FAST FIND : GP13186

Sent. TAR. Campania Salerno 23/03/2015, n. 660

1854857 1854857
Edilizia e immobili - Attività edilizia - Abuso edilizio - Ordine di demolizione - Necessità.

In materia di violazioni edilizie, in caso di interventi edilizi eseguiti in parziale difformità, l'ingiunzione di demolizione costituisce la prima ed obbligatoria

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
Scarica il pdf completo
1854857 1854876
SENTENZA


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1854857 1854877
FATTO

La società I.A.C.P. Società Consortile S.r.l, nell’ambito del programma di edilizia agevolata convenzionata fruente di contributi regionali, risultava assegnataria di un suolo sito nel Comune di Sant’Egidio del Monte Albino, per la realizzazione di un fabbricato costituito da un complesso residenziale di n. 12 alloggi, ai sensi dell’art. 35 della legge n. 865/71.

L’intervento edilizio veniva assentito con concessione edilizia n. 4/99, ove si prescriveva, espressamente, l’uso di infissi in legno con persiane alla romana e riceveva il nulla-osta della Soprintendenza dei beni ambientali, architettonici e

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1854857 1854878
DIRITTO

Con il primo motivo di ricorso la società ricorrente ha denunciato la violazione dell’art. 167 del D.lvo n. 42/04 in quanto il Comune, chiamato ad operare una scelta tra le due sanzioni ivi previste, ovvero quella pecuniaria e quella ripristinatoria, aveva immotivatamente disposto la sanzione più grave, ordinando la demolizione dell’abuso.

Doveva, invece, rilevarsi, a detta della ricorrente, che, in tema di abusi realizzati sui beni culturali e paesaggistici, l’art 167 del decreto legislativo 22 gennaio 2004 n. 42, nel testo in vigore prima delle modifiche apportate dal Dl.vo 24 marzo 2006 n. 157, attribuiva all’amministrazione una facoltà di scelta tra due tipologie di sanzioni in astratto ammissibili, dovendo, quindi, la stessa amministrazione, necessariamente ed adeguatamente motivare le ragioni poste a fondamento di siffatta scelta. Nel caso di specie tale motivazione era mancata con conseguente illegittimità dell’atto gravato.

Tale primo motivo di censura è inammissibile oltre che infondato.

Nel caso qui in esame, infatti, l’ingiunzione impugnata risulta emanata sul presupposto della constatazione di due distinti ordini di violazioni, l’uno afferente all’ autorizzazione paesaggistica e l

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1854857 1854879
P.Q.M.

Il Tribunale Amministrativo Regionale della Campania sezione staccata di Salerno (Sez

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Edilizia e immobili
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Beni culturali e paesaggio
  • Edilizia privata e titoli abilitativi

Manufatti leggeri, anche prefabbricati, temporanei, contingenti o precari: regime e titolo edilizio per la realizzazione

MANUFATTI LEGGERI E/O PREFABBRICATI (Interventi soggetti alla richiesta di Permesso di costruire; Interventi nell’ambito di strutture ricettive all’aperto; Strutture ricettive all’aperto - Disciplina anteriore al 02/02/2016) - MANUFATTI TEMPORANEI, CONTINGENTI O PRECARI (Distinzione tra manufatti realizzabili liberamente e richiedenti Permesso di costruire; Caratteristiche dalle quali desumere la precarietà e temporaneità del manufatto; Strutture destinate all'esercizio di attività di somministrazione) - TABELLA RIASSUNTIVA - RASSEGNA DI CASI GIURISPRUDENZIALI.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Titoli abilitativi
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Beni culturali e paesaggio
  • Edilizia e immobili
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali

Autorizzazione paesaggistica: interventi e procedure dopo il D.P.R. 31/2017

Riepilogo del regime degli interventi da eseguire su beni o aree di interesse paesaggistico aggiornato al D.P.R. 31/2017. Tabelle complete degli interventi corredate di note, condizioni e limiti dell’intervento, e relative procedure.
A cura di:
  • Studio Groenlandia
  • Edilizia e immobili
  • Impiantistica
  • Beni culturali e paesaggio
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Informatica
  • Impianti di riscaldamento e condizionamento
  • Impianti tecnici e tecnologici
  • Pianificazione del territorio
  • Abusi e reati edilizi - Condono e sanatoria
  • Piano Casa
  • Costruzioni in zone sismiche
  • Distanze tra le costruzioni
  • Cave, miniere e attività estrattive
  • Norme tecniche
  • Sicurezza
  • Urbanistica
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali

Sicilia, recepimento del Testo Unico dell’edilizia

Con la legge 10/08/2016, n. 16, pubblicata sulla G.U. 19/08/2016, n. 36 Suppl. Ord., la Regione Sicilia ha recepito il Testo Unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia (D.P.R. 06/06/2001, n. 380). Disponibile il Testo Unico dell'edilizia per la Regione Sicilia elaborato da Legislazione Tecnica.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Avvisi e bandi di gara
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Appalti e contratti pubblici
  • Esecuzione dei lavori pubblici
  • Edilizia e immobili
  • Pubblica Amministrazione
  • Tutela ambientale

D.L. 76/2020: semplificazioni e altre misure in materia edilizia

Analisi puntuale delle disposizioni in materia di edilizia introdotte dal D.L. 76/2020 (c.d. Decreto Semplificazioni) dopo la sua conversione in legge, avvenuta con L. 11/09/2020, n. 120. Testo a fronte delle parti modificate del Testo unico edilizia (modifiche in giallo).
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Provvidenze
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Appalti e contratti pubblici
  • Finanza pubblica
  • Edilizia e immobili
  • Beni culturali e paesaggio

Finanziamento per la valorizzazione di borghi e centri storici nel sud d’Italia

Vengono finanziati interventi per il rafforzamento dell’attrattività dei borghi e dei centri storici di piccola e media dimensione nei comuni delle regioni Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia, attraverso il restauro e recupero di spazi urbani, edifici storici o culturali. La dotazione finanziaria complessiva è di 30 milioni di euro.
A cura di:
  • Emanuela Greco
  • Terremoto Centro Italia 2016
  • Calamità/Terremoti
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Edilizia e immobili
  • Costruzioni in zone sismiche
  • Protezione civile
  • Norme tecniche

Contributi per la ripresa delle attività economiche e produttive nei territori colpiti dal sisma a far data dal 24/08/2016

  • Edilizia e immobili
  • Pianificazione del territorio
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Titoli abilitativi
  • Piano Casa
  • Standards
  • Urbanistica

Marche: obbligo di adeguamento dei regolamenti edilizi comunali al Regolamento edilizio tipo (RET)

28/09/2020