FAST FIND : NN1518

L. 28/08/1989, n. 305

Programmazione triennale per la tutela dell'ambiente.
Scarica il pdf completo
53659 1809991
Art. 1. --Programma triennale dell’adozione pubblica per la tutela dell’ambiente

1. Il Ministro dell’ambiente, sentita la Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le province autonome di Trento e Bolzano, nonché sentite l’Associazione nazionale comuni italiani e l’Unione delle province d' Italia, propone per ciascun triennio al Comitato interministeriale per la programmazione economica il programma triennale dell’azione pubblica per la tutela dell’ambiente.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53659 1809992
Art. 2. -- Spesa statale per l’ambiente

1. All’articolo 6 della legge 5 agosto 1978, n. 468, dopo il quarto comma è inserito il seguen

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53659 1809993
Art. 3. -- Spesa regionale per l’ambiente

1. Su proposta del Ministro del tesoro, sentito il Ministro dell’ambiente il CI

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53659 1809994
Art. 4. --Attuazione concertata del programma

1. Per l’attuazione del programma, il Ministro dell’ambiente promuove la conclusione di intese programmatiche con le singole regioni e province autonome, aventi ad oggetto l’impiego coordinato delle risorse. In particolare, l’intesa definisce gli interventi da realizzare nel triennio indicando le quote finanziarie dello Stato, della regione ed eventualmente degli enti locali, nonché le modalità di coordiname

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53659 1809995
Art. 5. --Interventi nel Mezzogiorno

1. Al fine di coordinare l’intervento straordinario nel Mezzogiorno con il prog

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53659 1809996
Art. 6. -- Aree ad elevato rischio di crisi ambientale

1. L’articolo 7 della legge 8 luglio 1986, n. 349R è sostituito dal seguente:

"Art. 7.-- 1. Gli ambiti territoriali e gli eventuali tratti marittimi prospicienti caratterizzati da gravi alterazioni degli equilibri ambientali nei corpi idrici, nell’atmosfera o nel suolo, e che comportano rischio per l’ambiente e la popolazione sono dichiarati aree ad elevato rischio di crisi ambientale, previo parere delle commissioni parlamentari competenti, con deliberazione del Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro dell’ambiente, d' intesa con le regioni interessate. Il predetto parere delle commissioni parlamentari è espresso entro trenta giorni dall’assegnazione, decorsi inutilmente i quali il Governo procede alla deliberazione di sua competenza. La dichiarazione avviene sulla base di una relazione preliminare predisposta dal Ministro dell’ambiente, tesa ad individuare i fatto

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53659 1809997
Art. 7. -- Interventi urgenti di risanamento atmosferico ed acustico

1. Il programma triennale 1989-1991 definisce direttive per l’elaborazione di interventi per il risanamento atmosferico ed acustico nelle aree urbane identificate dalle intese di cui all’articolo 4. Le intese definiscono, altresì, i criteri pe

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53659 1809998
Art. 8. -- Piani di risanamento idrico

1. Il programma triennale definisce le direttive ed i termini di riferimento per il coordinamento dei p

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53659 1809999
Art. 9. -- Promozione della qualità dell’ambiente e nuova occupazione nel Mezzogiorno e coordinamento con l’intervento straordinario nel Mezzogiorno

1. Il programma triennale 1989-1991 definisce le direttive e i termini di riferimento per la predisposizione di progetti di intervento da destinare alla nuova occupazione mediante iniziative finalizzate alla tutela dell’ambiente localizzate nei territori meridionali di cui all’articolo 1 del testo unico approvato con decreto del Presidente della Repubblica 6 marzo 1978, n. 218. R

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53659 1810000
Art. 10. -- Parchi nazionali

1. In attesa del finanziamento ordinario, da disporre con apposito provvedimento legislativo, è autorizzata la spesa di lire 500 milioni per il solo anno 1989 per le spese di primo funzionamento dei parchi (Dolomiti Bellunesi, Delta del Po, Falterona, Campigna e Foreste Casentinesi, Ar

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53659 1810001
Art. 11. -- Ricerca ed innovazione tecnologica in materia ambientale

1. Il programma triennale 1989-1991 definisce le direttive e i termini di riferimento per i piani nazionali di ricerca in materia ambientale, di cui all’articolo 2, comma 20 della legge 8 luglio 1986, n. 349.R

2. Una quota non inferiore al 10 per cento del fondo speciale per la ricerca applicata istituito dalla legge 25 ottobre 1968, n. 1089, determinata annualmente al netto delle r

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53659 1810002
Art. 12. -- Informazione e divulgazione ambientale

1. Il programma triennale 1989-1991 individua i programmi di informazione e divulgazione ambientale, di cui all’articolo 1, comma 3, della legge 8 luglio 1986, n.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53659 1810003
Art. 13. -- Sistema informativo e di monitoraggio ambientale

1. È autorizzata la spesa di lire 39 miliardi per l’anno 1989, di lire 3

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53659 1810004
Art. 14. -- Carta geologica

1. Per la formazione della carta geologica e per i successivi aggiornamenti, nonché per i r

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53659 1810005
Art. 15. -- Disposizioni varie

1. Con proprio decreto, il Ministro dell’ambiente provvede a definire le norme tecniche e le procedure autorizzative relative al trasporto ed alla commercializzazione dei combustibili derivanti da rifiuti, nel quadro delle norme vigenti in materia di combustibili.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
53659 1810006
Art. 16. -- Copertura finanziaria

1. All’onere derivante dall’attuazione degli articoli: 7, 8, 9, comma 6,10, comma 2, 11, 12, 13, 14 e 15, comma 2, della presente legge, determinato in lire 232 miliardi per l’an

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Avvisi e bandi di gara
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Appalti e contratti pubblici
  • Esecuzione dei lavori pubblici
  • Edilizia e immobili
  • Pubblica Amministrazione
  • Tutela ambientale

D.L. 76/2020: semplificazioni e altre misure in materia edilizia

Analisi puntuale delle disposizioni in materia di edilizia introdotte dal D.L. 76/2020 (c.d. Decreto Semplificazioni) dopo la sua conversione in legge, avvenuta con L. 11/09/2020, n. 120. Testo a fronte delle parti modificate del Testo unico edilizia (modifiche in giallo).
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Finanza pubblica
  • Tutela ambientale
  • Provvidenze
  • Imprese
  • Impresa, mercato e concorrenza

Marche: sostegno alle imprese che investono nell’economia circolare

La Regione Marche concede opportunità di finanziamento a fondo perduto per quelle imprese che investono secondo le logiche di miglioramento ambientale ed economia circolare basate cioè sulla re immissione in circolo di materiali, beni, energia per favorire la crescita economica e sociale della collettività attraverso un uso più efficiente e sostenibile delle risorse e il rispetto dell'ambiente.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Tutela ambientale
  • Inquinamento atmosferico
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti

Contributi a enti locali e regioni per la realizzazione di piste ciclabili - 2020

La misura prevede la concessione di contributi a comuni, città metropolitane, province e regioni per l’abbattimento degli interessi sui mutui relativi ad investimenti per la realizzazione di piste ciclabili. La dotazione finanziaria complessiva è pari a 4.053.553,25 euro.
A cura di:
  • Emanuela Greco
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Inquinamento atmosferico
  • Tutela ambientale
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti
  • Trasporti

Contributi ai comuni per incentivare la mobilità urbana sostenibile

Il programma è destinato ai comuni con popolazione residente non inferiore a 50.000 abitanti ed è finalizzato al cofinanziamento di progetti di mobilità urbana sostenibile alternativi all'uso di autovetture private, quali la realizzazione di nuove piste ciclabili, nonché lo sviluppo del trasporto condiviso e del mobility management. La dotazione finanziaria complessiva è pari a 15 milioni di euro.
A cura di:
  • Emanuela Greco
  • Tutela ambientale
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Impatto ambientale - Autorizzazioni e procedure

L’Autorizzazione Integrata Ambientale (AIA)

COSA È L’ AUTORIZZAZIONE INTEGRATA AMBIENTALE (AIA) (Finalità dell’AIA e normativa di riferimento; Autorizzazioni e provvedimenti sostituiti dall’AIA; Rapporti tra AIA e Valutazione di impatto ambientale (VIA); Rapporti tra AIA e altre autorizzazioni non ambientali e/o edilizie) - INTERVENTI SOGGETTI AD AUTORIZZAZIONE INTEGRATA AMBIENTALE (AIA) (Campo di applicazione dell’AIA; Esclusioni; Competenza al rilascio dell’AIA; Tabella completa impianti soggetti ad Autorizzazione integrata ambientale) - DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE INTEGRATA AMBIENTALE (Contenuti della domanda di AIA in sede statale; Modulistica per la domanda di AIA in sede statale; Domanda di AIA in sede regionale o delle Province autonome; La relazione di riferimento per le attività che utilizzano sostanze pericolose; Oneri istruttori e spese per rilievi, accertamenti e sopralluoghi) - PROCEDIMENTO DI AUTORIZZAZIONE INTEGRATA AMBIENTALE (Presentazione della domanda e verifica; Pubblicazione dei dati sulla domanda e osservazioni del pubblico; Istruttoria e acquisizione di atti e prescrizioni; Coordinamento autorizzazioni su parti diverse della stessa installazione; Conclusione del procedimento; Accordi tra gestore ed enti pubblici per impianti di preminente interesse nazionale; Direttiva per la conduzione dei procedimenti di AIA) - PROVVEDIMENTO DI AUTORIZZAZIONE INTEGRATA AMBIENTALE (Condizioni per il rilascio dell’AIA; Contenuto dell’AIA) - RINNOVO O RIESAME DELL’AIA, MODIFICHE AGLI IMPIANTI (Rinnovo o riesame dell’AIA; Modifiche degli impianti sottoposti ad Autorizzazione integrata ambientale) - SANZIONI (Diffida, sospensione attività e chiusura installazione; Sanzioni penali e amministrative.
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Studio Groenlandia
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Tutela ambientale
  • Energia e risparmio energetico
  • Trasporti

Adozione nuovi PUMS secondo le linee guida di cui al D.M. 04/08/2017

  • Informatica
  • Procedimenti amministrativi
  • Pubblica Amministrazione
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Impatto ambientale - Autorizzazioni e procedure

Lombardia: fine fase sperimentale app "Aua Point" per comunicazione scarichi ed emissioni

  • Inquinamento atmosferico
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali

Monitoraggio e comunicazione dei dati emissioni veicoli pesanti

  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Inquinamento atmosferico

Monitoraggio e comunicazione dei dati emissioni veicoli pesanti

  • Albo nazionale dei gestori ambientali
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Rifiuti

Regime transitorio responsabili tecnici imprese iscritte Albo gestori ambientali