FAST FIND : AR797

Ultimo aggiornamento
13/09/2013

Le nuove sfide per il governo delle città

Tra le modifiche apportate al cd "Decreto Fare" dalla legge di conversione, rileva la possibilità di utilizzare, per attuare i progetti predisposti dai Comuni per il Piano nazionale delle città, la disponibilità finanziaria dei programmi cofinanziati dai fondi strutturali europei 2007-2013 relativi ad assi territoriali o urbani; anticipazione, di fatto, delle risorse che verranno dedicate nel prossimo periodo di programmazione 2014-2020. E’ bene ricordare che, per non sprecare le possibilità che offrono queste norme, si renderà necessario prestare la dovuta attenzione ai cambiamenti in atto, sociali ed economici, che richiedono nuove capacità di orientamento e di scelta nel governo delle città.
A cura di:
  • Roberto Gallia

Dalla redazione

  • Aree urbane
  • Urbanistica

Il futuro delle città: politiche urbane in ordine sparso

Gli scenari sul futuro delle città, confermati dalle tendenze del mercato delle costruzioni sostenuto dalla riqualificazione dell’edilizia residenziale e dalla realizzazione delle infrastrutture di interesse locale, concordano su un arresto dell’espansione e su una rigenerazione urbana fondata, oltre che sulla riqualificazione fisica degli immobili, sull’implementazione dei servizi che consentano di migliorare la qualità della vita dei residenti e creare un clima favorevole allo sviluppo delle attività imprenditoriali. Tuttavia la politica sembra ignorare queste indicazioni e, in luogo di elaborare e proporre strategie in grado di incidere sulle dinamiche in atto, propone iniziative episodiche e non coordinate fra loro.
A cura di:
  • Roberto Gallia
  • Finanza pubblica
  • Appalti e contratti pubblici

Il contratto di disponibilità, questo sconosciuto

La riduzione delle risorse finanziarie destinate alle infrastrutture comprime ulteriormente la capacità delle Amministrazioni locali di offrire un livello adeguato di servizi pubblici dedicati alle famiglie e alle imprese. Le crescenti difficoltà possono essere attenuate effettuando le verifiche ed i controlli sul buon uso delle risorse disponibili. Tuttavia, solo perseguendo nuove strade è possibile mantenere livelli essenziali di prestazioni. In particolare, in questa fase, si chiede ai tecnici ed agli amministratori di utilizzare consapevolmente gli strumenti che, pur introdotti da tempo nel nostro ordinamento, non risultano ancora metabolizzati nella corrente amministrazione, nonostante abbiano già dimostrato di essere in grado di consentire un adeguato mantenimento delle dotazioni infrastrutturali con il ricorso a procedure di evidenza pubblica per sollecitare formule di partenariato pubblico-privato fondate non su fittizie rendite finanziarie bensì sulle opportunità delle imprese di fornire direttamente servizi di interesse pubblico.
A cura di:
  • Roberto Gallia
  • Appalti e contratti pubblici
  • Partenariato pubblico privato
  • Finanza pubblica

Contratti pubblici: spendere meno o spendere meglio?

La revisione della spesa pubblica «la cd spending review» ha imboccato la facile strada di ridurre la disponibilità dei finanziamenti pubblici, lasciando in secondo piano la più impegnativa possibilità di controllare il buon uso delle risorse disponibili. Contemporaneamente l’approvazione del Piano città e l’avvio del periodo 2014-2020 della programmazione dei fondi strutturali offrono l’occasione per ricordare le modifiche introdotte nell’ultimo anno al Codice dei contratti pubblici con l’obiettivo di agevolare l’attrazione di capitali privati che dovrebbero surrogare i tagli ai bilanci pubblici.
A cura di:
  • Roberto Gallia
  • Pianificazione del territorio
  • Urbanistica

Standard urbanistici, dotazioni territoriali, regolamento edilizio unico nazionale

Non è stato ancora prodotto il regolamento edilizio unico nazionale, annunciato entro novembre 2015, ma nelle more sono state diffuse 42 definizioni tecniche, che comprendono anche le “dotazioni territoriali” che sembra debbano sostituire gli “standard urbanistici”. L’argomento meriterebbe una attenzione maggiore di una estemporanea innovazione, poiché riguarda il governo delle città nel rilevante aspetto della dotazione di servizi, finalizzati all’innalzamento della qualità della vita dei residenti e alla creazione di un contesto favorevole all’insediamento ed allo sviluppo di impresa.
A cura di:
  • Roberto Gallia
  • Pianificazione del territorio
  • Urbanistica

Politiche territoriali e trasformazioni urbane: quale futuro?

A fine luglio il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti ha presentato il progetto di legge «Princìpi in materia di politiche pubbliche territoriali e trasformazione urbana». La prima settimana di agosto il Senato della Repubblica ha approvato, in prima lettura, il disegno di legge che modifica la Costituzione in vari punti, compresa la ripartizione delle competenze tra lo Stato e le Regioni nelle varie materie che concorrono a definire le politiche territoriali. Nello stesso periodo è stato annunciato il provvedimento “Sblocca Italia”, che comprende anche interventi per accelerare la realizzazione delle infrastrutture e per semplificare (ancora una volta) le autorizzazioni edilizie. C’è da chiedersi se, per conseguire effettivamente gli obiettivi dichiarati, il coordinamento dei provvedimenti lo debbano fare i cittadini e/o i professionisti.
A cura di:
  • Roberto Gallia

Dalle Aziende

  • Edilizia e immobili
  • Alberghi e strutture ricettive
  • Edilizia scolastica
  • Impianti sportivi
  • Locali di pubblico spettacolo
  • Edilizia residenziale
  • Edifici di culto
  • Edilizia penitenziaria
  • Condominio

Forme armoniose e superfici inedite per il nuovo Cantiere Rossini di Pesaro rivestito con alluminio PREFA

Il lattoniere Jürgen Niederfriniger si è occupato della realizzazione della facciata dell’hangar di manutenzione che si trova nel nuovo porto di Pesaro di recente ristrutturazione, mettendo d’accordo investitori e architetti.
  • Catasto e registri immobiliari
  • Edilizia e immobili

ACTAGEST Contabilità – Il software per la contabilità di chi opera per progetti, pratiche e commesse

I moduli e le funzioni di ACTAGEST Contabilità, una delle dieci soluzioni che compongono ACTAGEST, il sistema di gestione modulare per professionisti, società ed enti che operano per progetti, pratiche e commesse.

FaTA Next . La soluzione per il calcolo strutturale

FaTA Next è il software ideale per chi cerca versatilità e potenza nello stesso ambiente. Esso consente di affrontare diverse problematiche: dal semplice edificio in c.a. ad analisi più complesse riguardanti analisi non lineari, dispositivi antisismici e gli effetti del degrado strutturale.
  • Costruzioni
  • Costruzioni in zone sismiche
  • Informatica
  • Norme tecniche

Nasce IperWall BIM: nuovo software per il calcolo non lineare di strutture in murature e miste.

IperWall BIM è il primo software per le murature con un’architettura multipiattaforma.
  • Impiantistica
  • Impianti alimentati da fonti rinnovabili
  • Impianti di riscaldamento e condizionamento
  • Impianti elettrici

Configuratore Contact Italia: dimensiona la corretta struttura di montaggio di un impianto fotovoltaico

Un configuratore progettato per schierarsi dalla parte dei professionisti del fotovoltaico.In pochi click ottieni la distinta base, dettagliata di tutto quanto necessario al montaggio dei moduli fotovoltaici su tetti e superfici di ogni genere e dimensione.
  • Edilizia e immobili
  • Materiali e prodotti da costruzione
  • Alberghi e strutture ricettive
  • Agevolazioni
  • Norme tecniche

Isolamento interno, non sempre l’umidità è un pericolo

Al contrario delle soluzioni isolanti che necessitano di barriera al vapore, B/ISOLA permette di isolare termicamente gli edifici dall’interno mantenendo la traspirabilità delle pareti agendo da regolatore dell’umidità interna.
  • Norme tecniche
  • Informatica
  • Costruzioni in zone sismiche

STS - Import da Revit® a CDB Win (Calcolo Paratie)

Nuova implementazione del workflow BIM all’interno del software CDB Win, per ottimizzare i tempi e la qualità di elaborazione del progetto di un’opera di sostegno del tipo a paratia.
  • Edilizia e immobili

Il cantiere al centro di SAIE 2022

L’innovazione incontra il sistema delle costruzioni nella storica fiera italiana di settore