa delle forze, quali, fra l'altro:

a) l'unicità di comando e controllo;

b) la capacità e la prontezza d'imp

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871398
Art. 246 - Individuazione del datore di lavoro

1. Nell'ambito dell'Amministrazione della difesa, le funzioni di datore di lavoro, salvo quanto previsto ai commi da 2 a 7, fanno capo ai titolari di enti e distaccamenti che, ancorché non aventi qualifica dirigenziale, siano preposti a un comando o ufficio avente autonomia gestionale e dotati di autonomi poteri decisionali e di spesa.

2. In deroga a quanto previsto al comma 1, nel rispetto delle peculiarità organizzative istituzionali che prevedono l'unicità di comando e controllo, assolvono le funzioni di datore di lavoro, limitatamente al personale dipendente, anche i dirigenti e funzionari degli organismi centrali e periferici delle aree tecnico-amministrativa, tecnico-industriale e tecnico-operativa dell'Amministrazione della difesa e le strutture di diretta collaborazione del Ministro della difesa che, ancorché non siano dotati di autonomi poteri di spesa, sono però competenti a d

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871399
Art. 247 - Individuazione dei dirigenti e preposti

1. Ai sensi di quanto previsto dall'articolo 2, comma 1, lettere d) ed e), del decreto legislativo n. 81 Rdel 2008, nell'Amministrazione della difesa, a fini

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871400
Art. 248 - Comunicazioni, denunce e segnalazioni

1. Le comunicazioni o segnalazioni all'Istituto nazionale per le assicurazioni contro gli infortuni sul lavoro (INAIL) di dati o informazioni concernenti la tutela della sicurezza e della salute del personale militare dell'Amministrazione della difesa, ivi compresi gli infortuni sul lavoro, previste a carico del datore di lavoro dal decreto legislativo n. 81 del 2008, fatto salvo quanto previsto ai commi da 2 a 4, sono sostituite da analoghe comunicazioni o segnalazioni inoltrate alle competenti articolazioni del Ministero della difesa, secondo le procedure stabilite dallo Stato maggiore della difesa. Tali articolazioni comunicano all'INAIL

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871401
Art. 249 - Servizio di prevenzione e protezione

1. Nell'ambito dell'Amministrazione della difesa, al fine di tutela delle informazioni di cui, nell'interesse della difesa militare e della sicurezza nazionale, è vietata la divulgazione, ai sensi delle vigenti norme unificate per la protezione e la tutela delle informazioni classificate e per la tutela del segreto di Stato, il servizio di prevenzione e protezione di cui agli articoli 31 e seguenti del decre

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871402
Art. 250 - Rappresentante dei lavoratori per la sicurezza

1. Nell'Amministrazione della difesa operano sia i rappresentanti dei lavoratori militari per la sicurezza che i rappresentanti dei lavoratori civili per la sicurezza della stessa Amministrazione.

2. I rappresentanti dei lavoratori civili per la sicurezza sono eletti o designati secondo le modalità previste dagli articoli 47 e seguenti del decreto legislativo n. 81 del 2008, e nel rispetto degli accordi collettivi nazionali tra le organizzazioni sindacali e l'Agenzia per la rappresentanza delle amministrazioni nel pubblico impiego.

3. I rappresentanti dei lavoratori militari per la sicurezza sono designati dal datore di lavoro su proposta non vincolante degli organi della rappresentanza militare (COBAR, di cui all'articolo 871, libro IV, titolo IX, capo I, sezione I). Nell'ambito di ciascuna organizzazione antinfortunistica è previsto un rappresentante militare dei lavoratori per la sicurezza per una f

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871403
Art. 251 - Formazione, informazione e addestramento

1. Il datore di lavoro e gli altri comandanti o responsabili di unità organizzative, quali dirigenti e preposti e nell'ambito delle rispettive attribuzioni e competenze, assicurano che ciascun lavoratore riceva una informazione, formazione e addestramento sufficienti e adeguati in materia di sicurezza e salute durante il lavoro, con particolare riferimento al proprio posto e luogo di lavoro e alle specifiche mansioni, comprese quelle temporaneamente assegnate per l'esecuzione di un compito specifico, nel rispetto di quanto previsto dagli articoli 36 e 37 del decreto legis

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871404
Art. 252 - Strutture per il coordinamento delle attività finalizzate a prevenire gli infortuni e per la tutela della salute dei lavoratori nell'ambito dell'Amministrazione della difesa

1. Gli organi di vertice centrali delle Forze armate, dello Stato maggiore della difesa e del Segretariato generale della difesa, sulla base delle specifiche esigenze, assicurano il coordinamento centrale delle attività finalizzate alla prevenzione degli infortuni e alla tutela della salute dei lavoratori nell'ambito delle rispettive organizzaz

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871405
Art. 253 - Attività e luoghi disciplinati dalle particolari norme di tutela tecnico-militari

1. Le attività lavorative svolte nell'ambito dell'Amministrazione della difesa dal personale militare e civile, dagli apprendisti, dagli allievi degli istituti di formazione e dai lavoratori estranei all'Amministrazione che operano per conto delle Forze armate, e che non rientrano in quelle di cui al comma 2, sono assoggettate alle vigenti norme di legge in materia di prevenzione, protezione, sicurezza, igiene del lavoro e rispetto dell'integrità dell'ambiente.

2. Le attività dell'Amministrazione della difesa, comunque connesse alle particolari esigenze individuate ai sensi dell'articolo 245, nonché le infrastrutture e le aree, gli equipaggiamenti, armi, munizioni, materiali e i mezzi di cui al medesimo articolo 259, destinati alle predette attività, comprese quelle eseguite per conto e sotto il controllo dell'Amministrazione della difesa da organismi terzi, sono disciplinate, anche per quel che riguarda le peculiari caratteristiche tecnico-costruttive, dalle particolari norme di tutela tecnico-militare per la sicurezza e la salute del personale impiegato.

3. Per particolari norme di tutela tecnico-militare per la sicurezza e la salute del personale si intendono, fra l'altro:

a) le procedure tecnico-operative adottate nell'ambito di accordi di standardizzazione o di cooperazione fra le Forze militari dei Paesi aderenti alla NATO o ad altre organizzazioni internazionali ovvero quelle emanate dalla competente autorità militare nazionale sull'impiego dello strumento

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871406
Art. 254 - Controlli tecnici, verifiche, certificazioni, interventi strutturali e manutenzioni

1. L'Amministrazione della difesa, in ragione delle speciali esigenze di funzionalità e della disponibilità di strutture idonee allo scopo, provvede, in via prioritaria, con propri tecnici militari e civili, in possesso dei requisiti culturali e professionali necessari, a effettuare i controlli, le verifiche e i collaudi tecnici, nonché a rilasciare le certificazioni riguardanti la s

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871407
Art. 255 - Valutazione dei rischi

1. Fermo restando gli obblighi del datore di lavoro ai sensi dell'articolo 17, comma 1, lettera a), del decreto legislativo n. 81 del 2008, ai fini della valutazione dei rischi nelle attività e nei luoghi di lavoro dell'Amministrazione della difesa, la responsabilità della salute e sicurezza del personale compete anche ai dirigenti militari e civili degli organismi delle aree tecnico-operativa, tecnico-amministrativa e tecnico-industriale che provvedono all'individuazione delle disposizioni tecniche e capitolati tecnici d'opera dei materiali, delle armi, delle installazioni e dei mezzi di cui all'articolo 253, comma 3, lettera d), ovvero al loro approvvigionamento e alla fornitura ai destinatari finali.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871408
Art. 256 - Documento unico di valutazione dei rischi da interferenze

1. Per i contratti d'appalto o d'opera o di somministrazione, al fine di tutela delle informazioni di cui è ritenuta vietata la divulgazione nell'interesse della sicurezza nazionale ovvero per evitare pregiudizio alla funzionalità dello strumento militare e ai compiti istituzionali dell'Amministrazione della difesa, si applicano i seguenti criteri:

a) nella predisposizione delle gare di appalto o somministrazione di servizi, lavori, opere o forniture nell'ambito dell'Amministrazione della difesa, i costi relativi alla prevenzione dai rischi da interferenze fra le attività dell'Amministrazione della difesa e quelle delle imprese appaltatrici, sono indicati omettendo le specifiche

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871409
Art. 257 - Funzioni di medico competente

1. Nell'ambito delle attività e dei luoghi di cui all'articolo 253, le funzioni di medico competente sono svolte in piena autonomia, prioritariamente, dagli ufficiali medici, in servizio, in possesso dei requisiti richiesti dall'articolo 38, comma 1, del decreto legislativo n. 81 del 2008.

2. Il possesso dei requisiti di cui all'articolo 38, comma 1, lettera d-bis), del decreto legislativo n. 81 del 2008, da parte degli ufficiali medici delle Forze armate, è riconosciuto con provvedimento dell'autorità militare individuata dal Capo di stato maggiore della difesa.

3. Presso lo Stato maggiore della difesa è istituito un apposito registro dei medici competenti dell'Amministrazione della difesa, provvedendo all'iscrizione, alla sospensione o alla cancellazione degli ufficiali medici in servizio, individuati ai sensi dei commi 1 e 2. La stessa Direzione generale provvede, inoltre, alle incombenze di cui all'articolo 38, comma 3, del decreto legislativo n. 81 del 2008.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871410
Art. 258 - Comunicazioni, segnalazioni e documenti

1. Le comunicazioni o segnalazioni alla competente Azienda sanitaria locale (ASL) di dati o informazioni concernenti la sorveglianza sanitaria o eventuali malattie contratte in servizio dai lavoratori militari, previste a carico del medico competente dall'articolo 40 del decreto l

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871411
Art. 259 - Individuazione delle aree riservate, operative o che presentano analoghe esigenze

1. Ai fini dell'attività di vigilanza di cui all'articolo 260, si intendono per aree riservate, operative o che presentano analoghe esigenze i mezzi, le infrastrutture e i luoghi destinati ai compiti istituzionali delle Forze armate, nonché le attività in essi espletate o comunque connesse, quali, fra l'altro:

a) l'impiego della forza militare e il relativo addestramento in territorio nazionale e all'estero;

b) la gestione delle informazioni, riguardanti la funzionalità dell'

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871412
Art. 260 - Istituzione dei servizi di vigilanza

1. La vigilanza sul rispetto delle norme di legge nell'ambito delle attività e dei luoghi di cui all'articolo 259 è effettuata, ai sensi di quanto disposto dal decreto legislativo n. 81 del 2008, e secondo le procedure e le disposizioni del decreto legislativo 19 dicembre 1994, n. 758

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871413
Art. 261 - Organizzazione dei servizi di vigilanza

1. L'unità organizzativa di vigilanza costituita nell'ambito del Segretariato generale della difesa individuato ai sensi dell'articolo 252, comma 4, svolge le funzioni in applicazione delle direttive adottate dal Segretariato generale della difesa, sentito lo Stato maggiore della difesa, per gli aspetti

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871414
Art. 262 - Funzioni dei servizi di vigilanza

1. L'unità organizzativa centrale di vigilanza presso il Segretariato generale della difesa:

a) coordina le attività attinenti a più servizi di vigilanza, cui fornisce consulenza direttamente o con il supporto di organismi specializzati anche esterni all'Amministrazione della difesa;

b) fornisce indirizzi generali sulla materia, tenendo conto della necessità di salvaguardare l'operatività e l'efficienza delle Forze armate;

c) promuove la qualificazione e l'aggiornamento del personale incaricato della vigilanza, nell'ambito della pianificazione delle attività formative;

d) definisce le procedure standardizzate ed eventualmente elabora la modulistica di base.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871415
Art. 263 - Personale addetto ai servizi di vigilanza

1. Il personale dei servizi di vigilanza da assegnare ai compiti ispettivi è individuato tra il personale militare e civile dell'Amministrazione della difesa in possesso dei requisiti indicati al comma 2 e nominato secondo le procedure di cui all'articolo 262, comma 2, lettere b) e c).

2. Il personale di cui al comma 1 deve essere in possesso dei seguenti requisiti minimi:

a) diploma di secondo grado;

b) ufficiale, sottufficiale di grado non inferiore a maresciallo o equipollente o personale civile della terza area ovvero dell'area seconda con profilo tecnico, di fascia retributiva non inferiore a B3

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871416
Art. 264 - Ulteriori disposizioni applicabili all'Arma dei carabinieri

1. All'Arma dei carabinieri, quale Forza armata e Forza militare di polizia in servizio permanente di

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871417
CAPO II - SICUREZZA NUCLEARE E PROTEZIONE SANITARIA
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871418
Art. 265 - Campo di applicazione e deroghe

1. Le attività che comportano un rischio derivante dalle radiazioni ionizzanti, indicate all'articolo 1 del decreto legislativo 17 marzo 1995, n. 230 R, svolte nell

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871419
Art. 266 - Organizzazione operativa

1. Con decreto del Ministro della difesa, sono emanate le istruzioni tecniche per disciplinare l'organizzazione operativa in ordine alla gestione in sicurezza radiologica delle attività e alla tutela contro i rischi derivanti dalle radiazioni ionizzanti.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871420
Art. 267 - Autorizzazioni

1. Per le attività di cui all'articolo 265, il Ministero della difesa è competente al rilascio dei provvedimenti autorizzativi di cui al decreto legislativo 17 marzo 1995, n. 230

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871421
Art. 268 - Competenze

1. Le funzioni di autorizzazione, di vigilanza, di controllo e di verifica connesse alle attività indicate nel decreto legislativo 17 marzo 1995, n. 230 Rsono espletate nell'ambito dell'Amministrazione della difesa.

2. Le competenze in materia di rilascio dei provvedimenti autorizzativi di cui all'articolo 267, sono definite come segue:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871422
Art. 269 - Qualificazione del personale

1. Con decreto del Ministro della difesa sono determinati gli elenchi del personale abilitato presso gli organi della Difesa, individuati n

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871423
Art. 270 - Funzioni ispettive

1. Le funzioni ispettive e le relative modalità di attuazione sono determinate dal Ministro de

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871424
Art. 271 - Relazione annuale

1. Il Ministro della difesa informa, con cadenza annuale, con apposita relazione, secondo le modalit&

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871425
CAPO III - CORPI AUSILIARI DELLE FORZE ARMATE DELLA CROCE ROSSA ITALIANA
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871426
Art. 272 - Compiti speciali della Croce Rossa in caso di guerra, di grave crisi internazionale o di conflitto armato

1. Sono compiti della Croce rossa italiana:

a) quelli previsti in

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871427
Art. 273 - Organizzazione dei servizi umanitari

1. Il Corpo militare della Croce rossa italiana e il Corpo delle infermiere volontarie sono corpi ausiliari delle Forze armate e dipendono direttamente dal Presidente nazionale dell'Associazione.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871428
Art. 274 - Centri di mobilitazione

1. I centri di mobilitazione previsti per il Corpo militare della Croce rossa italiana e per il corpo delle infermiere volontarie, per l'assolvimento del servizio ausiliario delle Forze armate, hanno sede e competenze territoriali deter

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871429
Art. 275 - Categorie di soci

1. Rientrano nella categoria dei soci attivi, di cui all'articolo 9, d.P.C.M. 6 maggio 2005, n. 97, gli

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871430
LIBRO SECONDO - BENI

Omissis

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871431
TITOLO III - ALLOGGI DI SERVIZIO
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871432
CAPO I - DISPOSIZIONI ATTUATIVE PER GLI ALLOGGI DI SERVIZIO DI TIPO ECONOMICO
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871433
SEZIONE I - COSTITUZIONE, CLASSIFICAZIONE E DESTINAZIONE DEGLI ALLOGGI DI SERVIZIO
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871434
Art. 311 - Ambito di applicazione

1. Il presente capo disciplina la concessione di alloggi di servizio di tipo economico, al personale

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871435
Art. 312 - Competenze generali

1. Lo Stato maggiore della difesa definisce i criteri generali per la determinazione degli incarichi che consentono l'assegnazione degli alloggi di servizio. Gli Stati maggiori di Forza armata e il Segretariato generale della difesa determinan

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871436
Art. 313 - Categorie di alloggi di servizio

1. Gli alloggi di servizio sono oggetto di concessione amministrativa e sono classificati nelle seguenti categorie:

a) alloggi di servizio gratuiti per consegnatari e custodi (ASGC): per il personale militare e civile al quale sia affidata, in modo continuativo, la custodia dell'edificio o dell'impianto in cui sia compreso l'alloggio; per il personale militare e civile al quale siano affidate, in modo continuativo, mansioni di consegnatario di deposito o magazzino isolato e

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871437
Art. 314 - Destinazione degli alloggi di servizio

1. I competenti comandi determinano la destinazione degli alloggi disponibili alle categorie ASGC, ASIR, ASI e AST. Per gli alloggi ASI e AST, gli Stati maggiori di Forza armata impartiscono direttive che tengono conto delle esigenze funzionali, temporali

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871438
SEZIONE II - RIPARTIZIONE E CONCESSIONE DEGLI ALLOGGI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871439
Art. 315 - Organi competenti

1. Sono competenti alla concessione degli alloggi di servizio:

a) i comandi e gli organismi indicati all'articolo 312, comma

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871440
Art. 316 - Ripartizione degli alloggi

1. Gli organi competenti alla concessione degli alloggi, in base alle direttive emanate dagli Stati maggiori di Forza armata, in relazione alle acquisite disponibilità, provvedono:

a) a destin

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871441
Art. 317 - Personale ammesso alle concessioni

1. Gli alloggi di servizio possono essere concessi al seguente personale:

a) alloggi ASGC, ASIR, ASI: al personale militare e civile, limitatamente agli incarichi previsti, che presti effettivo servizio presso comandi, enti e reparti con sede nel presidio ovvero nella circoscrizione alloggiativa;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871442
Art. 318 - Esclusione dalla concessione di alloggi ASI e AST

1. Gli alloggi ASI e AST non possono essere concessi:

a) alloggi ASI: al personale che sia proprietario o usufruttuario o assegnatario in cooperativa, ancorché indivisa, di una abitazione idonea, disponibile e abitabile, ubicata nell'ambito del presidio ovvero circoscrizione alloggiativa ove presta servizio, ovvero che abbia un familiare convivente nelle stesse condizioni, fatta eccezione per i titolari degli incarichi, compresi nella prima fascia degli elenchi degli incarichi, di particolare rilevan

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871443
Art. 319 - Durata delle concessioni

1. La durata delle concessioni è così fissata:

a) alloggi ASGC, ASIR e

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871444
Art. 320 - Deroghe particolari

1. Il personale che fruisce di alloggio AST, ASGC, ASIR o ASI, se ha perso o sta per perdere il titolo alla concessione, può presentare domanda per concorrere alla concessione di alloggi AST.

2. Al concessionario di alloggio AST, che non ha più titolo, è preferenzialmente riassegnato lo stesso alloggio occupato se egli occupa in graduatoria un posto utile per l'assegnazione di un alloggio disponibile o segue immediatamente un richiedente che abbia avuto l'assegnazione o la riassegnazione dell'alloggio.

3. Al concessionario di alloggio ASGC, ASIR o ASI, che non ha più titolo, è assegnato un alloggio AST disponibile, se l'i

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871445
SEZIONE III - MODALITÀ PER L'ASSEGNAZIONE DEGLI ALLOGGI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871446
Art. 321 - Commissioni di controllo per gli alloggi AST

1. I comandi militari o gli organismi all'uopo deputati dagli Stati maggiori di singola Forza armata, per l'assegnazione degli alloggi:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871447
Art. 322 - Assegnazione di alloggi ASGC e ASIR

1. L'assegnazione degli alloggi ASGC e ASIR è effettuata previa presentazione di domanda dell'

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871448
Art. 323 - Assegnazione di alloggi ASI

1. L'assegnazione degli alloggi ASI è effettuata, in ordine a incarichi suddivisi in fasce, con le seguenti modalità:

a) ricezione della domanda compilata in conformità al modello all'allegato E-1, di cui all'articolo 348, corredata della documentazione prescritta. La presentazione di documentazione non conforme al vero, indipendentemente dalle conseguenze di carattere penale, comporta l'esclusione del concorrente dall'assegnazione di qualsiasi tipo di alloggio in tutto il territorio nazionale e per tempo illimitato;

b) esame della domanda e offerta dell'alloggio. Se particolari situ

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871449
Art. 324 - Assegnazione di alloggi AST

1. L'assegnazione degli alloggi AST è effettuata esclusivamente per graduatoria.

2. Possono presentare domanda gli ufficiali, i sottufficiali e i volontari in servizio permanente:

a) effettivi a comandi, enti, reparti della Forza armata od organi interforze compresi nel presidio ovvero nella circoscrizione alloggiativa;

b) dell'Arma dei carabinieri, inseriti organicamente in enti ovvero comandi ovvero reparti delle altre Forze armate, o che si trovino a disposizione d'impiego delle stesse;

c) di altra Forza armata, purché in servizio presso enti ovvero comandi o reparti della Forza armata compresi nel presidio o circoscrizione alloggiativa e che non concorrono presso la Forza armata di appartenenza;

d) della Marina militare, in servizio presso gli organi centrali o periferici del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, nonché presso le Direzioni marittime, le Capitanerie di porto, gli uffici circondariali e locali marittimi e le delegazioni di spiaggia, se non esistono nel presidio o nella circoscrizione alloggiativa alloggi del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, ai quali accedere;

e) della Marina militare che presta ser

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871450
Art. 325 - Assegnazione di alloggi APP, SLI e ASC

1. La concessione degli alloggi APP, SLI e ASC e la relativa durata sono pianificate autonomamente dai comandi, dagli enti e dai reparti competenti, salvo eventuali vincoli posti dagli Stati maggiori di Forza armata e dagli alti comandi competenti.

2. L'assegnazione degli alloggi APP, SLI e ASC è effettuata dai comandi competenti, a richiesta degli interessati, con le modalità indicate nei commi da 3 a 8.

3. Le richieste di assegnazione di alloggi APP e ASC sono presentate con un anticipo massimo di quindici giorni. Le richieste motivate da trasfe

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871451
Art. 326 - Impiego degli alloggi disponibili

1. Gli alloggi di qualsiasi tipo sono assegnati quando sono disponibili e consegnati al più presto. Fanno eccezione gli alloggi ASI necessari a soddisfare particolari incarichi che richiedano tassativamente una c

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871452
Art. 327 - Comunicazioni all'autorità di pubblica sicurezza

1. I comandi competenti alla concessione, entro quarantotto ore dalla data della consegna di un allog

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871453
Art. 328 - Registrazione delle concessioni

1. Gli atti di concessione degli alloggi ASGC, ASIR, ASI e AST sono sottoposti all'iscrizione nell'ap

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871454
SEZIONE IV - CESSAZIONE, DECADENZA E REVOCA DELLE CONCESSIONI, PROROGHE E RECUPERO DEGLI ALLOGGI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871455
Art. 329 - Cessazione della concessione

1. La concessione di qualsiasi tipo di alloggio cessa con la perdita del titolo in forza del quale la stessa abbia avuto luogo.

2. Il concessionario deve lasciare l'alloggio libero da persone e cose entro novanta giorni dalla data di perdita del titolo, fatta salva la concessione di proroga.

3. Il comando competente a disporre la concessione notifica all'utente, secondo il modello in allegato I di cui all'articolo 353, l'avviso di rilascio, entro trenta giorni precedenti la scadenza, con le modalità di cui all'articolo 341. La mancata notifica non costituisce titolo per il mantenim

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871456
Art. 330 - Decadenza dalla concessione

1. Il concessionario decade dalla concessione nei seguenti casi:

a) impiego dell'alloggio per fini non conformi alla sua specifica funzione;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871457
Art. 331 - Revoca anticipata della concessione

1. Per inderogabili esigenze di servizio, per motivi eccezionali o per causa di forza maggiore, previa autorizzazione dello Stato maggiore del

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871458
Art. 332 - Proroghe per il rilascio

1. Il presente articolo si applica ai seguenti alloggi di servizio delle Forze armate di cui all'articolo 279 del codice:

a) alloggi di servizio gratuiti per consegnatari e custodi (ASGC);

b) alloggi di servizio connessi all'incarico con o senza annessi locali di rappresentanza (ASIR-ASI);

c) alloggi di servizio di temporanea sistemazione per le famiglie dei militari (AST).

2. Le proroghe temporanee al rilascio degli alloggi di servizio, previste dall'articolo 286, comma 3, del codice, possono essere concesse:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871459
Art. 333 - Recupero degli alloggi

1. Se l'alloggio non è lasciato libero nel termine fissato, il comando competente per il rilascio della concessione emette ordinanza di recupero coattivo, con le modalità riportate nel modello dell'allegato M, di cui all'articolo 355, da notificare all'interessato.

2. Il comando competente fissa la data del recupero coattiv

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871460
SEZIONE V - CANONI E ONERI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871461
Art. 334 - Onerosità delle concessioni

1. Gli alloggi sono concessi a pagamento, fatta eccezione per gli alloggi ASGC per i quali nessun cor

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871462
Art. 335 - Determinazione del canone per gli alloggi AST

1. Per gli alloggi di servizio di temporanea sistemazione per le famiglie dei militari (AST), l'ammontare del canone mensile di concessione amministrativa è calcolato moltiplicando il valore del metro quadrato di superficie, determinato su base nazion

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871463
Art. 336 - Determinazione del canone per gli alloggi ASIR-ASI

1. L'ammontare del canone mensile di concessione degli alloggi ASIR-ASI, è calcolato moltiplicando il valore del metro quadrato di superficie, pari a euro 1,60,

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871464
Art. 337 - Rette

1. Gli utenti di alloggi APP e SLI sono tenuti al pagamento di una retta giornaliera commisurata al c

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871465
Art. 338 - Norme per la riscossione

1. Le norme e le modalità per la riscossione delle somme dovute per canoni, rette e quote forf

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871466
Art. 339 - Spese e modalità di gestione

1. I concessionari degli alloggi, ai sensi dell'articolo 288 del codice, sono tenuti:

a) al pagamento delle spese di gestione dei s

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871467
Art. 340 - Oneri a carico dell'Amministrazione militare

1. Sono a carico dell'Amministrazione militare le spese connesse con:

a)

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871468
SEZIONE VI - COMUNICAZIONI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871469
Art. 341 - Formalità per le comunicazioni

1. Le comunicazioni riguardanti gli atti formali dei comandi competenti e quelle inoltrate dal conces

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871470
SEZIONE VII - DISPOSIZIONI FINALI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871471
Art. 342 - Disciplina delle concessioni antecedenti

1. Le concessioni rilasciate prima del 3 aprile 2004 sono sottoposte, a cura dei comandi indicati nel

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871472
Art. 343 - Procedimento per l'individuazione e variazioni degli incarichi che danno titolo all'attribuzione degli alloggi di servizio classificati ASGC, ASIR e ASI

1. In funzione delle diverse tipologie di alloggi di servizio, lo Stato maggiore della difesa determina gli incarichi in ordine agli alloggi per le esigenze dell'area interforze e NATO, nonché individua i criteri generali per l'assegnazione degli alloggi. Gli Stati maggiori di Forza armata per l'Area tecnico-operativa e il Segretariato generale della difesa per l'area tecnico-amministrativa definiscono gli elenchi degli incarichi per l'assegnazione degli alloggi.

2. Le variazioni degli incarichi sono effettuate con le modalit&agra

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871473
SEZIONE VIII - ALLEGATI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871474
Art. 344 - Allegato A Composizione, compiti e funzionamento delle commissioni di controllo degli alloggi

1. Le «commissioni di controllo degli alloggi ufficiali», le «commissioni di controllo degli alloggi sottufficiali» e le «commissioni di controllo degli alloggi dei volontari in servizio permanente» sono composte da:

a) un presidente non concorrente all'assegnazione e, rispettivamente, di grado non inferiore a ufficiale superiore, a maresciallo o gradi corrispondenti e a 1 ° caporale maggiore o gradi corrispondenti;

b) un presidente sostituto;

c) membri:

c.1) di numero pari variabile da un minimo di due a un massimo di sei, di cui uno appartenente alla rappresentanza militare;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871475
Art. 345 - Allegato B Modulo di domanda per l'assegnazione di alloggi ASGC e ASIR

Parte di provvedimento in formato grafico

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871476
Art. 346 - Allegato C Modello dell'atto di concessione di alloggio di servizio

Parte di provvedimento in formato grafico

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871477
Art. 347 - Allegato D Modello di comunicazione al Ministero dell'economia e delle finanze della concessione di ASGC

Parte di provvedimento in formato grafico

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871478
Art. 348 - Allegato E-1 Domanda di assegnazione alloggio ASI

Parte di provvedimento in formato grafico

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871479
Art. 349 - Allegato E-2 Domanda di assegnazione alloggio AST

Parte di provvedimento in formato grafico

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871480
Art. 350 - Allegato F Formazione delle graduatorie ASI

1. Le graduatorie, calcolate in base alla formula che segue, sono formate disponendo i concorrenti in ordine decrescente di punteggio espresso con una cifra decimale.

2. Il punteggio ASI &eg

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871481
Art. 351 - Allegato G Formazione delle graduatorie AST

1. Le singole graduatorie:

a) elencano i concorrenti che, avendone titolo, hanno presentato, fino all'ultimo giorno del mese precedente a quello di formazione delle graduatorie stesse, domande correttamente compilate e completamente documentate;

b) sono formate tre volte l'anno, alle date del 15 gennaio, 15 maggio, 15 settembre;

c) hanno validità fino alla data di formazione della successiva graduatoria;

d) specificano, per ciascun concorrente indicato con grado, cognome, nome, categoria, comando o ente di appartenenza:

d.1) gli elementi di calcolo;

d.2) l'ordine di graduatoria;

d.3) la composizione del nucleo familiare;

d.4) gli eventuali vincoli all'assegnazione;

d.5) eventuali note esplicative;

e) comprendono, in allegato, l'elenco degli esclusi, sospesi o decaduti con la specificazione della relativa motivazione.

2. L'elenco dei concorrenti, in ordine di graduatoria e con il relat

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871482
Art. 352 - Allegato H Modello di dichiarazione di accettazione delle condizioni di gestione, uso e manutenzione dell'alloggio SLI

Parte di provvedimento in formato grafico

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871483
Art. 353 - Allegato I Modello di avviso di rilascio dell'alloggio di servizio

Parte di provvedimento in formato grafico

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871484
Art. 354 - Allegato L Modello di dichiarazione di decadenza della concessione di alloggio di servizio

Parte di provvedimento in formato grafico

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871485
Art. 355 - Allegato M Modello di ordine di recupero coattivo

Parte di provvedimento in formato grafico

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871486
Art. 356 - Allegato N Modello di comunicazione ai comandi ed enti incaricati per l'effettuazione dello sgombero dell'alloggio di servizio

Parte di provvedimento in formato grafico

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871487
Art. 357 - Allegato O Modello di comunicazione ai comandi competenti per l'assegnazione di un ufficiale delegato all'effettuazione dello sgombero di alloggio di servizio

Parte di provvedimento in formato grafico

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871488
Art. 358 - Allegato P Modalità per la riscossione delle somme dovute dagli utenti per canone e spese comuni alloggi ASIR, ASI e AST; retta alloggi APP E SLI; quota forfetaria giornaliera alloggi ASC

1. La riscossione delle somme in argomento è regolata dal presente articolo.

2. Quanto al canone per gli alloggi ASIR, ASI, AST:

a) i competenti enti esecutivi del Genio militare e gli organi corrispondenti per la Marina militare e l'Aeronautica militare, all'atto della consegna dell'alloggio e delle variazioni a qualsiasi titolo intervenute, comunicano l'importo dei canoni dovuti dagli utenti ai rispettivi enti amministratori e alle competenti direzioni di amministrazione e corrispondenti organi di controllo;

b) alla riscossione delle somme dovute per il canone degli utenti di alloggi ASIR, ASI e AST provvedono gli enti che amministrano gli utenti stessi, mediante ritenute mensili sullo stipendio;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871489
Art. 359 - Allegato Q Oneri particolari di gestione a carico dell'Amministrazione militare

1. Sono a carico dell'amministrazione militare i seguenti oneri di gestione:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871490
Art. 360 - Allegato R Oneri di gestione relativi agli alloggi ASGC e ASIR a carico dell'Amministrazione militare

1. L'amministrazione militare provvede alle spese relative agli oneri di gestione elencati nel presente articolo.

2. Gli oneri di gestione per gli alloggi ASGC sono i seguenti:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871491
Art. 361 - Allegato S Lavori di stabilità, di straordinaria manutenzione e di ordinario mantenimento

1. L'amministrazione militare provvede direttamente per mezzo dei propri organi tecnici, in aderenza alla normativa vigente per i lavori del genio militare, all'effettuazione di tutti i lavori concernenti la stabilità e la straordinaria manutenzione, nonché di quelli di ordinario mantenimento da effettuarsi in occasione del cambio di utenza.

2. I lavori di stabilità o di straordinaria manutenzione sono quelli la cui necessità si manifesta saltuariamente e dipendono essenzialmente

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871492
CAPO II - DISPOSIZIONI ATTUATIVE PER GLI ALLOGGI DI SERVIZIO DELL'ARMA DEI CARABINIERI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871493
SEZIONE I - CLASSIFICAZIONE
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871494
Art. 362 - Classificazione degli alloggi di servizio dell'Arma dei carabinieri

1. Gli alloggi di servizio dell'Arma dei carabinieri sono classificati nelle seguenti categorie:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871495
SEZIONE II - ALLOGGI DI SERVIZIO GRATUITI CONNESSI ALL'INCARICO
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871496
Art. 363 - Assegnazione degli alloggi di servizio gratuiti e decadenza dall'assegnazione

1. Gli incarichi per i quali spettano gli alloggi di servizio di cui alla lettera a), del comma 1, dell'articolo 362 so

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871497
Art. 364 - Assegnazione degli alloggi in temporanea concessione

1. Gli alloggi di servizio in temporanea concessione di cui alla lettera b), del comma 1, dell'artico

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871498
Art. 365 - Assegnazioni temporanee

1. L'alloggio di servizio gratuito, non occupato dal titolare della carica, può essere assegnato t

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871499
Art. 366 - Caratteristiche degli alloggi di servizio gratuiti connessi all'incarico

1. Gli alloggi di servizio gratuiti connessi all'incarico, se la situazione strutturale lo consente, devono disporre di ingresso separato da quello della caserma e non superare - di massima - le seguenti super

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871500
Art. 367 - Oneri a carico degli utenti e dell'amministrazione

1. Sono a carico degli utenti gli oneri per le piccole riparazioni di cui all'articolo 1609 del codice civile, per il consumo dell'acqua, dell'energia elettrica, del riscaldamento e del gas, nonché le spese per i danni prodotti o causati da colpa, negligenza o cattivo uso dell'alloggio.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871501
Art. 368 - Recupero degli alloggi

1. Nel caso che l'utente non lasci l'alloggio di servizio gratuito connesso all'incarico nei termini prescritti, il Comando generale dell'Arma per gli ufficiali sino al grado di colonnello compreso e i competenti comandi di corpo per gli altri militari devono emettere formale ordinanza di recupe

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871502
SEZIONE III - ALLOGGI DI SERVIZIO IN TEMPORANEA CONCESSIONE
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871503
Art. 369 - Personale ammesso alla concessione e ripartizione degli ASTC

1. Gli ASTC sono assegnati mediante concessione amministrativa.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871504
Art. 370 - Esclusione della concessione

1. Gli ASTC non possono essere concessi al personale che si trovi in una o più delle seguenti condizioni:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871505
Art. 371 - Durata della concessione

1. La concessione dura otto anni, ed è rinnovabile per una sola volta.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871506
Art. 372 - Commissione per gli alloggi

1. In sede locale, il comandante delle scuole, il comandante delle unità mobili e specializzate e i comandanti interregionali nominano tre distinte Commissioni per l'assegnazione degli alloggi ufficiali, sottufficiali e appuntati e carabinieri, composta da:

a) Presidente: Comandante del corpo competente;

b) un ufficiale dell'ente amministrativo nominato dal Comandante delle scuole o delle unità mobili e specializzate o

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871507
Art. 373 - Compiti delle Commissioni alloggi

1. Le Commissioni alloggi, distinte per categoria, sono convocate dal Comandante di corpo - che le presiede - ogni qualvolta occorre deliberare sulla materia di competenza.

2. I componenti della Commissione hanno l'obbligo di partecipare alle riunioni, in quanto l'attività svolta dalle comm

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871508
Art. 374 - Assegnazione di alloggi

1. L'assegnazione degli ASTC avviene mediante concorso indetto dagli enti competenti, che provvedono a informare i Comandi interessati nonché quelli presso i quali presta servizio il personale, trasferito e non ancora giunto alla sede.

2. Il bando del concorso va affisso agli albi di ciascun comando per almeno 15 giorni e indica:

a) la località ove è ubicato l'alloggio disponibile da assegnare e le sue caratteristiche;

b) il termine di presentazione della domanda;

c) la documentazione richiest

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871509
Art. 375 - Criteri di attribuzione del punteggio

1. Per l'attribuzione del punteggio utile ai fini della graduatoria si seguono i seguenti criteri:

a) attribuire a ciascun concorrente un punteggio base di più 5;

b) adottare per singole voci il parametro da meno 5 a più 5;

c) prendere in considerazione ai fini del punteggio:

1) situazione familiare (persone conviventi, numero, età e sesso dei figli);

2) situazione economico-patrimoniale della famiglia (redditi da proprietà o da lavoro);

3) situazioni particolari (sfratto, affitti, altre cause).

2. Sulla base dei criteri fissati al comma 1, il

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871510
Art. 376 - Cessazione e decadenza della concessione

1. La concessione di ASTC cessa con la perdita del titolo in virtù del quale la stessa ha avuto luogo.

2. Il concessionario deve lasciare l'alloggio libero da persone e cose, entro tre mesi dalla data di notifica della revoca.

3. Il Comando, che ha provveduto alla concessione, notifica all'utente l'avviso di revoca.

4. Costituiscono motivi di perdita del titolo:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871511
Art. 377 - Revoca anticipata della concessione

1. Per motivi eccezionali o per causa di forza maggiore connessi alla stabilità e abitabilità degli immobili i

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871512
Art. 378 - Ricorsi avverso la revoca anticipata

1. Entro il termine perentorio di trenta giorni dalla data di notifica del provvedimento di revoca anticipata della concessione, l'interessat

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871513
Art. 379 - Recupero coattivo

1. Il Comando che ha rilasciato la concessione, in caso di mancato rilascio dell'ASTC nel termine fissato, emette, entro i successivi trenta giorni, formale ordinanza di recupero coattivo, secondo il modello riportato nell'allegato D di cui all'articolo 386, da notificare al concession

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871514
Art. 380 - Gestione degli alloggi

1. La gestione amministrativa degli ASTC è affidata:

a

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871515
Art. 381 - Canone di concessione

1. Il canone di concessione si determina ai sensi dell'articolo 335.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871516
Art. 382 - Spese di gestione

1. I concessionari di ASTC sono tenuti al pagamento delle spese di gestione dei servizi comuni, di qu

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871517
SEZIONE IV - ALLEGATI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871518
Art. 383 - Allegato A Incarichi per i quali spettano gli alloggi di servizio gratuiti



COMANDO

I N C A R I C H I

COMANDO GENERALE

capo di Stato maggiore; sottocapo di Stato maggiore; capo reparto; comandante reparto autonomo; capo ufficio; capo dell'ufficio di Stato maggiore; capo Sala operativa; aiutante di campo; comandante reparto comando; comandante compagnia p.i.; capo sezione n. 20; ufficiale addetto n. 20; sottufficiali n. 30; appuntati e carabinieri n. 30.

COMANDO INTERREGIONALE, DELLE UNITÀ MOBILIE SPECIALIZZATE, DELLE SCUOLE E DI DIVISIONE

comandante; vice Comandante; capo di Stato maggiore; capo ufficio; aiutante di campo; ufficiali addetti n. 3; sottufficiali n. 5; appuntati e carabinieri n. 5.

COMANDO DI BRIGATA

comandante; capo di Stato maggiore (1); capo ufficio; ufficiali addetti n. 2; sottufficiali n. 4; appuntati e carabinieri n. 5.

SCUOLA UFFICIALI

comandante; capo di Stato maggiore; direttore dell'I.S.P.G.M.; comandante reparto corsi; capo ufficio; comandante reparto comando; capo sezione n. 3; sottufficiali n. 5; appuntati e carabinieri n. 5.

COMANDO DI LEGIONE

comandante; vice comandante; capo di Stato maggiore; capo ufficio; capo gestione materiali; comandante reparto comando; comandante centro subacquei (1); comandante centro cinofili (1); comandante centro addestramento alpino (1); ufficiali addetti n. 3; sottufficiali n. 10; appuntati e carabinieri n. 10.

RAGGRUPPAMENTO OPERATIVO SPECIALE (R.O.S.)

co

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871519
Art. 384 - Allegato B Modello della domanda di assegnazione di ASTC

Parte di provvedimento in formato grafico

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871520
Art. 385 - Allegato C Modello dell'atto di concessione di ASTC

ATTO DI CONCESSIONE DI ALLOGGIO DI SERVIZIO

L'anno duemila(...), il giorno (...) del mese di (...); con il presente atto, il (...) (1), Comandante del (...) (2) dà in concessione al sig. (...)(3), in servizio presso (...) (4) in qualità di (...) (5) per uso esclusivo di abitazione propria e delle persone costituenti il suo nucleo familiare, nominativamente menzionate nello stato di famiglia, l'alloggio n. (...) esistente nel fabbricato di proprietà e in uso all'Amministrazione sito in (...) alla via (...), n. civico (...), piano (...), scala (...). interno (...).

La concessione viene accordata sotto l'osservanza delle seguenti clausole e condizioni:


A. DURATA DEL CANONE DI CONCESSIONE


Art. 1

La concessione avrà la durata di anni otto a decorrere dal (...)e avrà termine il giorno (...) .


Art. 2

Il canone relativo alla presente concessione è stabilito in annui euro da pagarsi in rate mensili anticipate, ciascuna di euro (...)


B. DELEGAZIONE Dl PAGAMENTO

Art. 3

Il concessionario delega l'amministrazione dalla quale dipende, in futuro, a trattenere, per tutta la durata della concessione, e anche oltre finché duri l'occupazione, la quota mensile di euro () in pagamento del canone. La predetta delega ha effetto anche quando risultasse che il concessionario abbia già ceduto il quinto o il doppio quinto del suo stipendio, e anche quando lo stipendio stesso venisse comunque ridotto o decurtato da altre ritenute.

La delega stessa avrà effetto fino alla estinzione di qualsiasi altro debito verso l'amministrazione concedente, comunque nascente dal presente atto (forniture, lavori, danni, ecc.) e sarà sospesa soltanto previo nulla asta della suddetta amministrazione.


Art. 4

I

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871521
Art. 386 - Allegato D Modello dell'ordinanza di recupero coattivo

Parte di provvedimento in formato grafico

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871522
CAPO III - DISCIPLINA ATTUATIVA DEL FONDO - CASA
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871523
Art. 387 - Finalità del fondo-casa

1. Il fondo-casa, di cui all'articolo 287, comma 2, del codice, è volto a consentire la conces

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871524
Art. 388 - Modalità di finanziamento del fondo-casa

1. Il fondo-casa è alimentato dalle risorse derivanti dagli introiti dei canoni degli alloggi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871525
Art. 389 - Gestione del fondo-casa e gestione dei mutui

1. Gli introiti che alimentano il fondo-casa sono versati presso la competente sezione della tesoreria provinciale la quale provvede alla loro riassegnazione sul pertinente capitolo di bilancio del Ministero della difesa per la concessione dei mutui.

2. Detti introiti sono allocati sul pertinente capitolo gestito dalla Di

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871526
Art. 390 - Organi di gestione e funzioni

1. Il Segretariato generale:

a) coordina l'attività di gestione e di utilizzo del fondo-casa;

b) verifica l'andamento del fondo-casa;

c) determina il tasso d'interesse dei mutui dopo aver acquisito il parere del direttore generale del Dipartimento del tesoro;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871527
Art. 391 - Concessione dei mutui al personale

1. Sulla base delle graduatorie di cui all'articolo 390, comma 2, determinate con il procedimento definito nell'allegato A, di cui all'articolo 396 possono essere concessi mutui individuali, di durata decennale, quindicennale o ventennale, al:

a) personale militare appartenente alle Forze armate in servizio permanente e al personale civile del Ministero della difesa;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871528
Art. 392 - Limite delle somme erogabili

1. L'importo massimo erogabile per ogni mutuo è fissato in euro 150.000,00. In ogni caso la somma massima mutuabile agli aventi diritto non può superare il novanta per cento

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871529
Art. 393 - Esclusione dalla concessione del mutuo

1. Sono esclusi dalla concessione del mutuo:

a) i soggetti che siano proprietari di un'abitazione o porzion

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871530
Art. 394 - Obblighi dei mutuatari

1. Non è consentita la costituzione, da parte dei mutuatari, di diritti reali di usufrutto, us

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871531
Art. 395 - Ammortamento dei mutui

1. Le rate di ammortamento dei mutui hanno cadenza mensile e il loro valore è costante. Dette rate sono corrisposte dai

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871532
Art. 396 - Allegato A Modalità per l'assegnazione dei mutui

1. Gli Stati maggiori di Forza armata, al fine di definire le graduatorie per l'assegnazione dei mutui del fondo-casa:

a) nominano annualmente nel mese di dicembre un'apposita commissione;

b) designano un ufficiale medico per la valutazione tecnica dell'eventuale documentazione sanitaria.

2. Ogni commissione è composta da:

a) un presidente, con grado non inferiore a maggior generale o gradi corrispondenti;

b) cinque membri titolari di cui:

b.1) un ufficiale di grado inferiore o meno anziano del presidente;

b.2) un militare appartenente al ruolo dei marescialli;

b.3) un militare del ruolo dei sergenti;

b.4) un volontario di truppa in servizio permanente;

b.5) un dipendente civile segnalato dalla Direzione generale per il personale civile;

c) un presidente sostituto e cinque membri sostituti.

3. Un membro titolare svolge le funzioni di segretario. Dei componenti del personale militare, due devono far parte della rappresentanza militare.

4. Il presidente e i membri sostituti subentrano di volta in volta ai titolari, se questi sono temporaneamente indisponibili.

5. Ai componenti delle commissioni non è consentita la possibilità di presentare la domanda per l'assegnazione dei mutui.

6. Le commissioni sono convocate dal presidente per l'esame delle domande di concessione del mutuo, ai fini della formazione delle graduatorie. In tale circostanza le commissioni:

a) esaminano tutte le domande di assegnazione di mutuo;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871533
Art. 397 - Allegato B Modello di domanda

Parte di provvedimento in formato grafico

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871534
CAPO IV - DISPOSIZIONI ATTUATIVE PER GLI ALLOGGI DI SERVIZIO CONNESSI AL NUOVO MODELLO DELLE FORZE ARMATE
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871535
SEZIONE I - REALIZZAZIONE DEL PROGRAMMA INFRASTRUTTURALE PLURIENNALE PER GLI ALLOGGI DI SERVIZIO DELLE FORZE ARMATE
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871536
Art. 398 - Oggetto e finalità

1. Il presente capo, al fine di assicurare la mobilità del personale militare e civile e le esigenze alloggiative di tale personale finalizzate all'operatività dello strumento militare derivanti dal nuovo modello organizzativo delle Forze armate, disciplina:

a) le funzioni e i procedimenti amministrativi relativi all'attuazione del programma pluriennale, previsto dall'articolo 297 del codice, per la costruzione, l'acquisto e la ristrutturazione di alloggi di servizio del Ministero della difesa;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871537
Art. 399 - Categorie di alloggi di servizio

1. Le norme del presente capo disciplinano le seguenti categorie di alloggi di servizio, la cui costruzione, acquisto o ristrutturazione sono previsti nel programma infrastrutturale, di cui all'articolo 398, comma 1, lettera a):

a) prima categoria: alloggi assegnati al personale per il periodo di tempo in cui svolge particolari incarichi di servizio che richiedono la costante presenza

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871538
Art. 400 - Programmazione degli interventi

1. Gli Stati maggiori delle Forze armate, compresa l'Arma dei carabinieri per gli alloggi a riscatto,

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871539
Art. 401 - Alloggi assegnati al personale che svolge particolari incarichi di servizio e alloggi assegnati per una durata determinata rinnovabile, in ragione delle esigenze di mobilità e abitative

1. Il Ministero della difesa realizza nuovi alloggi di servizio o procede all'acquisizione a vario titolo degli stessi o alla ristrutturazione degli alloggi esistenti, appartenenti alle categorie di cui all'articolo 399, comma 1, lettere a) e b), mediante:

a) specifiche assegnazioni sui pertinenti capitoli di bilancio;

b) introiti derivanti dalla vendita degli alloggi del Ministero della difesa, ritenuti non più funzionali per le esigenze istituzionali delle Forze armate, dichiarati alienabili ai sensi dell'articolo 403;

c) lo strumento dei l

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871540
Art. 402 - Realizzazione degli alloggi con possibilità di acquisto mediante riscatto

1. Al fine di contemperare le esigenze di operatività dello strumento militare con le esigenze alloggiative del personale militare e civile, il Ministero della difesa realizza alloggi di servizio con possibilità di acquisto da parte dei propri dipendenti di cui all'articolo 398, comma 2, lettere a) e b), mediante riscatto.

2. Gli alloggi di servizio a riscatto, già individuati con il programma pluriennale sono realizzati:

a) mediante lo strumento della cooperazione tra gli appartenenti al Ministero della difesa;

b) mediante lo strumento della concessione di lavori pubblici di cui all'articolo 143 del codice degli appalti, nonché con le procedure di cui all'articolo 153 del medesimo codice;

c) con altri strumenti previsti dalla legge.

3. Al fine di realizzare il programma e per consentire il perseguimento dell'equilibrio economico-finanziario degli investimenti dell'app

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871541
SEZIONE II - PROCEDURE PER L'ALIENAZIONE DEGLI ALLOGGI DI SERVIZIO NON PIÙ FUNZIONALI AI FINI ISTITUZIONALI DELLE FORZE ARMATE
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871542
Art. 403 - Individuazione degli alloggi da alienare

1. In attuazione dell'articolo 306, comma 3, del codice, gli Stati maggiori delle Forze armate individuano, con metodologie informatiche unificate, gli alloggi non più funzionali alle esigenze istituzionali, compresi in interi stabili o comprensori abitativi da alienare.

2. L'elenco degli alloggi di cui al comma 1 è proposto per il coordinamento allo Stato maggiore della difesa, che lo trasmette alla Direzione dei lavori e del demanio del Segretariato generale del Ministero della difesa, nella presente sezione denominata &laqu

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871543
Art. 404 - Criteri di vendita

1. Gli alloggi di servizio di cui all'articolo 403, comma 1, tranne quelli dichiarati di particolare pregio ai sensi del successivo comma 7, sono alienati, con diritto di prelazione per il conduttore come individuato dall'articolo 3, comma 6, del decreto-legge n. 351 del 2001, convertito, con modificazioni, dalla legge n. 410 del 2001 R, e, in caso di mancato esercizio da parte dello stesso, per il personale militare e civile del Ministero della difesa non proprietario di altra abitazione nella provincia.

2. Entro undici mesi dall'adozione del decreto di cui all'articolo 403, comma 3, il Ministero della difesa, con lettera raccomandata con avviso di ricevimento ai conduttori degli alloggi di servizio di cui all'articolo 403, comma 1:

a) comunica l'offerta di acquisto, contenente il prezzo, le condizioni di vendita e le modalità di esercizio del diritto che, per gli alloggi dichiarati di particolare pregio ai sensi del successivo comma 7, è riferita al solo usufrutto;

b) trasmette il modello di risposta con il quale i conduttori esercitano i loro diritti per l'acquisto dell'intera proprietà, dell'usufrutto o della volontà di continuare nella conduzione in locazione dell'alloggio.

3. Fatto salvo quanto previsto all'articolo 405, comma 13, la comunicazione di cui al comma 2 costituisce preavviso di decadenza dal titolo concessorio.

4. Hanno diritto:

a) di opzione all'acquisto dell'usufrutto i conduttori ultrassessantacinquenni e quelli nel cui nucleo familiare siano compresi soggetti conviventi, legati da rapporto di coniugio o di parentela in linea retta, portatori di handicap, accertato ai sensi della legge 5 febbraio 1992, n. 104 R. Ai conduttori ultrasessantacinquenni con reddito familiare lordo, nella presente sezione denominato "reddito", non superiore a quello stabilito dal decreto di gestione annuale di cui all'articolo 306, comma 2, del codice, nella presente sezione denominato "decreto di gestione annuale", è data facoltà di rateizzare il relativo corrispettivo in rate mensili di importo non superiore al 20 per cento del reddito mensile. In caso di esercizio dell'acquisto dell'usufrutto con diritto di accrescimento in favore del coniuge o di altro membro del nucleo familiare di cui al presente comma il prezzo sarà determinato e corrisposto ai sensi di legge;

b) alla continuazione della conduzione dell'alloggio esclusivamente i conduttori con reddito non superiore a quello stabilito dal decreto di gestione annuale, ovvero il cui nucleo familiare convivente, considerato fino al primo grado di parentela o affinità rispetto al concessionario, comprenda un portatore di handicap grave ai sensi dell'articolo 3, comma 3,

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871544
Art. 405 - Vendita con il sistema d'asta

1. La Direzione pubblica, sul proprio sito internet, con bando d'asta a rialzo, riservata al personale militare e civile della Difesa di cui all'articolo 398, comma 2, l'elenco degli alloggi liberi, quello per i quali i conduttori non hanno esercitato il diritto di cui all'articolo 404, comma 1, e quello degli alloggi di cui all'articolo 404, comma 7. Le modalità di svolgimento e di partecipazione all'asta sono regolamentate, oltre che dall'avviso d'asta, dal disciplinare d'asta e dai suoi allegati.

2. L'elenco di cui al comma 1, è trasmesso in copia agli Stati maggiori delle Forze armate, compresa l'Arma dei carabinieri, al Segretariato generale della difesa/DNA, al COCER interforze e alle organizzazioni sindacali dei dipendenti civili del Ministero della difesa.

3. Ogni alloggio inserito nell'elenco costituisce lotto a sé stante, è ordinato per ente gestore e nell'elenco è indicato l'oggetto della vendita costituente la proprietà o la nuda proprietà dell'alloggio, comprensiva di eventuali pertinenze e accessori, con indicazione dei prezzi base determinati d'intesa con l'Agenzia del demanio, nonché del nominativo del professionista esterno abilitato eventualmente

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871545
SEZIONE III - REALIZZAZIONE DI ALLOGGI DI SERVIZIO MEDIANTE CONCESSIONE DI LAVORI PUBBLICI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871546
Art. 406 - Studio di fattibilità

1. I soggetti di cui all'articolo 153 del codice degli appalti possono presentare al Ministero della difesa proposte relative alla realizzazione di alloggi di servizio inseriti nella programmazione triennale di cui all'articolo 128 del codice degli app

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871547
Art. 407 - Accordi di programma

1. Al fine di realizzare gli alloggi di servizio mediante concessione di lavori pubblici, di cui agli

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871548
SEZIONE IV - PROCEDURE PER L'ASSEGNAZIONE DEGLI ALLOGGI DI SERVIZIO A RISCATTO
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871549
Art. 408 - Modalità per l'individuazione degli assegnatari degli alloggi a riscatto

1. Il Ministero della difesa, in relazione alla programmazione di cui all'articolo 400, emana appositi avvisi.

2. Gli avvisi, di cui al comma 1, sono necessari

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871550
Art. 409 - Calcolo della graduatoria

1. Il Ministero della difesa, ai sensi dell'articolo 408, adotta la seguente formula per il calcolo della graduatoria:

[R1+R2+R3-(Ds+Dm)]: F

1) Dove:

a. R1= reddito annuo lordo del richiedente;

b. R2= reddito annuo lordo del coniuge convivente;

c. R3= reddito annuo lordo di altri familiari conviventi;

d. Ds= coefficiente per sfratto esecutivo da alloggio non di servizio: R1x0,10;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871551
Art. 410 - Modalità di assegnazione degli alloggi realizzati

1. Gli alloggi realizzati sono assegnati secondo l'opzione di cui all'articolo 409, mediante la stipu

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871552
Art. 411 - Programmazione della spesa

1. Per le spese relative alla stima degli immobili, alla vendita e alla realizzazione delle infrastru

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871553
TITOLO V - DISMISSIONI DI BENI MOBILI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871554
Art. 417 - Dichiarazione di fuori servizio dei materiali

1. Gli organismi che hanno la gestione logistica dei materiali, se il fuori servizio degli stessi non è disposto dall'organo centrale, anche ai fini dell'eventuale permuta, formulano proposta di dismissione o radiazione per i complessi, le parti o i singoli oggetti, ancorché efficienti, da porre fuori servizio.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871555
Art. 418 - Dichiarazione di fuori uso dei materiali

1. La dichiarazione di fuori uso di materiali inefficienti o ritenuti non più idonei a ulteriore servizio, in dipendenza della loro vetustà o usura, è proposta da chi ha in consegna i materiali per l'uso.

2. L'autorità da cui dipende il proponente trasmette la proposta a una apposita commissione tecnica di accertamento, costituita in via permanente o nominata di volta in volta.

3. Le istruzioni di

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871556
Art. 419 - Vendita dei materiali fuori servizio o fuori uso

1. I materiali dichiarati fuori servizio o fuori uso, non destinati alla permuta, per i quali sia stata stabilita la vendita da parte dell'autorità logistica centrale, possono essere venduti sul posto da parte dell'organismo che ha l'utenza del materiale. Il prezzo di vendita è fissato tenendo conto di quello di mercato. Il corrispettivo costit

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871557
Art. 420 - Cessione dei materiali

1. I materiali possono essere ceduti a pagamento, previa autorizzazione della competente autorità logistica centrale in cui sono determinate le modalità dei prezzi di cessione, tenendo conto dei prezzi di mercato, nonché delle speciali norme vigenti in materia per quanto concerne le armi. Il pagamento ha luogo per contanti all'atto del prelevamento.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871558
Art. 421 - Alienazioni in economia

1. La vendita di materiali, di mezzi, di attrezzature e di macchinari di qualsiasi genere, dichiarati fuori servizio o fuori uso o provenienti da residuati di lavorazione o da disfacimento può essere eseguita in economia:

a) fino all'importo di euro 50.000,00, da parte degli organismi provvisti di autonomia amministrativa, previa a

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871559
Art. 422 - Individuazione dei materiali eccedenti le esigenze delle Forze armate e procedimento di alienazione

1. I materiali e i mezzi che l'amministrazione della difesa può alienare, anche in deroga alle norme sulla contabilità generale dello Stato, nel rispetto della legge 9 luglio 1990, n. 185, sono ricompresi nell'articolo 424.

2. Le modificazioni all'elenco di cui all'articolo 424 sono effettuate con decreto del Ministro della difesa di concerto con il Ministro dell'economia e delle finanze.

3. Il Capo di Stato maggiore della difesa, su proposta degli Stati maggiori di Forza armata e del Comando generale dell'Arma dei carabinieri, determina nell'ambito dell'elenco di cui all'articolo 424, i mezzi e i materiali esuberanti o, comunque non più rispondenti alle esigenze della difesa e stabilisce, per ciascuna tipologia, le quantità da alienare. La determinazione quantitativa del Capo di stato maggiore della Difesa tiene luogo della dichiarazione di fuori uso per qualsiasi causa e di ogn

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871560
Art. 423 - Cessione a musei

1. La cessione a musei pubblici o privati aperti al pubblico, dei mezzi e materiali ricompresi nell'a

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871561
Art. 424 - Elenco dei beni eccedenti le esigenze delle Forze armate


1. ESERCITO ITALIANO:


a) Settore TRASPORTI E MATERIALI


Fattispecie

Tipologia

Veicoli ruotati

- Furgoni


- Autobus


- Autovetture


- Autovetture da ricognizione


- Autocarri


- Ambulanze


- Rimorchi


- Veicoli multiruolo


- Ricambi relativi alle varie tipologie


- Materiali, apparecchiature ed attrezzature esuberanti e di vecchio tipo


- Carburanti, lubrificanti e derivati


- Vernici in genere e diluenti

Veicoli da combattimento

- Carri armati, veicoli cingolati/blindati e derivati, esuberanti

- e/o di vecchio tipo



- Ricambi relativi alle varie tipologie


- Materiali, apparecchiature ed attrezzature esuberanti e di vecchio tipo

Mezzi del Genio

- Apripista ruotati


- Apripista cingolati


- Autobetoniere


- Macchine movimento terra


- Battelli pneumatici


- Motori fuoribordo (varie potenze)


- Ponti classe 60 (rottami)


- Ponti Krupp Man (rottami)


- Ponti Bailey


- Autoribaltabili (medi e pesanti)


- Autocarri da ponte


- Rimorchi per complessi Genio


- Materiale di rafforzamento


- Ricambi relativi alle varie tipologie


- Materiali, apparecchiature ed attrezzature esuberanti e di vecchio tipo

Materiali delle Trasmissioni

- Multiplex MX6/151


- Stazioni radio varie tipologie


- Centralini campali


- Centrali telefoniche


- Telefoni campali EE-8


- Gruppi elettrogeno GE-9/490


- Stendifilo a motore RL-26


- Banco prova (RH-5/2, RH-6/1000)


- Serie stendimento linee volanti normali


- Lanterne/Torce


- Scatole distribuzione


- Raddrizzatori di corrente SERTI 30V-15A


- Comando a distanza TLC-2/VRC


- Stazioni radio RH 4/212


- Stazioni radio RV 2/11


- Stazioni radio RV 3/13/P


- Stazioni radio RV 4/13/V


- Stazioni radio RV 2/400


- RH6/100054VEOT


- Ponti Radio vari tipi


- Cavo CX 1065/4


- Cavo telefonico 26 coppie


- Cordoncino telefonico


- Carica batteria


- Ricambi vari


- Materiali, apparecchiature ed attrezzature esuberanti e di vecchio tipo


- Multiplex telefonico campale MX 5/155


- Ponte radio PR5/191 (terminale e ripetitore)


- Gruppo elettrogeno GE 5/205


- Gruppo elettrogeno GE 9/AC-5 Kw MUZZI


- Materiali gruppi elettrogeni esuberanti di vecchio tipo


- Materiali infrastrutturali esuberanti di vecchio tipo

Armamento leggero

- Pistole


- Pistole mitragliatrici


- Fucili automatici e semiautomatici


- Mitragliatrice leggera cal. 7,62


- Mitragliatrice pesante cal. 12,7


- Mortai da 81 mm.


- Sistemi d'arma a media gittata (Milan)


- Sistemi d'arma a lunga gittata (Tow)


- Materiali, apparecchiature ed attrezzature esuberanti e di vecchio tipo

Artiglieria


Terrestre:

- Semovente M/109L


- Obice 105/14


- Sistema DRONE AN/USA-501


- Ricambi vari


- Materiali, apparecchiature ed attrezzature esuberanti e di vecchio tipo

Contraerea:

- SIDAM 25 mm.


- SIDAM VTM


- STINGER THT


- Ricambi vari


- Materiali, apparecchiature ed attrezzature esuberanti e di vecchio tipo

Materiali NBC

- Maschere M59 complete di borse


- Filtro per M59


- Corredi complementari NBC di vecchia generazione e componenti sfusi


- Apparati per la rilevazione chimica e cassette di rilevazione biologica M65


- Pacchetti M75 bonificanti e rilevatori individuali di aggressivi chimici M72


- Intensimetri tattici R54B e di decontaminazione RA141B


- Complessi filtranti di vario tipo


- Materiali, apparecchiature ed attrezzature esuberanti e di vecchio tipo

Mezzi della Cavalleria dell'Aria

- Velivolo SM/1019


- Elicottero AB 204


- Elicottero Ch 47C


- Elicottero A 109


- Elicottero AB 206


- Elicottero AB 205


- Motori di elicotteri di vario tipo


- Ricambi vari


- Materiali, apparecchiature ed attrezzature esuberanti e di vecchio tipo



b) Settore Commissariato e Sanità


Fattispecie

Tipologia

Casermaggio

- Materiale per posto letto truppa vecchio tipo Materiali per servizi generali di caserma

|

- Materiali per refettorio e da cucina vecchio tipo


- Materassi e guanciali di lana esuberanti e di vecchio tipo


- Effetti letterecci di vecchio tipo per ospedale da campo mod. 65

Vestiario ed equipaggiamento

- Coperte da campo di vecchio tipo


- Accessori per uniforme vecchio tipo


- Sacchi e custodie di vecchio tipo


- Materiali di attendamento vecchio tipo


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871562
Art. 425 - Modalità attuative delle cessioni di beni mobili a titolo gratuito nell'ambito di missioni internazionali

1. Il presente articolo si applica alle cessioni dirette e a titolo gratuito, nelle località in cui si trovano, dei mezzi e dei materiali utilizzati a supporto dell'attività operativa di unità militari all'estero, escluso il materiale d'armamento di cui alla legge 9 luglio 1990, n. 185, per i quali non risulta conveniente il rimpatrio in relazione ai costi di trasporto, ai sensi dell'articolo 312 del codice.

2. Nell'ambio dei piani di rientro o di riarticolazione dei contingenti militari all'

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871563
Art. 426 - Prestito di materiali a terzi

1. Il prestito di materiali ad altre amministrazioni dello Stato, a enti pubblici, e a privati è subordinato all'autorizzazione dell'autorità logistica centrale competente.

2. Nei casi di missioni e operazioni in Italia o all'estero, di pubbliche calamità, di incendi, di naufragi e di ogn

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871564
Art. 427 - Cessioni e prestiti a Forze armate estere

1. Le cessioni e i prestiti di materiali nonché le prestazioni tecnico-logistiche a favore di

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871565
TITOLO VI - LIMITAZIONI A BENI E ATTIVITÀ ALTRUI NELL'INTERESSE DELLA DIFESA
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871566
Art. 428 - Definizioni

1. Nel presente titolo l'espressione «il Comitato» si intende riferita al Comitato misto paritetico, previsto dal

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871567
Art. 429 - Procedimento per la riunione del Comitato

1. Al fine di realizzare l'armonizzazione prevista dall'articolo 322 del codice, sono sottoposti all'esame del Comitato i piani di assetto territoriale della regione e i programmi delle installazioni militari e delle conseguenti limitazioni.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871568
Art. 430 - Quorum per la validità delle riunioni del Comitato

1. Per la validità delle riunioni del Comitato è necessaria la presenza di almeno sette dei suoi componenti, salvo quanto previsto dai commi 2, 3 e 4.

2. Se nel giorno stabilito per la riunione la consultazione non può avere luogo per mancanza del numero di membri richiesto, il presidente del Comitato,

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871569
Art. 431 - Decisione del Ministro della difesa

1. Copia del verbale della riunione del Comitato è trasmessa dal comandante territoriale al Ministero della difesa - Direzione dei lavori e del demanio del Segretariato generale.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871570
Art. 432 - Programmi delle esercitazioni sottoposti al Comitato

1. Ai fini di quanto previsto dall'articolo 322, comma 5, del codice, il comandante territoriale sottopone alla consultazione del Comitato i programmi delle esercitazioni annualmente pianificate a livello di Stato maggiore che si prevede debbano interessare aree delle quali il Ministero della difesa non abbia la

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871571
Art. 433 - Contenuto delle limitazioni

1. Le limitazioni relative alle piantagioni e alle operazioni campestri di cui all'articolo 321, comma 1, del codice consistono nel div

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871572
Art. 434 - Adempimenti pubblicitari

1. Il Comandante territoriale trasmette ai comuni interessati due copie autentiche del decreto e rela

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871573
Art. 435 - Adempimenti esecutivi

1. Gli uffici tecnici militari, decorso il novantesimo giorno dalla data di deposito nell'ufficio comunale del decreto impositivo, provvedono, nel più breve tempo possibile, al collocamento sul terreno di segnali eventualmente indicati dalla mappa allegata al decreto.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871574
Art. 436 - Procedimento per l'indennizzo

1. La domanda di indennizzo è presentata al comandante territoriale ed è redatta second

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871575
Art. 437 - Procedimento per l'autorizzazione di opere in deroga

1. La domanda di autorizzazione a eseguire opere in deroga alle limitazioni imposte ai sensi dell'articolo 328 del codice va presentata al comandante territo

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871576
Art. 438 - Procedimento in caso di limitazioni per il tempo necessario allo svolgimento di esercitazioni militari

1. I provvedimenti di cui al comma 1 dell'articolo 332 del codice necessari per la tutela della pubblica incolumità nel corso delle esercitazioni militari e dei corpi civili dello Stato militarmente addestrati, sono adottati dal comandante territoriale con propria ordinanza.

2. Detta ordinanza è comunicata alle autorità indicate dall'articolo 332 del codice e ai membri del comitato entro i termini previsti nel medesimo articolo.

3. Se lo richiedono necessità urgenti di tutela della pubblica incolumità, i provvedimenti adottati al riguardo dai Comandanti di corpo sono immediatamente comunicati anche al Comandante territoriale.

4. Le ordinanze contengono:

a) l'esatta indicazione delle località da sgomberare o nelle quali è vietato l'accesso, le strade interrotte e relative deviazioni, il tipo dei segnali che delimitano le zone interdette, nonché la precisazione che

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871577
Art. 439 - Procedimento per l'autorizzazione dell'autorità militare per talune opere e uso di beni nei comuni militarmente importanti, nelle zone costiere e nelle isole

1. L'autorizzazione del comandante territoriale per l'uso di grotte, gallerie e cavità sotterranee, prevista dall'articolo 333, commi 1 e 3 del codice, è richiesta allorché le grotte, gallerie e cavità sotterranee siano ubicate in aree soggette a limitazioni militari o abbiano un

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871578
Art. 440 - Esplicazione di nozioni di cui all'articolo 334 del codice

1. Ai fini del parere previsto dall'articolo 334 del codice, si considera variante strutturale significativa di strade statali, autostrade e ferrovie ogni variante di sviluppo superiore a cinque chilometri. Ai fini del parere medesimo si considerano: i

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871579
Art. 441 - Autorità competenti

1. Nei comuni indicati nel comma 7 dell'articolo 333 del codice, le istanze per ottenere l'autorizzazione di cui al medesimo articolo sono rivolte al comandante militare territoriale di regione. Nei comuni e nelle zone costiere indicati nei commi 8 e 9 dell'articolo 333 del codice, le istanze stesse sono rivolte a

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871580
Art. 442 - Contenuto formale delle autorizzazioni

1. Le autorizzazioni sono rilasciate dai competenti comandanti territoriali.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871581
Art. 443 - Elenco delle zone di importanza militare cui si applica l'articolo 335 del codice

1. Le disposizioni dell'articolo 335 del codice si applicano nelle seguenti isole del territorio nazi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871582
Art. 444 - Alienazioni in favore di cittadini stranieri

1. Ai fini dell'articolo 335 del codice, per gli atti di alienazione totale o parziale di immobili a

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
812269 871583
Art. 445 - Accertamento delle violazioni

1. Il personale dell'amministrazione militare, a conoscenza di presunte violazioni al titolo VI del libro II del codice o ai singoli decreti di imposizione, ha l'obbligo di informare il comando militare locale per la successiva segnalazione al comandante territoriale.

2. L'accertamento delle violazioni spetta agli ufficiali e ai funzionari tecnici dell'amministrazione militare i quali, se possibile, devono contestare immediatamente la violazione.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Sicurezza
  • Uffici e luoghi di lavoro

Protezione dei lavoratori da sostanze pericolose (agenti chimici, cancerogeni e amianto)

A cura di:
  • Angela Perazzolo
  • Uffici e luoghi di lavoro
  • Sicurezza
  • Agenti fisici

Protezione dei lavoratori dai rischi di esposizione a campi elettromagnetici

PREMESSA E NORMATIVA DI RIFERIMENTO - AMBITO DI APPLICAZIONE - MISURE DI PREVENZIONE GENERALI (Dimostrazione del rispetto dei valori limite; Superamento dei valori limite) - VALORI LIMITE (Grandezze; Effetti non termici; Effetti termici; Deroghe ai valori limite; Deroghe ministeriali) - VALUTAZIONE DEI RISCHI E VERIFICA DEL SUPERAMENTO DEI VALORI LIMITE (Precisazione delle misure adottate; Luoghi accessibili al pubblico già oggetto di valutazione; Accesso al documento elaborato da datori di lavoro privati; Accesso al documento elaborato da datori di lavoro pubblici; Aggiornamento della valutazione dei rischi) - INFORMAZIONE E FORMAZIONE DEI LAVORATORI - MISURE SPECIFICHE ALLA LUCE DEGLI ESITI DELLA VALUTAZIONE DEI RISCHI (Superamento dei VA; Superamento dei VLE; Misure specifiche in caso di superamento di VLE relativi agli effetti sanitari; Personalizzazione delle misure di sicurezza; Segnaletica) - SORVEGLIANZA SANITARIA (Lavoratori che segnalano effetti indesiderati; Superamento dei VLE) - SANZIONI (Sanzioni a carico del datore di lavoro; Sanzioni a carico del datore di lavoro e/o del dirigente; Sanzioni a carico del medico competente) - RAPPORTO CON LA DISCIPLINA SUGLI AGENTI FISICI.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Studio Groenlandia
  • Finanza pubblica
  • Fisco e Previdenza
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Professioni
  • Protezione civile
  • Fonti alternative
  • Disposizioni antimafia
  • Imposte indirette
  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti
  • Infrastrutture e reti di energia
  • Leggi e manovre finanziarie
  • Agevolazioni per interventi di risparmio energetico
  • Imposte sul reddito
  • Partenariato pubblico privato
  • Servizi pubblici locali
  • Compravendita e locazione
  • Lavoro e pensioni
  • Edilizia scolastica
  • Impianti sportivi
  • Compravendite e locazioni immobiliari
  • Appalti e contratti pubblici
  • Terremoto Centro Italia 2016
  • Calamità/Terremoti
  • Terremoto Emilia Romagna, Lombardia e Veneto
  • Energia e risparmio energetico
  • Edilizia e immobili
  • Patrimonio immobiliare pubblico
  • Pianificazione del territorio
  • Enti locali
  • Mediazione civile e commerciale
  • Ordinamento giuridico e processuale
  • DURC
  • Impresa, mercato e concorrenza
  • Marchi, brevetti e proprietà industriale
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici
  • Urbanistica
  • Pubblica Amministrazione

Il D.L. 50/2017 comma per comma

Analisi sintetica e puntuale di tutte le disposizioni di interesse del settore tecnico contenute nel D.L. 24/04/2017, n. 50 (c.d. “manovrina correttiva” convertito in legge dalla L. 21/06/2017, n. 96), con rinvio ad approfondimenti sulle novità di maggiore rilievo.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Alfonso Mancini
  • Sicurezza
  • Uffici e luoghi di lavoro

La delega di funzioni nella sicurezza sul lavoro

CHE COSA È LA DELEGA DI FUNZIONI IN MATERIA DI SICUREZZA SUL LAVORO - REQUISITI E CONDIZIONI DELLA DELEGA DI FUNZIONI (Requisiti di forma; Requisiti di sostanza) - EFFETTI DELLA DELEGA E OBBLIGHI NON DELEGABILI (Esonero di responsabilità; Obbligo di vigilanza che permane; Funzioni non delegabili; Delega parzialmente invalida; Invalidità della delega ed esercizio di fatto) - DIFFERENZE TRA LA DELEGA ED ALTRE FATTISPECIE (Nomina di altre figure; La subdelega).
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Appalti e contratti pubblici
  • Pubblica Amministrazione

Criteri ambientali minimi negli appalti pubblici (CAM)

A cura di:
  • Alfonso Mancini