FAST FIND : GP4378

Sent.C. Stato 20/03/2000, n. 1470

47572 47572
1. Appalti oo.pp. - Gara - Clausole del bando - Su offerte anomale - Contrastanti con art. 30, n. 4 Dir. 93/37/CEE - Deferimento alla Corte di giustizia.
1. Ai sensi dell'art. 177 del Trattato C.E., con riferimento all'art. 21, comma 1 bis, L. 11 febbraio 1994 n. 109 come modificato dalla L. 2 giugno 1995 n. 216, ed ai DD.MM. 28 aprile 1997 e 18 dicembre 1997 (ed anche alla prassi amministrativa), in materia di appalti di lavori pubblici devono essere sottoposte alla Corte di giustizia della Comunità europee le questioni pregiudiziali relative alla compatibilità con l'art. 30 n. 4 della Direttiva del Consiglio n. 93/37/C.E.E. delle seguenti clausole del bando di gara: a) clausole che escludono dalla gara le imprese che non abbiano presentato anche le giustificazioni del prezzo indicato nell'offerta, pari ad almeno il 75% del valore richiesto a base d'asta; b) clausole che prevedano un meccanismo di rilievo automatico della soglia di anomalia delle offerte da sottoporre a verifica di congruità, fondato su un criterio casistico ed una media aritmetica, tale che le imprese non possono conoscere preventivamente la soglia di anomalia; c) clausole che prevedano un contraddittorio anticipato, senza che l'impresa a cui è imputata la presentazione di un'offerta anomala sia sicura di poter fare valere le proprie ragioni dopo l'apertura delle buste e prima che venga adottato il provvedimento di esclusione; d) clausole secondo le quali l'Amministrazione appaltante può prendere in considerazione giustificazioni riguardanti esclusivamente l'economia del procedimento di costruzione o le soluzioni tecniche adottate o le condizioni eccezionalmente favorevoli di cui dispone l'impresa partecipante; e) clausole che richiedano giustificazioni fondate inderogabilmente su elementi i cui valori minimi sono rilevabili d'ufficio o sono stabiliti da disposizioni amministrative.


(Trattato C.E. L. 14 ottobre 1957 n. 1203, art. 177; Dir. 14 giugno 1993 n. 93/37/CEE, art. 30, n. 4; L. 11 febbraio 1994 n. 109, art. 21R, comma 1 bis come modificato da L. 2 giugno 1995 n. 216[R=L21695]; D.M. 28 aprile 1997[R=DM28A97]; D.M. 18 dicembre 1997)[R=DM18D97]

Dalla redazione

  • Finanza pubblica
  • Demanio
  • Opere idrauliche, acquedottistiche, marittime e lacuali
  • Provvidenze
  • Pubblica Amministrazione
  • Infrastrutture e opere pubbliche

Sardegna: contributi per la rimozione di posidonia dai litorali

La Regione Sardegna ha messo a disposizione dei Comuni costieri contributi destinati alle attività di gestione della posidonia depositata sui litorali finalizzata alla fruizione sostenibile del litorale ed al contrasto all’erosione costiera.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Fisco e Previdenza
  • Agevolazioni per interventi di risparmio energetico
  • Imposte sul reddito

Asseverazioni Ecobonus 110%, indicazioni per il Tecnico redattore

In questa scheda si riporta il modello di asseverazione a fine lavori - contenuto nel D.M. 06/08/2020, c.d. "Decreto Asseverazioni" - da compilare in relazione agli interventi di efficientamento energetico ammessi a usufruire del Super-Ecobonus 110%, corredato da note e indicazioni redazionali.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Impiantistica
  • Finanza pubblica
  • Provvidenze
  • Impianti di sollevamento e a fune

Veneto: bando di finanziamento impianti di risalita per l’anno 2020

La Regione Veneto ha approvato il bando relativo all'anno 2020 per il finanziamento di interventi sui nuovi impianti di risalita, o per l’ammodernamento di quelli esistenti, finalizzati allo sviluppo delle aree sciistiche interessate dagli eventi sportivi internazionali, con particolare riferimento alle Olimpiadi invernali Cortina-Milano 2026. I finanziamenti, che saranno erogati in conto capitale, ammontano a 11,7 milioni di euro, con un massimo di 4 milioni per ogni nuovo impianto e 500.000 euro per gli ammodernamenti.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Edilizia e immobili
  • Finanza pubblica
  • Provvidenze
  • Impianti sportivi

Abruzzo: contributi per interventi di impiantistica sportiva

Il bando della Regione Abruzzo, riservato ai Comuni, è finalizzato alla concessione di contributi in conto capitale per l’attuazione di interventi di impiantistica sportiva, ai sensi della L.R. 12/01/2018 n. 2. La dotazione finanziaria ammonta complessivamente a 3.950.000,00 euro da ripartire per il triennio 2020/2022. La scadenza delle domande, da far pervenire esclusivamente tramite P.E.C, è fissata al 02/11/2020.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Titoli abilitativi
  • Provvidenze
  • Edilizia e immobili
  • Finanza pubblica

Piemonte: 26 milioni per i costi dei titoli edilizi

Per favorire la ripartenza dell'attività edilizia a causa dell'emergenza da COVID-19, la Regione Piemonte ha stanziato per l'anno 2020 euro 26.000.000,00 in favore dei Comuni a copertura parziale o totale del contributo del costo di costruzione relativo al rilascio dei titoli abilitativi in edilizia, di cui all'articolo 16 del Testo Unico edilizia (D.P.R. 380/2001). Si tratta di contributi e fondo perduto e le relative domande dovranno essere presentate da professionisti abilitati per la presentazione di istanze edilizie, a nome e per conto di privati e imprese.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Tutela ambientale

Bando Horizon 2020 sul Green deal europeo

  • Efficienza e risparmio energetico
  • Energia e risparmio energetico

Impianti di riscaldamento e condizionamento - Sistemi di automazione e controllo

  • Energia e risparmio energetico
  • Efficienza e risparmio energetico

Punti di ricarica edifici non residenziali