FAST FIND : NN2691

Circ.Min. Interno 29/07/1971, n. 74

Criteri applicativi delle norme di sicurezza degli impianti di distribuzione stradale di GPL per l'autotrazione di cui al D.P.R. 208/71.
Scarica il pdf completo
54848 525252
[Premessa]

Con D.P.R. 12 gennaio 1971, n. 208,

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54848 525253
NUOVI IMPIANTI
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54848 525254
Esame progetti: documentazione, chiarimenti

Le norme indicate ai Titoli I, II, III si riferiscono alle caratteristiche costruttive e di esercizio, alla ubicazione e alle distanze di sicurezza stabilite per i nuovi impianti per i quali viene richiesto il parere dei Comandi provinciali dei vigili del fuoco prima del rilascio della prescritta concessione.

Indipendentemente dalla documentazione che potrà essere richiesta dagli altri Enti ed Uffici competenti, allo scopo di semplificare la procedura concernente l'esame tecnico di competenza dei Comandi provinciali dei vigili del fuoco, ai sensi dell'art. 8 del D.P.R. n. 620 del 28 giugno 1955, é necessario che l'istruttoria si svolga nella maniera più completa possibile in modo da assicurare la piena osservanza delle nuove norme di sicurezza.

Pertanto, la documentazione, che deve essere presentata ai Comandi provinciali dalla ditta richiedente, dovrà essere comprensiva dei seg

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54848 525255
COLLAUDO

Il collaudo deve intendersi come controllo della efficienza, dal punto di vista della prevenzione incendi, dell'intero impianto e come rispondenza ai dati risultanti dal progetto approvato.

Tale controllo deve essere effettuato mediante prove e misure direttamente eseguite dai Comandi VV.F. per tutto quanto riguarda la loro specifica competenza nel campo della prevenzione degli incendi (osservanza delle distanze di sicurezza interne ed esterne, caratteristiche dell'impianto di ventilazione meccanica, realizzazione complessiva dell'impianto g.p.l., impianto fisso di spegnimento incendi, ecc.).

Per quanto concerne invece gli accertamenti di natura particolarmente specializzata, quali il controllo dell'efficienza

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54848 525256
Disposizioni transitorie e finali (Art. 31)

Tali disposizioni si riferiscono agli impianti esistenti. In merito si precisa che debbono essere considerati "impianti esistenti" quelli già collaudati e in regolare esercizio ed anche quelli per i quali, alla data di entrata in vigore delle presenti norme, risulta emesso il decreto prefettizio di concessione e che, di conseguenza, possono essere in corso di realizzazione. Per questi ultimi il collaudo sarà effettuato verificando la rispondenza degli im

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
54848 525257
Circolare n. 74 del 29 luglio 1971

Valida per quanto non in contrasto con il D.P.R. 16 gennaio 1979, n. 28 e con il D.P.R. 29 luglio 198

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Prevenzione Incendi

Norme di Prevenzione incendi

A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Uffici e luoghi di lavoro
  • Prevenzione Incendi

Prevenzione incendi nei luoghi di lavoro

A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Alberghi e strutture ricettive
  • Prevenzione Incendi

Antincendio strutture ricettive: classificazione, normativa, adeguamento

A cura di:
  • Alfonso Mancini
  • Prevenzione Incendi
  • Ospedali e strutture sanitarie

Antincendio strutture sanitarie: classificazione, normativa, adeguamento

A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Scuole
  • Prevenzione Incendi
  • Edilizia e immobili
  • Edilizia scolastica

Antincendio scuole e asili nido: classificazione, normativa, adeguamento

A cura di:
  • Alfonso Mancini