FAST FIND : AR1390

Ultimo aggiornamento
17/07/2019

Accesso civico generalizzato (FOIA), disciplina e indicazioni operative per enti e P.A.

ACCESSO AGLI ATTI E ACCESSO CIVICO (Normativa di riferimento; Differenze) - INDICAZIONI PROCEDURALI PER ENTI E P.A. (Indicazioni generali; Modalità di presentazione della richiesta; Uffici competenti; Tempi e termini della decisione; Controinteressati; Gestione delle richieste di accesso - Dinieghi; Richieste massive o manifestamente irragionevoli; Soluzioni tecnico-organizzative) - IL FOIA NELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E NELL’ESECUZIONE DI CONTRATTI PUBBLICI.
A cura di:
  • Rosalisa Lancia
3851296 5743316
Accesso AGLI ATTI e accesso civico
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3851296 5743317
Normativa di riferimento

La disciplina dell’accesso agli atti amministrativi (detto anche accesso c.d. “ordinario”, o “documentale” o “procedimentale”) è contenuta negli artt. 22-28 della L. 07/08/1990, n. 241, e si sostanzia nel potere/diritto di prendere visione ed eventualmente ottenere copia dei documenti amministrativi

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3851296 5743318
Differenza tra accesso agli atti e accesso civico

L’accesso agli atti di cui agli artt. 22-28 della L. 241/1990 necessita come detto di un interesse “qualificato” da parte del richiedente per poter essere esercitato.

Ciò implica che il diritto di accesso agli atti viene accordato esclusivamente:

- a soggetti ai quali gli atti si possano riferire;

- a soggetti verso i quali possano spiegare effetti diretti od indiretti;

- a soggetti che possano utilizzare tali atti al fine di tutelare una propria posizione giuridicamente rilevante.

L’ adeguata motivazione della richiesta di accesso agli atti corrisponde, pertanto, alla necessità di mettere le amministrazioni nella posizione di poter verificare l’effettiva sussistenza delle condizioni individuate dalla normativa per consentire la visione e copiatura della documentazione, dal momento ch

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3851296 5743319
Altre disposizioni di riferimento sul FOIA

Sotto il profilo normativo e regolamentare, oltre agli artt. 5, 5-bis e 5-ter del D. Leg.vo 33/2013 come emergenti dalla riforma operata dal D. Leg.vo 97/2016, che definiscono il quadro di riferimento essenziale dell’istituto e il regime di esclusioni e di limiti all’accesso, annoveriamo la Delib. ANAC 28/12/2016, n. 1309, recante linee guida operative ai fini della definizione delle esclusioni e dei limiti all’accesso civico generalizzato.

Con la

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3851296 5743320
INDICAZIONI PROCEDURALI PER ENTI E P.A.
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3851296 5743321
Indicazioni generali

L’ampiezza dell’accesso civico generalizzato - che come visto può essere escluso solamente nei casi espressamente indicati e di stretta interpretazione - implica che nei casi di dubbia applicabilità di un’eccezione a fornire il documento o dato, le PA dovrebbero privilegiare l’interesse conoscitivo che la richiesta intende soddisfare, invece che l’interesse privato sotteso.

Diretto corollario di quanto sopra

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3851296 5743322
Modalità di presentazione della richiesta
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3851296 5743323
Condizioni di ammissibilità
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3851296 5743324
Oggetto della richiesta - Richieste generiche e/o inammissibili

In merito all’oggetto della richiesta, l’art. 5 del D. Leg.vo 33/2013 sopra indicato ritiene sufficiente che l’istanza identifichi i dati o i documenti che si vogliono ottenere, ma la Circ. Min. Pubblica Amm. 30/05/2017, n. 2, agg

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3851296 5743325
Identificazione del richiedente

In merito all’identificazione del richiedente, nonostante l’accesso civico generalizzato sia esperibile da “chiunque”, è indispensabile che il richiedente si qualifichi, soprattutto per finalità pratiche-operative, quali consentire una corretta gestione della richiesta stessa, della eventuale trasmissione di dati o documenti, della trattazione di più domande seriali, onerose e vessatorie.

Anche in questo caso, la Circ. Min. Pubblica Amm. 30/05/2017, n. 2, richiede alla pubblica amministrazione un atteg

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3851296 5743326
Informazioni che l’ente deve rendere disponibili sul proprio sito

Ancora, in relazione alle modalità di invio della richiesta di accesso generalizzato, la Circ. Min. Pubblica Amm. 30/05/2017, n. 2 prescrive che ciascuna pubblica amministrazione deve rendere disponibili sul proprio sito istituzionale, nella pagina dedicata all’accesso generalizzato della sezione

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3851296 5743327
Uffici competenti
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3851296 5743328
Ufficio preposto alla ricezione dei documenti

In merito al soggetto preposto alla ricezione della domanda, si prevede alternativamente:

- ufficio che detiene i dati o documenti;

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3851296 5743329
Soggetto preposto a decidere sull’istanza

In merito al soggetto preposto a decidere sull’istanza di accesso civico generalizzato, la competenza pertiene all&r

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3851296 5743330
Help desk
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3851296 5743331
Tempi e termini della decisione

La normativa sull’accesso generalizzato prevede che il procedimento si chiuda con un provvedimento espresso e motivato nel termine 30 giorni dalla presentazione della domanda, per ciò intendendosi non la data di acquisizione del protocollo ma la data di presentazione della domanda da parte dell’istante.

La Circ. Min. Pubblica Amm. 30/05/2017, n. 2, ad integrazione dell’

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3851296 5743332
Termine per proporre l’istanza di riesame

Secondo la Circ. Min. Pubblica

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3851296 5743333
Costi che possono essere addebitati al richiedente

La Circ. Min. Pubblica Amm. 01/07/2019, n. 1, ha chiarito che a fronte di una istanza di

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3851296 5743334
Controinteressati
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3851296 5743335
Identificazione dei controinteressati e notifica

Secondo la Circ. Min. Pubblica Amm. 01/07/2019, n. 1, sono qualificabili come “controinteressati” tutti i soggetti che possono subire un p

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3851296 5743336
Modalità di opposizione dei controinteressati

La Circ. Min. Pubblica Amm. 30/05/2017, n. 2, chiarisce che al fine di agevolare la tutela dei controinteressati, la pubblica amministrazione è tenuta ad indicare -

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3851296 5743337
Partecipazione dei controinteressati alla fase di riesame

Secondo la Circ. Min. Pubblica Amm. 01/07/2019, n. 1, la partecipazione dei controinteressati al procedimento di riesame deve ritenersi senz’

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3851296 5743338
Gestione delle richieste di accesso - Dinieghi

Relativamente al rifiuto della richiesta di accesso civico generalizzato, la Circ. Min. Pubblica Amm. 30/05/2017, n. 2, richiama l’attenzione sulla “natura fondamentale del diritto di accesso generalizzato” e conseguentemente sulla circostanza che non tutti gli interessi pubblici o privati possano giustificarne una limitazione ma che solo un pregiudizio “concreto”, ovvero esistente e riscontrabile, può dare origine ad un rifiuto.

La

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3851296 5743339
Richieste massive o manifestamente irragionevoli

In chiusura, la Circ. Min. Pubblica Amm. 30/05/2017, n. 2 fornisce chiarimenti sulla gestione delle richieste “massive” o “manifestamente irragionevoli”. In continuità con quanto già espresso nella Delib. ANAC 1309/2016, l’amministrazione non è tenuta a dar seguito alla richiesta se la stess

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3851296 5743340
Soluzioni tecnico-organizzative
IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3851296 5743341
Registro degli accessi FOIA

Il Dipartimento della funzione pubblica ha predisposto un documento contenente specifiche tecniche denominato “Indicazioni operative

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
3851296 5743342
IL FOIA NELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E NELL’ESECUZIONE DI CONTRATTI PUBBLICI

Dalla redazione

  • Efficienza e risparmio energetico
  • Provvidenze
  • Finanza pubblica
  • Energia e risparmio energetico

Emilia Romagna: interventi di riqualificazione energetica degli edifici pubblici - Bando 2019

Con il bando la Regione Emilia Romagna mette a disposizione oltre 5 milioni di euro per il triennio 2019/2021 per sostenere i gli enti pubblici nel conseguire obiettivi di risparmio energetico, uso razionale dell’energia, valorizzazione delle fonti rinnovabili, riduzione delle emissioni di gas serra, con particolare riferimento allo sviluppo di misure di miglioramento della efficienza energetica negli edifici pubblici e nell'edilizia residenziale pubblica. Le spese ammissibili possono riguardare la realizzazione di impianti solari, la redazione di diagnosi energetiche, attestati di prestazione energetica degli edifici, opere edili connesse alla realizzazione degli interventi energetici, oneri di sicurezza. Gli interventi saranno cofinanziati fino al 40% con un contributo massimo di 500 mila euro.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Appalti e contratti pubblici

Gli accordi quadro per i contratti pubblici

NORMATIVA DI RIFERIMENTO - DISCIPLINA Oggetto; Durata; Accordi quadro conclusi con un solo operatore economico; Accordi quadro conclusi con più operatori economici; Accordi quadro nei settori speciali - ACCORDI QUADRO TRAMITE CONSIP - GIURISPRUDENZA Partecipazione illegittima e alterazione della par condicio tra gli operatori; Accordi quadro e oneri di sicurezza aziendali; Estrazione a sorte nelle procedure per i confronti competitivi; Accordo quadro stipulato da centrale di committenza.
A cura di:
  • Emanuela Greco
  • Opere idrauliche, acquedottistiche, marittime e lacuali
  • Finanza pubblica
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Provvidenze
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Difesa suolo

Lombardia: contributi per interventi ed opere di difesa del suolo e regimazione idraulica

La Regione Lombardia ha stanziato 10 milioni di euro per la concessione di contributi a fondo perduto, da un minimo di 5 mila ad un massimo di 100 mila euro, a favore dei Comuni con popolazione fino a 15.000 abitanti per interventi e opere di difesa del suolo e di regimazione idraulica. Gli interventi finanziati devono ripristinare situazioni di dissesto o danni causati o indotti da fenomeni naturali. Sono ammissibili a finanziamento spese tecniche, espropri, lavori, fornitura di beni e attrezzature strettamente connessi alla realizzazione degli interventi.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Edilizia e immobili
  • Finanza pubblica
  • Barriere architettoniche
  • Provvidenze

Sicilia: finanziamenti ai Comuni per la creazione di parchi gioco inclusivi

Quasi quattro milioni di euro dalla Regione Sicilia per creare nuovi parchi gioco dotati di attrezzature utilizzabili sia dai bambini normodotati che con disabilità. I parchi dovranno sorgere in spazi comunali individuati dalle amministrazioni cittadine e il contributo è previsto nella misura massima di cinquantamila euro. L’area prescelta dovrà essere posizionata in una zona priva di barriere architettoniche, accessibile e già frequentata da bambini. I Comuni dovranno compartecipare con proprie risorse finanziarie nella misura minima del 10 per cento del costo complessivo del progetto e ciascun Comune, pena l’esclusione, potrà presentare una sola istanza, eventualmente per più aree da attrezzare, ma sempre nei limiti del finanziamento massimo.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Patrimonio immobiliare pubblico
  • Efficienza e risparmio energetico
  • Energia e risparmio energetico
  • Pubblica Amministrazione

Veneto: 25 mln per l'efficientamento energetico del patrimonio immobiliare pubblico

La Regione Veneto ha messo a disposizione 25.000.000,00 euro per il secondo bando per l'efficientamento energetico del patrimonio immobiliare pubblico. Si tratta di contributi a fondo perduto riconosciuti nell'aliquota massima del 90% della spesa ammissibile per un importo massimo di 1.500.000 euro. La finalità del bando è la promozione dell'eco-efficienza e la riduzione di consumi di energia primaria negli edifici e strutture pubbliche attraverso le seguenti misure: interventi di ristrutturazione di singoli edifici o complessi di edifici, installazione di sistemi intelligenti di telecontrollo, regolazione, gestione, monitoraggio e ottimizzazione dei consumi energetici (smart buildings) e delle emissioni inquinanti, anche attraverso l'utilizzo di "mix tecnologici".
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Inquinamento atmosferico
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali
  • Impianti di riscaldamento e condizionamento
  • Impiantistica

Gas fluorurati a effetto serra: obblighi di comunicazione alla banca dati e tenuta dei registri

  • Inquinamento atmosferico
  • Ambiente, paesaggio e beni culturali

Divieto dell'uso di gas fluorurati a effetto serra