FAST FIND : NR1944

L. R. Basilicata 12/02/1990, n. 3

Piani Regionali Paesistici di Area Vasta.

Testo coordinato con le modifiche introdotte da:
- L.R. 21/05/1992, n. 13
- L.R. 02/09/1993, n. 51
- L.R. 22/10/2007, n. 17
- L.R. 24/07/2017, n. 19

Scarica il pdf completo
19081 4055919
Articolo 1 - Finalità

In attuazione dell'art. 19 della legge regionale n. 20 del 4.5.1987, R sono approvati i seguenti Piani Territoriali Paesistici di area vasta:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
19081 4055920
Articolo 2 - Oggetto

I piani di cui all'art. 1 hanno per oggetto gli elementi del territorio di particolare interesse ambientale e pertanto di interesse pubblico.

Essi identificano gli elementi (puntuali, lin

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
19081 4055921
Articolo 3 - Contenuto

I piani, ai fini delle articolazioni della tutela e della valorizzazione:

a) valutano, attraverso una scala di valori riferita ai singoli tematismi (valore eccezionale, elevato, medio,

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
19081 4055922
Articolo 4 - Modalità della Tutela e della Valorizzazione

Le modalità della tutela e della valorizzazione, di cui al precedente art. 3, sono correlate al grado di trasformabilità degli elementi, riconosciuto compatibile col valore tematico degli elementi stessi e d'insieme, e con riferimento alle principali categorie d'uso antropico definite nel presente articolo.

Ai fini della presente legge le categorie d'uso antropico prevalenti sono:

- us

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
19081 4055923
Articolo 5 - Efficacia

Le disposizioni dei Piani sono vincolanti per i privati e prevalgono nei confronti de

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
19081 4055924
Articolo 6 - Attuazione

La verifica positiva di conformità alle prescrizioni dei piani è condizione per il rilascio del NO di cui all'art. 7 della legge 1497/39.

Le prescrizioni del Piano relative alle modalità A e C di cui all'art. 4 si applicano direttamente.

La verifica di ammissibilità relativa alle modalità B1 viene effettuata attraverso gli studi i compatibilità di cui al successivo articolo 8 nelle more della formazione del Piano Paesistico esecutivo di ambito, di cui al successivo articolo, si applicano le prescrizioni

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
19081 4055925
Articolo 7 - Piani Paesistici Esecutivi

La Giunta Regionale provvede alla formazione ed approvazione dei Piani Paesistici esecutivi di ambito, sulla base dei relativi indirizzi progettuali definiti dai Piani Territoriali Paesistici di area vasta.

I Piani Paesistici esecutivi sono adottati dalla Giunta Regionale e pubblicati presso i Comuni, le Comunità Montane e gli Enti interessati per 30 gg. consecutivi.

Nei successivi 30 gg. gli Enti suddetti ed i privati possono presentare le opposizioni relative agli stessi.

Successivamente il Presidente della Giunta regionale, con decreto, che sarà pubblicato sul Bollettino Ufficiale della regione, controdeduce alle opposizioni pervenute entro i termini ed approva i Piani la approvazione dei Piani Paesistici esecutivi ha valore di dichiarazione di pubblica utilit&ag

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
19081 4055926
Articolo 8 - Studio di compatibilità

Qualora il Piano preveda il ricorso a verifiche di ammissibilità, esse vengono effettuate attraverso la predisposizione - da parte del soggetto proponente - di uno studio specialistico di compatibilità riferito ai singoli tematismi in riferimento ai quali è prescritta la verifica.

Tali studi redatti da professionisti di competenza specifica, devono dimostrare la compatibilità della trasformazione ipotizzata rispetto alla conservazione delle caratteristiche costitutive degli elementi oggetto di tutela e valorizzazione coinvolti nella t

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
19081 4055927
Articolo 9 - Norme transitorie

N6

Le opere pubbliche approvate alla data di adozione dei Piani Paesistici di area vasta o già esaminate favorevolmente dalla Commi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
19081 4055928
Articolo 10 - Oneri finanziari

Gli oneri finanziari derivanti dalla presente legge graveranno su appositi capitoli d

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
19081 4055929
Articolo 11

La presente legge è dichiarata urgente ai sensi dell'art. 127 della Costituzio

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
19081 4055930
Allegato A - Allegato F - Omissis


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Beni culturali e paesaggio
  • Pianificazione del territorio
  • Enti locali
  • Aree urbane
  • Provvidenze
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Finanza pubblica
  • Pubblica Amministrazione
  • Urbanistica

Fondo per l’attuazione del programma straordinario di intervento per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie

La Presidenza del Consiglio dei Ministri ha approvato il bando con il quale sono definite le modalità e la procedura di presentazione dei progetti per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie delle città metropolitane, dei comuni capoluogo di provincia e della città di Aosta. AGGIORNAMENTO: modificate le percentuali di erogazione dei finanziamenti.
A cura di:
  • Roberto Gallia
  • Costruzioni in zone sismiche
  • Distanze tra le costruzioni
  • Cave, miniere e attività estrattive
  • Norme tecniche
  • Sicurezza
  • Urbanistica
  • Pianificazione del territorio
  • Impianti di riscaldamento e condizionamento
  • Impianti tecnici e tecnologici
  • Informatica
  • Piano Casa
  • Abusi e reati edilizi - Condono e sanatoria
  • Edilizia e immobili
  • Impiantistica
  • Beni culturali e paesaggio
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali

Sicilia, recepimento del Testo Unico dell’edilizia

Con la legge 10/08/2016, n. 16, pubblicata sulla G.U. 19/08/2016, n. 36 Suppl. Ord., la Regione Sicilia ha recepito il Testo Unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia (D.P.R. 06/06/2001, n. 380). Disponibile il Testo Unico dell'edilizia per la Regione Sicilia elaborato da Legislazione Tecnica.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Edilizia e immobili
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Beni culturali e paesaggio
  • Edilizia privata e titoli abilitativi

Manufatti leggeri, anche prefabbricati, temporanei, contingenti o precari: regime e titolo edilizio per la realizzazione

MANUFATTI LEGGERI E/O PREFABBRICATI (Interventi soggetti alla richiesta di Permesso di costruire; Interventi nell’ambito di strutture ricettive all’aperto; Strutture ricettive all’aperto - Disciplina anteriore al 02/02/2016) - MANUFATTI TEMPORANEI, CONTINGENTI O PRECARI (Distinzione tra manufatti realizzabili liberamente e richiedenti Permesso di costruire; Caratteristiche dalle quali desumere la precarietà e temporaneità del manufatto; Strutture destinate all'esercizio di attività di somministrazione) - TABELLA RIASSUNTIVA - RASSEGNA DI CASI GIURISPRUDENZIALI.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Beni culturali e paesaggio
  • Programmazione e progettazione opere e lavori pubblici
  • Requisiti di partecipazione alle gare
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Appalti e contratti pubblici

I lavori pubblici su beni culturali

NORMATIVA DI RIFERIMENTO (Ambito di applicazione e contenuti del D.M. 154/2017; Entrata in vigore del D.M. 154/2017 e abrogazioni, possibile vuoto normativo in tema di progettazione) - REQUISITI DI QUALIFICAZIONE DEI SOGGETTI ESECUTORI (Idoneità tecnica - Certificazione dei lavori eseguiti; Qualificazione per affidamenti di importo inferiore a 150.000 euro; Idoneità tecnica - Idonea direzione tecnica; Mantenimento dei requisiti di qualificazione) - PROGETTAZIONE E DIREZIONE LAVORI (Progettazione; Direzione lavori e supporto al RUP; Tecnici interni alle stazioni appaltanti; Elaborati progettuali; Verifica dei progetti) - AFFIDAMENTO (Modalità di affidamento, procedure e criteri di scelta del contraente; Somma urgenza) - ESECUZIONE E COLLAUDO DEI LAVORI (Varianti; Collaudo; Consuntivo scientifico al termine dei lavori) - SPONSORIZZAZIONE.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Finanza pubblica
  • Provvidenze
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Beni culturali e paesaggio

Lombardia: valorizzazione di beni culturali appartenenti a enti e istituzioni ecclesiastiche

Il bando promuove iniziative di conservazione, valorizzazione e incremento dell’utilizzo pubblico di beni culturali mobili e immobili di proprietà di Enti e istituzioni ecclesiastiche, o per i quali gli stessi soggetti possano documentare la disponibilità. Lo stanziamento previsto ammonta a € 3.250.000,00 e sono previste due Linee di intervento.
A cura di:
  • Anna Petricca