FAST FIND : GP3994

Sent.C. Stato 05/07/1999, n. 1173

47188 47188
1. Appalti oo.pp. - Gare - Offerte anomale - Valutazione - Eventuale contrasto art. 21, comma 1 bis, L. Merloni con art. 30 n. 4 Dir. 93/37/CEE - Competenza Corte di giustizia CEE.
1. L'art. 21, comma 1 bis, L. 11 febbraio 1994 n. 109 prevede, riguardo alle offerte anomale in una gara d'appalto di opere pubbliche: a) l'esclusione delle imprese che non abbiano corredato le proprie offerte con giustificazioni del prezzo indicato pari ad almeno il 75% del valore richiesto a base d'asta; b) un meccanismo di rilievo automatico della soglia di anomalia delle offerte da sottoporre a verifica di congruità fondato su un criterio casistico ed una media aritmetica tale da non consentire agli imprenditori di conoscere preventivamente tale soglia; c) un contraddittorio anticipato, senza che l'impresa cui è imputata la presentazione di un'offerta anomala abbia la certezza di poter far valere le sue ragioni dopo l'apertura delle buste e prima dell'adozione del provvedimento di esclusione; d) la valutabilità di giustificazioni concernenti esclusivamente l'economia del procedimento di costruzione o le soluzioni tecniche adottate o le condizioni eccezionalmente favorevoli di cui dispone l'offerente; e) l'esclusione di giustificazioni relative ad elementi i cui valori minimi sono rilevabili da listini ufficiali. La verifica dell'eventuale contrasto di dette disposizioni con l'art. 30 n. 4 della Direttiva 14 giugno 1993 n. 93/37/CEE va sottoposta, ai sensi dell'art. 177 del Trattato C.E.E. 14 ottobre 1957 n. 1203 alla Corte di giustizia della Comunità europea.

1a. (GARE OFAN.2/1) Sulle offerte anomale e l'art. 21 comma 1 bis, della L. 11 febbraio 1994 n. 109R ved. C. Stato VI 26 maggio 1999 n. 695R e Csi 25 marzo 1999 n. 114R.
(Trattato CEE 14 ottobre 1957 n. 1203, art. 177; Direttiva 14 giugno 1993 n. 93/37/CEE, art. 30 n. 4; L. 11 febbraio 1994 n. 109, art. 21, comma 1 bis)R

Dalla redazione

  • Provvidenze
  • Impresa, mercato e concorrenza
  • Finanza pubblica
  • Imprese

Emilia Romagna: sostegno allo sviluppo delle infrastrutture per la competitività e per il territorio

Al via il bando della Regione Emilia-Romagna rivolto a imprese e laboratori invitati a presentare progetti per il rafforzamento delle infrastrutture di ricerca a sostegno della competitività e dello sviluppo territoriale. Al finanziamento del presente bando sono destinati complessivamente euro 1.290.000 per l'annualità 2021 ed euro 1.000.000,00 per l'annualità 2022. Il contributo della Regione coprirà fino all’80% dell’investimento proposto, per un massimo di 1 milione di euro.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Finanza pubblica
  • Demanio
  • Opere idrauliche, acquedottistiche, marittime e lacuali
  • Provvidenze
  • Pubblica Amministrazione
  • Infrastrutture e opere pubbliche

Sardegna: contributi per la rimozione di posidonia dai litorali

La Regione Sardegna ha messo a disposizione dei Comuni costieri contributi destinati alle attività di gestione della posidonia depositata sui litorali finalizzata alla fruizione sostenibile del litorale ed al contrasto all’erosione costiera.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Fisco e Previdenza
  • Agevolazioni per interventi di risparmio energetico
  • Imposte sul reddito

Asseverazioni Ecobonus 110%, indicazioni per il Tecnico redattore

In questa scheda si riporta il modello di asseverazione a fine lavori - contenuto nel D.M. 06/08/2020, c.d. "Decreto Asseverazioni" - da compilare in relazione agli interventi di efficientamento energetico ammessi a usufruire del Super-Ecobonus 110%, corredato da note e indicazioni redazionali.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Impiantistica
  • Finanza pubblica
  • Provvidenze
  • Impianti di sollevamento e a fune

Veneto: bando di finanziamento impianti di risalita per l’anno 2020

La Regione Veneto ha approvato il bando relativo all'anno 2020 per il finanziamento di interventi sui nuovi impianti di risalita, o per l’ammodernamento di quelli esistenti, finalizzati allo sviluppo delle aree sciistiche interessate dagli eventi sportivi internazionali, con particolare riferimento alle Olimpiadi invernali Cortina-Milano 2026. I finanziamenti, che saranno erogati in conto capitale, ammontano a 11,7 milioni di euro, con un massimo di 4 milioni per ogni nuovo impianto e 500.000 euro per gli ammodernamenti.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Edilizia e immobili
  • Finanza pubblica
  • Provvidenze
  • Impianti sportivi

Abruzzo: contributi per interventi di impiantistica sportiva

Il bando della Regione Abruzzo, riservato ai Comuni, è finalizzato alla concessione di contributi in conto capitale per l’attuazione di interventi di impiantistica sportiva, ai sensi della L.R. 12/01/2018 n. 2. La dotazione finanziaria ammonta complessivamente a 3.950.000,00 euro da ripartire per il triennio 2020/2022. La scadenza delle domande, da far pervenire esclusivamente tramite P.E.C, è fissata al 02/11/2020.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Disciplina economica dei contratti pubblici
  • Appalti e contratti pubblici

Accesso al Fondo per l'aggregazione degli acquisti di beni e servizi per l'anno 2020

  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Tutela ambientale

Bando Horizon 2020 sul Green deal europeo

  • Efficienza e risparmio energetico
  • Energia e risparmio energetico

Impianti di riscaldamento e condizionamento - Sistemi di automazione e controllo