FAST FIND : NN14251

D. Min. Ambiente e Tutela Terr. e Mare 16/12/2015, n. 274

Direttiva per disciplinare la conduzione dei procedimenti di rilascio, riesame e aggiornamento dei provvedimenti di autorizzazione integrata ambientale di competenza del Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare.
Scarica il pdf completo
2317923 2671929
[Premessa]



IL MINISTRO DELL’AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE


VISTA la legge 7 agosto 1990, n. 241, recante nuove norme in materia di procedimento amministrativo e di diritto di accesso ai documenti amministrativi;

VISTO il decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, recante norme in materia ambientale, e in particolare:

- l'articolo 7, comma 5, che attribuisce al Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare il ruolo di Autorità Competente in relazione al rilascio di autorizzazione integrata ambientale per alcune installazioni;

- l'articolo 8-bis, che istituisce la Commissione Istruttoria per l'Autorizzazione Integrata Ambientale-IPPC;

- l'articolo 29-quater, comma 6, e l'articolo 29-decies, che specificano le competenze istituzionali dell'Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale nell'ambito dei procedimenti di rilascio delle autorizzazioni integrate ambientali statali e nella loro successiva attuazione;

- il Titolo III-bis della Parte Seconda, che disciplina gli adempimenti connessi al rilascio e all'attuazione delle autorizzazioni integrate ambientali;

- l'articolo 33, commi 3-bis e 3-ter, che rimandano a decreti attuativi la specifica dei dettagli del regime tariffario da applicare ai procedimenti di rilascio delle autorizzazioni integrate ambientali e alla loro successiva attuazione;

VISTO l'articolo 10, del Decreto del Presidente della Repubblica 14 maggio 2007, n. 90, che attribuisce alla Commissione Istruttoria per l'Autorizzazione Integrata Ambientale-IPPC la titolarità dell'istruttoria tecnica per le autorizzazioni integrate ambientali di competenza statale;

VISTO il proprio decreto GAB/DEC/153/07 del 25 settembre 2007, che disciplina, tra l'altro, l'organizzazione e le modalità di funziona

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2317923 2671930
Articolo 1 - (Ambito di applicazione, finalità e soggetti destinatari)

1. La presente direttiva è volta a disciplinare alcuni aspetti della conduzione dei procedimenti di rilascio, riesame, aggiornamento e verifica di attuazione dei provvedimenti di autorizzazione integrata amb

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2317923 2671931
Articolo 2 - (Formato e contenuti dei pareri istruttori conclusivi)

1. I pareri istruttori conclusivi resi dalla Commissione AIA-IPPC in relazione a comunicazioni di modifiche non sostanziali progettate dai gestori per installazioni già dotate di AIA si uniformano, di norma, al modello di cui all'allegato 1 alla presente direttiva.

2. I pareri istruttori conclusivi resi dalla Commissione AIA-IPPC in relazione a procedimenti di primo rilascio, riesame o modifica sostanziale di AIA si uniformano, di norma, agli indirizzi metodologici per la predisposizione dei quadri prescrittivi di cui all’allegato 2 alla presente direttiva.

3. I pareri istruttori conclusivi resi dalla Commissione AIA-IPPC in relazione a procedimenti di riesame di AIA già rilasciate, avviati ai sensi dell'articolo 29-octies, comma 3, lettera a), del decreto legislativo

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2317923 2671932
Articolo 3 - (Formato e contenuti della proposta di piano di monitoraggio e controllo)

1. La proposta di Piano di Monitoraggio e Controllo (PMC) resa dall'ISPRA ai sensi dell’articolo 29-quater, comma 6, del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, è definita sulla base del Parere istruttorio conclusivo reso dalla Commissione AIA-IPPC. Tale P

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2317923 2671933
Articolo 4 - (Valutazione preliminare delle comunicazioni di modifiche non sostanziali)

1. A seguito della ricezione di una comunicazione ai sensi dell'articolo 29-nonies, comma 1, del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, i competenti uffici della Direzione Generale per le Valutazioni e Autorizzazioni Ambientali conducono una verifica amministrativa di ricevibilità sulla base dei criteri illustrati nell'allegato 5, paragrafo 3, alla presente direttiva.

2. Ove la verifica di cui al comma 1 indichi che le comunicazioni prefigurano esclusivamente una variazione della gestione di rifiuti in regime di deposito temporaneo (come definito dall'articolo 183, comma 1, lettera bb, del D.Lgs. 152/06), la Direzione Generale competente ne prende atto, chiedendo al gestore di essere aggiornata, unitamente ad ISPRA, sui tempi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2317923 2671934
Articolo 5 - (Gestione dei procedimenti autorizzativi per impianti off-shore)

1. Le AIA rilasciate alle installazioni che svolgono attività di cui al punto 1.4-bis, dell'allegato VIII, alla Parte Seconda, del D.lgs. 152/06, oltre a sostituire le autorizzazioni di cui all'allegato XI, alla Parte Seconda, del D.lgs. 152/06, ricomprendono le ulteriori autorizzazioni ambientali di competenza del Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare necessarie all'esercizio dell'installazione, e in particolare, le autorizzazioni allo scarico diretto in mare di cui all'articolo

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2317923 2671935
Articolo 6 - (Accertamento delle violazioni alle condizioni delle AIA)

1. ISPRA, in attuazione dei compiti istituzionali recati dall'articolo 29-decies, del D.Lgs. 152/06, provvede tra l'altro a garantire l'accertamento delle violazioni amministrative previste dalla disciplina IPPC (recata del Titolo

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2317923 2671936
Articolo 7 - (Disposizioni finali)

1. La Direzione generale per le valutazioni e le autorizzazioni ambientali, alla 'ric

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2317923 2671937
Allegato 1 - Parere istruttorio conclusivo

Parte di provvedimento in formato grafico

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2317923 2671938
Allegato 2 - Indirizzi metodologici per la predisposizione dei quadri prescrittivi nei provvedimenti di AIA di competenza statale

Parte di provvedimento in formato grafico

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2317923 2671939
Allegato 3 - Indirizzi operativi di cui all’articolo 2, comma 3, per la redazione dei pareri istruttori conclusivi relativi ai procedimenti di riesame delle AIA delle Raffinerie

Parte di provvedimento in formato grafico

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2317923 2671940
Allegato 4 - Indirizzi operativi di cui all’articolo 3 per la determinazione e il monitoraggio della bolla di raffineria

Parte di provvedimento in formato grafico

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2317923 2671941
Allegato 5 - Criteri speditivi per individuare alcune modifiche sostanziali AIA

Parte di provvedimento in formato grafico

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
2317923 2671942
Allegato 6 - Indirizzi operativi per perseguire violazioni amministrative connesse al mancato rispetto della disciplina AIA in impianti di competenza statale

Parte di provvedimento in formato grafico

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Impatto ambientale - Autorizzazioni e procedure
  • Tutela ambientale

L’Autorizzazione Integrata Ambientale (AIA)

COSA È L’ AUTORIZZAZIONE INTEGRATA AMBIENTALE (AIA) (Finalità dell’AIA e normativa di riferimento; Autorizzazioni e provvedimenti sostituiti dall’AIA; Rapporti tra AIA e Valutazione di impatto ambientale (VIA); Rapporti tra AIA e altre autorizzazioni non ambientali e/o edilizie) - INTERVENTI SOGGETTI AD AUTORIZZAZIONE INTEGRATA AMBIENTALE (AIA) (Campo di applicazione dell’AIA; Esclusioni; Competenza al rilascio dell’AIA; Tabella completa impianti soggetti ad Autorizzazione integrata ambientale) - DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE INTEGRATA AMBIENTALE (Contenuti della domanda di AIA in sede statale; Modulistica per la domanda di AIA in sede statale; Domanda di AIA in sede regionale o delle Province autonome; La relazione di riferimento per le attività che utilizzano sostanze pericolose; Oneri istruttori e spese per rilievi, accertamenti e sopralluoghi) - PROCEDIMENTO DI AUTORIZZAZIONE INTEGRATA AMBIENTALE (Presentazione della domanda e verifica; Pubblicazione dei dati sulla domanda e osservazioni del pubblico; Istruttoria e acquisizione di atti e prescrizioni; Coordinamento autorizzazioni su parti diverse della stessa installazione; Conclusione del procedimento; Accordi tra gestore ed enti pubblici per impianti di preminente interesse nazionale; Direttiva per la conduzione dei procedimenti di AIA) - PROVVEDIMENTO DI AUTORIZZAZIONE INTEGRATA AMBIENTALE (Condizioni per il rilascio dell’AIA; Contenuto dell’AIA) - RINNOVO O RIESAME DELL’AIA, MODIFICHE AGLI IMPIANTI (Rinnovo o riesame dell’AIA; Modifiche degli impianti sottoposti ad Autorizzazione integrata ambientale) - SANZIONI (Diffida, sospensione attività e chiusura installazione; Sanzioni penali e amministrative.
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Studio Groenlandia
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Inquinamento acustico

Acustica ambientale: classificazione del territorio, piani d’azione, valori limite, sanzioni

QUADRO NORMATIVO E INTERVENTI GENERALI (Quadro normativo in tema di acustica ambientale e coordinamento tra le norme; Interventi per migliorare il clima acustico) - ZONIZZAZIONE E MAPPATURA ACUSTICA DEL TERRITORIO (Zonizzazione acustica comunale; Mappatura acustica; Contenuti minimi delle mappe acustiche strategiche e dell’infrastruttura; Forma di rappresentazione dei dati da presentare al pubblico; Riesame; Controllo; Sanzioni) - PIANI DI RISANAMENTO E PIANI D’AZIONE (Contenimento delle emissioni per lo svolgimento di servizi pubblici ; Piano regionale triennale per la bonifica; Piani di risanamento acustico; Piano d’azione contro l’inquinamento acustico; Relazione periodica sullo stato acustico) - VALORI LIMITE DI EMISSIONE SONORA (Definizione; Sorgenti fisse (rumore prodotto da impianti ed infrastrutture); Sorgenti mobili (veicoli); Macchine e attrezzature destinate a funzionare all’aperto) - VALORI LIMITE DI IMMISSIONE SONORA (Definizione; Valori limite assoluti di immissione; Valori limite differenziali di immissione; Valori di attenzione; Valori di qualità; Valori limite nei Comuni privi di zonizzazione acustica; Divieto di contatto tra aree acusticamente disomogenee ; Controlli e richieste di autorizzazione in deroga) - DISPOSIZIONI SPECIFICHE PER LE INFRASTRUTTURE DI TRASPORTO (Generalità sui limiti di immissione ed emissione per fasce di pertinenza acustica; Valori limite di emissione ed immissione sonora per le infrastrutture stradali; Limiti inderogabili; Oneri per gli interventi di risanamento acustico ; Monitoraggio e sanzioni; Rumore prodotto dal traffico ferroviario; Rumore prodotto dal traffico aeroportuale) - RUMORE PRODOTTO IN OCCASIONE DI MANIFESTAZIONI MOTORISTICHE - SANZIONI - RUMORE SOTTOMARINO - ZONE SILENZIOSE DI UN AGGLOMERATO E IN APERTA CAMPAGNA - TECNICO COMPETENTE IN ACUSTICA AMBIENTALE.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Studio Groenlandia
  • Inquinamento elettrico ed elettromagnetico
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali

I catasti delle sorgenti dei campi elettrici, magnetici ed elettromagnetici

A cura di:
  • Anna Petricca
  • Rifiuti
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali

Rifiuti, non rifiuti e sottoprodotti: definizione, classificazione, normativa di riferimento

RIFIUTI, NON RIFIUTI E SOTTOPRODOTTI (Rifiuti; Non rifiuti (esclusioni dal campo di applicazione della parte IV del D. Leg.vo 152/2006); Sottoprodotti) - CESSAZIONE DELLA QUALITÀ DI RIFIUTO (END OF WASTE) E ATTIVITÀ DI RECUPERO (Condizioni da rispettare per la cessazione della qualità di rifiuto; Criteri end of waste e decreti emanati; Autorizzazioni a impianti di recupero in assenza di criteri end of waste; Controllo dei provvedimenti autorizzatori adottati; Aggiornamento autorizzazioni rilasciate all’uscita di criteri end of waste; Disposizioni transitorie per le autorizzazioni in essere al 03/11/2019) - CONDIZIONI PER LA QUALIFICAZIONE COME SOTTOPRODOTTO (Condizioni per la qualifica di sottoprodotto; Dimostrazione dei requisiti per la qualifica dei residui di produzione come sottoprodotti) - CRITERI PER LA QUALIFICAZIONE COME SOTTOPRODOTTO DI SPECIFICHE TIPOLOGIE DI SOSTANZE.
A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Acque
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Demanio idrico
  • Pubblica Amministrazione
  • Demanio

Concessioni demaniali marittime, canoni aggiornati, proroghe e scadenze

A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Albo nazionale dei gestori ambientali
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Rifiuti

Regime transitorio responsabili tecnici imprese iscritte Albo gestori ambientali

  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Inquinamento atmosferico

Autorizzazione impianti di combustione medi con potenza superiore a 5MW

  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Inquinamento atmosferico

Limiti di emissione impianti di combustione medi con potenza superiore a 5MW