FAST FIND : FL6242

Flash news del
09/02/2021

Ecobonus (110 e non), asseverazione e congruità dei costi: indicazioni pratiche e consigli

Ecobonus, Super-Ecobonus e Bonus facciate: tutti i casi in cui è necessario asseverare la congruità dei costi, a quali parametri occorre fare riferimento in casi dubbi, quali sono le modalità per redigere e conservare la documentazione. Casi pratici e indicazioni per il tecnico.

Ai fini della fruizione del Super-Ecobonus (vedi Superbonus 110% risparmio energetico e consolidamento antisismico), uno dei principali adempimenti da eseguire consiste nella redazione, da parte del tecnico incaricato, dell’asseverazione concernente:
- il rispetto dei requisiti tecnico-prestazionali per i vari tipi di intervento;
- la congruità dei costi sostenuti dal contribuente/committente e per i quali si richiede il beneficio fiscale.

Tuttavia, il D.M. 06/08/2020 (c.d. “Decreto Requisiti Tecnici Ecobonus” - https://www.legislazionetecnica.it/6616322/normativa-edilizia-appalti-professioni-tecniche-sicurezza-ambiente/d-min-sviluppo-econ-06-08-2020/requisiti-tecnici-interventi-detrazioni-efficienza-energetica-ecobonus) ha posto ulteriori adempimenti, in precedenza non previsti anche per altri interventi, che rientrano:
- nell’Ecobonus normale (non quindi nella versione “super” disciplinata dall’art. 119 del D.L. 34/2020, vedi Le detrazioni fiscali per interventi di risparmio energetico (Ecobonus));
- nel Bonus facciate (ma solo per gli interventi influenti dal punto di vista termico, vedi Detrazioni fiscali per interventi di recupero delle facciate di edifici (c.d. “Bonus facciate”)).

NECESSARIA LA CONGRUITÀ DEI COSTI ANCHE PER L’ECOBONUS NON “SUPER” - L’asseverazione con la quale un tecnico abilitato certifica la corrispondenza degli interventi effettuati ai requisiti tecnico-prestazionali imposti dalle norme era già in precedenza un requisito previsto anche per la fruizione degli interventi rientranti nell’Ecobonus “normale”.
Con l’emanazione del Decreto Requisiti tecnici, tuttavia, è stata estesa anche all’Ecobonus normale e al Bonus facciate (per quest’ultimo solo in caso di interventi influenti dal punto di vista termico) la necessità di accludere all’asseverazione del tecnico la dichiarazione in merito alla congruità dei costi, requisito prima non previsto.
Ciò si evince sulla base delle seguenti disposizioni:
- l’art. 8 del Decreto Requisiti, che al comma 1 dispone che “al fine di accedere alle detrazioni, gli interventi di cui all’art. 2 [quindi tutti gli interventi Ecobonus, Super-Ecobonus e Bonus facciate termico, NdR]sono asseverati da un tecnico abilitato (…) tale asseverazione comprende, ove previsto dalla legge, la dichiarazione di congruità delle spese sostenute in relazione agli interventi agevolati, intesa come rispetto dei massimali di costo di cui al presente decreto”;
- il punto 13.1 dell’Allegato A del Decreto Requisiti, il quale dispone che “per gli interventi di cui all’articolo 119, commi 1 e 2 del Decreto Rilancio, nonché per gli altri interventi che, ai sensi del presente allegato prevedano la redazione dell’asseverazione ai sensi del presente allegato A da parte del tecnico abilitato, il tecnico abilitato stesso che la sottoscrive allega il computo metrico e assevera che siano rispettati i costi massimi per tipologia di intervento”.

In pratica, per tutti gli interventi finalizzati al risparmio energetico, sia che rientrino nel Superbonus, Ecobonus o Bonus facciate, l’asseverazione deve concernere anche la congruità dei costi.

ASSEVERAZIONE SOSTITUITA DA DICHIARAZIONE DEL FORNITORE/INSTALLATORE - Ai sensi dell’Allegato A, gli interventi per i quali l’asseverazione può essere sostituita da una dichiarazione del fornitore/installatore sono i seguenti:

INFISSI E FINESTRE

Sostituzione di finestre e infissi
(Decreto Requisiti, Allegato A, lettera a) del punto 2.1)

PANNELLI SOLARI

Collettori solari la cui superficie sia inferiore a 20 m2
(Decreto Requisiti, Allegato A, lettera j) del punto 3)

CALDAIE A CONDENSAZIONE

Caldaie a condensazione con potenza termica utile nominale non superiore a 100 kW
(Decreto Requisiti, Allegato A, lettera b) del punto 4)

POMPE DI CALORE

Pompe di calore con potenza termica utile non superiore a 100 kW
(Decreto Requisiti, Allegato A, punto 5.2)

IMPIANTI IBRIDI

Sistemi ibridi con potenza termica utile della caldaia non superiore a 100 kW
(Decreto Requisiti, Allegato A, punto 6.2)

SCALDACQUA

Sostituzione di scaldacqua tradizionali con scaldacqua a pompa di calore
(Decreto Requisiti, Allegato A, punto 8)

BIOMASSA

Generatori a biomasse combustibili di potenza termica utile non superiore a 100 kW
(Decreto Requisiti, Allegato A, punto 9.2)

BACS

Sistemi di building automation
(Decreto Requisiti, Allegato A, punto 11.2)

 

COME VA REDATTA L’ASSEVERAZIONE - Per gli interventi rientranti nel perimetro del Superbonus, l’asseverazione del rispetto dei requisiti energetici e della congruità delle spese è redatta, unitariamente per gli interventi trainanti e per quelli trainati, sulla base della procedura online messa a disposizione da ENEA, a sua volta basata sui modelli allegati al Decreto Asseverazioni.
Per gli interventi rientranti invece nell’Ecobonus normale, le asseverazioni sono rilasciate nell’ambito della dichiarazione sulla conformità al progetto delle opere realizzate, che deve essere resa dal Direttore dei lavori ai sensi del comma 2, art. 8 del D. Leg.vo 192/2005 (vedi anche in proposito il comma 3, art. 8 del Decreto Requisiti). Peraltro, anche in questo caso, se vi è esecuzione di più interventi sul medesimo edificio, l’asseverazione può avere carattere unitario e fornire in modo complessivo i dati e le informazioni richieste.
Ne segue che le asseverazioni rilasciate dal D.L. nell’ambito della dichiarazione sulla conformità al progetto delle opere realizzate - oltre ad asseverare il rispetto dei requisiti tecnico-prestazionali imposti dalla norma - conterranno anche la dichiarazione relativamente alla congruità, che potrà essere ripresa dal modulo ENEA e quindi assomigliare a quanto segue:

I costi degli interventi sono stati determinati coerentemente con i criteri di valutazione e i costi massimi unitari previsti dal Ministro dello Sviluppo Economico 06 agosto 2020 - Requisiti tecnici per l’accesso alle detrazioni fiscali per la riqualificazione energetica degli edifici - Decreto Requisiti Ecobonus, stimati mediante …. [prezzario e/o Allegato I, NdR]”.

Il Direttore dei lavori avrà inoltre cura di allegare il computo metrico.
Nei casi in cui non sia necessaria la dichiarazione sulla conformità al progetto delle opere realizzate (casi residuali e coincidenti con i casi in cui non occorre la relazione tecnica di progetto iniziale, c.d. “Relazione Legge 10/1991” - vedi Prestazione energetica di edifici e impianti) l’asseverazione sulla congruità dei costi (unitamente al computo metrico) andrà tenuta agli atti e conservata dal contribuente per gli eventuali controlli del caso.

COME CALCOLARE I COSTI “CONGRUI” - La congruità dei costi è valutata sulla base dei parametri indicati dal punto 13, Allegato A del Decreto Requisiti tecnici Ecobonus (D.M. 06/08/2020), e cioè:
- in prima battuta in base al prezzario regionale/provinciale per le opere pubbliche di riferimento oppure al prezzario Dei;
- se le voci di costo non sono contemplate nei suddetti prezzari, in base a stima analitica da parte del tecnico oppure in base ai valori indicati dall’Allegato I al Decreto Requisiti.

Nei casi in cui l’asseverazione può essere sostituita da una dichiarazione del fornitore/installatore (vedi sopra) la congruità dei costi va riferita ai prezzi massimi indicati dall’Allegato I al Decreto Requisiti.
Si ritiene che in questi casi il riferimento all’Allegato I sia un obbligo, e non una facoltà, stante il tenore letterale del punto 13.2 dell’Allegato A al Decreto Requisiti, il quale dispone testualmente che “per gli interventi di cui al presente allegato A, per i quali l’asseverazione può essere sostituita da una dichiarazione del fornitore o dell’installatore, l’ammontare massimo delle detrazioni fiscali o della spesa massima ammissibile è calcolato sulla base dei massimali di costo specifici per singola tipologia di intervento di cui all’allegato I al presente decreto”.

Infine secondo noi - dal momento che quando sono eseguiti più interventi congiuntamente l’asseverazione redatta è unica per tutti gli interventi - nell’ipotesi in cui convivano interventi da asseverare ad opera del tecnico ed altri da asseverare con dichiarazione (si pensi ad esempio a un intervento trainante di isolamento termico dell’involucro opaco eseguito congiuntamente a un intervento di sostituzione di infissi), la congruità dei costi vada stimata in parte da prezzari e in parte da Allegato I.
Ciò è maggior ragione vero dal momento che i prezzi indicati dall'Allegato I sono solo per la mera fornitura, con esclusione quindi di posa in opera, opere accessorie (es. assistenze murarie, ecc.), Iva, ecc., e pertanto essi dovranno comunque essere integrati con l'uso dei prezzari.

SCHEMA RIEPILOGATIVO - Alla luce delle considerazioni svolte nell’articolo, si propone uno schema che riepiloga, per i vari casi possibili di intervento finalizzato al risparmio energetico con fruizione di agevolazioni fiscali, le modalità di asseverazione del rispetto dei requisiti tecnico-prestazionali e della congruità dei costi.

INTERVENTO

REDAZIONE ASSEVERAZIONE

CONGRUITÀ COSTI

SUPERBONUS, intervento con requisiti asseverati dal tecnico

Piattaforma ENEA

Prezzari e/o Allegato I

SUPERBONUS, intervento con requisiti asseverati con dichiarazione

Piattaforma ENEA

Allegato I

SUPERBONUS, più interventi, con requisiti asseverati sia dal tecnico che con dichiarazione

Piattaforma ENEA

Prezzari e Allegato I (obbligatorio per interventi asseverati con dichiarazione)

ECOBONUS, intervento con requisiti asseverati dal tecnico

Dichiarazione del D.L. da presentare al SUE

Prezzari e/o Allegato I

ECOBONUS, intervento con requisiti asseverati con dichiarazione

Dichiarazione del D.L. da presentare al SUE o da conservare

Allegato I

ECOBONUS, più interventi, con requisiti asseverati sia dal tecnico che con dichiarazione

Dichiarazione del D.L. da presentare al SUE

Prezzari e Allegato I (obbligatorio per interventi asseverati con dichiarazione)

BONUS FACCIATE

Dichiarazione del D.L. da presentare al SUE

Prezzari e/o Allegato I

 

Dalla redazione