FAST FIND : NR9992

L.R. Marche 11/12/2001, n. 32

Sistema regionale di protezione civile.
Testo coordinato con le modifiche introdotte da:
- L.R. 09/03/2020, n. 11
- L.R. 30/12/2019, n. 43
- L.R. 03/04/2015, n. 13
- L.R. 31/10/2011, n. 20
- Regolamento 04/12/2004, n. 11
Scarica il pdf completo
27148 6241659
Art. 1 - (Disposizioni generali)

1. La presente legge disciplina il sistema regionale di protezione civile.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
27148 6241660
Art. 2 - (Tipologia degli eventi calamitosi)

1. Ai fini dello svolgimento degli interventi di protezione civile, gli eventi si distinguono in:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
27148 6241661
Art. 3 - (Funzioni della Regione)

1. Nell'ambito del sistema regionale di protezione civile, la Regione svolge le funzioni di cui ai successivi articoli.

2. Nell'esercizio di tali funzioni, la Regione:

a) instaura un costante rapporto di collaborazione con le Amministrazioni dello Stato, con le altre Regioni, con gli Enti locali e con ogni altro ente, istituzione ed organizzazione pubblica o privata operante con finalità di protezione civile;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
27148 6241662
Art. 4 - Attività regionali)

1. La Regione esplica le proprie funzioni per:

a) la previsione e la prevenzione delle varie ipotesi di rischio;

b) il coordinamento degli interventi urgenti in caso di crisi determinata dal verificarsi, o dall'imminenza del verificarsi, di eventi naturali o connessi con le attività dell'uomo che per loro natura o estensione comportano l'intervento coordinato di più enti o amministrazioni competenti in via ordinaria;

c) il concorso, la collaborazione ed il raccordo rispettivamente con gli organi centrali e periferici dello S

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
27148 6241663
Art. 5 - (Programmi regionali di previsione e prevenzione)

1. Tutti i piani regionali previsti dalla normativa vigente e aventi aspetti interessanti la protezione civile devono contenere disposizioni in ordine alla previsione e prevenzione delle ipotesi di rischio nel territorio regionale, denominate programmi di previsione e prevenzione. Essi sono predisposti secondo le procedure e le competenze previste nelle leggi di riferimento, previa intesa con la struttura di cui all'articolo 9.

2. I programmi di previsione e prevenzione

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
27148 6241664
Art. 6 - (Piani operativi regionali per gli interventi di emergenza)

1. La Giunta regionale, in relazione alle specifiche ipotesi di rischio, approva i piani operativi regionali per gli interventi di emergenza, per fronteggiare gli eventi di cui all'articolo 2, comma 1, lette

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
27148 6241665
Art. 7 - (Competenze del Presidente della Giunta regionale per gli interventi di emergenza)

1. In caso di crisi determinata dal verificarsi o dall'imminenza di eventi calamitosi comportanti l'azione coordinata di più enti o amministrazioni competenti in via ordinaria, il Presidente della Giunta regionale coordina l'attuazione degli interventi urgenti da parte dei soggetti preposti, avvalendosi anche del Corpo nazionale dei Vigili del Fuoco. In relazione alla gravi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
27148 6241666
Art. 8 - (Rilevazione sistematica dei danni)

1. La Giunta regionale provvede alla delimitazione degli ambiti territoriali danneggiati entro trenta giorni dal verificarsi di

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
27148 6241667
Art. 9 - (Struttura regionale di protezione civile)

1. La Regione, per lo svolgimento degli interventi di protezione civile, si dota di una apposita struttura posta alle dirette dipendenze del Presidente della Giunta regionale, organizzata in modo da garantire un adeguato raccordo con gli analoghi organismi costituiti a livello internazionale, comunitario, nazionale e locale, nonché la piena operatività del personale, dei mezzi e delle attrezzature senza soluzione di continuità.

2. La struttura r

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
27148 6241668
Art. 10 - (Sala operativa unificata permanente e centro operativo regionale)

1. La struttura di cui all'articolo 9 è dotata di una Sala operativa unificata permanente (SOUP), presidiata in forma continuativa da personale della Regione o di altri enti pubblici, o delle organizzazioni di volontariato, anche mediante forme di collaborazione o convenzionamento.

2. La SOUP è il luogo in cui confluiscono tutte le funzioni di controllo del territorio regionale e le informazioni generali concernenti la sicurezza delle persone e la tutela dei beni, delle infrastrutture e dei servizi di rilevante interesse per la popolazione. Essa ha il compito di:

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
27148 6241669
Art. 11 - (Comitato regionale di protezione civile)

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
27148 6241670
Art. 12 - (Funzioni delle Province)

1. Le Province assicurano nell'ambito del proprio territorio lo svolgimento dei seguenti compiti:

a) rilevazione, raccolta, elaborazione ed aggiornamento dei dati di rischio, sia per la predisposizione dei programmi di previsione e prevenzione propri, di quelli dei Comuni, e sia al fine di metterli a disposizione della struttura regionale competente per l'elaborazione e l'aggiornamento degli analoghi programmi regionali;

b) attuazione, in ambito provinciale, delle attività di previsione e degli interventi di prevenzione dei rischi individuati dai programmi e piani regionali, compresa l'adozione dei connessi provvedimenti amministrativi;

c) predispos

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
27148 6241671
Art. 13 - (Funzioni delle Comunità montane)

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
27148 6241672
Art. 14 - (Funzioni dei Comuni)

1. I Comuni svolgono i seguenti compiti:

a) raccolta dei dati utili per l'elaborazione del piano comunale di previsione e prevenzione e per la predisposizione e l'aggiornamento dei piani regionali e provinciali;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
27148 6241673
Art. 15 - (Funzioni del Sindaco)

1. Il Sindaco, quale autorità comunale di protezione civile, assume, al verificarsi o ne

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
27148 6241674
Art. 16 - (Volontariato)

1. Le organizzazioni del volontariato costituiscono parte integrante del sistema regionale di protezione civile. La Regione favorisce la loro partecipazione alle attività di predisposizio

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
27148 6241675
Art. 17 - (Norme finanziarie)

1. Per le finalità della presente legge è istituito a decorrere dall'anno 2002 il fondo regionale per la protezione civile con la dotazione per il medesimo anno di euro 774.685,35 di cui euro 516.456,90 per le spese di parte corrente ed euro 258.228,45 per spese in conto capitale; per gli anni successivi la dotazione del fondo sarà stabilita con le leggi di

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
27148 6241676
Art. 18 - (Abrogazione e norme transitorie)

1. La l.r. 28 marzo 1996, n. 11 è abrogata.

2. Fino alla costituzione dei Comitati di cui agli articoli 11 e 12, comma 5, continua

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Calamità/Terremoti
  • Protezione civile

Coronavirus (Covid-19) - Tutti i provvedimenti

Tutti i provvedimenti emanati per fronteggiare l’emergenza sanitaria (Coronavirus Covid-19): STATO DI EMERGENZA - DECRETI LEGGE - DECRETI E DELIBERE DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO - ORDINANZE DI PROTEZIONE CIVILE - ORDINANZE DEL MINISTERO DELLA SALUTE - PROVVEDIMENTI DEL MINISTERO DELL’ECONOMIA E FINANZE - PROVVEDIMENTI DEL MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO - PROVVEDIMENTI DELL’ANAC.
  • Terremoto Centro Italia 2016
  • Calamità/Terremoti
  • Ordinamento giuridico e processuale
  • Imposte indirette
  • Imposte sul reddito
  • Fisco e Previdenza
  • Protezione civile
  • Pubblica Amministrazione
  • Lavoro e pensioni

Sisma centro Italia 2016: scadenzario sospensione dei termini per adempimenti tributari, previdenziali e vari

Catasto dei rifiuti, comunicazioni ambientali e MUD - Rate mutui, finanziamenti e contratti di leasing - Sospensione pagamento utenze e fatture varie - Esenzione imposta di bollo istanze verso la P.A. - Sospensione termini adempimenti contributivi e assicurativi - Sospensione atti di pagamento e riscossione - Sospensione versamenti e adempimenti tributari - Sospensione versamenti sostituti d’imposta - Sospensione dei termini processuali - Obblighi di pubblicazione in materia di anticorruzione e trasparenza - Adempimenti connessi alle attività dell'ISTAT.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Protezione civile
  • Finanza pubblica
  • Imprese
  • Calamità
  • Calamità/Terremoti
  • Provvidenze
  • Terremoto Centro Italia 2016

Umbria: sostegno alle imprese danneggiate dagli eventi sismici

L'avviso prevede il finanziamento degli investimenti delle imprese di tutti i settori produttivi ubicate o che si localizzano in uno dei Comuni umbri maggiormente colpiti dagli eventi sismici del 2016-2017. La dotazione prevista ammonta a 4 milioni e 900 mila euro. I contributi sono a fondo perduto e l’importo minimo è pari a euro 20.000,00 mentre l’importo massimo è pari ad euro 1.500.000,00.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Finanza pubblica
  • Imprese
  • Calamità
  • Calamità/Terremoti
  • Provvidenze
  • Protezione civile
  • Terremoto Centro Italia 2016

Contributi per le imprese dei territori del centro Italia colpiti dagli eventi sismici del 2016 e 2017

Concessione di contributi in favore delle imprese localizzate nelle regioni Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria colpite dagli eventi sismici del 2016 e del 2017. Le agevolazioni, quantificate in 33 milioni di euro per l'anno 2017, 13 milioni di euro per l'anno 2018 e 5 milioni di euro per l’anno 2019, sono finalizzate alla prosecuzione dell’attività ed alla ripresa produttiva delle imprese.
A cura di:
  • Emanuela Greco
  • Protezione civile
  • Provvidenze
  • Calamità
  • Calamità/Terremoti
  • Terremoto Centro Italia 2016
  • Finanza pubblica
  • Imprese

Contributi INAIL per la messa in sicurezza di immobili produttivi colpiti dagli eventi sismici del 2016

La misura è finalizzata ad assicurare la ripresa e lo sviluppo delle attività economiche in condizioni di sicurezza per i lavoratori nei comuni delle regioni Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria colpiti dagli eventi sismici del 2016. La dotazione finanziaria complessiva è pari a 30 milioni di euro ed è destinata dall'INAIL al finanziamento dei progetti di investimento e formazione in materia di salute e sicurezza sul lavoro.
A cura di:
  • Emanuela Greco
  • Terremoto Centro Italia 2016
  • Calamità/Terremoti
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Edilizia e immobili
  • Costruzioni in zone sismiche
  • Protezione civile
  • Norme tecniche

Contributi per la ripresa delle attività economiche e produttive nei territori colpiti dal sisma a far data dal 24/08/2016

  • Terremoto Centro Italia 2016
  • Calamità/Terremoti
  • Finanza pubblica
  • Calamità
  • Protezione civile
  • Imprese
  • Provvidenze

Esenzione Imposta di bollo istanze verso la P.A. comuni colpiti dal sisma 2016

  • Imprese
  • Calamità
  • Calamità/Terremoti
  • Finanza pubblica
  • Protezione civile
  • Terremoto Centro Italia 2016
  • Provvidenze

Termini di pagamento utenze e fatture varie comuni colpiti dal sisma di agosto 2016 (soggetti con fabbricato inagibile)

  • Terremoto Ischia 2017
  • Protezione civile
  • Calamità/Terremoti

Sospensione rate mutui nei Comuni di Ischia colpiti dal sisma dell’agosto 2017