FAST FIND : NN6996

Circ. Min. Economia e Fin. 21/06/2004, n. 28/E

Decreto legge 30 settembre 2003, n. 269, convertito dalla legge 24 novembre 2003, n. 326 - Primi chiarimenti.
Scarica il pdf completo
59222 429251
[Premessa]


IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
59222 429252
Indice

(Omissis)

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
59222 429253
10. Art. 24 - Proroga dell'agevolazione IVA per ristrutturazioni edilizie

(Omissis)

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
59222 429254
12. Art. 35 - Modifiche al regime IVA per le cessioni di rottami ferrosi

12.1 Premessa

12.2 Regime previgente

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
59222 429255
15. Art. 39, c. 14-sexies - Modifica del termine di presentazione della dichiarazione di successione

(Omissis)

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
59222 429256
16. Art. 41-bis - Agevolazione c.d. «prima casa» per le cessioni di fabbricati soggetti all'imposta sul valore aggiunto - sanzioni amministrative

Con la presente circolare vengono forniti i primi chiarimenti sulla portata delle norme tributarie co

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
59222 429257
10. Art. 24 - Proroga dell'agevolazione IVA per ristrutturazioni edilizie

L'art. 24 del decreto proroga al 31 dicembre 2003 il termine di vigenza dell'agevolazione concernente l'applicazione dell'aliquota IVA ridotta del 10 per cento per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio di cui all'art. 31, comma 1, lettere a), b), c) e d), della legge 5 agosto 1978, n. 457. R

Tale agevolazione, inizialmente prevista dall'art. 7, comma 1, lett. b), della legge 23 dicembre 1999, n. 488, R e successive modificazioni, era stata prorogata da ultimo al 30 settembre 2003 dall'art. 2, comma 6, della legge n. 289 del 27 dicembre 20

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
59222 429258
12. Art. 35 - Modifiche al regime IVA per le cessioni di rottami ferrosi
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
59222 429259
1.1 PREMESSA

L'articolo 35 del decreto legge n. 269 del 2003, modificato dalla legge 24 novembre 2003, n. 326, in sostituzione del previgente regime IVA delle cessioni dei rottami e altri materiali di recupero contenuto nell'articolo 74 del DPR n. 633 del 1972, introduce un regime speciale di imponibilità che prevede l'applicazione del meccanismo del cosiddetto reverse-charge.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
59222 429260
1.2 REGIME PREVIGENTE

Il regime IVA delle cessioni di rottami e di altri materiali di recupero è stato disciplinato in origine mediante l'introduzione, nell'articolo 74 del DPR n. 633 del 1972, di un'apposita disposizione che prevedeva che questo tipo di cessioni fossero effettuate «senza pagamento dell'imposta» (cfr articolo 1, comma 10, del decreto legge 19 dicembre 1984, n. 853, convertito dalla legge 17 febbraio 1985, n. 17). Tale disposizione è stata più vo

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
59222 429261
1.3 L'ATTUALE REGIME DI REVERSE-CHARGE

L'articolo 74, commi settimo (ex ottavo) e ottavo (ex nono), del citato DPR n. 633 del 1972, così come riformulato dall'articolo 35, disciplina ora in modo uniforme le cessioni di rottami ferrosi e non ferrosi e di altri materiali di recupero, sia se operate da «raccoglitori e rivenditori» con o senza sede fissa (indipendentemente dall'ammontare delle cessioni effettuate nell'anno precedente), sia se realizzate da imprese diverse dai «raccoglitori e rivenditori».


1.3.1 Ambito oggettivo

A seguito delle novità introdotte con l'articolo 35, i materiali cui si applica lo speciale meccanismo del reverse-charge, elencati nei commi settimo (ex ottavo) e ottavo (ex nono) dell'articolo 74, sono:

1) le cessioni di rottami, cascami e avanzi di metalli ferrosi e dei relativi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
59222 429262
1.4 SOGGETTI INTERESSATI

La nuova disciplina impositiva si applica alla generalità degli operatori del settore, non avendo più rilevanza le diverse modalità con cui l'attività è organizzata: a seguito dell'abrogazione dei commi nono (ex decimo) e decimo (ex undicesimo) dell'articolo 74 scompare la distinzione tra «raccoglitori e rivenditori» che operano con una sede fissa o in forma ambulante, e la qualificazione degli operatori in relazione all'ammontare delle cessioni effettuate.

A decorrere dal 2 ottobre 2003 (data di entrata in vigore del decreto), infatti, sia per i «raccoglitori e rivenditori» di materiali di recupero, sia per le imprese che esercitano tale attività in via occasionale, è prevista l'applicazione di un solo regime d'imponibilità, basato sul meccanismo del reverse-charge.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
59222 429263
1.5 OPERAZIONI INTRACOMUNITARIE

Come per il previgente regime, le cessioni intracomunitarie sono considerate operazioni non imponibili ai sensi dell'articolo 41, comma 1, lettera a) del decreto-legge n. 331 del 1993, convertito con legge n. 427 del 1993.

Relat

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
59222 429264
1.6 DEPOSITI IVA

Le operazioni elencate nell'articolo 50-bis, comma 4, del decreto legge n. 331 del 1993, relative ai beni introdotti in depositi fiscali ai fini Iva, sono effettuate, ai sensi dello stesso comma 4, senza pagamento dell'imposta sul valore aggiunto. Ai sensi del successivo comma 6 del citato articolo 50-bis, l'imposta è dovuta dai soggetti passivi d'imposta al momento di estrazione del bene dal deposito IVA ai fini dell'utilizzazione o della commercializzazione

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
59222 429265
1.7 DECORRENZA

Il regime IVA che trova applicazione a seguito delle modifiche introdotte all'articolo 35 si applica a decorrere dal 2 ottobre 2003, data di entrata in vigore del decreto legge n. 269 del 2003.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
59222 429266
1.8 REGIME DEI ROTTAMI E REGIME DEI BENI USATI

Si ritiene utile fornire alcune precisazioni in relazione alle interconnessioni che possono verificarsi tra la particolare normativa relativa alla cessione dei rottami e la disciplina IVA cosiddetta «del margine» di cui all'art. 36 del D.L. n. 41 del 1995, convertito dalla legge n. 85 del 1995 e successive modificazioni.

In linea generale si premette che i due regimi, quello del margine e quello dei rottami, interessano due distinte categorie di beni: il regime del margine disciplina le cessioni di beni usati, intendendosi per tali quelli che sono suscettibili di reimpiego nello Stato originario o previa riparazione; il regime sui rottami disciplina le cessioni di beni che, viceversa, non sono suscettibili di reimpiego senza essere sottoposti ad ulteriore lavorazione.

In particolari ipotesi, tuttavia, p

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
59222 429267
15. Art. 39, c. 14-sexies - Modifica del termine di presentazione della dichiarazione di successione

La legge 24 novembre 2003, n. 326, in sede di conversione del decreto legge 30 settembre 2003, n. 269, ha introdotto, all'articolo 39, il comma 14-sexies con il quale è stato modificato il termine di presentazione della denuncia di successione di cui all'articolo 31, comma 1, del testo unico delle disposizioni concernenti l'imposta sulle successioni e donazioni, approvato con decreto legislativo 31 ottobre 1990, n. 346.

Il

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
59222 429268
16. Art. 41-bis - Agevolazione c.d. «prima casa» per le cessioni di fabbricati soggetti all'imposta sul valore aggiunto - sanzioni amministrative

L'articolo 41-bis del decreto ha riformulato il quarto comma, secondo periodo della nota II-bis all'articolo 1 della tariffa, parte prima, allegata al Testo Unico dell'imposta di registro approvato con DPR 26 aprile 1986, n. 131, eliminando i dubbi interpretativi - ingenerati dalla precedente versione - in materia di «penalità» dovuta per dichiarazione mendace o per trasferimento prima del decorso del quinquennio degli immobili acquistati in regime IVA agevolato, c.d. «prima casa».

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Fisco e Previdenza
  • Finanza pubblica
  • Provvidenze
  • Lavoro e pensioni
  • Imprese

Marche: 15 milioni di euro per il sostegno alla creazione di impresa

La Regione Marche ha destinato 15 milioni di euro alla creazione di nuove realtà produttive o di servizi, con sede legale e/o operativa nel territorio regionale, in grado di creare anche nuova occupazione. La misura si applica a tutti i settori e si rivolge ai giovani e meno giovani disoccupati. I contributi saranno concessi per un importo fino ad un massimo di 35.000 euro. Potranno essere finanziabili anche i liberi professionisti e gli studi professionali.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Imposte indirette
  • Fisco e Previdenza

Bollo su documenti appalti pubblici, pratiche edilizie e di genio civile, ambientali, di prevenzione incendi, accesso agli atti

PREMESSA E QUADRO NORMATIVO (Norme di legge; Prassi dell’Agenzia entrate) - IMPOSTA DI BOLLO NEI CONTRATTI PUBBLICI (Documentazione tecnico-contrattuale lavori pubblici; Atti connessi alla stipula ed all’esecuzione di un contratto di appalto in genere; Bollo sui documenti formati all’interno del MEPA; Tabella riepilogativa bollo nei contratti pubblici) - IMPOSTA DI BOLLO NELLE PRATICHE EDILIZIE E DI GENIO CIVILE, AMBIENTALI E DI PREVENZIONE INCENDI (Pratiche edilizie e di genio civile; Pratiche ambientali e paesaggistiche; Pratiche di prevenzione incendi; Tabella riepilogativa bollo su edilizia, genio civile, ambiente, prevenzione incendi) - IMPOSTA DI BOLLO SU ACCESSO AGLI ATTI E ACCESSO CIVICO.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Agevolazioni per la prima casa
  • Compravendite e locazioni immobiliari
  • Fisco e Previdenza
  • Imposte indirette

Le agevolazioni prima casa sugli atti di trasferimento immobiliare

PREMESSA - TIPOLOGIA DI IMMOBILI CHE POSSONO ESSERE CONSIDERATI “PRIMA CASA” - UBICAZIONE DEGLI IMMOBILI - REQUISITI SOGGETTIVI DELL’ACQUIRENTE - TRASFERIMENTI PER SUCCESSIONE O DONAZIONE (Successione o donazione; Successione o donazione seguita da acquisto o viceversa; Successione di immobili precedentemente posseduti in comproprietà) - PERTINENZE - ALIQUOTE DI IMPOSTA APPLICABILI AL TRASFERIMENTO - CAUSE DI DECADENZA DALL’AGEVOLAZIONE - SANZIONI, REVOCA DELLE DICHIARAZIONI - TERMINI PER L’ACCERTAMENTO DA PARTE DELLE ENTRATE - CASI PARTICOLARI (Acquisto di unità immobiliare da accorpare ad altra (o altre) già in possesso).
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Provvidenze
  • Fisco e Previdenza
  • Finanza pubblica
  • Lavoro e pensioni
  • Imprese

Umbria: sostegno alle nuove iniziative imprenditoriali

L'avviso ha una dotazione finanziaria pari a 1.350.000 euro e promuove lo sviluppo economico del territorio e l'occupazione tramite interventi volti a favorire la creazione di nuove imprese anche tramite l'autoimpiego e il lavoro autonomo. Priorità a giovani e donne.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Compravendite e locazioni immobiliari
  • Fisco e Previdenza

Compravendite e locazioni immobiliari: prontuario operativo delle imposte indirette (IVA, registro, ipotecaria e catastale)

DEFINIZIONI UTILI (Distinzione tra fabbricati abitativi e strumentali; Determinazione della data di ultimazione della costruzione o dell’intervento; Terreni edificabili; Reverse charge (inversione contabile)) - OPERAZIONI IMMOBILIARI RILEVANTI E NON AI FINI IVA - REGIME DELLE COMPRAVENDITE IMMOBILIARI (Compravendite immobiliari imponibili IVA ed esenti; Compravendite immobiliari - Riepilogo della tassazione, delle aliquote e degli importi; Compravendite immobiliari Casi particolari; Compravendite immobiliari Determinazione della base imponibile) - REGIME DELLE LOCAZIONI IMMOBILIARI (Locazioni immobiliari imponibili IVA ed esenti; Locazioni immobiliari - Riepilogo della tassazione, delle aliquote e degli importi; Locazioni immobiliari - Casi particolari) - TRATTAMENTO FISCALE DELLE PERTINENZE - TRATTAMENTO FISCALE DELLE PERTINENZE - TRATTAMENTO FISCALE DELLE CONVENZIONI URBANISTICHE E DEGLI ATTI CONSEGUENTI.
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Terremoto Emilia Romagna, Lombardia e Veneto
  • Protezione civile
  • Fiscalità immobiliare locale (IMU-TARI-TASI)
  • Fisco e Previdenza
  • Calamità/Terremoti

Sisma maggio 2012: termine ultimo esenzione IMU per i fabbricati dichiarati inagibili