FAST FIND : NN9815

D. Min. Interno 06/10/2009

Approvazione della regola tecnica di prevenzione incendi per la progettazione, la costruzione e l’esercizio degli impianti di distribuzione di gas di petrolio liquefatto ad uso nautico.
Scarica il pdf completo
62053 519153
[Premessa]




Il Ministro dell’interno

Visto il decreto legislativo 8 marzo 2006, n. 139, recante riassetto delle disposizioni relative alle funzioni ed ai compiti del Corpo nazionale dei vigili del fuoco, a norma dell’art. 11 della legge 29 luglio 2003, n. 229;

Visto il decreto legislativo 8 marzo 2006, n. 139, recante riassetto delle disposizioni relative alle funzioni ed ai compiti del Corpo nazionale dei vigili del fuoco, a norma dell&rsqu
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
62053 519154
Art. 1. - Campo di applicazione

1. Il presente decreto si applica agli impianti di distribuzione di gas di petrolio liquefatto (GPL)

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
62053 519155
Art. 2. - Obiettivi

1. Ai fini della prevenzione degli incendi, allo scopo di garantire le esigenze di sicurezza per la salvaguardia delle persone e la tutela dei beni e dell’ambien

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
62053 519156
Art. 3. - Disposizioni tecniche

1. Ai fini del raggiungimento degli obiettivi di cui all’art. 2 è approvata la regola te

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
62053 519157
Art. 4. - Ubicazione dell’impianto

1. Gli impianti di distribuzione di gas di petrolio liquefatto ad uso nautico non possono sorgere:

a) nella zona territoriale omogenea totalmente edificata, individuata come zona A nel piano regolatore generale o nel programma di fabbricazione ai sensi dell’art. 2 del decreto interministeriale 2 aprile 1968, n. 1444 R pubblicato nella

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
62053 519158
Art. 5. - Commercializzazione CE

1. Nel campo d’applicazione disciplinato nel presente decreto sono impiegati anche i prodotti regolamentati dalle disposizioni comunitarie applicabili ed a queste conformi.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
62053 519159
Art. 6. - Disposizioni complementari e finali

1. Gli impianti disciplinati nel presente decreto rientrano nella tipologia degli impia

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
62053 519160
ALLEGATOREGOLA TECNICA DI PREVENZIONE INCENDI PER LA PROGETTAZIONE, LA COSTRUZIONE E L’ESERCIZIO DEGLI IMPIANTI DI DISTRIBUZIONE DI GAS DI PETROLIO LIQUEFATTO AD USO NAUTICO


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
62053 519161
0. - Principi comuni

1. Gli insiemi e le attrezzature costituenti l’impianto devono essere specificamente realizzati

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
62053 519162
1. - Termini, definizioni e tolleranze dimensionali

1. Per i termini, le definizioni e le tolleranze dimensionali si rimanda a quanto stabilito con D.M. 30 novembre 1983 R (G.U. n. 339 del 12 dicembre 1983) e successive modifiche ed integrazioni.

Inoltre, ai fini del presente decreto, si definisce:

BARREL: recipiente interno al serbatoio fisso, destinato al contenimento delle pompe sommerse, dotato di una valvola di sezionamento manovrabile dall’esterno avente la duplice funzione di consentire:

— il funzionamento della pompa sotto battente;

— l’isolamento della pompa dal serbatoio di stoccaggio e la sua messa in sicurezza in corso di manutenzione.

CAPACITÀ DI

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
62053 519163
2. - Elementi costitutivi degli impianti

1. Gli impianti soggetti alle presenti norme possono comprendere i seguenti elementi:

a)

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
62053 519164
3. - Elementi pericolosi dell’impianto

1. Sono considerati elementi pericolosi dell’impianto, ai fini della determinazione delle dista

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
62053 519165
4. - Serbatoi fissi


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
62053 519166
4.1 - Disposizioni generali

1. La capacità complessiva massima del deposito è fissata in 30 m³ e può essere ottenuta con uno o due serbatoi di capacità singola non inferiore a 1 m³. Ai fini della sicurezza antincendio è necessario che i serbatoi fissi di GPL abbiano u

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
62053 519167
4.2. - Cassa di contenimento

1. La cassa di contenimento deve essere costruita in calcestruzzo armato e deve presentare le seguenti caratteristiche:

— impermeabilità;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
62053 519168
4.3. - Interramento o ricoprimento

1. I serbatoi possono essere installati completamente sotto il livello del suolo oppure parzialmente o totalmente a

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
62053 519169
5. - Pompe

1. Le pompe adibite all’erogazione di GPL possono essere installate:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
62053 519170
6. - Recinzione

1. Gli elementi di cui alle lettere a), b), e c) del punto 2 e i relativi dispositivi di sicurezza non devono essere accessibili da parte di persona

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
62053 519171
7. - Sistema di emergenza

1. Gli impianti di distribuzione di G.P.L ad uso nautico devono essere dotati di un sistema di emergenza finalizzato alla sicurezza antincendio, avente le caratteristiche riportate al punto 1.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
62053 519172
8. - Tubazioni per gpl in fase liquida

1. Le tubazioni per la movimentazione di GPL liquido all’interno dell’impianto devono essere interrate. Ove l’interramento risulti irrealizzabile per motivi tecnico-costruttivi, sono ammessi tratti limitati di tubazioni fuori terra disposte in modo che siano evitati urti accidentali. Le tubazioni devono essere esterne agli edifici e non sottostanti agli stessi.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
62053 519173
9. - Dispositivi e modalità di riempimento dei serbatoi fissi

1. L’impianto deve essere progettato e realizzato con attrezzature e modalità che consentano di effettuare in sicurezza le operazioni di riempimento dei serbatoi. In particolare devono essere osservati i seguenti criteri:

— consentire che le manichette flessibili di travaso in dotazione all’autocisterna siano distese in zone aerate e chiuse al traffico;

— consentire che le operazioni siano effettuate all’aperto e in modo che non si abbiano dispersioni di prodotto nell&

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
62053 519174
10. - Impianto elettrico

1. L’interruttore generale delle varie utenze deve essere centralizzato su quadro ubicato nel l

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
62053 519175
11. - Estintori

1. In prossimità di ogni elemento pericoloso dell’impianto deve essere posizionato almen

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
62053 519176
12. - Distanze di sicurezza


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
62053 519177
12.1 Distanze di sicurezza interne

1. Tra gli elementi pericolosi dell’impianto di cui al punto 3, devono essere osservate le dist

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
62053 519178
TABELLA I


Elementi pericolosi dell’impianto A B C

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
62053 519179
12.2 - Impianti misti

1. È consentita la costruzione di impianti di distribuzione di GPL ad uso nautico installati nell’ambito di impianti di distribuzione di altri carburanti ad uso nautico, a condizione che siano rispettate le seguenti distan

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
62053 519180
12.3 - Distanze di sicurezza esterne

1. Dagli elementi pericolosi dell’impianto di cui al punto 3 devono essere osservate le seguenti distanze di sicurezza rispetto al perimetro di fabbricati esterni all’impianto:

a) per depositi di capacità complessiva fino a 15 m³:

— dal punto di riempimento 15 m;

— da serbatoi, pompe 10 m;

— da apparecchi di distribuzione 10 m;

b) per depositi di capacità complessiva maggiore di 15 e fino a 30 m³:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
62053 519181
12.4 - Distanze di protezione

1. Rispetto agli elementi pericolosi dell’impianto devono essere osservate le seguenti distanze

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
62053 519182
13. - Norme di esercizio


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
62053 519183
13.1 - Generalità

1. Nell’esercizio degli impianti di distribuzione di GPL ad uso nautico devono essere osservati, oltre agli obblighi di cui all’art. 5, commi 1 e 2, del D.P.R. 12 gennaio 1998

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
62053 519184
13.2 - Requisiti del personale

Il personale addetto agli impianti deve:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
62053 519185
13.3 - Operazioni di riempimento

1. Nelle operazioni di riempimento dei serbatoi fissi devono essere evitate dispersioni di gas nell’atmosfera.

2. È fatto divieto di rifornire serbatoi che non siano rispondenti alle caratteristiche costruttive di cui al punto 4.

3. È fatto divieto di rifornire contemporaneamente diversi serbatoi dello stesso impianto.

4. Le operazioni di riempimento del/i serbatoio/i fissi non possono essere iniziate se non dopo che:

— le ruote dell’autoveicolo siano state bloccate;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
62053 519186
13.4 - Operazioni di erogazione

1. È vietato rifornire veicoli stradali.

2. È vietato rifornire recipienti mobili, fatto salvo quanto previsto al successivo punto 4.

3. È vietato il rifornimento self-service.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
62053 519187
13.5 - Operazioni di drenaggio

1. Le operazioni di drenaggio di acqua o di altre impurità dai serbatoi devono essere eseguite

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
62053 519188
13.6 - Prescrizioni generali di emergenza

1. In caso di emergenza il personale addetto all’impianto deve:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
62053 519189
13.7 - Documenti tecnici

1. Presso gli impianti devono essere disponibili i seguenti documenti:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
62053 519190
13.8 - Segnaletica di sicurezza

1. Devono osservarsi le vigenti disposizioni sulla segnaletica di sicurezza di cui al decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81 R (S.O.G.U. n. 101 del 30 aprile 2008) e successive modificazio

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
62053 519191
13.9 Chiamata dei servizi di soccorso

1. I servizi di soccorso (Vigili del Fuoco, Capitaneria di Porto, servizio di assistenza tecnica, etc

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Prevenzione Incendi

Norme di Prevenzione incendi

A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Scuole
  • Edilizia scolastica
  • Prevenzione Incendi
  • Edilizia e immobili

Antincendio scuole e asili nido: classificazione, normativa, adeguamento

A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Prevenzione Incendi
  • Professioni
  • Certificazioni e procedure
  • Esercizio, ordinamento e deontologia

Competenze, requisiti e formazione dei professionisti antincendio

A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Prevenzione Incendi

Prevenzione incendi: adempimenti tecnico-amministrativi, vigilanza, sanzioni

A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Studio Groenlandia
  • Uffici e luoghi di lavoro
  • Prevenzione Incendi

Prevenzione incendi nei luoghi di lavoro

A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica