FAST FIND : NN8448

Provv. Ag. Territorio 22/12/2006

Approvazione di nuove specifiche tecniche e attivazione del servizio di trasmissione telematica del modello unico informatico catastale, relativo agli atti di aggiornamento geometrico, di cui all’articolo 8 della legge 1° ottobre 1969, n. 679, ed agli articoli 5 e 7 del decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 650 (Pregeo), limitatamente ad alcune aree geografiche.

In vigore dal 03/01/2007

Scarica il pdf completo
60677 1603757
[Premessa]



Il Direttore dell'Agenzia


Visto il testo unico delle leggi sul nuovo catasto, approvato con regio decreto 8 ottobre 1931, n. 1572, e successive modificazioni;

Visto il regolamento per l'esecuzione delle leggi sul riordinamento dell'imposta fondiaria, approvato con regio decreto 12 ottobre 1933, n. 1539;

Visto il regolamento per la conservazione del nuovo catasto dei terreni, approvato con regio decreto 8 dicembre 1938, n. 2153;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60677 1603758
Art. 1. - Approvazione del modello unico informatico per la presentazione degli atti geometrici di aggiornamento e delle relative specifiche tecniche

1. Sono approvate, ai sensi dell'art. 2 del provvedimento del direttore dell'Agenzia del territorio 22 marzo 2005,

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60677 1603759
Art. 2. - Modalità di presentazione

1. Il modello unico informatico catastale per la presentazione degli atti geometrici di aggiornamento di cui all'art. 1 è redatto sulla base di un estratto autenticato della mappa in formato digitale, richiesto e rilasciato a tale uso anche per via telematica.

2. Il modello unico informatico catastale, di cui al presente provvedimento, è sottoscritto, mediante apposizione della firma elettronica avanzata dal professionista che ha redatto gli atti tecnici di aggiornamento, in conformità a quanto previsto dall'art. 6, comma 1, del provvedimento del direttore dell'A

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60677 1603760
Art. 3. - Atti geometrici di aggiornamento

1. Gli atti geometrici di aggiornamento di cui all'art. 41 del regio decreto 8 ottobre 1931, n. 1572, R sono costituiti dai documenti informatici trasmessi e dal relativo attestato di conformità alla normativa vi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60677 1603761
Art. 4. - Conservazione dei documenti originali cartacei

1. I documenti originali cartacei sottoscritti dal professionista e dai titolari dei diritti reali sulle particelle interessate, comprensivi degli allegati, sono conservat

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60677 1603762
Art. 5. - Attivazione del servizio in via sperimentale

1. Il servizio è attivato progressivamente, a partire dal 15 gennaio 2007, per la trasmissione

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60677 1603763
Art. 6. - Entrata in vigore

1. Il presente provvedimento sarà pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italian

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
60677 1603764
Allegato 1 - Specifiche tecniche del file per la presentazione degli atti di aggiornamento geometrico del catasto terreni

Ciascun atto di aggiornamento di cui all'articolo 1, è costituito da un documento elettronico in formato PDF identificato da:

- nome documento: fino a sei caratteri alfanumerici seguiti dal valore fisso «_modulistica»;

- estensione: valore fisso «pdf».

Il documento in formato elettronico contiene dati a valori fissi e dati a valori variabili ed è costituito da modelli ottenibili a stampa nel formato UNI A4 (cm. 21 in orizzontale e cm. 29,7 in verticale). Nel Sub allegato 1 sono descritti la struttura ed il contenuto del documento informatico.

I dati a valori variabili sono costituiti da:

- dati contenuti nel file pregeo. Il formato e la struttura di tale file sono documentati nel Sub allegato 2 al provvedimento del 23 febbraio 2006 del Direttore dell'Agenzia del Territorio, pubblicato nella G.U. n. 50 del 1° marzo 2006;

- dati complementari aventi le caratteristiche indicate nella tabella riportata nel Sub allegato 2.


Sub allegato 1 - Struttura e contenuto del documento informatico per la presentazione degli atti di aggiornamento geometrici del catasto terreni

Di seguito vengono indicate le modalità con le quali è effettuata la stampa degli atti geometrici del Catasto Terreni di cui all'articolo 1.

Il documento stampato si compone di due sezioni articolate in modelli. Di seguito viene riportata la struttura dell'atto:

- sezione ATTO DI AGGIORNAMENTO:

- modello Informazioni generali;

- modello Informazioni censuarie;

- modello Informazioni geometriche;

- modello Autodichiarazioni;

- sezione ELABORATI TECNICI:

- modello Libretto delle misure;

- modello Relazione tecnica;

- modello Schema del rilievo;

- modello Sviluppo;

- modello Informazioni sui soggetti.

Ciascun modello è strutturato in tre parti:

- intestazione;

- dati generali;

- corpo del modello.

L'intestazione contiene la indicazione del tipo di atto (tipo frazionamento, tipo particellare, tipo mappale, tipo frazionamento e mappale).

Nei modelli composti da più pagine i dati generali vengono riportati soltanto nella prima pagina.


Sezione atto di aggiornamento

1. Modello Informazioni generali

a. Intestazione: contiene le etichette relative al numero di protocollo e alla data di presentazione dell'atto di aggiornamento, la denominazione dell'Ufficio territorialmente competente presso cui l'atto è stato presentato. Contiene inoltre la tipologia di atto di aggiornamento (Tipo Frazionamento, Tipo Particellare, Tipo Mappale o Tipo Frazionamento e Mappale), l'indicazione di sezione e modello ed il numero di pagina nel formato m di n;

b. Dati generali: non presenti;

c. Corpo del modello:

i. Particelle:

- testo fisso: etichette dei campi;

- dati: relativi ai parametri identificativi delle particelle oggetto dell'atto (comune, sezione censuaria, foglio e particella/e);

- testo variabile: non presente;

ii. Firma delle parti o loro delegati:

- testo fisso: etichette dei campi, dichiarazione delle parti sulla conoscenza del contenuto dell'atto e fincature per l'apposizione della firma da parte dei soggetti sottoscrittori;

- dati: dati anagrafici dei soggetti che sottoscrivono l'atto di aggiornamento ai sensi del D.M. 701/94;

- testo variabile: non presente;

iii. Tecnico redattore:

- testo fisso: etichette dei campi e fincature per l'apposizione di data e firma;

- dati: dati del tecnico redattore dell'atto di aggiornamento (nome e cognome, qualifica, provincia e numero d'iscrizione dell'Albo professionale presso cui è iscritto o dicitura «DIPENDENTE PUBBLICO», codice fiscale);

- testo variabile: indicazione della tipologia di lettera di incarico;

iv. Attestazione di avvenuto deposito:

- testo fisso: attestazione di avvenuto deposito e fincatura per data e firma;

- dati: non presenti;

- testo variabile: non presente;

v. Piè di pagina:

- testo fisso: «(*) Tale soggetto assume l'obbligo della conservazione dell'originale cartaceo del presente documento e di tutti i suoi allegati, come previsto dall'articolo 7 del provvedimento 22.3.2005 del Direttore dell'Agenzia del Territorio, pubblicato nella G.U. n. 70 del 25.3.2005.»;

- dati: non presenti;

- testo variabile: non presente;


2. Modello Informazioni censuarie

a. Intestazione: contiene le etichette relative al numero di protocollo e alla data di presentazione dell'atto di aggiornamento, la denominazione dell'Ufficio territorialmente competente presso cui l'atto è stato presentato. Contiene inoltre la tipologia di atto di aggiornamento (Tipo Frazionamento, Tipo Particellare, Tipo Mappale o Tipo Frazionamento e Mappale), l'indicazione di sezione e modello ed il numero di pagina nel formato m di n;

b. Dati generali:

i. Dati generali del tipo:

- testo fisso: etichette dei campi;

- dati: r

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Catasto e registri immobiliari
  • Edilizia e immobili

Le categorie catastali, definizione e attribuzione

LE CATEGORIE CATASTALI PER L’ATTRIBUZIONE DELLA RENDITA (Categorie catastali, classi e tariffe; Tabella delle categorie catastali) - ELEMENTI E CRITERI PER PER ATTRIBUIRE CATEGORIA E CLASSE CATASTALE (GRUPPO A - Abitazioni, uffici, studi privati; GRUPPO B - Uso collettivo; GRUPPO C - Attività commerciali/artigiane, pertinenze; GRUPPO D - Immobili a destinazione speciale; GRUPPO E - Immobili a destinazione particolare; GRUPPO F - Entità urbane; Ulteriori elementi e criteri integrativi; Classe (immobili appartenenti alle categorie A, B, C)) - RAPPORTO TRA CATEGORIE CATASTALI E CATEGORIE URBANISTICHE.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Studio Groenlandia
  • Fiscalità immobiliare locale (IMU-TARI-TASI)
  • Catasto e registri immobiliari
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Imposte sul reddito
  • Agevolazioni per interventi di ristrutturazione e antisismici
  • Fisco e Previdenza
  • Edilizia e immobili
  • Agevolazioni per interventi di risparmio energetico

Fabbricati “collabenti” (ruderi): disciplina catastale, edilizia e fiscale

COSA SONO LE UNITÀ IMMOBILIARI “COLLABENTI” - DISCIPLINA CATASTALE SUI FABBRICATI COLLABENTI (Riferimenti normativi; Presupposti per l’iscrizione in catasto; Modalità per l’accatastamento; Compravendita e dichiarazioni catastali) - INTERVENTI EDILIZI SUI FABBRICATI COLLABENTI - AGEVOLAZIONI PER RISTRUTTURAZIONI E RISPARMIO ENERGETICO - IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (IMU) - AGEVOLAZIONI PRIMA CASA SUI FABBRICATI COLLABENTI.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Agricoltura e Foreste
  • Catasto e registri immobiliari
  • Edilizia e immobili

Reddito dominicale: definizione, variazioni e relativa denuncia, esenzione

IL REDDITO DOMINICALE NELL’AMBITO DEL REDDITO FONDIARIO - LE VARIAZIONI DEL REDDITO DOMINICALE (Fattispecie che danno luogo a variazioni; Revisione del classamento catastale) - ESENZIONE DALL’OBBLIGO DI DENUNCIA DELLE VARIAZIONI (Casistica; Aggiornamento d’ufficio della banca dati catastale; Elenchi dei comuni per i quali è stato completato l’aggiornamento).
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Fonti alternative
  • Catasto e registri immobiliari
  • Fisco e Previdenza
  • Energia e risparmio energetico
  • Edilizia e immobili
  • Leasing immobiliare
  • Compravendite e locazioni immobiliari

Profili catastali e fiscali degli impianti fotovoltaici

ACCATASTAMENTO IMPIANTI FOTOVOLTAICI E LORO COMPONENTI (Profili generali e inquadramento normativo; Quando sussiste e quando non sussiste l’obbligo di accatastare l’impianto; Qualificazione degli impianti come beni mobili o immobili) - PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA NELL’AMBITO DI ATTIVITÀ AGRICOLA (Connessione tra attività agricola e produzione di energia elettrica da fonte fotovoltaica; Immobili ospitanti gli impianti fotovoltaici realizzati su fondi agricoli) - CESSIONE DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI, TRATTAMENTO FISCALE (Cessione di impianto fotovoltaico che costituisce un bene immobile ; Cessione di lastrico solare comprendente impianto fotovoltaico ; Cessione di impianto fotovoltaico che costituisce pertinenza) - REALIZZAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI, TRATTAMENTO FISCALE (Cessione di parti destinate alla realizzazione di impianti fotovoltaici; Prestazioni di servizi per la realizzazione di impianti fotovoltaici) - LOCAZIONE O LEASING DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI, TRATTAMENTO FISCALE (Locazione o leasing di impianti fotovoltaici ; Locazione di terreni destinati a ospitare impianti fotovoltaici) - COSTITUZIONE O CESSIONE DEL DIRITTO DI SUPERFICIE (Diritto di superficie e impianti fotovoltaici; Trattamento fiscale cessione o costituzione del diritto di superficie).
A cura di:
  • Stefano Baruzzi
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Catasto e registri immobiliari
  • Edilizia e immobili

Le commissioni censuarie, composizione, funzionamento e compiti

PREMESSA E NORMATIVA DI RIFERIMENTO - LE COMMISSIONI CENSUARIE LOCALI (Articolazione e composizione; Schema grafico; Attribuzioni) - LA COMMISSIONE CENSUARIA CENTRALE (Articolazione e composizione; Schema grafico; Attribuzioni) - ATTIVITÀ E FUNZIONI DELLE COMMISSIONI CENSUARIE (Durata degli incarichi; Incompatibilità; Insediamento, poteri e deliberazioni delle commissioni censuarie ; Differenza di competenze fra commissioni censuarie e commissioni tributarie; Le “funzioni statistiche” nella riforma del Catasto dei fabbricati).
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica