FAST FIND : NN11700

Circ. Min. Sanità 10/07/1986, n. 45

Amianto in edifici scolastici ed ospedalieri.
Stralcio
Scarica il pdf completo
741649 742482
[Premessa]


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
741649 742483
Premessa

In merito alla problematica in oggetto si premette:

- che ÌOMS ha recentemente riconosciuto l'impossibilità di individuare per l'amianto una concentrazione nell'aria che rappresenti un rischio nullo per la popolazione, date le proprietà cancerogene di questo inquinante;

- che la Commissione centrale contro l'inquinamento atmosferico, nella sua seduta del 14 aprile 1986, ha concluso di conseguenza circa l'imposs

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
741649 742484
1) Localizzazione e caratterizzazione delle strutture edilizie

A cura delle unità sanitarie locali, con la massima urgenza richiesta, saranno effettuati sopralluoghi conoscitivi (ove possibile tramite apposite commissioni tecniche costituite da esperti, di cui almeno un igienista industriale ed un architetto o ingegnere edile) in tutte le strutture edilizie scolastiche di ogni ordine e grado, asili nido e strutture edilizie ospedaliere, per verificare:

a) la presenza nei singoli locali di materiali contenenti amianto N1 o sospetti tali, comunque utilizzati;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
741649 742485
2) Determinazione del livello di contaminazione

Per valutare i livelli di contaminazione da fibre di amianto nelle strutture considerate si dovrà procedere all'aspirazione, mediante idonea apparecchiatura, della polvere presente sul pavimento e su tutte le superfici degli arredi presenti nell'ambiente da campionare, evitando la raccolta di rifiuti macroscopici (frammenti di carta, di tessuto, ecc.). Tale operazione, da effettuare con la massima accuratezza, dovrà essere eseguita, nel caso delle strutture scolastiche, successivamente ad un periodo (di durata non inferiore a giorni sette) in cui si sarà evita

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
741649 742486
3) Direttive tecniche per la bonifica: modalità, norme di comportamento durante gli interventi, smaltimento del materiale di risulta.

Provvedimenti consigliati

Esistono diverse possibilità per contenere od eliminare il rischio da esposizione ad amianto negli edifici.

Le soluzioni permanenti si basano essenzialmente su due approcci alternativi:

a) la rimozione dell'amianto e la sua sostituzione con altri materiali idonei;

b) il confinamento dell'amianto con opportuni materiali specificamente prodotti a tale scopo e/o mediante paratie o controsoffitti sigillati.

La rimozi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
741649 742487
a) RIMOZIONE DELL'AMIANTO E SOSTITUZIONE CON MATERIALI IDONEI.


Vantaggi:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
741649 742488
b) CONFINAMENTO DELL'AMIANTO MEDIANTE INCAPSULAMENTO.


Vantaggi:

Rapidità di esecuzione della bonifica.

Applicabilità a strutture ove la rimozione sia tecnicamente difficile.

Relativamente basso inquinamento dell'ambiente di la

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
741649 742489
Appendice 1 - RACCOMANDAZIONI TECNICHE PER GLI INTERVENTI DI BONIFICA

I lavori di rimozione all'amianto dovranno essere eseguiti seguendo scrupolosamente le seguenti raccomandazioni:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
741649 742490
1. AREA DI DECONTAMINAZIONE.


Dovrà essere approntato un sistema di decontaminazione del personale, composto da 4 zone distinte, come qui sotto descritte, ed illustrato nel disegno allegato.

1. 1. Locale di equipaggiamento:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
741649 742491
2. PROTEZIONE DEI LAVORATORI


2.1. Prima dell'inizio dei lavori, gli operai devono venire istruiti ed informati sulle tecniche di rimozione amianto, che dovranno includere un programma di addestramento all'uso delle maschere respiratorie, sulle procedure per la rimozione, la decontaminazione e la pulizia del luogo di lavoro.

2.2. Dovrà essere scelto l'equipaggiamento respiratorio adatto.

Le maschere a filtri di alta efficienza del tipo che include la protezione degli occhi sono sufficienti qualora l'amianto venga rimosso completamente a «umido», cioè impregnato con una soluzione a base di acqua più additivi come più avanti specificato. Qualora la rimozione a «umido» dell'amianto non sia realizzabile o garantita, può essere necessario l'uso di respiratori del tipo a riserva d'aria.

2.3. Gli operai devono essere dotati di un sufficiente numero di indumenti protettivi completi. Questi indumenti saranno costituiti da tuta e copri

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
741649 742492
3. PREPARAZIONE DELL'AREA DI LAVORO


Se l'ambiente in cui avviene la rimozione non è naturalmente confinato, occorre provvedere alla realizzazione di un confinamento artificiale con idonei divisori.

3.1. Prima dell'inizio del lavoro, la zona dovrà essere sgombrata da tutti i mobili e le attrezzature che possono essere spostati.

Se i mobili e/o le attrezzature sono coperte da detriti o polvere, devono essere puliti a umido prima dello spostamento della zona di lavoro.

3.2. Tutti i mobili le attrezzature che non possono essere spostati devono essere completamente ricoperti con fogli di plastica di spessore adeguato ed accuratamente sigillati sul posto.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
741649 742493
4. RIMOZIONE AMIANTO.


A) Tecnica di imbibizione superficiale:

4. 1. Il rivestimento di amianto sarà spruzzato con acqua contenente detergenti per facilitare la penetrazione. Bisogna effettuare una leggera spruzzatura di questa soluzione prima della rimozione del materiale di amianto per evitare di smuovere le fibre.

L'amianto risulterà abbastanza saturato da prevenire una imponente emissione di fibre nell'aria.

In aree dove il materiale friabile contenente amianto ha uno spessore superiore a 25 mm, è impro

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
741649 742494
5. DECONTAMINAZIONE (pulizia di tutte le aree di lavoro)


5.1. Durante i lavori di rimozione è necessario provvedere a periodiche pulizie della zona di lavoro dal materiale di amianto. Questa pulizia periodica e l'insaccamento del materiale impedirà una concentrazione pericolosa di fibre disperse.

5.2. Tutti i fogli di plastica, i nastri, il materiale di pulizia, gli indumenti ed altro materiale a perdere utilizzato nella zona di lavoro, dovranno essere imballati in sacchi di plastica sigillabili e destinati alla discarica.

Bisogna fare attenzione nel raccogliere la copertura del pavimento, per ridurre il più possibile la dispersione di residui contenenti amianto.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
741649 742495
6. PROTEZIONE DELLE AREE ESTERNE ALLA ZONA LAVORO.


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
741649 742496
Appendice 2


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
741649 742497
Appendice 3


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Edilizia e immobili
  • Finanza pubblica
  • Provvidenze
  • Edilizia scolastica

Finanziamenti per la costruzione di scuole innovative nei comuni con meno di 5.000 abitanti

A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Edilizia scolastica
  • Provvidenze
  • Edilizia e immobili
  • Finanza pubblica

Finanziamenti per messa in sicurezza di palestre e mense scolastiche

A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Tutela ambientale
  • Provvidenze
  • Finanza pubblica

Finanziamenti alle città per interventi di adattamento ai cambiamenti climatici

A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Edilizia scolastica
  • Energia e risparmio energetico
  • Edilizia e immobili
  • Efficienza e risparmio energetico

Finanziamenti per interventi di efficienza energetica e risparmio idrico su edifici pubblici

A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Finanza pubblica
  • Provvidenze
  • Impianti di riscaldamento e condizionamento
  • Enti locali
  • Pubblica Amministrazione
  • Impiantistica

Lombardia: contributi agli enti locali per la sostituzione di caldaie inquinanti

A cura di:
  • Anna Petricca