FAST FIND : GP13286

Sent. C. Cass. pen. 25/06/2015, n. 26713

1989548 1989548
Edilizia e immobili - Attività edilizia - Titoli abilitativi - Ristrutturazione edilizia - Se variano i volumi non basta la SCIA.

È necessario il permesso di costruire, e non la sola DIA (oggi SCIA), in caso di ricostruzione di un immobile demolito con modifiche tipologiche, incremento volumetrico parziale e variazione di destinazione d’uso. A se

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
Scarica il pdf completo
1989548 2190721
SENTENZA

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE SEZIONE TERZA PENALE

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1989548 2190722
RITENUTO IN FATTO

Il Tribunale di Grosseto, con ordinanza del 19 marzo 2014, ha rigettato l'appello proposto avverso il provvedimento con il quale il locale Gip aveva a sua volta respinto la richiesta di revoca del sequestro preventivo di un immobile, originariamente disposto in data 27 maggio 2010, avanzata da P.G., indagato per la violazione del D.P.R. n. 380 del 2001, art. 44, lett. b), per avere, unitamente ad altra persona, realizzato delle opere edilizie abusive, consistenti nell'accorpamento di volumetrie secondarie, cambio di destinazione d'uso di annessi ad abitazione e costruzione di portici in assenza del permesso a costruire.

Il Tribun

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1989548 2190723
CONSIDERATO IN DIRITTO

Il ricorso, risultato infondato, non è, pertanto, meritevole di accoglimento.

Considerata la sua logica priorità, ritiene la Corte di dovere prioritariamente valutare il dato, segnalato dal ricorrente, ed afferente ad una addotta intervenuta prescrizione del reato, la quale avrebbe fatto venire meno il requisito del fumus commissi delicti rilevante ai fini della conservazione del provvedimento cautelare disposto in danno del P..

Tale rilievo è inammissibile in questa sede per un duplice ordine di ragioni.

Esso, infatti, non può rientrare nell'attuale perimetro valutativo di questa Corte sia in quanto concernente un fatto sopravvenuto alla adozione del provvedimento da parte del Tribunale di Grosseto (lo stesso ricorrente, infatti, riferisce che la asserita prescrizione sarebbe maturata in data 14 aprile 2014, laddove il provvedimento è del 19 marzo 2014) e del quale perciò non si poteva tenere conto nella impugnata ordinanza, sia in quanto l'indagine in ordine alla sua effettiva verificazione presuppone il controllo in ordine alla sussistenza o meno di fattori interruttivi del termine prescrizionale, il cui accertamento, all'evidenza, esula dall'ambito di cognizione di questa Corte in sede di controllo sulla legittimità della ordinanza cautelare in scrutinio.

Parimenti inammissibile è il motivo di ricorso con il quale il P. denunzia un preteso travisamento del fatto da parte del Tribunale di Grosseto.

Deve, infatti, ricordarsi che, secondo quanto prescritto dall'art. 325 c.p.p., comma 1, il ricorso per cassazione avverso le ordinanze emesse ai sensi degli artt. 322-bis e 324 cod. proc. pen. è ammissibile solo per violazio

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.
1989548 2190724
P.Q.M.

Rigetta il ricorso e condanna il ricorrente al pagamento delle spese processuali.

IL CONTENUTO COMPLETO E' RISERVATO AGLI ABBONATI.

Dalla redazione

  • Edilizia e immobili
  • Titoli abilitativi
  • Edilizia privata e titoli abilitativi

La modulistica unica per l'edilizia e le attività produttive

Inquadramento normativo; Iter di adozione della modulistica a livello locale; Modulistica per l'edilizia; Modulistica per attività commerciali o assimilabili; Tutto quello che non può più essere richiesto a cittadini e imprese; Quadro riepilogativo regionale; Modulistica precedente.
A cura di:
  • Redazione Legislazione Tecnica
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Titoli abilitativi
  • Provvidenze
  • Edilizia e immobili
  • Finanza pubblica

Piemonte: 26 milioni per i costi dei titoli edilizi

Per favorire la ripartenza dell'attività edilizia a causa dell'emergenza da COVID-19, la Regione Piemonte ha stanziato per l'anno 2020 euro 26.000.000,00 in favore dei Comuni a copertura parziale o totale del contributo del costo di costruzione relativo al rilascio dei titoli abilitativi in edilizia, di cui all'articolo 16 del Testo Unico edilizia (D.P.R. 380/2001). Si tratta di contributi e fondo perduto e le relative domande dovranno essere presentate da professionisti abilitati per la presentazione di istanze edilizie, a nome e per conto di privati e imprese.
A cura di:
  • Anna Petricca
  • Edilizia e immobili
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Titoli abilitativi
  • Attività in cantiere (direzione lavori, collaudo, coordinamento sicurezza, ecc.)

Il cartello di cantiere

CARTELLO DI CANTIERE, OBBLIGO E FONTI NORMATIVE (Obbligo di esporre il cartello di cantiere; Finalità dell’obbligo; Decorrenza del termine di impugnazione del titolo edilizio; Soggetti obbligati; Visibilità del cartello) - CONTENUTI DEL CARTELLO DI CANTIERE E INDICAZIONI PRATICHE (Contenuti obbligatori del cartello di cantiere; Modalità di affissione) - CONSEGUENZE DELLA VIOLAZIONE DELL’OBBLIGO - SANZIONI.
A cura di:
  • Angela Perazzolo
  • Edilizia e immobili
  • Titoli abilitativi
  • Edilizia privata e titoli abilitativi

Soppalco, titolo edilizio per la realizzazione

DEFINIZIONE DI SOPPALCO - QUALIFICAZIONE INTERVENTI PER LA REALIZZAZIONE DI UN SOPPALCO - REGIME EDILIZIO PER LA REALIZZAZIONE DI UN SOPPALCO (Regime successivo al D.L. 133/2014 ed al D. Leg.vo 222/2016; Regime precedente) - PARAMETRI DI VALUTAZIONE E RASSEGNA DI GIURISPRUDENZA.
A cura di:
  • Maria Francesca Mattei
  • Infrastrutture e reti di energia
  • Titoli abilitativi
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Infrastrutture e opere pubbliche
  • Edilizia e immobili
  • Energia e risparmio energetico
  • Infrastrutture e reti di energia

Infrastrutturazione digitale e banda larga negli edifici

CONTESTO NORMATIVO - L’ETICHETTA “EDIFICIO PREDISPOSTO ALLA BANDA LARGA” - RIFERIMENTI TECNICI PER PROGETTISTI E INSTALLATORI - INFRASTRUTTURA FISICA E COLLEGAMENTO A “EDIFICI PREDISPOSTI” (Utilizzo condiviso delle infrastrutture fisiche; Coordinamento delle opere sulle infrastrutture fisiche; Semplificazioni procedurali per le richieste di utilizzazione di suolo pubblico; Infrastrutturazione fisica interna all’edificio ed accesso) - SISTEMA INFORMATIVO DELLE INFRASTRUTTURE DI COMUNICAZIONE (SINFI) (Finalità del SINFI; Dati catalogati nel SINFI; Obblighi e modalità operative ai fini del SINFI).
A cura di:
  • Dino de Paolis
  • Edilizia e immobili
  • Pianificazione del territorio
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Titoli abilitativi
  • Piano Casa
  • Standards
  • Urbanistica

Marche: obbligo di adeguamento dei regolamenti edilizi comunali al Regolamento edilizio tipo (RET)

  • Terremoto Centro Italia 2016
  • Calamità/Terremoti
  • Edilizia privata e titoli abilitativi
  • Edilizia e immobili
  • Costruzioni in zone sismiche
  • Protezione civile
  • Norme tecniche

Contributi per la ripresa delle attività economiche e produttive nei territori colpiti dal sisma a far data dal 24/08/2016