FAST FIND : NN14720

Par. Aut. Vigilanza Contratti Pubbl. 11/07/2012, n. AG12/12

2652098 2652098
Richiesta di parere ai sensi del Regolamento interno sulla istruttoria dei quesiti giuridici – CONSIP S.p.A. – Gara per la fornitura di energia elettrica e servizi connessi - C.d. oneri passanti - Garanzie fideiussorie.

Ferme restando le generali modalità di calcolo del valore dell’appalto, ai fini dell’applicazione degli art. 28 e 29 del D.lgs. n. 163/2006, non appare ingiustificata né contraria

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
Scarica il pdf completo
2652098 2664245
Testo del provvedimento

In esito a quanto richiesto dalla CONSIP S.p.A. (di seguito, l’Istante) con nota prot. n. 7443/2012 in data 12 marzo 2012, acquisita al protocollo dell’Autorità n. 25533 in data 15 marzo 2012, si comunica che il Consiglio dell’Autorità nell’adunanza del giorno 11 luglio 2012 ha approvato le seguenti considerazioni.

L’Istante, che nello svolgimento della propria attività istituzionale si occupa delle procedure ad evidenza pubblica per la stipula di convenzioni ex art. 26 della l. n. 488/1999 per la fornitura di energia elettrica per le pubbliche amministrazioni, riferisce che le garanzie, tanto provvisorie quanto definitive, che gli operatori economici dovrebbero presentare per la partecipazione alle suddette gare e per la sottoscrizione delle relative convenzioni potrebbero rivelarsi sproporzionate ed eccessivamente onerose.

A tal riguardo, l’Istante specifica che solo la “componente energia” (circa il 50% del prezzo totale) è oggetto di libera contrattazione e di ribasso, mentre le altre voci che costituiscono il “prezzo dell’energia” sono relative ai c.d. “oneri passanti”, ossia componenti tariffarie relative ai servizi di trasmissione, distribuzione, misura ecc., e sono regolamentate dall’Autorità per l’energia elettrica e il gas. Il venditore, pertanto, in sede di offerta quota esclusivamente la “componente energia”, che riflette unicamente i costi di produzione e commercializzazione finale, mentre gli “oneri passanti” sono direttamente inseriti in fattura al cliente finale. Per tali motivi l’offerta economica prevede la quotazione della sola componente energia e la stessa formula di aggiudicazione si basa esclusivamente su tale componente.

L’Istante, inoltre, rappresenta che il venditore è per legge identificato quale controparte unica nei rapporti con il cliente finale (deliberazione AEEG n. 333/07 e s.m.) e sul venditore, pertanto, gravano tutti gli oneri ed obblighi del cliente verso tutti i soggetti che gestiscono la fase infrastrutturale (Terna S.p.A. e le società di distribuzione locale), esponendosi finanziariamente in prima persona verso i medesimi soggetti che devono essere garantiti dalle cauzioni definitive.

L’Istante segnala, infine, che la stragrande maggioranza dei venditori di energia (il 97% dei venditori finali, 186 su 192 attivi nel 2010) sono tenuti a fornire ulteriori garanzie per il pagamento dei costi infrastrutturali. Tali garanzie sono parametrate alla quantità di energia che si stima di trasportare e, calcolate, pertanto, in modo del tutto analogo a quello utilizzato per le fideiussioni previste dagli artt. 75 e 113 del d. lgs. 163/2006R.

Nello specifico, L’Autorità è interrogata sulla possibilità che nelle procedure che devono ancora essere bandite le cauzioni provvisorie e definitive siano calcolate sull’importo contrattuale, detratti gli “oneri passanti”, al fine di contenere l’importo delle fideiussioni da presentare e, quindi, gli oneri di partecipazione per i concorrenti.

Ritenuta la questione rilevante dal punto di vista giuridico ed economico, è stato avviato il procedimento ex art. 4 del Regolamento sulla istruttoria dei quesiti giuridici, dandone contestuale notizia all’Istante con lettera prot. n. 37549 in data 18 aprile 2012.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici
  • Requisiti di partecipazione alle gare
  • Appalti e contratti pubblici

La progettazione dei lavori pubblici

A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Requisiti di partecipazione alle gare
  • Esecuzione dei lavori pubblici
  • Appalti e contratti pubblici

Il subappalto nei contratti pubblici: nozione, limiti e condizioni

A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Studio Groenlandia
  • Appalti e contratti pubblici
  • Attività in cantiere (direzione lavori, collaudo, coordinamento sicurezza, ecc.)
  • Autorità di vigilanza
  • Professioni

Direzione, esecuzione e contabilità dei lavori pubblici

A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Emanuela Greco
  • Appalti e contratti pubblici
  • Disciplina economica dei contratti pubblici
  • Autorità di vigilanza

Gli affidamenti di somma urgenza o in caso di calamità nel D. Leg.vo 50/2016

APPLICABILITÀ DELLA PROCEDURA DI SOMMA URGENZA (Quali sono i casi di somma urgenza e di protezione civile; Limiti di importo) - DESCRIZIONE DELLA PROCEDURA DI AFFIDAMENTO (Constatazione dello stato di urgenza e redazione del verbale; Affidamento dei lavori; Perizia giustificativa, invio e contenuti; Copertura della spesa e approvazione dei lavori; Autocertificazione dell’affidatario e verifiche successive; Fissazione dei corrispettivi e intervento dell’ANAC) - VIGILANZA ANAC SULLA LEGITTIMITÀ DELLE PROCEDURE.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Appalti e contratti pubblici
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici

Obbligo BIM nei progetti di qualsiasi importo

  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici
  • Appalti e contratti pubblici

Obbligo BIM nei progetti di importo pari o superiore a 1 milione di Euro

  • Appalti e contratti pubblici
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici

Obbligo BIM nei progetti di importo pari o superiore alla soglia comunitaria