FAST FIND : NR39821

Regolam. R. Campania 12/11/2018, n. 11

Regolamento di tutela e gestione sostenibile dei castagneti da frutto in attualità di coltura.
Scarica il pdf completo
5034418 6344022
Art. 1 - Ambito di applicazione

1. Il presente Regolamento, ai sensi del comma 40 dell’articolo 1 della Legge regionale 31 marzo 2017, n. 10 (Misure per l’efficientamento dell’azione amministrativa e l’attuazione degli obiettivi fissati dal DEFR 2017 – Collegato alla stabilità regionale per il 2017), disciplina la gestione sostenibile dei “castagneti da frutto in attual

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5034418 6344023
Art. 2 - Definizioni

1. Ai sensi del presente regolamento, si intende per:

a) “Castagneto da frutto in attualità di coltura”: un impianto specializzato per la produzione di frutti, castagne o marroni, costituito dall'esclusiva o prevalente presenza di piante delle specie Castanea sativa, Castanea crenata e relativi ibridi, innestate per almeno il 70 per cento dei soggetti arborei presenti, oppure in numero di almeno

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5034418 6344024
Art. 3 - Finalità

1. Il presente regolamento persegue le seguenti finalità:

a) la cura e il governo del territorio montano e dei terreni vincolati dal punto di vista idrogeologico, della sosteni

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5034418 6344025
Art. 4 - Prescrizioni e norme tecniche in materia di castanicoltura da frutto

1. Nei castagneti da frutto in attualità di coltura è obbligatorio rispettare le seguenti prescrizioni:

a) l’estirpazione delle ceppaie delle piante tagliate è consentita, purché le buche siano subito riempite col terreno sterrato, la superficie sia regolarmente ripianata e si provveda alla sostituzione delle piante;

b) nel caso in cui il terreno del castagneto sia eccezionalmente mobile, dilavato o in forte pendenza, è necessario attenersi ai divieti e alle condizioni imposte dall’Ente delegato o dalla Regione Campania, relativamente alle operazioni colturali ammesse.

2. Per la corretta gestione dei castagneti da frutto si applicano le seguenti misure di carattere agronomico e fitosanitario:

a) Misure di carattere agronomico.

1) Sistemazioni del terreno per la regimazione delle acque.

Nelle aree castanicole della Campania con pendenze superiori al 15 per cento sono obbligatori interventi per la regimazione delle acque e/o interventi per il contenimento dei fenomeni erosivi;

2) Lavorazioni.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5034418 6344026
Art. 5 - Azioni di promozione delle filiere castanicole

1. La Regione Campania promuove attività e interventi di valorizzazione del patrimonio e delle filiere castanicole, volte in particolare:

a) all&rsquo

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5034418 6344027
Art. 6 - Attività di ricerca, informazione e formazione professionale

1. La Regione Campania promuove, anche attraverso l’impiego di risorse pubbliche, laddove disponibili, attività di ricerca, sperimentazione applicata, informazione e valorizzazione a favore della filiera casta

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5034418 6344028
Art. 7 - Castagneti da frutto localizzati in superfici forestali, nelle Aree protette e nei siti Natura 2000

1. Per i castagneti da frutto confinanti o inclusi in superfici forestali o rientranti nel perimetro delle Aree protette e della Rete Natura 2000 dovranno essere salvaguardate le funzioni bio-ecologiche che la coltura svolge.

2. I cedui castanili de

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5034418 6344029
Art. 8 - Sanzioni amministrative

N1

1. Per le violazioni alle prescrizioni di cui al comma 1 dell'articolo 4 si applicano le sanzioni amministrative di cui all'articolo 47, comma 1, e alla Tabella B bis dell'Allegato C della legge regionale 7 maggio 1996, n. 11 (Modifiche ed integrazioni alla legge regionale 28 febbraio 1987, n. 13, concernente la delega in materia di economia, bonifica montana e difesa del suolo):

a) somma variabile dal doppio al quadruplo del valo

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
5034418 6344030
Art. 9 - Entrata in vigore

1. Il presente Regolamento è pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Campania ed entra in vigore il giorno successivo alla sua pubblicazione.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Finanza pubblica
  • Enti locali
  • Provvidenze
  • Pubblica Amministrazione
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Difesa suolo
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali

Lombardia: contributi per la manutenzione urgente del territorio a favore dei piccoli comuni

Previsti 2 mln di euro per il cofinanziamento di interventi di manutenzione urgente presentati dai piccoli Comuni lombardi e dalle Unioni di Comuni, con particolare riferimento alla messa in sicurezza del territorio ed alla manutenzione delle strutture e fabbricati pubblici. Gli interventi ammessi al finanziamento regionale dovranno essere realizzati e rendicontati secondo il modulo allegato all'invito entro il 15/12/2019.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Agricoltura e Foreste
  • Difesa suolo
  • Provvidenze
  • Finanza pubblica

Toscana: contributi per interventi di prevenzione del dissesto idrogeologico

Dalla Regione Toscana 5 milioni di euro destinati al sostegno di investimenti in azioni di prevenzione volte a ridurre le conseguenze di probabili calamità naturali, avversità atmosferiche ed eventi catastrofici. Il contributo concedibile è pari all'80% della spesa prevista a progetto per le aziende agricole e del 100% per gli enti pubblici o progetti collettivi. L’importo massimo di contributo erogabile è pari a 400 mila euro.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Enti locali
  • Beni culturali e paesaggio
  • Finanza pubblica
  • Provvidenze
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Pubblica Amministrazione

Lazio: valorizzazione del patrimonio culturale dei piccoli comuni

Il Bando regionale prevede la concessione di 2.000.000 € di contributi nel triennio 2019-2021 destinati alla riqualificazione di spazi, strutture e beni di valore storico e simbolico per i piccoli comuni del Lazio. I comuni potranno presentare proposte di intervento per contributi in conto capitale fino a 40 mila euro da assegnare in base a specifici criteri di priorità.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Provvidenze
  • Enti locali
  • Amianto - Dismissione e bonifica
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Finanza pubblica
  • Pubblica Amministrazione

Piemonte: 2 milioni di euro per la rimozione dell’amianto dagli edifici pubblici

Il bando è aperto ai Comuni piemontesi, e prevede la disponibilità di oltre 2 milioni di euro. Le risorse saranno assegnate per contribuire alla bonifica, mediante rimozione, di edifici e strutture di proprietà comunale con manufatti contenenti amianto. Gli interventi dovranno essere realizzati dai Comuni beneficiari del contributo entro il 30/11/2020. Il finanziamento regionale coprirà il 100% dell'importo netto dei costi di bonifica e dei costi per il ripristino, strettamente conseguenti alla rimozione dei manufatti contenenti amianto, oltre all'importo netto degli oneri per la sicurezza.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Provvidenze
  • Beni culturali e paesaggio
  • Enti locali
  • Aree urbane
  • Pianificazione del territorio
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Pubblica Amministrazione
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Urbanistica
  • Finanza pubblica

Fondo per l’attuazione del programma straordinario di intervento per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie

La Presidenza del Consiglio dei Ministri ha approvato il bando con il quale sono definite le modalità e la procedura di presentazione dei progetti per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie delle città metropolitane, dei comuni capoluogo di provincia e della città di Aosta. AGGIORNAMENTO: modificate le percentuali di erogazione dei finanziamenti.
A cura di:
  • Roberto Gallia
  • Informatica
  • Procedimenti amministrativi
  • Pubblica Amministrazione
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Impatto ambientale - Autorizzazioni e procedure

Lombardia: fine fase sperimentale app "Aua Point" per comunicazione scarichi ed emissioni

  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Tutela ambientale
  • Energia e risparmio energetico
  • Trasporti

Adozione nuovi PUMS secondo le linee guida di cui al D.M. 04/08/2017

  • Demanio idrico
  • Demanio
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Acque
  • Pubblica Amministrazione

Scadenza concessioni demaniali per finalità turistico-ricreative e varie