FAST FIND : GP7632

Sent.C. Cass. 20/06/2006, n. 14268

50826 50826
1. Appalti ll.pp. - Arbitrato - Collegio arbitrale - Secondo art. 45 D.P.R. 62/1063 - Sua successiva abrogazione da art. 32 L. 94/109 - Applicabilità nuove disposizioni - Esclusione.
1. In tema di opere pubbliche, la controversia tra appaltatore ed amministrazione comunale appaltante deferibile ad arbitri in base al richiamo, nel contratto di appalto, al Capitolato generale delle opere pubbliche approvato con D.P.R. n. 1063 del 1962, il cui art. 45, vigente all’epoca della stipula del contratto, prescriveva la nomina di un collegio arbitrale di cinque componenti (aventi specifici requisiti), deve essere decisa da un collegio sulla base di tale previsione e non sulla base di quella, diversa, contenuta nell’art. 32 della L. n. 109 del 1994 (nel testo modificato dall’art. 9 bis D.L. n. 101 del 1995, convertito, con modif. nella L. n. 216 del 1995, e ulteriormente modificato dall’art. 10 della L. n. 415 del 1998 cit., con l’entrata in vigore del regolamento di attuazione della L. n. 109 del 1994), ha abrogato la precedente disciplina di cui al richiamato art. 45 del Capitolato generale. Infatti il contenuto precettivo dell’art. 32 della L. n. 109 del 1994 non è riferibile agli arbitrati in materia di opere pubbliche, espletati o espletandi ai sensi del D.P.R. n. 1063 del 1962, aventi fondamento pattizio per essere detto D.P.R. richiamato nei singoli capitolati, mentre, d’altro canto, la volontà delle parti, una volta diretta ad una soluzione arbitrale delle controversie, avrebbe potuto formarsi soltanto sulla composizione del collegio prevista dall’art. 45 del Capitolato generale approvato con il citato D.P.R., la quale, al momento dell’inserzione del patto compromissorio nel contratto d’appalto, non era ancora stata modificata (o abrogata) dalle leggi sopravvenute. (In applicazione di tale principio, la S.C. - in fattispecie relativa a contratto di appalto stipulato nel maggio 1989 e a procedimento arbitrale instaurato nel maggio 1997 - ha confermato la sentenza della Corte d’appello che aveva dichiarato nullo il lodo pronunciato da un collegio arbitrale costituito ai sensi delle disposizioni di legge sopravvenute, anziché di quella prevista dall’art. 45 del menzionato Capitolato generale).

1. Conf. Cass. 20 novembre 2003 n. 17599. [R=W20N0317599] All’art. 32 della L. Merloni (D.P.R. 94/109) corrispondono oggi gli artt. 241 e 243 Codice LSF-06 (D.Lgs. 12 aprile 2006 n. 163). R
(D.P.R. 16 luglio 1962 n. 1063, art. 45; [R=DPR106362] L. 11 febbraio 1994 n. 109, art. 32)R

Dalla redazione

  • Finanza pubblica
  • Demanio
  • Opere idrauliche, acquedottistiche, marittime e lacuali
  • Provvidenze
  • Pubblica Amministrazione
  • Infrastrutture e opere pubbliche

Sardegna: contributi per la rimozione di posidonia dai litorali

La Regione Sardegna ha messo a disposizione dei Comuni costieri contributi destinati alle attività di gestione della posidonia depositata sui litorali finalizzata alla fruizione sostenibile del litorale ed al contrasto all’erosione costiera.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Fisco e Previdenza
  • Agevolazioni per interventi di risparmio energetico
  • Imposte sul reddito

Asseverazioni Ecobonus 110%, indicazioni per il Tecnico redattore

In questa scheda si riporta il modello di asseverazione a fine lavori - contenuto nel D.M. 06/08/2020, c.d. "Decreto Asseverazioni" - da compilare in relazione agli interventi di efficientamento energetico ammessi a usufruire del Super-Ecobonus 110%, corredato da note e indicazioni redazionali.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Impiantistica
  • Finanza pubblica
  • Provvidenze
  • Impianti di sollevamento e a fune

Veneto: bando di finanziamento impianti di risalita per l’anno 2020

La Regione Veneto ha approvato il bando relativo all'anno 2020 per il finanziamento di interventi sui nuovi impianti di risalita, o per l’ammodernamento di quelli esistenti, finalizzati allo sviluppo delle aree sciistiche interessate dagli eventi sportivi internazionali, con particolare riferimento alle Olimpiadi invernali Cortina-Milano 2026. I finanziamenti, che saranno erogati in conto capitale, ammontano a 11,7 milioni di euro, con un massimo di 4 milioni per ogni nuovo impianto e 500.000 euro per gli ammodernamenti.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Edilizia e immobili
  • Finanza pubblica
  • Provvidenze
  • Impianti sportivi

Abruzzo: contributi per interventi di impiantistica sportiva

Il bando della Regione Abruzzo, riservato ai Comuni, è finalizzato alla concessione di contributi in conto capitale per l’attuazione di interventi di impiantistica sportiva, ai sensi della L.R. 12/01/2018 n. 2. La dotazione finanziaria ammonta complessivamente a 3.950.000,00 euro da ripartire per il triennio 2020/2022. La scadenza delle domande, da far pervenire esclusivamente tramite P.E.C, è fissata al 02/11/2020.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Titoli abilitativi
  • Provvidenze
  • Edilizia e immobili
  • Finanza pubblica

Piemonte: 26 milioni per i costi dei titoli edilizi

Per favorire la ripartenza dell'attività edilizia a causa dell'emergenza da COVID-19, la Regione Piemonte ha stanziato per l'anno 2020 euro 26.000.000,00 in favore dei Comuni a copertura parziale o totale del contributo del costo di costruzione relativo al rilascio dei titoli abilitativi in edilizia, di cui all'articolo 16 del Testo Unico edilizia (D.P.R. 380/2001). Si tratta di contributi e fondo perduto e le relative domande dovranno essere presentate da professionisti abilitati per la presentazione di istanze edilizie, a nome e per conto di privati e imprese.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Tutela ambientale

Bando Horizon 2020 sul Green deal europeo

  • Efficienza e risparmio energetico
  • Energia e risparmio energetico

Impianti di riscaldamento e condizionamento - Sistemi di automazione e controllo

  • Energia e risparmio energetico
  • Efficienza e risparmio energetico

Punti di ricarica edifici non residenziali