FAST FIND : GP430

Sent.C. Cass. 26/01/1996, n. 590

43624 43624
1. Società di professionisti - Divieto ex art. 2 L. 1939 n. 1815 - Abrogazione - Limiti - Espletamento di pratica di condono edilizio - Contratto di affidamento ad Ente con propria personalità giuridica - Nullità.
1. Le disposizioni degli artt. 13 L. 2 maggio 1976 n. 183, 1 D.L. 30 gennaio 1979 n. 20, convertito con modificazioni dalla L. 31 marzo 1979 n. 92, 11 L. 12 febbraio 1981 n. 17, che consentono la costituzione di società per azioni aventi ad oggetto attività di progettazione di impianti industriali esercitata in forma industriale mediante una complessa attività tecnica ed amministrativa, ovvero attività di studi e progettazione che richiedono speciali competenze tecniche e scientifiche, hanno parzialmente abrogato solo il divieto contenuto nell'art. 2 L. 23 novembre 1939 n. 1815 e non anche le disposizioni inderogabili in materia di professioni intellettuali che sanciscono la responsabilità personale dei professionisti per i singoli atti che la legge ed i regolamenti professionali riservano loro in via esclusiva e che essi debbano, quindi, compiere personalmente od anche a mezzo di ausiliari da loro diretti e che sono state, anzi, recentemente riaffermate nella legge quadro in materia di lavori pubblici (art. 17 L. 11 febbraio 1994 n. 109) che esige che l'attività di progettazione ed i singoli progetti siano eseguiti (quando sono affidati ai privati) da uno o più professionisti iscritti negli appositi albi, nominativamente indicati e personalmente responsabili; conseguentemente, è nullo per contrasto col predetto principio inderogabile, il contratto che affida ad un Ente con autonoma personalità giuridica e, perciò, distinto dai singoli professionisti che ne sono soci, l'espletamento, ai sensi della L. 28 febbraio 1985 n. 47, di una pratica di condono edilizio, rientrando, queste, nell'ambito delle attività professionali degli ingegneri.

1. Ved. Cass. 10 giugno 1994 n. 5648 R (Sul divieto di costituzione di società di capitali con oggetto l'espletamento di professioni intellettuali protette).
Cod. civ. artt. 1418 e 2232; L. 24 giugno 1923 n. 1395, art. 7R; R.D. 23 ottobre 1925 n. 2537, artt. 51 e 52R; L. 23 novembre 1939 n. 1815, artt. 1 e 2R; L. 2 maggio 1976 n. 183, art. 13; D.L. 30 gennaio 1979 n. 20, art. 1; L. 31 marzo 1979 n. 92[R=L9279]; L. 12 febbraio 1981 n. 17, art. 11[R=L1781,A=11]

Dalla redazione

  • Agevolazioni
  • Edilizia e immobili
  • Finanza pubblica
  • Edilizia residenziale
  • Provvidenze

Finanziamenti per la rigenerazione urbana e la qualità dell'abitare

Con Decreto del Ministero delle infrastrutture e trasporti vengono stabiliti termini, contenuti e modalità di presentazione delle proposte per accedere ai finanziamenti finalizzati a riqualificare e incrementare il patrimonio destinato all'edilizia residenziale sociale, a rigenerare il tessuto socio-economico, a incrementare l'accessibilità, la sicurezza dei luoghi e la rifunzionalizzazione di spazi e immobili pubblici. Le risorse stanziate ammontano a 853,81 milioni di euro (dal 2020 al 2033).
A cura di:
  • Emanuela Greco
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Edilizia e immobili
  • Finanza pubblica
  • Provvidenze
  • Edilizia scolastica
  • Amianto - Dismissione e bonifica

Lombardia: 16 milioni per rimuovere l'amianto dalle scuole

Ammonta a 16 milioni la dotazione finanziaria del bando della Regione Lombardia per gli interventi di bonifica dell'amianto e ripristino negli edifici scolastici di proprietà degli enti locali. Gli interventi finalizzati alla rimozione dell'amianto dalle scuole e relative pertinenze devono avere un valore minimo di 50.000,00 euro e un valore massimo di 3.000.000 euro. Gli interventi saranno finanziati al 100% delle spese ammesse.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Impiantistica
  • Sicurezza
  • Barriere architettoniche
  • Edilizia e immobili
  • Finanza pubblica
  • Locali di pubblico spettacolo
  • Provvidenze

Sicilia: contributi per il miglioramento e la riqualificazione delle sale cinematografiche

L'Avviso pubblico disciplina la concessione di contributi a sostegno della realizzazione di progetti volti al miglioramento e alla qualificazione delle sale cinematografiche in Sicilia. La misura prevede 5 milioni di euro per la concessione di contributi a fondo perduto in una percentuale che varia dal 70 a 100% delle spese ritenute ammissibili.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Protezione civile
  • Fisco e Previdenza
  • Imposte sul reddito
  • Imprese
  • Strade, ferrovie, aeroporti e porti
  • Trasporti
  • Finanza pubblica
  • Edilizia e immobili
  • Calamità
  • Calamità/Terremoti
  • Provvidenze
  • Previdenza professionale

Le misure introdotte dal D.L. 104/2020 (c.d. “Decreto Agosto”)

Analisi delle disposizioni di interesse del settore tecnico contenute nel Decreto Agosto (D.L. 14/08/2020, n. 104, convertito in legge dalla L. 13/10/2020, n. 126), con rinvio ad approfondimenti sulle novità di maggiore rilievo.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Tutela ambientale
  • Inquinamento atmosferico

Finanziamento di interventi di riforestazione nelle città metropolitane

Con Decreto del Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare, vengono stabilite le modalità per la progettazione degli interventi e il riparto delle risorse per i finanziamenti del programma sperimentale per la creazione di foreste urbane e periurbane nelle città metropolitane. Le risorse stanziate ammontano a 15 milioni di euro per ciascuno degli anni 2020 e 2021.
A cura di:
  • Emanuela Greco
  • Disciplina economica dei contratti pubblici
  • Appalti e contratti pubblici

Accesso al Fondo per l'aggregazione degli acquisti di beni e servizi per l'anno 2020

  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Tutela ambientale

Bando Horizon 2020 sul Green deal europeo

  • Efficienza e risparmio energetico
  • Energia e risparmio energetico

Impianti di riscaldamento e condizionamento - Sistemi di automazione e controllo