FAST FIND : NR26972

Circ. Ass.R. Sicilia 27/10/2011

Disposizioni in materia di contenimento spesa locazioni passive.
Scarica il pdf completo
345433 633213
[Premessa]



IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
345433 633214
Punto 15) - Disposizioni sul contenimento per fitto locali con contratti di durata di anni sei.

A tale proposito, la scrivente Ragioneria generale, con direttiva prot. n. 53996 del 14 settembre 2011, in applicazione dell’assessoriale prot. n. 4976 del 18 agosto 2011, ha già disposto le opportune misure riguardanti il contenimento del fitto delle locazioni passive, con una riduzione del 15% - a far data dal 1° gennaio 2012 - dei contratti di locazione stipulati dall’Amministrazione regionale con privati, proprietari di immobili utilizzati ad uffici regionali.

Si è pertanto posto a carico degli uffici in indirizzo, presenti sul territorio, il compito di rinnovare alla scadenza contrattuale i contratti di locazione passiva stipulati dalle Amministrazioni usuarie per le proprie esigenze allocative con proprietari privati, per la durata di anni sei a fronte di una riduzione, a far data dal 1° gennaio 2012, per l’appunto, del 15% del canone annuo corrisposto.

Ciò posto, ove le parti interpellate non dovessero consentire alla riduzione del sopradetto 15% del canone, si è data l’indicazione di procedere, alla scadenza contrattuale, al recesso ed alla conseguente valutazione di situazioni allocative meno onerose per l’Amministrazione.

A completamento delle indicazioni fornite, si ritiene opportuno e conducente dettare ulteriori disposizioni nel caso di atto di rinuncia all’abbattimento del canone locativo, alla scadenza contrattuale e ciò nell’ottica di conseguire congrui risparmi.

Prima di addivenire alla ricerca di mercato per i locali da adibire a sedi di uffici regionali si dovrà preventivamente procedere a cura degli uffici in indirizzo, ad effettuare le debite verifiche sui beni del demanio e patrimonio pubblico regionale e sui cespiti confiscati alla criminalità organizzata nonché successivamente su quelli di proprietà comunale e/o provinciale con le modalità di comodato d’uso gratuito anche in regime di reciprocità ex art.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
345433 633215
Punto 18) - Disposizioni in materia di razionalizzazione degli spazi.

Alla luce della disposizione contenuta al punto 18) di cui alla sopra richiamata nota n. 4976 del 18 agosto 2011, afferente la razionalizzazione degli spazi, il sig. Assessore ha costituito apposito tavolo tecnico con decreto n. 52 del 19 settembre 201

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Compravendita e locazione
  • Edilizia residenziale
  • Provvidenze
  • Edilizia e immobili
  • Finanza pubblica

Lombardia: interventi volti alla realizzazione di nuova edilizia residenziale sociale

A cura di:
  • Anna Petricca
  • Fisco e Previdenza
  • Compravendite e locazioni immobiliari
  • Compravendita e locazione
  • Edilizia e immobili
  • Imposte sul reddito

Caratteristiche e disciplina delle locazioni brevi

A cura di:
  • Emanuela Greco
  • Compravendite e locazioni immobiliari
  • Compravendita e locazione
  • Imposte sul reddito
  • Edilizia e immobili
  • Fisco e Previdenza

La Cedolare secca sui contratti di locazione

PREMESSA E QUADRO NORMATIVO; NATURA, PRESUPPOSTI E AMBITO DI APPLICAZIONE (Natura della Cedolare secca; Tributi sostituiti dalla Cedolare secca; Ambito soggettivo e oggettivo di applicazione; Applicazione in relazione ad uno solo dei comproprietari/contitolari; Precisazioni sulla figura del conduttore; Unità immobiliari di proprietà condominiale; Contratti di durata inferiore a 30 giorni nell’anno; Locazione di più immobili con lo stesso contratto; Locazione di solo una o più porzioni di unità abitative; Applicazione alle pertinenze; Sublocazioni, immobili all’estero e terreni; Locazioni concluse tramite agenzie immobiliari) - ALIQUOTE DELLA CEDOLARE SECCA (Aliquota ordinaria; Aliquota ridotta) - ESERCIZIO DELL’OPZIONE ED EVENTUALE REVOCA, CONSEGUENZE (Esercizio dell’opzione per la Cedolare secca ed eventuale revoca; Comunicazione preventiva al conduttore e rinuncia agli aggiornamenti del canone; Effetti dell’opzione ed ipotesi di pluralità di locatori) - CALCOLI DI CONVENIENZA (Variabili da considerare; Esempio pratico; Calcolo del reddito ai fini di benefici fiscali in caso di Cedolare secca; Cedolare secca e applicazione di altre detrazioni e deduzioni fiscali) - CASI PARTICOLARI CHIARITI DALL’AGENZIA DELLE ENTRATE (Trasferimento di immobile locato in ipotesi di successione, donazione o cessione; Comproprietario non risultante dal contratto di locazione).
A cura di:
  • Stefano Baruzzi
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Istat
  • Compravendita e locazione
  • Indici, tassi e costi di costruzione
  • Edilizia e immobili

Determinazione del canone di locazione immobiliare e aggiornamento con Indici ISTAT

NORMATIVA DI RIFERIMENTO - DETERMINAZIONE DEL CANONE PER LE LOCAZIONI (Locazioni abitative a equo canone; Locazioni abitative non a equo canone; Locazioni commerciali (uso diverso da abitativo)) - AGGIORNAMENTO DEL CANONE IN BASE AGLI INDICI ISTAT (Locazioni abitative con equo canone; Locazioni commerciali e locazioni abitative non ad equo canone; Blocco adeguamento canoni per gli immobili in uso alla P.A. per fini istituzionali).
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Edilizia e immobili
  • Compravendita e locazione

La disciplina dei contratti di locazione a canone concordato ai sensi della L. 431/1998

PREMESSA - I CONTRATTI A CANONE CONCORDATO AI SENSI DELLA L. 431/1998 (Condizioni per la stipula dei contratti agevolati, transitori e per studenti universitari; Criteri per la determinazione del canone di locazione nella contrattazione territoriale; Condizioni e modalità per la stipula di contratti di locazione di natura transitoria; Condizioni e modalità per la stipula di contratti di locazione per studenti universitari; Indicazioni per i contratti da stipularsi in assenza degli accordi locali) - AGEVOLAZIONI FISCALI (Determinazione del reddito imponibile nei contratti di locazione; Riduzione del reddito imponibile per i contratti stipulati ai sensi del D.M. 16/01/2017; Riduzione dell’aliquota in caso di opzione per la c.d. “cedolare secca”; Riduzione delle imposte d’atto; Riduzione dell’aliquota IMU e TASI; Detrazioni per i conduttori; Necessità dell’attestazione ai fini delle agevolazioni fiscali).
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica