FAST FIND : NN14811

Deliberaz. Aut. Vigilanza Contratti Pubbl. 07/11/2012, n. 95

2665710 2665710
Affidamento del servizio di assistenza alla comunicazione per gli alunni con disabilità sensoriale (audiolesi) frequentanti gli Istituti Scolastici di ogni ordine e grado della Provincia di Trapani per l’anno scolastico 2012/2013 (compresi esami di stato).

1. Il bando di gara non può contenere clausole che impongono ai concorrenti requisiti di localizzazione territoriale, in quanto non conformi ai principi sanciti dal Tr

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
Scarica il pdf completo
2665710 2671323
[Premessa]


Il Consiglio

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2665710 2671324
Considerato in fatto

È pervenuta a questa Autorità una segnalazione da parte della Società di Servizi Socio Culturali Cooperativa Onlus, in merito a delle presunte irregolarità nel bando di gara in oggetto relativamente ai criteri di valutazione dell’offerta economica che riguarderebbero caratteristiche territoriali e soggettive del concorrente e non rientrerebbero nei criteri stabiliti dall’art. 83 del Codice degli Appalti, contravvenendo, altresì, al principio di separazione che vieta la commistione fra criteri soggettivi di qualificazione e quelli oggettivi di valutazione dell’offerta.

In particolare, l’esponente segnala che la Provincia Regionale di Trapani, per l’individuazione dell’impresa cui affidare il servizio, ha scelto il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa assegnando 70 punti all’offerta tecnica e 30 a quella economica. Tra gli elementi presi in considerazione per la valutazione dell’offerta qualitativa ve ne sono alcuni (attribuzione di punti 6 se l’offerente è iscritto all’albo provinciale del volontariato o sia stato destinatario di contributi ordina

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2665710 2671325
Ritenuto in diritto

Alla luce di quanto suesposto, e dall’analisi dei documenti presentati, occorre precisare che l’Autorità si è più volte pronunciata censurando la prassi, seguita da diverse stazioni appaltanti, di inserire nei bandi di gara clausole non conformi ai principi sanciti dal Trattato CE e richiamati dall’art. 2 del D.Lgs. 163/2006R, con particolare riferimento ai principi di libera concorrenza, parità di trattamento, non discriminazione, trasparenza e proporzionalità (tra le altre, parere 151/2009, Delib. n. 58/2008, n. 45/2012, Comunicato del Presidente del 20.10.2010). Tale prassi relativa, in particolare, all’inserimento nel bando di gara di clausole volte a riconoscere la preferenza di imprese operanti nel territorio in cui si dovrà svolgere il servizio oggetto dell’appalto (radicamento nel territorio), è giustificata dalle stazioni appaltanti in ragione dell’esperienza maturata dalle imprese operanti su quel determinato territorio e la conoscenza, come nel caso in oggetto, della realtà sociale specifica di quella determinata Provincia. Rappresenta, inoltre, come dichiarato dalla stazione appaltante nel caso in specie, un sistema per monitorare l’attività svolta dall’impresa iscritta all’albo provinciale. La richiesta, pena l’esclusione dalla gara, di avere una sede operativa stabilmente funzionante nel territorio provinciale o, in alternativa, di impegnarsi ad attivarla non più tardi dalla data di inizio del servizio, grava le imprese operanti in altri comuni dell’ulteriore onere da parte delle stesse, di attivare, in caso di aggiudicazione, una sede operativa in loco in tempi brevi. La richiesta relativa alla territorialità va posta in essere solo quando esprima veramente ed in modo significativo elementi di eccellenza e, comunque, non può tradursi nell'ingiustificato privilegio accordato ad organizzazioni locali a discapito di altre che, pur non avendo sede legale nel territorio o non avendovi svolto servizi identici a quello oggetto di affidamento, possano aver effettuato servizi analoghi in realtà sociali vicine e simili, ovv

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2665710 2671326
Il Consiglio

ritiene che l’operato della stazione appaltante si ponga in contrasto con la normativa e con i principi di parità di trattamento e di libera concorrenza per le seguenti motivazioni:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Ritardi nei pagamenti commerciali
  • Tariffa Professionale e compensi
  • Appalti e contratti pubblici
  • Professioni
  • Indici, tassi e costi di costruzione
  • Disciplina economica dei contratti pubblici

Pagamenti, penali, interessi e tracciabilità nei contratti pubblici

A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Studio Groenlandia
  • Appalti e contratti pubblici
  • Contabilità dei lavori pubblici e riserve
  • Disciplina economica dei contratti pubblici
  • Esecuzione dei lavori pubblici
  • Precontenzioso, contenzioso e giurisdizione

Inadempimenti dell’appaltatore e conseguenze negli appalti pubblici

A cura di:
  • Studio Groenlandia
  • Autorità di vigilanza
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici
  • Avvisi e bandi di gara
  • Appalti e contratti pubblici

Indicazioni operative per il periodo transitorio di vigenza del D. Leg.vo 50/2016

COMUNICATI ANAC DI RIFERIMENTO - FATTISPECIE NELLE QUALI CONTINUANO AD APPLICARSI LE DISPOSIZIONI PREVIGENTI - ACQUISIZIONE DEL CIG - OBBLIGHI DI COMUNICAZIONE VERSO L’OSSERVATORIO - SEGNALAZIONI AL CASELLARIO INFORMATICO ED UTILIZZO DELL’AVCPASS (Casellario informatico; AVCPass; Comunicazioni da parte delle imprese all’Osservatorio) - ALTRI OBBLIGHI DI COMUNICAZIONE (Certificati di esecuzione dei lavori; Atti di programmazione e relativi alle procedure di affidamento) - ISCRIZIONI NEL CASELLARIO PER FALSE DICHIARAZIONI O FALSA DOCUMENTAZIONE PER ATTESTAZIONE SOA - SISTEMA UNICO DI QUALIFICAZIONE ESECUTORI LAVORI (Avvalimento nel sistema unico di qualificazione; Lavorazioni ricadenti nelle cosiddette “categorie variate”; Dimostrazione dei requisiti dell’idonea direzione tecnica; Periodo documentabile per la dimostrazione dei requisiti) - SEGNALAZIONI AL CASELLARIO INFORMATICO E ALTRI CHIARIMENTI VARI.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Avvisi e bandi di gara
  • Appalti e contratti pubblici

Bandi e avvisi di gare pubbliche: contenuti e modalità di pubblicazione

PREMESSA - I BANDI DI GARA E GLI AVVISI (L’avviso di preinformazione; Il bando di gara; L’avviso di postinformazione (avviso relativo all’appalto aggiudicato)) - LA PUBBLICAZIONE DI BANDI E AVVISI (Norme di riferimento; Pubblicazione a livello europeo; Pubblicazione a livello nazionale e regime transitorio; Trasmissione al Prefetto; Le pubblicazioni a fini di trasparenza) - RIEPILOGO OBBLIGHI PUBBLICAZIONE BANDI E AVVISI DAL 2017.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Appalti e contratti pubblici
  • Avvisi e bandi di gara

Le clausole sociali nei contratti pubblici

DEFINIZIONE DI CLAUSOLA SOCIALE E QUADRO NORMATIVO (Che cosa sono le “clausole sociali”; Norme di riferimento sulle clausole sociali; Linee guida e chiarimenti ANAC) - ASPETTI APPLICATIVI E PRATICI DELLA CLAUSOLA SOCIALE (Contratti cui si applica la clausola sociale ed esclusioni; Obblighi della stazione appaltante e dell’operatore in relazione alla clausola sociale; Clausola sociale e scelta del CCNL da applicare; Diritti dei lavoratori in caso di violazione della clausola) - ORIENTAMENTO DELLA GIURISPRUDENZA SULLA CLAUSOLA SOCIALE (Giurisprudenza formatasi in vigenza del D. Leg.vo 163/2006; Giurisprudenza formatasi in vigenza del D. Leg.vo 50/2016).
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Appalti e contratti pubblici
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici

Obbligo BIM nei progetti di qualsiasi importo

  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici
  • Appalti e contratti pubblici

Obbligo BIM nei progetti di importo pari o superiore a 1 milione di Euro

  • Appalti e contratti pubblici
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici

Obbligo BIM nei progetti di importo pari o superiore alla soglia comunitaria