FAST FIND : GP4398

Sent.C. Stato 05/04/2000, n. 1948

47592 47592
1. Appalti oo.pp. - Gara - Offerta - Subappalto - Obbligo di indicazione subappaltatori - Ex art. 18, comma 3, punto 1), L. 1990 n. 55 - Modalità. 2. Appalti oo.pp. - Gara - Offerta - Subappalto - Affidamento a soggetto diverso da quello indicato nell'offerta - Condizioni ex art. 18, comma 3 ter, L. 1990 n. 55.
1. L'art. 18, 3° comma, punto 1) della L. 19 marzo 1990 n. 55 come modificato dall'art. 34 della L. 11 febbraio 1994 n. 109 stabilisce che le imprese concorrenti a gare d'appalto di opere pubbliche devono indicare nell'offerta i lavori o le parti di opere che intendono subappaltare ed i nominativi dei subappaltatori (da uno a sei) designati per l'esecuzione di quei lavori; e precisa che l'impresa qualora indichi un solo soggetto, deve presentare con la documentazione anche la certificazione attestante che quel subappaltatore possiede i requisiti indicati al n. 4 del predetto 3° comma. Questa norma deve essere interpretata nel senso che il "solo", unico soggetto, deve intendersi riferito ad ogni categoria di lavoro, anche se in realtà ai fini anzidetti l'impresa concorrente abbia indicato più soggetti, uno per ciascuna distinta categoria. 2. L'art. 18, comma 3 ter, L. 19 marzo 1990 n. 55 stabilisce che il subappalto - qualora sia accertata l'impossibilità di affidarlo ad uno dei soggetti indicati dall'appaltatore nell'offerta - può essere affidato, previa autorizzazione dell'Autorità per la vigilanza sui lavori pubblici, ad altri soggetti che possiedano requisiti di cui al comma 3, n.i 4) e 5) dello stesso art. 18. Questa norma consente in casi eccezionali di sostituire un soggetto indicato in sede di offerta con altro soggetto pur non indicato nella stessa sede ma idoneo all'esecuzione dei lavori subappaltati; la norma però non serve a sanare offerte erroneamente formulate.

Ved. C. Stato VI 21 maggio 1999 n. 140R.
[L. 19 marzo 1990 n. 55, art. 18, 3° comma, punto 1)R; L. 11 febbraio 1994 n. 109, art. 34]R [L. 19 marzo 1990 n. 55, art. 18, comma 3 ter e comma 3 n.i 4) e 5)]R

Dalla redazione

  • Finanza pubblica
  • Demanio
  • Opere idrauliche, acquedottistiche, marittime e lacuali
  • Provvidenze
  • Pubblica Amministrazione
  • Infrastrutture e opere pubbliche

Sardegna: contributi per la rimozione di posidonia dai litorali

La Regione Sardegna ha messo a disposizione dei Comuni costieri contributi destinati alle attività di gestione della posidonia depositata sui litorali finalizzata alla fruizione sostenibile del litorale ed al contrasto all’erosione costiera.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Fisco e Previdenza
  • Agevolazioni per interventi di risparmio energetico
  • Imposte sul reddito

Asseverazioni Ecobonus 110%, indicazioni per il Tecnico redattore

In questa scheda si riporta il modello di asseverazione a fine lavori - contenuto nel D.M. 06/08/2020, c.d. "Decreto Asseverazioni" - da compilare in relazione agli interventi di efficientamento energetico ammessi a usufruire del Super-Ecobonus 110%, corredato da note e indicazioni redazionali.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Impiantistica
  • Finanza pubblica
  • Provvidenze
  • Impianti di sollevamento e a fune

Veneto: bando di finanziamento impianti di risalita per l’anno 2020

La Regione Veneto ha approvato il bando relativo all'anno 2020 per il finanziamento di interventi sui nuovi impianti di risalita, o per l’ammodernamento di quelli esistenti, finalizzati allo sviluppo delle aree sciistiche interessate dagli eventi sportivi internazionali, con particolare riferimento alle Olimpiadi invernali Cortina-Milano 2026. I finanziamenti, che saranno erogati in conto capitale, ammontano a 11,7 milioni di euro, con un massimo di 4 milioni per ogni nuovo impianto e 500.000 euro per gli ammodernamenti.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Edilizia e immobili
  • Finanza pubblica
  • Provvidenze
  • Impianti sportivi

Abruzzo: contributi per interventi di impiantistica sportiva

Il bando della Regione Abruzzo, riservato ai Comuni, è finalizzato alla concessione di contributi in conto capitale per l’attuazione di interventi di impiantistica sportiva, ai sensi della L.R. 12/01/2018 n. 2. La dotazione finanziaria ammonta complessivamente a 3.950.000,00 euro da ripartire per il triennio 2020/2022. La scadenza delle domande, da far pervenire esclusivamente tramite P.E.C, è fissata al 02/11/2020.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Titoli abilitativi
  • Provvidenze
  • Edilizia e immobili
  • Finanza pubblica

Piemonte: 26 milioni per i costi dei titoli edilizi

Per favorire la ripartenza dell'attività edilizia a causa dell'emergenza da COVID-19, la Regione Piemonte ha stanziato per l'anno 2020 euro 26.000.000,00 in favore dei Comuni a copertura parziale o totale del contributo del costo di costruzione relativo al rilascio dei titoli abilitativi in edilizia, di cui all'articolo 16 del Testo Unico edilizia (D.P.R. 380/2001). Si tratta di contributi e fondo perduto e le relative domande dovranno essere presentate da professionisti abilitati per la presentazione di istanze edilizie, a nome e per conto di privati e imprese.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Tutela ambientale

Bando Horizon 2020 sul Green deal europeo

  • Efficienza e risparmio energetico
  • Energia e risparmio energetico

Impianti di riscaldamento e condizionamento - Sistemi di automazione e controllo

  • Energia e risparmio energetico
  • Efficienza e risparmio energetico

Punti di ricarica edifici non residenziali